martedì 19 settembre 2017

XVII Concerto della speranza.

3 direttori, 70 orchestrali, 55 coristi e circa 1000 spettatori: il Concerto della Speranza giunto alla XVII edizione è tornato a far rivivere al pubblico momenti di grande spessore artistico e musicale. Sul palco allestito nel Palauditorium Karol Wojtyla di Montescaglioso, in una serata organizzata dal LAMS (Laboratorio arte musica e spettacolo) e dall’Associazione “Rocco D’Ambrosio” si sono alternati i tre maestri Rocco Eletto, Nicola Samale e Giovanni Pompeo che hanno segnato la storia della celebre Banda Rocco D’Ambrosio Città di Montescaglioso Banda D’Europa. La banda (di cui si è festeggiato il 25° anno dalla fondazione) è riuscita ad imporsi sulla scena musicale nazionale ed estera ottenendo numerosi premi e riconoscimenti grazie al repertorio di musica operistica e sinfonica, con trascinanti incursioni nella musica jazzistica e leggera e che è stata la prima, nel mondo bandistico, a dare vita al famosissimo “Show finale”. Il concerto proposto domenica sera dalla formazione ricomposta nella sua forma classica appositamente per la serata, è stato sicuramente un evento che resterà nella storia della città grazie anche alle proposte musicali appositamente pesate per una serata di festa e di solidarietà.

La serata presentata da Irma Ciaramella è stata aperta dal brano composto da Agostino Panico, “Nonno Checco” per sola banda per poi proseguire con i brani diretti dal maestro Rocco Eletto che ha proposto un repertorio che ha messo da subito in evidenza l’eclettismo musicale della formazione con brani che hanno spaziato dalla “Celebration fanfare” del compositore contemporaneo Francesco Cardaropoli, al romanticismo festoso della “Ouverture 1812 op.49” di Piotr ilic Ciajkoskij nella trascrizione di Ernesto Abbate fino a un medley dei più bei brani che hanno segnato la storia del cinema come il Gladiatore, Star Wars, Rocky, la Pantera Rosa nella versione trascritta dal maestro Vincenzo Simmarano. Con il maestro Nicola Samale e l’esecuzione dei “Quadri di un’esposizione” di Modest Mussorgsky nella nuova versione per banda scritta dal maestro Damiano D’Ambrosio si è fatto un salto nel favoloso mondo dell’arte, tra la bellezza e la suggestione dei dipinti. Infine, dagli scenari onirici di Mussorgsky, si è passati all’irruenza della “Sinfonia funebre e trionfale op. 15 per grande banda e coro” di Hector Berlioz diretta dal maestro Giovanni Pompeo. Un brano forte e penetrante reso ancora più incisivo dalla presenza della Polifonica Rosa Ponselle by lams. Insomma un gran concerto voluto dagli organizzatori non solo per festeggiare la banda nel centenario della nascita del suo fondatore Rocco D’Ambrosio ma anche ,come ha sottolineato il Presidente onorario della banda Cosimo Pompeo, per ringraziare tutti coloro che con impegno e sacrifici si sono completamente dedicati al complesso bandistico portandolo a livelli artistici e musicali di elevato profilo. E’ prevista una conferenza stampa a consuntivo della iniziativa, durante la quale saranno consegnate a TELETHON e all’AIRC le donazioni raccolte. La straordinarietà dell’evento ha fatto sì che il Concerto della Speranza ottenesse il Plauso del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri-Ministro per le Pari opportunità Mara Carfagna e del Presidente della Giunta Regionale di Basilicata Vito De Filippo. L’evento ha chiuso la rassegna “Harmoniemusik- dalla popolare alla colta” che ha preso il via il 23 novembre 2008 e che si è conclusa il 4 gennaio 2009 con un indimenticabile concerto.


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Simple Share Buttons

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi