Benvenuto! Accedi o Registrati

Post card



 

L'orologio. Cocomero

Un’idea del gruppo sloveno realizzata nel 2001. Dopo tante attività caratterizzate dall’uso prevalente di elementi tecnologici, video clip, foto digitali, o da performances ed allestimento, la proposta di tornare all’antico: un concorso di pittura. Il tema è ovviamente Montescaglioso ed il metodo è il classico della pittura all’aria aperta. Quindi scorci panoramici, personaggi, luoghi, particolari. Per circa due settimane circa quaranta giovani si sono scatenati realizzando opere in formato cartolina, da qui il titolo, come se dovessero inviare a qualcuno la foto o la cartolina ricordo del soggiorno a Monte. Disegni al tratto, acquerelli, piccoli dipinti alla tempera, è stato prodotto di tutto, proponendo approcci e punti di vista inediti del paese. Esiste una raccolta digitalizzata del prodotto perché, poi, ognuno del proprio intervento ha fatto di tutto: invio a casa o agli amici, regalo ai residenti, quadretto da conservare accuratamente. Al termine del progetto è stata organizzata una mostra in Piazza Racamato, la prima mostra nella piazzetta / salotto, con una notevole partecipazione di pubblico invitato a segnalare la cartolina più accattivante, con il risultato di un ex aequo tra un dipinto della Lettonia ed uno della Slovenia. L’abitudine a dipingere ed a rappresentare il paese si è mantenuta, senza il concorso finale, anche nelle attività successive. Da altri giovani sono arrivati prodotti di notevole levatura e tra questi una serie di 10 rappresentazioni di Montescaglioso firmate da una ragazza polacca, con l’inconsueto filo conduttore dell’alcool. Perciò il titolo della raccolta “ Montescaglioso alkolisos “ . Nelle opere realizzate con la tecnica del gessetto applicata a cartoni, bevono tutti, perfino i falchetti appollaiati sulle rete elettrica con il calice colmo o lo scheletro del dinosauro ritrovato sotto terra con accanto la bottiglia di birra.






Condividi contenuti