sabato 23 settembre 2017


Commenti da Facebook

28 Commenti

  1. RoKKo77

    ciffo ma quando la finirai di smerdare montescaglioso? XXX che vuoi dire con questo articolo che montescaglioso butta i rifiuti in mezzo alla strada? forse devi capire che è la società avvenire a non avere un impianto di compostaggio e non montescaglioso, e se la cooperativa avvenire avesse un solo impianto di compostaggio per tutti i comuni serviti da lei non sono di certo problemi dei giornalisti e tu che dovresti difendere a spada tratta il tuo paese non andare cercando articoli di giornale solo per buttare a terra il tuo paese perchè ricorda che ci viene sempre in vacanza ma come dico sempre credo che tu non sappia davvero niente di montescaglioso.

    XXX

      1. ciffo

        Esiste un regolamento che puntualmente viene disapplicato.
        Quando saranno bannati e cacciati dal sito certi personaggi?
        Quanti altri post senza senso e imbarazzanti per tutta la nostra comunità dovremo continuare a leggere o a vedere solo modificati?
        Quante parolacce, violenza, aggressività dovremo sopportare?

        Non vorrei alimentare le polemiche e mettere in difficoltà un amico ma la misura è colma. Il solo pensare che – anche a causa mia – cercando montescaglioso sul web vengano fuori commenti di sociopatici, ignoranti, cafoni e maleducati mi sconforta.
        Alla prossima violazione del regolamento così evidente che non viene punita io mi tiro fuori dal progetto.

        1. RoKKo77

          abbassa un po tu il modo elegante di sputtanare il tuo paese che fai prima, è solo vergognoso cio che fai, e questo è il tuo unico modo di fare le cose, applicare un regolarmento di un sito che esiste solo in quanto registrato ma non ha dietro nessun titolo all’infuori della tua proprietà personale.

          Se non ti sta bene che rivendico il fatto che amo davvero il mio paese e non permetto nemmeno a te di scrivere schifezze del genere allora cancellami.

          1. tm

            Non vorrei alimentare delle polemiche, magari proverò a gettare un po di acqua su un fuoco che rischia di diventare incandescente.

            Più volte abbiamo richiamato la necessità di usare, almeno tra noi che utilizziamo il sito mettendoci la faccia, un linguaggio che sia per lo meno rispettoso della persona, pur nella diversità di vedute, che naturalmente a volte richiedono anche parole pesanti.

            Non ho avuto modo di leggere le frasi censurate, e quindi mi limito a ciò che sono riuscito a leggere. A Felice, vorrei ricordare le tante volte che lui stessorivolto al sottoscritto a chiesto di passarci sopra e di non prendersela troppo, ora mi tocca rivolgere a lui le stesse attenzioni, mentre a Rocco vorrei ricordare che fare delle critiche ad un modo di gestire un determinato servizio, non vuol dire non amare il proprio paese.

            Il proprio paese lo si ama a prescindere, ciò non vuol dire però che si debba accettare tutto senza spirito critico solo per una questione di appartenenza. Oltretutto l’articolo pubblicato da Felice, da ragione all’operato di una amministrazione che in poco più di due anni ha portato Montescaglioso ad essere il secondo comune oltre i 10000 abitanti più riciclone d’Italia.

            Però se da un lato vi è questo trguaedo cosi prestigioso, Rocco, non possiamo dimenticare che la tariffa per lo smaltimento dei rifiuti è lievitata notevolmente proprio per le disfunzioni della ditta appaltatrice.

            L’articolo stesso della gazzetta suona come una beffa per montescaglioso, che nonostante gli sforzi, di cui sicuramente va dato atto all’amministrazione, il servizio di smaltimento rimane cosi precario che si è costretti a portare i rifiuti in puglia.

            Io credo che se cerchiamo di discutere con toni civili su questo sito c’è posto per tutti, è necessario però che lo si faccia partendo dal presupposto che pregiudizi e prese di posizioni a prescindere vengano messi da parte e che la discussione abbia un obbiettivo comune, cioè quello di migliorare la qualità della vita a Montescaglioso, indipendentemente che vi sia una Amministrazione di destra o che sia di sinistra.

            Un abbraccio ad entrambi

            tonino

          2. RoKKo77

            Personalmente ho reagito perchè si cerca sempre di denigrare il proprio paese e questa cosa non giova a nessuno a mio avviso, non è una difesa dell’amministrazione perchè da un po di tempo ho preso le distanze mantenendo un equilibrio tra i vari partiti politici guardando dall’esterno ogni vicenda non intromettendomi, ma non capisco perchè c’è bisogno di utilizzare il dovere di cronaca per far cadere le braccia a tutti noi montesi parlando di beffa, il servizio di nettezza urbana è privato, e per questo motivo non vedo tanto normale pubblicare questo articolo perchè penso che prima di fare certe cose bisogna accertarsi se si sta facendo la cosa giusta e io credo che il conferimento in puglia sia dovuto al fatto che la società Avvenire (gestore di Montescaglioso) avrà convenzioni attivate in Puglia e quindi non vedo dove vi sia il problema francamente.Per questo ti sembra giusto Tm dover far apparire come al solito Montescaglioso come un paese che fa le cose a metà?

          3. tm

            Andiamo già meglio, quando i toni diventano più pacati è anche più facile discutere, e magari io faccio meno errori di ortografia non dovendo scrivere di getto:

            Rocco, sinceramente leggendo l’articolo riportato da Felice io avverto il contrario di quello che avverti tu. Io capisco che con quell’articolo si vuole puntare il dito sul fatto che nonostante l’Amministrazione comunale si stia spendendo per far in modo che il servizio risulti più efficente, vi sono delle difficoltà dovute di sicuro non all’Amministrazione che invece non consentono di portare i canoni a tariffe più basse-

            Questa non è una colpa dell’Amministrazione, se mai di un sistema, quello dello smaltimento dei rifiuti, che mentre impone ai comuni di attenersi a determinate regole, d’altra parte chi dovrebbe fare in modo che il tutto funzioni in un certo modo, forse non fa fino in fondo il proprio dovere.

            Ti sei mai chiesto che fine fanno le bottiglie di plastica che noi cosi diligentemente provvediamo a differenziare?

            Una parte molto consistente di esse finisce nei termovalizzatori a fungere da catalizzatori altrimenti il processo di incenerimento dei rifiuti indifferenziati non sarebbe possibile.

            Tu ti chiederai ora come mai? Eppure è cosi.

            Dietro lo smaltimento dei rifiuti vi è un giro di affari cosi grosso che tutto ciò che succede nelle varie regioni, nei comuni e nelle provincie, fa parte di un unico progetto che è quello di sfruttare al meglio i fondi che lo stato è costretto ad investire per lo smaltimento dei rifiuti. In diversi posti questi processi vengono gestiti da faccendieri e da enti nati apposta per accaparrarsi i fondi, in altri posti, e mi dispiace dirlo, buona parte della Basilicata, quei processi vengono gestiti da vere e proprie società affiliate alla camorra.

            Il problema dell’ambiente non può avere una identità di destra o di sinista, appartiene ad ognuno di noi, e per questo non possiamo non fare fronte comune per il bene dei nostri territori e dei nostri figli.

          4. RoKKo77

            cio che dici è verissimo ma quello che spesso mi fa abbassare di livello e scrivere di getto è il fatto che in questi casi solo chi prende l’articolo e lo legge capisce cio che si dovrebbe capire ma chi legge il titolo e legge, comuni costretti a conferire in puglia perchè non hanno un impianto di compostaggio non fa capire questo ma il contrario, e non è stata spesa manco una parola per far capire bene l’articolo, ed è questo metodo che non mi fa ragionare e mi fa scrivere in quel modo, torto o ragione che possa avere.

             

          5. tm

            Rocco, sono contento che tutto sia chiarito.

            Vedi spesso anche a me viene da scrivere di getto, senza starci su tanto a pensare, e molte volte si dicono cose che non si pensano realmente.

            Montescaglioso.net, è un portale meraviglioso che ci permette di confrontarci, e quando il confronto si mantiene su livelli civili non può fare altro che bene all’intera comunità.

            Ho imparato da tempo che non esistono nemici in politica, ma solo perosne che la pensano in modo diverso da noi. Le divergenze e i divari tante volte restano incolmabili, ma tante altre volte l’obbiettivo è comune, e allora non vedo il perchè quegli obbiettivi non possano avere delle comuni strategie che ci permettano di ragiungerli.

            Riportare articoli di stampa può essere fastidioso, perchè non portano al dibattito una propria veduta, ma riporta il pensiero di altri, che nel caso della stampa può essere distorto, personalmente sono contrario al copia incolla, ma questo, se me lo consenti nonè il caso di Ciffo, che ha dimostrato non solo di contribuire con i propri  pensieri, ma che in tutti questi anni ha mantenuto il giusto rispetto e l’obbiettività necessaria ad un libero dibattito.

            Di tanto in tanto, avrai notato, mi stacco da montenet, perchè anche io come  te sono un tipo impulsivo. Mi serve per ritrovare il giusto equilibrio per potermi rapportare con voi tutti con la giusta serenità indispensabile a far si che in ognuno di voi io veda degli amici e degli ottimi interlecutori con cui scambiare opinioni e possibilmente arricchire il mio pensiero.

            Gli sproloqui lasciamoli agli anonimi, noi siamo gli utenti di un sito che in questi anni ci ha dato tanto e che se ne facciamo tesoro potrà darci ancora tanto.

            un affettuoso saluto

            tonino

          6. Cinzia

            Tm, sei un signore. Sempre. Gli utenti come te fanno la differenza e possono insegnare qualcosa.
            Per il resto solo tanto sconforto.
            Primo perchè se anche in una comunità “piccola e virtuale” come monte.net non c’è possibilità di parlare civilmente, se non si ha idea di cosa sia il rispetto, se si deve ricorrere ad offese gratuite per far valere un punto di vista, non so davvero come si possa sperare che le cose possano migliorare in una comunità più grande e “reale” come il nostro paese.
            Secondo perchè si tratta dell’ennesima battaglia fine a se stessa. Per la fretta e la miopia di dividere il mondo in buoni e cattivi, si travisa il senso delle parole e delle intenzioni (cosa ancora più pericolosa) e si attacca…
            Mi domando: può un qualsiasi montese sentirsi denigrato da ciffo che pubblica un articolo (tra l’altro, non scritto da lui) che – quello sì – dovrebbe farci arrabbiare tutti quanti, come montesi, visti gli sforzi (materiali, mentali ed economici) che facciamo per realizzare una piccola rivoluzione culturale e contribuire a rendere il nostro un pianeta migliore?
            C’è una sola riga nell’articolo o una sola parola scritta da ciffo che critichi l’operato dell’amministrazione comunale, promotrice, tra l’altro, di questa piccola rivoluazione culturale?
            Posso io cittadina di Montescaglioso, essere contenta di avere 5 contenitori per la spazzatura in casa, aspettare il sabato per sbarazzarmi della busta della plastica, pagare di più e sapere che le bottiglie di plastica che mi stanno tra i piedi per una settimana intera, fanno la stessa fine della frazione organica o del vetro, perchè non si hanno altre soluzioni?
            Posso io, cittadina di Montescaglioso, per dare lustro e onore al mio paese, lasciare che mi si prenda in giro in questo modo, pagare una tassa più alta e davanti ad un articolo del genere, semplicemente girare pagina?
            Mah… ?!?
            Rocco, ciffo può non essere al top della classifica delle tue simpatie personali, ma tu, come onesto cittadino montese che differenzia e paga le tasse, come ti senti quando leggi un articolo del genere?
            “[…] non esistono nemici in politica, ma solo persone che la pensano in modo diverso da noi”.
            Antonio Ditaranto

          7. RoKKo77

            forse la mia situazione è diversa dagli altri, sento ovunque che pagano di piu, io utilizzando le leggi italiane e regolamenti comunali che ho letto sono riuscito a pagare di meno come azienda, forse perchè conferisco parte dei rifiuti a ditte specializzate, mentre per quanto riguarda il compostaggio ho richiesto la compostiera e la utilizzo, da parte mia cerco di fare la mia parte, non ho mai chiesto a nessuno di farmi guardare le sue cartelle esattoriali ma vedendo la mia situazione non la sto vivendo tragicamente.

          8. Vincenza Abbatiello

            Sapeste quanto mi fa male leggere questo articolo, visto che non meno di un anno fa avevo sollevato il problema all’assessore quarato. 

            Avevo chiesto esplicitamente: "assessore, ma siamo sicuri che la raccolta differenziata rimanga differenziata per tutto il ciclo fino alla fine? fino alla discarica?". Mi rispose: "Vincenza abbiamo le bolle di accompagnamento che ce lo assicurano".

            Bene, a quanto pare i documenti di trasporto non bastano. Anzi sbagliai io a non chiedere quale fosse la destinazione indicata sulla bolla.  

             

          9. RoKKo77

            Se io non ci ho visto piu e ho risposto anche esageratamente all’esposizione di quell’articolo è perchè si fa troppa confusione, perchè nessuno riesce a rispondere al fatto? la società Avvenire è pugliese quindi conferisce in Puglia, qual’è il problema non lo so, ai produttori di rifiuti cio che interessa è che la responsabilità passi alla società di smaltimento altrimenti per quale motivo si sarebbero rivolti ad una ditta privata?

            lo vogliono smaltire illegalmente? peggio per loro, ma non penso che si possano permettere di giocare perchè lo smaltimento illecito è punito dalla legge severamente, non solo, le normative sono anche cambiate e ora con il sistema SISTRI tutto è monitorato telematicamente.

            NOTA BENE: Queste informazioni non le prendo dal comune ma le conosco perchè mi informo.

          10. Vincenza Abbatiello

            Propongo una cosa: seguiamo tutto il ciclo. Nel vero senso della parola. Seguiamo i camion da quando raccolgono i rifiuti fino a quando arrivano in discarica per capire se realmente viene fatta la differenziata.

            La raccolta differenziata è segno di civiltà e sensibilità verso l’ambiente e quindi un plauso all’amministrazione che ha fatto questa scelta (anche perché vi sono normative europee che chiedono l’adeguamento), però è bene che la popolazione montese sappia se la raccolta differenziata è differenziata fino alla fine. Si può fare questa cosa?

            Rocco fammi sapere. Magari ci sentiamo nel pomeriggio. 🙂 

             

          11. RoKKo77

            penso che sulla carta si possa fare ma credo che potremo diventare solo dei disturbatori se ci mettessimo in macchina a pedinare i camion che partono e arrivano non so dove 🙂

            se facessimo tutto questo per controllare anche cio che succede a tito scalo e in val basento credo che scopriremo tante cose belle eheheheh

          12. SpigaVacand

            …anche ciò che succede ad Arcore o a Villa Certosa….sai quante altre cose belle scopriremmo :-)…Battuta a parte…credo che in questa discussione si sia raschiato il fondo del barile…e ogni commento sarebbe superfluo. 

            Chi ha un minimo di intelletto ne trae la giuste conclusioni…

          13. drago88

            A qualke mese dall’inizio della raccolta differenziata a montescaglioso chiesi a michele dimichino, responsabile del servizio, se era possibile andare con lui presso i centri di raccolta per vedere di persona come funzionava. Sono riuscito a vedere l’impianto di Macchia di Ferrandina (non ricordo il nome dell’impianto) dove i nostri camion conferivano carta e plastica.

            I vari camion che arrivavano, dopo aver pesato il proprio carico, scaricavano dentro un enorme capannone. Qui un operario su un muletto spingeva i rifiuti DIFFERENZIATI su un rullo (tipo frantoio con le olive x capirci) che arrivava sopra un soppalco. Qui altri operai ,in serie, scartavano a mano ciò che non andava bene. 

            Tutto ciò avveniva con la carta e la plastica (erano 2 reparti ben distinti all’interno del capannone). Nei giorni a seguire mi sono recato presso la discarica di Salandra dove abbiamo conferito l’indifferenziato. Lì ad attenderci ricordo bene che vi era una pattuglia della polizia (ambientale?) che si è assicurata che il carico contenesse solo rifiuti indifferenziati non pericolosi (tipo amianto ecc..).

            Il vetro e l’umido sapevo invece fossero conferiti in Puglia, presso altre aziende specializzate.

            Non esiste notte tanto lunga che impedisca al Sole di risorgere.

          14. drago88

             NON è COSì DIFFICILE ACCERTARSI DI PERSONA CIRCA IL PERCORSO CHE FANNO I NOSTRI RIFIUTI. BASTA SEMPLICEMENTE PARLARE CON IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO E CON L’ASSESSORE PER ORGANIZZARSI. MAGARI PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA DITTA è POSSIBILE FARE DELLE RIPRESE.

            CONSIDERANDO CHE CI SONO STATO E SO’ DOV’è LO STABILIMENTO METTO LA MIA MACCHINA A DISPOSIZIONE!!! 🙂

            SE MI CONSENTITE UNA PICCOLA PROVOCAZIONE:quando si è sempre con la coscienza a posto, non ci si mette nulla a mettersi a disposizione della gente e magari ad accontensire alle richieste dell’opposizione(ora mi riferisco a vincenza abbatiello). Sono più preciso:abbiamo tranquillamente concesso la commissione d’inchiesta comunale circa le varie assunzioni, da voi nessun commento, come vi comporterete a livello regionale???

              Non esiste notte tanto lunga che impedisca al Sole di risorgere.

  2. Franco Caputo
    Dall’articolo capisco che ad essere smerdata è la Regione Basilicata, che pur di fronte all’impegno di molti comuni nella differenziata, è tragicamente indietro, come noto a tutti, nel fare la propria parte. Non vedo osservazioni contro i due comuni ricicloni, Montalbano e Monte, che semmai sono chiaramente indicate come " vittime " dell’assenza della Regione. Tantomeno non vedo come si possa leggere nell’articolo un minimo riferimento alla possibilità che il paese sversi la monnezza nelle strade.   
  3. ciffo

    Ringrazio Cinzia e tutti gli altri che sono intervenuti per riportare la discussione su binari normali. Spero un giorno di saper ritrovare anche io la pazienza e la santità necessaria per affrontare in modo civile situazioni e persone così spiacevoli.

    Ad ogni modo… tornando sull’argomento del post… non sarebbe male contattare l’assessore Quarato per chiedere conferma e fare alcune domande.
    Mi sembra di capire dall’articolo che la regione Basilicata è in forte ritado sul tema e questo si ripercuote sui comuni. Non c’è modo di recuperare queste spese extra da fondi regionali vista l’inadempienza della regione?
    E soprattutto… è vero che l’umido finisce in discarica?

    Wiseman ci pensi tu a cercare di contattare l’assessore?

        1. Wiseman

          In riferimento a quanto riportato nell’articolo succitato, si fa presente che l’unica cosa vera riferita, è che in Basilicata mancano gli impianti di compostaggio!

          Il piano regionale del 2003, ormai obsoleto, ne prevedeva la realizzazione, purtroppo, ancora oggi nella nostra regione, non esiste alcun impianto di compostaggio che produca compost o biogas. Ribadisco ancora una volta che, la ditta appaltatrice dei rifiuti, a Montescaglioso, conferisce l’umido all’ impianto di comp. di Laterza, dove viene realizzato esclusivamente il compost che viene utilizzato in agricoltura come concime.

          Carta, plastica,vetro e alluminio vengono conferiti agli impianti di riciclo BNG di Ferrandina, mentre l’unica frazione che finisce in discarica è l’indifferenziata.

          Chiunque avanzasse dei dubbi su quanto detto, è libero di seguire gli automezzi che,quotidianamente,portano le frazioni agli impianti stessi.

          Mi preme precisare che, con la raccolta differenziata, il Comune e quindi i cittadini, risparmiano cifre considerevoli rispetto al vecchio sistema.

          Lo smaltimento dell’indifferenziato, che 3 anni fa costava 52 euro a tonnellata, oggi ne costa ben 130 di euro + iva+ 15 euro di ecotassa.

          Il conferimento dell’umido costa 75 euro a tonn.(e non si paga l’ecotassa).

          Il conferimento del vetro e alluminio, costa 40 euro a tonn..(anche qui senza ecotassa)

          Il conferimento di carta e  plastica è, invece a costo ZERO con in più il vantaggio dei contributi CONAI per il Comune.

          Da notare che questi costi sono soggetti alle variazioni delle quotazioni di mercato.

          Da precisare che, prima che partisse la differenziata, Montescaglioso produceva circa 3.500 tonn. di rifiuti annui, che vanno moltiplicati per  circa 160  euro(130+iva+ 15 ecotassa, i costi delle frazioni li abbiamo citati, adesso non vi rimane che armarvi di calcolatrice e fate pure i conti se si risparmia o meno.

          Sempre a disposizione per eventuali, ulteriori chiarimenti, vi saluto cordialmente

                                                                       Antonio Quarato

           

           

           

          1. drago88

            Parlando con l’assessore Quarato oggi pom abbiamo deciso di realizzare un filmato circa il viaggio della carta,vetro e plastica da mont.so a ferrandina. Nei giorni a seguire organizzerò il tutto:invito già da adesso ALDO a venire con noi (magari si può occupare della parte tecnica) e Michele Marchitelli, in veste di responsabile dell’ufficio comunicazione del comune di montescaglioso.

            Non esiste notte tanto lunga che impedisca al Sole di risorgere. .

          2. vince_ditaranto

            Ringrazio l’assessore per aver dato delucidazioni su tutta la questione, sottolineando quanto sia gradevole un confronto diretto con le istituzioni se c’è volontà di dialogo.

            Detto ciò avrei una domanda relativa ai costi, non quelli che sostiene il Comune ma il costo che sostiene il cittadino. Non so se l’assessore è al corrente del malumore che serpeggia nei montesi per il fatto che la tassa (tariffa??!!?) per la "monnezza" grava non poco sulle loro tasche; l’aumento della vecchia TARSU da cosa è giustificato allora se è vero che con la differenziata si risparmia? Io potrei fare pure i conti con la calcolatrice che lei propone di fare, ma mi viene più facile guardare le tasse che arrivano al cittadino e mi accorgo che il cittadino paga di più. Le assicuro che in questo caso non serve la calcolatrice.

            Tempo fa abbiamo già parlato del problema dei costi in un altro post, in cui emergeva interessante l’analisi di Ant. 

            Non voglio fare polemica, il mio intento è solo quello di fare chiarezza affinchè una splendida cosa per il nostro comune (moltissimi comuni del nord non hanno assolutamente il servizio che abbiamo a Monte) non risulti a lungo andare in un fallimento. Infatti molti cittadini dicono di non farla più come l’inizio appunto perchè sfiduciati dalla non-convenienza economica. 

            Quindi le chiedo se non sarebbe meglio fare chiarezza su questo punto affinchè il cittadino non sia sfiduciato? Se il costo per il cittadino è aumentato non è meglio spiegarne i motivi invece di negare?

            Convinto che il confronto sia proficuo per tutti saluto l’assessore sperando che tramite Wise o personalmente voglia con noi approfondire l’argomento.

            Vincenzo D

          3. ciffo

            A occhio se ho capito bene le cifre dell’assessore:

            3 anni fa, prima della raccolta differenziata, smaltire 100 tonnellate di immondizia costava 52 x 100 = 5200 euro

            Oggi grazie alla differenziata di quelle 100 ne portiamo in discarica solo 35. Il prezzo però è triplicato.

            Quindi paghiamo 160 x 35 = 5600euro (+400)
            A cui bisogna aggiungere i costi per lo smaltimento del 65% differenziato.

            Insomma paghiamo di più ma paghiamo molto molto meno di quanto pagheremmo non facendo la differenziata.

            Se l’assessore fornisse cifre esatte farebbe cosa molto gradita!

             

          4. drago88

            A TITOLO INFORMATIVO:lunedì sera la Camera di Commercio di Matera, nella persona del presidente Tortorelli, ed il CONAI hanno riconosciuto l’operato dell’amministrazione comunale di Montescaglioso a favore della raccolta differenziata. La nostra città è stata inserita, come comune modello, in un progetto preliminare di raccolta differenziata nella città di Matera redatto dal CONAI con la super visione di Legambiente. (http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/GdM_dallabasilicata_NOTIZIA_01.php?IDNotizia=380817&IDCategoria=12o).

             Alla cerimonia era presente il consigliere regionale di Basilicata on. Mario Venezia.Il tutto è avvenuto all’indomani di un’altra importante manifestazione,tenutasi domenica sera presso la sala "Incontro" a Bernalda, a cui, oltre al sopra citato consigliere regionale, hanno partecipato il vice Sindaco Vincenzo Zito e gli assessori Zaccaro e Quarato. Anche qui Montescaglioso è stata premiata comune capofila per quanto riguarda la gestione dell’immondizia.

             Non esiste notte tanto lunga che impedisca al Sole di risorgere.

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Simple Share Buttons

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi