mercoledì 01 Dicembre 2021

Tu sei quello che fai .

Foto: Il 18 febbraio 2004 moriva a Maputo in Mozambico padre Prosperino Gallipoli, al secolo Rocco Luigi Gallipoli, nato a Montescaglioso nel 1932, religioso italiano appartenuto all'Ordine dei Frati Minori Cappuccini, dal 1959 missionario in Mozambico. Con questo post, voglio ricordare la sua opera che in Mozambico è stata fortemente basata su una visione aperta del cooperativismo. Viene ricordato anche per la sua determinazione nella lotta contro le ingiustizie sociali nel paese. Pochi conoscono la storia di questo vero "capatosta" montese e....l'occasione dei dieci anni poteva essere l'occasione per ricordarlo....ma il suo paese si dimentica spesso dei suoi figli illustri. L'opera più significativa di Gallipoli fu la fondazione a Maputo della Unao Geral das Cooperativas di Maputo ("Unione Generale delle Cooperative di Maputo", UGCM), tuttora operante nei settori dell'allevamento di polli e dell'agricoltura. Nell'organizzazione svolgono un ruolo determinante le donne, che costituiscono il 95% dei membri della cooperativa. All'interno delle strutture delle cooperative di cui si è occupato, Gallipoli ha curato la creazione di scuole, laboratori, centri di salute e altre infrastrutture per il miglioramento della vita dei cooperativisti e delle loro famiglie. Ha istituito inoltre la "Cassa di Risparmio e di Credito" (CPC), una cooperativa di credito che fornisce credito alle fasce di popolazione più povere, sempre nello spirito del cooperativismo. Sempre a favore delle cooperative di pollicoltori, Gallipoli fece realizzare numerosi mulini per la fabbricazione dei mangini per gli animali, nonché strutture per la macellazione e commercializzazione di polli. Inoltre, favorì la ricerca agricola e la sperimentazione di nuove colture e introdusse la produzione di energia dal biogas.  
Il 18 febbraio 2004 moriva a Maputo in Mozambico padre Prosperino Gallipoli, al secolo Rocco Luigi Gallipoli, nato a Montescaglioso nel 1932, religioso italiano appartenuto all’Ordine dei Frati Minori Cappuccini, dal 1959 missionario in Mozambico.

Con questo post, voglio ricordare la sua opera che in Mozambico è stata fortemente basata su una visione aperta del cooperativismo. Viene ricordato anche per la sua determinazione nella lotta contro le ingiustizie sociali nel paese.
Pochi conoscono la storia di questo vero “capatosta” montese e….l’occasione dei dieci anni poteva essere l’occasione per ricordarlo….ma il suo paese si dimentica spesso dei suoi figli illustri.
L’opera più significativa di Gallipoli fu la fondazione a Maputo della Unao Geral das Cooperativas di Maputo (“Unione Generale delle Cooperative di Maputo”, UGCM), tuttora operante nei settori dell’allevamento di polli e dell’agricoltura. Nell’organizzazione svolgono un ruolo determinante le donne, che costituiscono il 95% dei membri della cooperativa.
All’interno delle strutture delle cooperative di cui si è occupato, Gallipoli ha curato la creazione di scuole, laboratori, centri di salute e altre infrastrutture per il miglioramento della vita dei cooperativisti e delle loro famiglie. Ha istituito inoltre la “Cassa di Risparmio e di Credito” (CPC), una cooperativa di credito che fornisce credito alle fasce di popolazione più povere, sempre nello spirito del cooperativismo.
Sempre a favore delle cooperative di pollicoltori, Gallipoli fece realizzare numerosi mulini per la fabbricazione dei mangini per gli animali, nonché strutture per la macellazione e commercializzazione di polli. Inoltre, favorì la ricerca agricola e la sperimentazione di nuove colture e introdusse la produzione di energia dal biogas.


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi