giovedì 19 ottobre 2017

Risposta a Monte in Testa su C.C. Piano traffico

SINDACO Vincenzo Zito
LA POLITICA DEI SIGNOR NO!!!
“In genere è consigliabile palesare la propria intelligenza con quello che si tace piuttosto che con quello che si dice. La prima alternativa è saggezza , la seconda è vanità .”
Molte volte infatti la Minoranza
farebbe bene a tacere piuttosto che esternare osservazioni che non corrispondono al vero.
Naturalmente con ciò non si vuole dar sfoggio della propria intelligenza, lungi da noi, ma di fronte a
chi ci taccia di arroganza ed ignoranza non possiamo che rispondere altrimenti. Alle volte, infatti, è
meglio un silenzio sensato che parole a vuoto senza senso. Come siamo abituati e, soprattutto, come
ci piace fare smonteremo punto per punto ogni accusa mossa dal gruppo consiliare “Monte in Testa”
per semplice chiarimento all’intera Città a cui riteniamo di dover dar conto. L’intera Città appunto, nel
rispetto dei 1.200 firmatari ma di altri 8.000 residenti che non hanno aderito all’istanza di revoca
delle Delibere di Giunta e Consiglio Comunale inerenti all’istituzione dei sensi unici e dei parcheggi a
pagamento.
Si è constatata l’assoluta mancanza di proposte alternative: una sola proposta da prendere in
considerazione, valutare e, se migliorativa, da adottare. Dopo oltre 6 mesi dall’invio delle brochure
informative e dopo 30 anni che si pensa a delle soluzioni migliorative si ci ritrova di fronte ad un
“…
revochiamo tutto…”
Come si può parlare di aumento di concentrazioni di smog e di inquinamento se l’afflusso di auto nel
centro storico è calato sensibilmente a partire dall’imbocco di Corso Repubblica? Semmai c’è da
chiedersi, come mai a preoccuparsi di inquinamento siano proprio coloro i quali fin dalla prima ora
hanno condiviso le politiche di sfruttamento petrolifero della Regione Basilicata?
Come si può parlare di un’Amministrazione Comunale che non ascolta i cittadini se, a seguito di loro
suggerimento, si è invertito il senso di marcia su Via Petrarca e sono stati annullati i costi di
abbonamento per i residenti del centro storico per la prima auto nonché prevista una sensibile
riduzione sulla seconda in base alle fasce di reddito? Semmai devono spiegarci loro come mai
avevano già previsto l’istituzione dei parcheggi a pagamento con convenzione Aci a Settembre 2015. I
cittadini ricordano bene che al nostro insediamento, in Piazza Giovanni Paolo II era già installata,
seppur coperta, la segnaletica indicante i cosiddetti “parcheggi blu”.
Tornando al Consiglio Comunale va chiarito chi non ascolta cosa. Gli interventi, una ventina in totale,
si sono divisi quasi equamente tra cittadini favorevoli o meno alla sperimentazione. La maggioranza
ha ascoltato tutti contrariamente a quei cittadini faziosi che interrompevano continuamente chi
esprimeva democraticamente il proprio parere favorevole alla sperimentazione. Una trappola ad hoc
per innervosire gli animi? Una trappola ben studiata quando, nonostante la possibilità di intervenire
dal pubblico fosse scaduta, qualcuno continuava a manifestare il proprio dissenso parlando sopra i
Consiglieri Comunali?
E’ stata dunque una trappola nella quale è caduto l’Assessore Mongelli nell’utilizzare un termine
inappropriato al consesso e che immediatamente è stato stigmatizzato dal Sindaco, dalla
maggioranza e dallo stesso Assessore, che si è prontamente scusato con tutta l’assise e con i cittadini.
IL SINDACO
Vincenzo ZITO

Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Simple Share Buttons

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi