giovedì 26 aprile 2018

Eco – Schools

Il Programma Eco-Schools è promosso dalla Commissione Europea e dalla FEE, Fondation for Enviromental Education, che opera nel campo della gestione, educazione e sostenibilità ambientale, e coinvolge attualmente 9000 scuole di 25 Nazioni. Il sistema di gestione ambientale in cui rientra Eco-Schools è basato sull’approccio ISO14001/EMAS di certificazione ambientale.

Grancia di Brindisi: bandiera verde. Conquista bandiera verde. Mappa delle cisterne a Montescaglioso. Visita cisterna dei PP. Cappuccini. Pesatura della carta raccolta.

Il fulcro organizzativo del Programma, che si articola secondo 7 STEP (Eco-Comitato, Indagine Ambientale, Piano d’Azione, Monitoraggio e Valutazione, Integrazione Curriculare, Informazione e Comunicazione, Eco-Codice), è rappresentato dall’Eco-Comitato: un organismo a carattere collegiale composto non solo da insegnanti e da studenti (i quali sono in numero maggiore), ma anche da genitori, dal Dirigente scolastico, dagli operatori del CEA locale, dal personale di servizio, dai pubblici amministratori e dai rappresentanti di varie categorie sociali che contribuiscono a stimolare alla riflessione su tematiche ambientali. L’Eco-Comitato decide durante gli incontri quali emergenze affrontare per rendere l’Istituto degno della certificazione Eco-Schools (raccolta differenziata, risparmio energetico, risparmio idrico, mobilità sostenibile, ripristino e riqualificazione degli spazi verdi etc) e su quali argomenti promuovere una strategia di sensibilizzazione mettendo in atto delle azioni concrete affinché tutta la comunità coinvolta possa modificare i propri atteggiamenti nei confronti dell’ambiente.

Nel corso dell’anno 2005/06 sono stati coinvolti 40 Istituti scolastici in tutto il territorio regionale, che hanno realizzato il Programma Eco-Schools nell’ambito del programma In.F.E.A., Dipartimento Ambiente, Territorio e Politiche della Sostenibilità, della Regione Basilicata.

Il CEA di Montescaglioso ha seguito la Scuola Primaria “Don L. Palazzo” ed il Plesso “S. D’Acquisto”, la Secondaria di I grado “C. Salinari” di Montescaglioso e la Scuola secondaria di I grado “Don P. Spera” del Comune di Pomarico, ciascuna di esse ha ottenuto il riconoscimento, con grande soddisfazione dei Dirigenti scolastici, delle insegnanti e degli alunni coinvolti. La bandiera verde è stato il risultato di un percorso che ha accompagnato le scuole a partire dal mese di gennaio e che ha portato ad un cambiamento comportamentale dei soggetti coinvolti migliorandone gli atteggiamenti rivolti alla sostenibilità.

La Scuola Primaria “Don L. Palazzo” di Montescaglioso ha affrontato la tematica sul risparmio idrico mettendo in atto azioni finalizzate al monitoraggio ed al risparmio del consumo d’acqua nella scuola. I bambini hanno effettuato la lettura del contatore dell’acqua, seguita da un controllo in tutti i bagni e nella cucina del plesso per rilevare eventuali perdite. E’ seguita una successiva lettura del contatore per valutare il consumo d’acqua in 13 giorni. Subito dopo, i bambini hanno creato slogan da appendere nei bagni della scuola per invitare tutti gli alunni ad applicare i giusti comportamenti per il risparmio idrico. La campagna di sensibilizzazione è stata estesa a tutte le classi. Dopo altri 13 gironi il risultato del cambiamento comportamentale è stato rilevato con un netto risparmio di acqua: dai 417 m³ ai 265 m³ con un risparmio di ben 152 m³. La campagna di sensibilizzazione si è rivelata valida individuando comportamenti e strategie i grado di contribuire al risparmio idrico.

Le classi plesso “S. D’Acquisto” a Montescaglioso, hanno trattato la tematica dei rifiuti con l’obiettivo di responsabilizzare tutto il plesso scolastico alla raccolta differenziata da praticare sia all’interno della scuola che all’esterno.

Sono state avviate azioni di controllo e monitoraggio per quantificare i rifiuti della scuola. Sono stati pesati ed analizzati i rifiuti prodotti nel corso di una giornata. Alcune lezioni frontali con i bambini hanno illustrato l’importanza della raccolta differenziata. Le classi coinvolte hanno poi realizzato la differenziazione della raccolta all’interno della scuola.  Il risultato ottenuto con il cambiamento comportamentale è stato attestato dal progressivo aumento della raccolta differenziata attuata a scuola verificato con pesature periodiche.

  Mappatura piattaforme differenziata. Carnevalone riciclone. In aula, la confezione dei costumi. Pomarico: ricerca specie botaniche alla Manferrara. Pomarico: visita al vivaio.

La Scuola Secondaria di I grado “C. Salinari” di Montescaglioso ha trattato il tema dei rifiuti concentrandosi, soprattutto sulla carta, sul suo riciclo e sui rifiuti di difficile smaltimento come pile, cartucce per stampanti, cd-rom e floppy disks. Oltre alle lezioni frontali e al monitoraggio mediante la pesatura della carta raccolta a scuola, i ragazzi hanno chiesto all’Assessore all’Ambiente del Comune di Montescaglioso di attrezzare la con  raccoglitori di cartucce e di toner. L’Amministrazione Comunale oltre ad essere stata coinvolta sulla tematica dei rifiuti di difficile smaltimento, si è confrontata con i ragazzi sulle scelte relative alla realizzazione del nuovo edificio scolastico. Le classi coinvolte nel progetto, dopo analisi e ricerche, hanno individuato e caratteristiche di eco-sostenibilità di cui il nuovo complesso scolastico dovrà essere dotato. Tra le azioni organizzate da segnalare il ” CArnevalone Riciclone “, ovvero la realizzazione di costumi per la partecipazione al Carnevale di Montescaglioso con il tradizionale riuso della carta e del già usato che non si butta ma si ricicla.  

La Scuola Secondaria di 1° grado “Don P. Spera” del Comune di Pomarico ha affrontato il tema sugli spazi verdi. Le azioni concrete di cambiamento sono consistite nel modificare la qualità degli spazi esterni della scuola mediante la piantumazione di spazi verdi. La scuola è stata indotta ad acquisire una coscienza ecologica ed eco-sostenibile e l’Amministrazione locale è stata coinvolta per aumentare la dotazione verde del paese.

    

Le due classi coinvolte, con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale hanno organizzato il concorso “Un balcone fiorito per Eco-schools”. Il premio (una pianta di ulivo) per il più bel balcone fiorito del paese è stato consegnato al vincitore e il ricavato delle iscrizioni è stato devoluto all’associazione locale “Gianfranco Lupo” impegnata nella ricerca contro le leucemie infantili. Il concorso ha coniugato l’interesse della comunità a rendere più vivibile l’ambiente urbano e l’intenzione dei ragazzi della scuola a incentivare azioni finalizzate alla promozione della sostenibilità nell’ambiente come prevenzione per la salute di tutti. Sono state svolte ricerche sulle aree boschive di Pomarico con giochi finalizzati alla identificazione delle specie botaniche nel bosco della Manferrara e visite al vivaio dell’Amministrazione Provinciale sempre a Pomarico.

Testo: Grazia Cifarelli. Foto: Angelo Lospinuso. Operatori nelle scuole: G. Cifarelli, A. Lospinuso, Angelica Didio (CEA Montescaglioso). 


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi