martedì 17 ottobre 2017

CooperAttiva/Misure per il traffico

CooperAttiva: contributo al Consiglio Comunale aperto.

A seguito dell’ordinanza del Luglio 2016 relativa al divieto di accesso e sosta di bus turistici in Piazza Roma, CooperAttiva ha segnalato all’Amministrazione Comunale le criticità evidenziatesi:

1) Lunghezza del percorso di avvicinamento all’Abbazia e di ritorno verso i mezzi.

2) Difficoltà della sosta dei mezzi per scarico passeggeri su viale Giovanni XXIII.

3) Assenza nelle immediate vicinanze di servizi igienici.

Le criticità predette hanno determinato la riduzione delle presenze dei gruppi organizzati gestiti da operatori turistici nazionali e locali così come attestato dai puntuali rilevamenti delle presenze e delle tipologie dell’utenza effettuati in Abbazia quotidianamente.

La meta Montescaglioso per gli operatori turistici nazionali, che hanno più volte segnalato il feedback negativo dell’utenza sul tema specifico, perde appetibilità a favore di diretti concorrenti i cui monumenti sono raggiungibili più facilmente. Particolari ed evidenti criticità si rilevano nei mesi invernali per pioggia e freddo, nei mesi estivi a causa delle temperature elevate che impattano negativamente sui gruppi organizzati costituiti in gran parte da over 65.

Dopo oltre un anno di applicazione dell’ordinanza si rilevano le seguenti evidenze:

1) Le guide turistiche esterne ed i capigruppo, consultando il web, scelgono e chiedono la via più breve per giungere in Abbazia, che non coincide con le strade commerciali del paese esterne al centro storico: non è possibile imporre ai visitatori il tragitto più lungo.

2) Il prolungamento dei tempi di trasferimento dal bus all’Abbazia, obbliga gli operatori turistici, che alla visita di Montescaglioso aggiungono altre mete, a comprimere i tempi di sosta riducendo la propensione dell’utenza agli acquisti.

3) Gran parte dei bus giunge nel primo pomeriggio per rientrare negli hotels entro le ore 18/19 e quindi in orari nei quali gran parte degli esercizi commerciali locali sono  ancora chiusi.

4) Il periodo Gennaio/Settembre 2017, confrontato con gli analoghi mesi del 2016, evidenzia una riduzione di gruppi, a fronte di un aumento degli arrivi di visitatori non organizzati.

5) Le agenzie e tour operators preparano i pacchetti per il 2019 ed il rischio, causa le criticità evidenziate, è la mancata fidelizzazione degli operatori verso Montescaglioso e la esclusione della città dagli itinerari.

6) Si ritiene necessario una riorganizzazione dei percorsi per garantire un avvicinamento dello scarico passeggeri al centro storico.

Le misure per il traffico, così come organizzate, riversano su alcuni percorsi di grande interesse paesaggistico e storico, (v. Salnetro, v. Balconi Sottani, via e largo Chiesa Maggiore, v. Verdi) un flusso di auto spropositato che oltre a peggiorare la qualità della vita dei residenti e dell’ambiente, riduce fortemente le potenzialità turistiche complessive della città. Si registra un continuo apprezzamento dei visitatori per il contorno dell’Abbazia, centro storico, paesaggio, percorsi extramurali, circuito delle cantine rupestri ed un conseguente aumento dei tempi di sosta in città. Le misure per il traffico devono essere di sostegno alla vocazione turistica della città, allontanando nei limiti del possibile il flusso di auto dal centro storico e valorizzando i percorsi incentrati sull’abitato. Le criticità sono da risolvere in tempi molto brevi (il 2019 è ormai alle porte). In questo momento servono soluzioni immediatamente attuabili e funzionali all’evento 2019.

Si chiede di valutare le seguenti proposte: 1) Ripristino dell’arrivo dei bus su Piazza Roma per il solo scarico dei passeggeri. 2) In alternativa scarico e carico su via Caduti in Guerra e parcheggio bus nel piazzale di viale Jonio. 3) La realizzazione di un parcheggio auto a uno/due piani sull’area archeologica di Porta Schiavoni con scavi, protetti, fruibili e visitabili. 4) La sistemazione dell’ultimo tratto di v. Puccini ove è possibile collocare alcuni posti auto e la sistemazione del sentiero a monte come percorso panoramico di collegamento verso le vie Metaponto/Salnetro.

 

6.10.2017 CooperAttiva soc. coop.

 


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Simple Share Buttons

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi