LO SAI GIA’ ?

SCOPRI Ciò CHE è IMPORTANTE PER LA TUA SALUTE
 
Prendersi cura della propria salute è importante per tutti. In particolare, ci sono alcune problematiche di cui noi donne dobbiamo difenderci, come il cancro del collo dell’utero.   Stamattina mi sono recata all’ Asl di Montescaglioso, e dopo averne discusso con il medico, ho deciso di fare il vaccino per la prevenzione del cancro al collo dell’utero. Ho appreso parecchie informazioni molto importanti, che ho deciso di trascrivere per tutte coloro che magari come me, ancora non ne erano a conoscenza. Intanto do informazioni tecniche, ovvero che dai 12 ai 25 anni il vaccino è completamente gratuito. Per le minorenni, è obbligatorio essere accompagnati da un genitore.
1-COS’è E DOVE SI TROVA IL COLLO DELL’UTERO O CERVICE?
Il collo dell’utero è la parte inferiore dell’utero che si connette alla vagina. Tra la parte esterna e la parte interna del collo dell’utero si trova un’area estremamente delicata soggetta a cambiamenti durante i diversi stadi della vita di una donna: pubertà, parto, menopausa; ed è proprio da qui che può svilupparsi la maggior parte dei tumori del collo dell’utero.
2- QUAL’è L’INCIDENZA DEL CANCRO DEL COLLO DELL’UTERO?
Il cancro del collo dell’utero provoca ogni giorno la morte di 3 donne in Italia ed è causato dal Papillomavirus Umano . Lo screening ( pap-test o esame dello striscio verticale) ha diminuito notevolmente l’incidenza e la mortalità per questo tumore,ma purtroppo ancora oggi nel nostro paese,ogni giorno, 9 donne sono colpite dal cancro del collo dell’utero.
3-QUAL’è LA CAUSA DEL CANCRO DEL COLLO DELL’UTERO?
Diversamente da altri tipi di tumori la causa non è predisposizione genetica individuale. La causa  è un virus chiamato,appunto, Papillomavirus Umano. Alcuni tipi di questo virus possono trasformare cellule del collo dell’utero normali in cellule anomale. In un limitato numero di casi, e normalmente nel corso di un lungo periodo di tempo alcune di queste cellule anomale possono poi evolvere in cancro.
4- COME SI TRASMETTE IL PAPILLOMAVIRUS UMANO?
Il virus si trasmette con estrema facilità attraverso il contatto intimo. Pertanto, attraverso rapporti intimi con una persona  che ha già contratto il virus,è possibile che tu ne venga infettata. La trasmissione del virus non richiede necessariamente rapporti sessuali completi.
5- CHI Può ESSERE COLPITO DA QUESTO CANCRO?
Qualsiasi donna colpita dal virus potrebbe sviluppare il cancro. Anche se il 40% delle donne che ricevono diagnosi di cancro al collo dell’utero, ha un’età compresa tra i 35 e i 54 anni, la maggior parte di loro è probabilmente venuta a contatto con il virus molti anni prima, indicativamente tra i 16 anni e i 25 anni.
6- QUALI ALTRE PATOLGIE POSSONO ESSERE CAUSATE DAL PAPILLOMAVIRUS UMANO ?
Vi sono molti tipi diversi di Papillomavirus Umano. Alcuni possono, nel tempo, rendersi responsabili dello sviluppo del cancro del collo dell’utero o più raramente colpire la vulva e la vagina. Altri tipi di Papillomavirus Umano possono invece causare i condilomi ( verruche) genitali.
7- COME VIENE DIAGNOSTICATO IL CANCRO?
Ogni donna può potenzialmente essere colpita dal cancro del collo dell’utero. Per questo motivo, è possibile eseguire il Pap-Test. Si tratta di un modo semplice ed efficace per individuare precocemente eventuali anomalie. Infatti il cancro del collo dell’utero può essere trattato con successo, se diagnosticato precocemente nella quasi totalità dei casi. Per questo motivo è di estrema importanza non dimenticare di sottoporsi con estrema regolarità al Pap-Test.
8- QUAL È IL TRATTAMENTO IN CASO DI ANOMALIE DELLE CELLULE DEL COLLO DELL’UTERO?
 Il trattamento dipende, in larga misura, dalla gravità dell’anomalia delle cellule del collo dell’utero. Di norma queste possono essere rimosse in modo semplice ed efficace mediante trattamento laser o intervento chirurgico presso la struttura che il tuo medico di fiducia ti indicherà. Quando le cellule anomale si sono trasformate in tumore, i trattamenti sono più lunghi e complicati, e possono compromettere la fertilità.
9- COME TI PUOI DIFENDERE DAL CANCRO DEL COLLO DELL’UTERO?
Il Pap-Test consente la diagnosi precoce delle anomalie, e quindi di salvare la vita di molte altre donne. Oggi è disponibile il vaccino in grado di proteggere da alcuni tipi di Papillomavirus Umano. Non devi comunque dimenticare di seguire le raccomandazioni relative al Pap-Test anche dopo la vaccinazione.
A ME NON CAPITERà MAI !!!!!!
Il Papillomavirus Umano è estremamente diffuso, si trasmette molto facilmente e può essere del tutto silente. La maggior parte di noi si imbatterà inconsapevolmente nel virus: è stato stimato che il 70% delle donne e degli uomini entrerà in contatto con il virus nel corso della propria vita. Fortunatamente nel 90% dei casi, il Papillomavirus viene eliminato  in modo naturale e quindi la maggioranza delle persone che ne vengono in contatto non svilupperà il cancro.
Il cancro al collo dell’utero è una malattia così grave e il virus che lo provoca così diffuso, che è necessario che tu ne sia informata.

 

ORA DIPENDE DA TE

 
ORA CHE SAI COS’è IL CANCRO DEL COLLO DELL’UTERO, QUALE MINACCIA RAPPRESENTA  PRE LA TUA SALUTE E COME PREVENIRLO, PARLANE  ALLA TUA MIGLIORE AMICA,  A TUA SORELLA, TUA CUGINA, TUA FIGLIA, INFORMANDOLE DI Ciò CHE SAI….SUL FATTO CIOè CHE IL CANCRO DEL COLLO DELL’UTERO, COSì COME ALTRE PATOLOGIE DELLA SFERA GENITALE, è CAUSATO DAL PAPILLOMAVIRUS UMANO, UN VIRUS ESTREMAMENTE COMUNE E CHE CI SONO MISURE CHE SI POSSONO ADOTTARE PER DIFENDERSI DALLA MALATTIA.

RIVOLGITI AL TUO MEDICO DI FIDUCIA PER AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI, IN MERITO ALLA PATOLOGIA E AL VACCINO.

 
Spero sia utile ai fini della prevenzione.

Patrizia

 
Fonte:opuscolo informativo consultabile presso l’asl di Montescaglioso

Per maggiori informazioni visitate il sito www.dilloatutti.it


Commenti da Facebook

2 Commenti

  1. Cinzia

    Grazie, Patty, per queste informazioni.
    In effetti, mi rendo conto che a proposito di questa malattia (così come di tante altre) sono abbastanza disinformata.
    Un po’ per scaramanzia, un po’ perchè anch’io penso che “a me non capiterà mai”, quando si parla di questi argomenti, preferisco “non sentire”…
    Invece la prevenzione è importante: i tumori non sono più incurabili come lo erano un tempo, grazie anche alla diagnosi precoce.
    Perciò mi associo al tuo invito, Patty, rivolto a tutte le donne giovani e meno, affinchè si sottopongano a regolari controlli per evitare di rischare di rientrare in quel numero di donne che ogni giorno muore per un cancro.

    1. michela

      mi sono trovata a d uscire dai 25 anni proprio quando è stato proposto il vaccino… poi come si sa si dice sempre lo devo fare cmq anche se a pagamento, appena mi libero mi vado ad informare… e poi passano i mesi…
      grazie patty per avermi rinfrescato la memoria.
      topobiche_81

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi