sabato 23 settembre 2017

Iniziative riguardanti la VAS al programma nazionale per la gestione del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi

Facendo seguito alla nota dell’Anci Basilicata, con la quale si esprime la più ferma contrarietà
alla realizzazione del deposito di combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi anche nel
territorio della Basilicata (GU 164 del 15/07/2017) ed alla possibilità dei Sindaci di
esprimere dei pareri a riguardo, il Primo Cittadino di Montescaglioso Vincenzo Zito ha
prontamente espresso delle osservazioni
al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del
Territorio e del Mare – Direzione generale per i rifiuti e l’inquinamento (RIN) ed al Ministero
dello Sviluppo Economico
. Recependo lo schema relativo alla procedura di Valutazione
Ambientale Strategica (VAS) sono state presentate dieci osservazioni che tengono conto degli
aspetti di carattere generale, programmatico, progettuale ed ambientale. Come è possibile
immaginare il profilo ambientale è molto più articolato in quanto tiene conto di altri otto
fattori relativi ad atmosfera, ambiente idrico, suolo e sottosuolo, rumore – vibrazioni –
radiazioni, biodiversità, salute pubblica, beni culturali – paesaggio e monitoraggio
ambientale. Tra le osservazioni si è rammentato che la ipotetica realizzazione di un deposito
di rifiuti radioattivi nelle aree ricadenti nel territorio della Regione Basilicata comprometterà
le risorse ambientali e qualsiasi ipotesi di sviluppo economico e sociale generando una sorta
di desertificazione culturale e sociale. Già a settembre 2010 alla notizia che
Montescaglioso
insieme a Matera, Montalbano Jonico, Banzi, Palazzo San Gervasio e Genzano di Lucania fosse
nell’elenco dei 52 siti idonei per diventare deposito nazionale delle scorie nucleari, l’allora
Vice Sindaco Vincenzo Zito espresse totale contrarietà a tale ipotesi.
L’Amministrazione Comunale di Montescaglioso, dunque, insieme all’Osservatorio
Ambientale Comunale, da sempre impegnati a garantire la salute della Comunità,
promuoveranno tutte le azioni possibili per esprimere il proprio dissenso e scongiurare
qualsiasi decisione che metta a repentaglio la salubrità del circondario.
IL PRESIDENTE O.A.C. IL SINDACO
Donato DITARANTO Vincenzo ZITO

Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Simple Share Buttons

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi