mercoledì 20 settembre 2017

IX Concorso di Esecuzione Musicale “CITTA’ di MATERA-PREMIO ROSA PONSELLE”

Montescaglioso

IX Concorso di EsecuzioneMusicale

“CITTA’ di MATERA-PREMIO ROSAPONSELLE”

(con il Patrocinio eil sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali)

 

In palio 5 mila euro distribuititra borse di studio e concerti. Il termine ultimo per le iscrizioni è l’11aprile.

 

Il LAMS (Laboratorio Arte Musicae Spettacolo) di Matera ha bandito il IX Concorso di Esecuzione Musicale “Cittàdi Matera- Premio Rosa Ponselle” rivolto a giovani musicisti di talento. Idettagli sono stati illustrati dal maestro Giovanni Pompeo, direttore artisticodella manifestazione nella conferenza stampa che si è tenuta il 27 aprile nellasala giunta del Comune a cui hanno partecipato il consigliere comunale AdrianoPedicini e il sindaco di Matera Emilio Nicola Buccico.

La particolarità del concorsorisiede nella qualità dei premi per i vincitori: ad una prima fase concorsualearticolata in sezioni e categorie che si terrà dal 22 al 26 aprile, seguirà la“Finale-Galà dei Vincitori” in programma il 3 maggio nell’auditorium del Conservatoriodi piazza di Sedile cui saranno ammessi i concorrenti meglio classificati.Questi si contenderanno il “Premio Rosa Ponselle” consistente in € 1.500 per ilPrimo classificato, € 1.000 per il Secondo e € 500 per il Terzo, validi qualecachet per un concerto da tenersi nella XXI e/o nella XXII stagione di concerti2009/10 organizzata dal Lams, insieme ad artisti di fama quali Francesco Manara,Marco Pierobon, Michele Lomuto, Alessandro Carbonare, Massimo Polidori e ilcompositore Azio Corghi oppure per la frequenza dei Corsi di Alto Perfezionamentoorganizzati dalla società materana, giunti alla XIII edizione.

Novità di questa edizione èl’istituzione del “Premio Speciale della Stampa” che sarà assegnato da unagiuria composta da giornalisti delle principali testate nazionali e locali.

Stiamo parlando di un Concorso che, dalla data della suaistituzione, ha ormai raggiunto una rilevanza tale da essere considerato dalMinistero per i Beni e le Attività Culturali “di interesse nazionale” esoprattutto l’unico in Basilicata ad aver ottenuto tale riconoscimento, questo perla trasparenza delle commissioni giudicatrici, la serietà e l’efficienzadell’organizzazione, la qualità dei premi, il numero dei concorrenti, increscita costante ad ogni edizione, la provenienza dei concorrenti e infine, ilvalore dei vincitori che, dopo il concorso, hanno avviato e continuatobrillanti percorsi didattici e professionali. Elementi che, unitamente al luogoin cui si svolge, Matera, Città Patrimonio dell’Umanità Unesco, hanno fatto sìche il concorso, fra i pochi del genere ad offrire in premio borse di studio econcerti retribuiti, diventasse un appuntamento di riferimento nel suo ambito.

Un’ affermazione confermata anche dal numero crescente divisite  sul sito www.lamsmatera.it che “nellepassate edizioni hanno fatto registrare oltre 400 visite giornaliere da tuttoil mondo, Giappone, Brasile, Armenia, Kazakistan e USA compresi – ha dettoil Maestro Giovanni Pompeo  – Abbiamoavuto nell’edizione 2008 iscrizioni al concorso da tutta Italia che hannosuperato i 150 concorrenti di età compresa tra gli 7 e i 55 anni. Considerandoche ognuno dei partecipanti è stato accompagnato da parenti o amici che hannoavuto modo di fermarsi per uno o più giorni a Matera, si comprende  il vantaggio che ne ha tratto la città, dalpunto di vista turistico, commerciale, dell’ospitalità alberghiera, dellaristorazione e della promozione generale della città.”

Altro aspetto da non sottovalutare è che un gran numero di“vincitori assoluti” delle edizioni passate del concorso sono oggi impegnaticoncretamente nella vita musicale come professionisti in orchestre, docentinelle scuole di ogni ordine e grado, o continuano la loro formazioneprofessionale con successo.

 

 

Questo perché “il Lams dedica da sempre grandi attenzioni erisorse alla scoperta e alla promozione di giovani talenti-  ha spiegato il Maestro Pompeo– imigliori fra questi vengono segnalati ad enti ed istituzioni musicali e quindiavviati alla professione; negli ultimi anni è stato instaurato un rapportocontinuativo con diverse organizzazioni di rilevanza nazionale edinternazionale, tra queste laBiennale di Venezia, la Filarmonica della Scala,l’Accademia di Santa Cecilia. Inoltre molti ragazzi, vincitori del concorso o allievidei Corsi Internazionali di Alto Perfezionamento sono stati selezionati edinseriti nell’organico dell’OrchestraInternazionale d’Italia, e hanno preso parte al prestigioso Festival dellaValle d’Itria”.

Con questa iniziativa il Lams sostiene e promuove lacandidatura di Matera a Città Europea della Cultura 2019.

Il Concorso è supportato e patrocinato dal Comune di Matera,Provincia di Matera, Regione Basilicata-APT, Presidenza del Consiglio Regionaledi Basilicata e Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Tutte le informazioni sul concorso e il bando sonodisponibili sul sito www.lamsmatera.it.

 

 

 

 

Il direttore artistico

Giovanni Pompeo 


Commenti da Facebook

1 Commmento

  1. ZODD

     IX Concorso di Esecuzione Musicale

    “CITTA’ di MATERA-PREMIO ROSA PONSELLE”

    (con il Patrocinio e il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali)

     

    Selezioni dei concorrenti per accedere alla Finale- Galà dei vincitori in programma il 3 maggio nell’Auditorium di piazza del Sedile, Matera

     

    Quattro sezioni competitive, 230 iscritti e un montepremi di 5 mila euro. Sono i numeri della Nona edizione del Concorso di Esecuzione Musicale “Città di Matera- Premio Rosa Ponselle” indetto dal LAMS (Laboratorio arte musica e spettacolo) di Matera, unico concorso in Basilicata ad aver ottenuto il Patrocinio e il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività culturali.

    Le selezioni hanno preso il via il 23 nei locali della parrocchia Maria Madre della Chiesa, rione Serra Rifusa e proseguiranno sabato 25 e domenica 26 nell’Auditorium di piazza del Sedile (dalle 9 alle 21).

    In palio un montepremi di 5 mila euro da spendersi in borse di studio per Corsi di alto perfezionamento organizzati dal Lams o in concerti da tenersi nella prossima stagione organizzata dalla società materana insieme a grandi nomi della scenario musicale nazionale e internazionale come il compositore Azio Corghi, Massimo Polidori, Francesco Manara, Alessandro Carbonare, Claudio Desderi e tanti altri. 

    Selezionerà i concorrenti una giuria composta da Giovanni Pompeo (Istituto musicale pareggiato di Taranto), dai pianisti Giuseppe Ciaramella (Conservatorio di Potenza), Demetrio Trotta (Conservatorio di Potenza),Gianna Valente (Conservatorio di Bari), da Domenico Colaianni (baritono, Conservatorio Bari), Nunzio Pietrocola (percussionista , Conservatorio di Potenza), Vito Liuzzi (Conservatorio di Potenza),Walter Di Girolamo (fisarmonicista), Natalia Bonello (flautista), Francesco Leone ( chitarrista), Claudia Di Lorenzo (pianista), Maria Rosaria Demuro (violinista)  e Carmine Scarpati (violinista Conservatorio di Bari).  Il 3 maggio in occasione della “Finale- Galà dei vincitori” che si terrà nell’Auditorium di piazza del Sedile alle 19.30, la giuria sarà integrata dai giornalisti delle principali testate nazionali e locali che assegneranno il “Premio della Stampa”, novità di questa edizione.  

    In queste quattro giornate (dal 23 al 26 aprile) i partecipanti, provenienti da tutta Italia e dall’estero, in particolare dalla Russia, Corea, Montenegro e Brasile, proporranno brani tecnicamente e musicalmente complessi tra cui gli “Studi trascendentali” di Liszt per pianoforte, le “Variazioni di Rococò per violoncello” di Ciajkovsky, “I concerti di Creston” per sassofono e “David”  per trombone a cui si aggiungono, per la sezione canto lirico, le aree d’opera tratte da Verdi, Bellini  e Rossini, solo per citare alcuni.

    Insomma “parliamo di un’ edizione che per il numero, per il livello tecnico e qualitativo e la provenienza dei concorrenti ricompensa la fatica e il lavoro fatto in tutti questi anni- spiega il maestro Giovanni Pompeo direttore artistico del Lams- inoltre, altro aspetto da sottolineare è che molti dei partecipanti hanno deciso di fermarsi a Matera per alcuni giorni. Da ciò si comprende  il vantaggio che ne può trarre la città dal punto di vista turistico, commerciale, dell’ospitalità alberghiera, della ristorazione e della promozione generale del territorio.”

    Per ulteriori informazione visitare il sito http://www.lamsmatera.it

    Il direttore artistico

    Giovanni Pompeo

     

     

     

Rispondi a

Info sull'Autore

io sono quello che faccio

Post Correlati

Simple Share Buttons

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi