Monte per la TRANSIZIONE

14 Gennaio 2014 > ORE 19.00 > Sala SANDRO PERTINI > Ex Municipio >

I Cittadine si incontrano per amore della CONSAPEVOLEZZA > Capire come difendere, tutelare ed usare il TERRITORIO BENE COMUNE >

Se siete (dis)interessati a migliorare il NOSTRO paese > dovreste partecipare > (lavoriamo sulle migliori idee non vogliamo costituire un partito… ma consegnare le nostre idee a chi accetta la SFIDA di sedersi sulla POLTRONA più SCOMODA di MONTESCAGLIOSO: quella di PRIMO CITTADINO) 

… è una presa d’atto che il male della POLITICA è il “disinteresse” al BENE COMUNE di tutti i cittadini. Cambiare lo stato delle cose è POSSIBILE?! Come?! (facendo CAPIRE a chi Amministra che il suo STIPENDIO di Amministratore è l’estratto conto del nostro sudore di CITTADINI. Quindi noi dobbiamo esigere più partecipazione e controllo)


Commenti da Facebook

2 Commenti

  1. Francesco Lomonaco FL

    Ecco chi SIAMO > http://transitionitalia.wordpress.com/info/

    INVITO ALLA CITTADINANZA AD UN PUBBLICO DIBATTITO

    Martedì 14 Gennaio ore 19,00 , presso la sala consiliare “Sandro Pertini” pubblico dibattito promosso da cittadini Montesi per discutere sulle possibili iniziative a difesa del territorio, per il miglioramento della vita e per promuovere l’adesione del comune di Montescaglioso al movimento mondiale “città in transizione”

    Le iniziative portate avanti dalle pubbliche amministrazioni che vi aderiscono sono:

    – L’agricoltura naturale (-> Masanobu Fukooka,)
    – Permacultura (-> Bill Mollison)
    – Agro-ecologia (-> Pierre Rabhi)
    – L’agricoltura sostenuta direttamente dai cittadini (->,TEIKEI, CSA, AMAP, GAS, ecc)
    – Il giardinaggio urbano (-> Green Guerillas)
    Gli obiettivi del movimento cittadino di transizione sono la realizzazione di uno stile di vita sostenibile e
    resiliente armonizzando ecologia ed economia, aumentando la qualità della vita e della gioia di vivere per
    tutti.
    I mezzi comprendono:
    – Riappropriazione del cittadino della produzione e della distribuzione alimentare
    – La cooperazione diretta tra agricoltori/allevatori e cittadini
    – Il giardino urbano, ad esempio, sotto forma di orti comunitari
    – La produzione locale di energia verde
    – La reintroduzione di piccole strutture di economia locale
    – La promozione di posti di lavoro eticamente corretti e rispettosi dell’ambiente
    – La creazione di una nuova coesione sociale, abbattendo le barriere sociali.
    I termini centrali della transizione sono poi “delocalizzazione”, “decadenza”, “resilienza”, “solidarietà” e “gioia di vivere”.
    È un dato di fatto che questo movimento attira sempre più giovani che esprimono il desiderio di attivarsi
    localmente in modo pragmatico, consapevole e responsabile, non lasciandosi condizionare.
    “Il modello di città in transizione è un’esperienza sociale e solidale che, con speranza e ingegno, risponde alle incertezze del futuro.
    Le iniziative si basano su una visione positiva del futuro e una posizione non critica verso il mondo politico.
    La transizione in questione è il passaggio “della dipendenza dal petrolio alla resilienza locale”. Le popolazioni locali sono invitate a creare un futuro migliore e meno vulnerabile alla crisi dell’ambiente, dell’energia e dell’economia che ci minacciano per:
    – ridurre il consumo di combustibili fossili
    – ricostituire un’economia locale vigorosa e sostenibile e ritrovare un ottimo grado di resilienza rimettendo a posto il possibile,
    – acquisire quelle qualifiche che saranno necessarie ”.
    Pertanto consci della urgente necessità di un impegno individuale/collettivo nella cura e salvaguardia del nostro territorio, come portato in evidenza dagli ultimi eventi meteorici, facendo nostre le parole, sul rispetto del territorio, del Prefetto Gabrieli e del Senatore Bubbico, partecipate tutti per dire la vostra.

    Partecipano
    Rappresentanti dell’ Amministrazione comunale

    Vito Castoro Responsabile del movimento terre di Puglia e Basilicata

    Simona Cava Responsabile progetto St’Orto-Fucine dell’eco Matera

  2. Francesco Lomonaco FL

    SCUSATE! Ho usato un titolo d effetto!!! (solo per incuriosirvi) Dai non vi arrabiate! Voglio solo dire questo:

    L’ Incontro > “Città in Transizione” è andata!

    Il Primo incontro non si scorda mai! Sono contento… Possiamo dire: ” Al via i progetti! (con calma il resoconto) ma a caldo prime considerazioni.

    1. La sala non aveva il tavolo dei relatori. (era una perfetta agorà… in perfetto stile transition)

    2. Il Sindaco si è spogliato! (del suo abito pubblico e ha dimostrato sincero interesse ai progetti).

    3. La gente ha chiesto: “Quando?! dove il prossimo incontro?!'”… Buona Notte!

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi