BASTA CHE SE NE PARLI

A proposito di tutta questa discussione che si è creata, su incomprensioni tra vari utenti del sito..
un po di tempo fa c’era una pubblicità di un prodotto in Cui un personaggio molto Noto (SOFIA LOREN) Diceva “….E A’CATTATA VILL…..” (Mi scuso per il mio Napoletano Molto Maccheronico)
Si Sa “che la pubblicità è l’anima del commercio”
altra legge fondamentale
Non importa come se ne parli ma basta che se ne parli.
Poi se un prodotto piace o non piace è soggettiva la scelta.
Ogni consumatore puo decidere di acquistare, fruire di un dato bene o servizio o altro…in un Mercato Perfetto
Ma noi viviamo in una società che è regolata da leggi che fanno capo al mercato imperfetto.
FACCIO UN ESEMPIO se a me personalmente non piace un LIBRO “CODICE DA VINCI” non lo compro non vado a vedere il film perchè so che è pieno di cavolate e di insesattezze storiche conprovate… e basta…
Finisce Lì…
Certamente Dissento con ciò che ha scritto D.B. ma evito di stare a perdere tempo.
Se poi nel BENE O NEL MALE viene IMPOSTO allora i conti non Tornano…..
Allora Qualcuno potrebbe lamentarsi e dire OK abbiamo capito…..Vabbene…..Si e bello…..etc.
Ma poi a lungo andare SCOCCIA.
Senza ALCUNA RETORICA O FAZIOSITA’
LE MIE SONO CONSIDERAZIONI SOGGETTIVE.


Commenti da Facebook

27 Commenti

  1. anycamy

    anycamy
    come fai a sapere che è pieno di cavolate se prima non lo leggi o non lo vedi!
    Io personalmente mi sono rifiutata di leggere il libro, perchè le discussioni e i pareri sono stati piuttosto accesi e di solito non amo valutare un documento quando la situazione è calda inquanto ho sempre la sensazione di bocciare o promuvere un lavoro solo per un pregiudizio inculcato da i mass-media o dalla pubblicità.
    Ma purtroppo il tormentone è diventato un Film e come mio solito fare di domenica,(2 luglio)sono andata al cinema.
    Nel decidere quale film vedere, il palinsesto non offriva molto, MI SONO DECISA A PAGARE IL BIGLIETTO PER IL CODICE DAVINCI.
    Perchè l’ho fatto!?
    perchè non ho potuto resistere alla tentazione di capire il motivo di tanta PUBBLICITA’.
    Non ho accettato l’idea di essere esclusa da una discussione che ha visto partecipi milioni di persone in tutto il mondo.
    E’ questo che la pubblicità fa!
    Ti inculca l’idea che se non usi un certo prodotto sei fuori!
    Ma come fare a non cedere alla tentazione.
    Io personalmente ho cercato di trovare un compromesso.
    Ho rifiutato la lettura del libro inquanto non potevo sprecare tempo e testa per un argomento che non mi entusiasmava molto, ma ho preferito dedicare 2 ore di svago al cinema per capire il motivo di tante polemiche.
    Alla fine dei conti il film è una vera delusione ma io ci sono cascata come una pera cotta.
    hai ragione titus l’importante e che se ne parli!

    1. titus

      “come fai a sapere che è pieno di cavolate se prima non lo leggi o non lo vedi!”
      Ti svelo l’arcano ma occorreranno diverse righe…………………………
      Il codice da Vinci è stato scritto è strutturato in modo tale che delle leggende o mezze verità potessero combaciare e portare ad un risultato comune.
      Nel Libro si parla dei papiri del Mar Morto (Scoperti realmente in un insediamento risalente a circa 2000 anni fa negli anni 50-60 non ricordo bene la data) in un frammento di questi papiri scritti presumibilmente in aramaico arcaico, vi è una parola che fa riferimento a Fratello, i primi cristiani usavano chiamarsi Fratelli e sorelle anche se tra di loro non vi fosse nessun vincolo di parentela. Quindi viene fatato il Fatto che il cristo avesse dei fratelli e Sorelle diretti.
      Si fa riferimento al PRIORATO DI SION con una dettagliata lista di appartenenti a questo gruppo “Massonico o società segreta di eletti”
      Tra cui compare il nome di Leonardo Da Vinci”. il genio enciclopedico oggi lo definiremmo un ateo… Infatti nel famoso cenacolo “Lo scrittore o per meglio dire il mastro copista Dan Braun” asserisce Che lo spazio che inTercorre tra il Cristo e La Maddalena “San Giovanni” posto alla destra del Cristo e un Simbolo Triangolare che indica il sesso Femminile…. e Per questo San Giovanni sarebbe la Maddalena…. inoltre qui lo scrittore sotto effetto di allucinoggeni ci dice…. Quardate bene il Quadro San Giovanni (La Maddalena per Lui) Vedete Che Somiglia ad una donna….
      Qui Daun Braun Dimostra di Essere ignorante come una Capra (mi scuso con le capre per averle unate come metodo di paragone)in quel periodo storico se si vedono i quadri si nota che gli adolescenti hanno lineamenti molto gentili quasi femminili, inoltre San Giovanni Viene presentato in tutti i vageli come il più giovane tra gli apostoli.
      Secondo Daun Braun Lui per scrivere il libro ha consultato dei documenti antichi conservati nella biblioteca centrale di parigi…
      Questi documenti esistono realmente MA c’è un grosso MA sono documenti che sono stati falsificati da tre persone.
      come se ne sono accorti… I tre buon temponi Hanno usato un codice crittografato in Uso alla fine del settecento Ottocento. Inoltre uno dei tre Prima di morire per sua ammissione Ha rivelato che era stata tutta una Bufala.
      Poi tira fuori i catari, Rene De Sciato ( NON so come si scrive in francese) ed altre Fesserie, Il Santo Grall, che sarebbe L’acronimo si Sangue Real, ovvero la Maddalena porta in Grembo il Figlio del cristo e partorisce una femmina in Francia da dove risalirebbe la dinastia dei catari. L’abate solier Nella Chesetta di Renè de Sciatò scopre il Tutto e ricatta il vaticano…..
      non ti voglio annoiare oltre modo.
      senza parlare dei templari, deicavaglieri teutonici e dei rosa croce
      Potrei continuare e smontare ciò che ha scritto lo scribacchino pagina per pagina.
      Ora secondo te Sapendo Ciò potevo acquistre il Libro o andare a vedere il Film???????????????????????????

      1. vince_ditaranto

        Caro Titus,
        ma se non hai comprato il libro come fai a dire di poterlo "…..smontare pagina per pagina………", evidentemente te lo sei fatto prestare!!! …cmq scherzi a parte, vorrei dire la mia sull’argomento Codice da Vinci.
        Apprezzo le tue citazioni e vedo che sei molto informato. Daltronde condivido molte tue affermazioni. Ma il tuo definire il buon Dan come "scribacchino" un po mi irrita.
        Certo non è assolutamente un’opera d’arte, non è un capolavoro della letteratura di tutti i tempi…..ma il linguaggio usato è molto efficace e coinvolgente….daltronde è volutamente un libro scritto per tutti..!!!
        Fatte le precisazioni tecniche sull’opera, passiamo al reale problema: il contenuto.
        Voglio capire perchè molti non leggono quello che è scritto sulla copertina del libro…….è scritto "ROMANZO" (dimenticavo che non lo hai comprato quindi non puoi averlo visto)……..lo sapete cosa è un romanzo o no???? Devo farlo spiegare dai soliti "te lo spiego io" che circolano sul sito o ce la facciamo con le reminiscenze scolastiche? 
        Il problema non è "quello che Dan Brown scrive sul suo libro" ma le reazioni che provoca nel pubblico che spesso è male informato o è in mala fede.
        Come in tanti casi (non so se questo è il tuo) le critiche si sono divise tra i difensori della cristianità a tutti i costi ( sebbene non penso fosse in pericolo) e i detrattori della Chiesa che non aspettavano altro per screditare il "sistema Chiesa" mossi dalle banalissime affermazioni "….lo sapevo io che era tutto falso….".
        Secondo me sono i soliti ATTEGGIAMENTI dell’italiano medio che davanti a un problema non lo analizza con il suo bel cervelletto, ma cerca di collocarsi negli schieramenti che si vanno formando; ne abbiamo avuto un brillante esmpio sul nostro sito in tempi recenti (vedi dibattito sul referendum).
        Caro Titus le tue precisazioni sull’opera sono esatte e le condivido……me hai volutamente esposto solo i temi che ti facevano comodo per confutare la tesi di Brown……che tra l’altro non voleva assolutamente trasmettere una verità,ma mettere in piedi le tesi più affascinanti sull’argomento, che si sa sono quelle che piacciono di più….!!!
        Ti potrei citare altrettanto materiale  a cui difficilmente potresti rispondere dicendo che si tratta di bufale……sono argomenti che per lo meno un dubbio (oggettivamente) te lo sollevano………..anzi ti dirò di più, è questo secondo me l’intento dell’autore (ammesso che ne abbia uno)!!! Tutto ciò nasce dalla mancanza di analisi delle cose….molti sono poco informati sulle religioni, su come nascono e si diffondono….e ignorano che il messaggio  originale del culto non ha niente a che fare con le formalizzazioni della dottrina….o peggio ancora con le vicessitudini storiche che una religione attraversa.
        La cosa sconcertante è notare come i più non sanno niente della religione cristiana, neanche i cristiani stessi, che spesso ignorano le origini della propria fede.
        La storiella della Maddalena personalmente la conoscevo già, come ne conosco molte altre sulla storia del Cristo. Ma sono storielle appunto, legate alla diffidenza umana nell’accettare le verità della fede. E’ proprio questo il punto. C’è un fatto incontrovertibile alla base della cristianità: circa duemila anni fa venne un uomo che portò un messaggio totalmente rivoluzionario "amatevi gli uni gli altri". Tutto il resto conta relativamente . tutto il resto è affidato alla fede e stà ad ognuno di noi credere o no. 

          

        1. titus

          Caro Corvo
          Non voglio minimamente alterare la tua suscettibilità quando definisco D.b. Scribacchino hai ragione perchè nel processo in cui è stato coinvolto per plagio… ha dichiarato che il Libro è stato scritto a + mani. be questa è un’altra storia…
          Il romanzo è opera di fantasia ma quando il un libro ti trovi scritto…..
          nella pagina Informazioni storiche, dove Brown afferma che «tutte le descrizioni […] di documenti e rituali segreti contenute in questo romanzo rispecchiano la realtà» (3), e si fondano in particolare sul fatto che «nel 1975, presso la Bibliothèque Nationale di Parigi, sono state scoperte alcune pergamene, note come Les Dossiers Secrets» (4) con la storia del Priorato di Sion.etc… vedi post precedente
          forse non ci ai fatto caso….
          inoltre a pagina n°9 delle prime edizioni c’era l’affernmzione dell’esistenza del priorato di Sion, Sulle ultime edizioni in Ristampa
          è scomparsa (ed. Mondadori.
          Non Leggere un Libro non significa non conoscere i suoi contenuti?????
          Dato che Bisogna stare attenti quando si fanno si fanno determinate affermazioni che divengono a proprio piacimeto prima frutto di fantasia e poi notizie storiche è ciò che ha fatto il Buon D.B.
          La storia è una cosa seria….
          almeno così mi hanno inseganto a scuola poi non so…..
          Smontare pagina per pagina era un Modo di dire…
          P.S. I libri è più bello comprarli che farseli prestare.
          non credi?????
          non credi..

        2. titus

          Caro corvo se ti va fammi sapere quali sono le bufale difficili da contraddire….
          Vorrei conoscerle anche io….
          Per semplice curiosità
          se ti va…
          E simpatico confrontarsi con persone con cui si può dialogare
          Il problema caro corvo è l’italiano medio, che si è appiattito perdendo una coscienza critica di fondo.

          1. vince_ditaranto

            Ciao titus,
            trovo abbastanza singolare il tuo atteggiamento……non ho mai visto nessuno che sa così tanto su di un libro senza averlo mai letto!! Ne sembri quasi ossessionato!!!
            Ti devo confessare che non sapevo nulla del processo per plagio e cose simili…..però conoscevo alcune sue ritrattazioni pubbliche! Ovviamente il povero Dan (per modo di dire visto che con le vendite e i dirittti ha messo a posto tre generazioni) è stato messo sotto pressione da più fronti filo cattolici…….quindi è ovvio che uno dei modi per allentare la pressione è correggere un po il tiro, non ti pare!!!! Poi il processo di cui tu parli può essere avvenuto benissimo grazie alle forti influenze che può esercitare la "la parte lesa" di questa faccenda.
            Ricordati che è stata scomodata anche l’Opus Dei, da sempre "braccio armato" della Chiesa (loro si definiscono Jesus Army), quindi non mi meravigliano tutti i risvolti di cui tu parli!
            Il mio discorso era diverso. Posso pure darti il beneficio del dubbio e concordare che Dan si "sia aiutato" con qualche falso storico……e er questo meriterebbe un processo senza dubbio……..ma ti chiedo di non attaccarti ai piccoli eventi legati alle singole questioni spicciole intorno al libro e ai suoi contenuti!!!
            E poi titus, che cacchio, leggimi meglio, cosa hai capito sulla frase delle "bufale"? Non ho detto che i sono bufale che è difficile contraddire……ma ho detto che ci sono argomentazioni che difficilmente si possono etichettare come bufale, e quantomeno ti fanno riflettere. 
            E non parlo di riti, ritrovamenti di documenti, e quant’altro…..questi sono diversivi per il pubblico, sono specchietti per le allodole (anche se i riti che tu credi inesistenti sbucano fuori da molte fonti, e in altri libri………saggi sui templari o anche "Il pendolo di foucalt" U.Eco……questo ti inviterei a leggerlo invece di analizzarne chirurgicamente i contenuti).
            Le questioni sono altre e profonde. Qui si parla delle basi della cristianità.
            Sono interrogativi che ci si pone al di la delle sulfuree trame di Brown…….che questo libro ha solo portato alla luce!
            1- Qual’è la vera natura del Cristo e del suo messaggio???
            2- Che valenza hanno i vengeli se sono selezionati a tavolino????
            3- Come leggere le molte ambiguità presenti anche nei vangeli classici??
            4- Chi è questa Maddalena che ha una identità quantomeno dubbia???
            5- Perchè la Chiesa ha dato "da sempre" un ruolo demoniaco al sesso, nonostante il messaggio originale sembrerebbe affermare il contrario???
            6- Quanto è "originale" la religione cristiana??
            7- Quali e quante sono le contaminazioni pagane che il Cristianesimo ha subito??

            Da credente è facile rispondere a tutte queste domande……..con un atteggiamento critico è molto più complicato!!!!

            Buona giornata 

          2. titus

            Caro Corvo
            Non sono affatto ossessionato dal Codice da Vinci, ma sono un persona a cui piace la storia, in particolar modo quella dell’alto medio evo e del Basso.
            Guarda caso proprio nei periodi storici in cui crea le basi per il suo libro D.B.
            1-Le querele e il processo per plagio è stato intentato da due scrittori Richard Laigh e Micheal Baigent perchè circa 20 anni fa avevano pubblicato The Holy Blood end the holy Grail…
            la chiesa non centra nulla… almeno in questo
            Poi volevo dirti che Il pendolo di foucalt” U.Eco con il suo manuale annesso l’ho letto…
            ED è un romanzo stupendo, daltronde come il “Nome della Rosa” che rappresenta una pietra miliare per quando riguarda la vita monastita
            Poi gli altri quesiti che tu (ti do del tu) poi sono da girare ad un teologo (io Ho l’abitudine di non addantrarmi in argomenti che non conosco a fondo)
            Se poi vogliamo parlare di Templari,Ospitaletti,Rosa croce, Cavaglieri teutonici,Cavaglieri di Malta… come ordini monastici Guerrieri ok
            Il tuo riferimento a riti occulti o quant’altro è possibile trovare gli stralci del processo del 1314 in cui Filippo il Bello Re di Francia e Clemente V condannarono l’ordine per eresia, omossessualità, simonia etc…
            però tieni presente una piccola cosa che viene riportata anche nel libro di Eco (ecco la grandezza dello scrittore) che lui non si eleva ha depositario della verità.
            P.S. I templari erano i Banchieri d’Europa e I banchieri del tesoro di Francia che il Re Filippo il Bello aveva sperperato…
            era un ordine potentissimo…talmente potente che lo stesso papa Lo temeva date le ricchezze che possedeva…
            Poi sui riti occulti si è sempre fatto riferimento ad un Libro o prontuario che ogni templare aveva…
            La cosa strana è che non si è trovato nessun documento, scritto o altro su questo ordine.
            Ciò che a me personalmente lascia perplesso e che i templari potentissimi e radicati in tutta europa sono “scomparsi” in modo molto repentino.
            Mi scuso per non aver inteso la questione delle bufale.

          3. anycamy

            anycamy
            caro titus,non sono molto brava ad esprimermi ma comunque vorrei intervenire in questa interessante discussione. posso consigliare a te e a tutti i nostri amici il libro di ECO “Baudolino”, forse tu l’avrai già letto.
            Bene, consiglio tale lettura inquanto credo che Eco riesca mirabilmente a decodificare l’ideologia e i comportamenti dei protagonisti del periodo su cui si è accesa la discussione di questo forum.
            E’ interessante notare quante menzogne venivano architettate da principi, re e vescovi i quali affidavano a dei cronisti il compito di descrivere in maniera un po spinta e molto spesso artefatta a scopi propagandistici,le gesta di un condottiero o le meraviglie di un luogo,tutto ciò pur di creare una opinione esaltante del propio operato o del prorio regno.
            Saprai benissimo come ai cronisti dell’epoca era affidato il compito di creare forti aspettative nei pellegrini che dovevano recarsi in Terra Santa. Basta leggere qualsiasi cronaca per farsene una idea.
            Pensiamo alla descrizione della città di Gerusalemme, definita “Citta Celeste” adorna di tutto e di più di ciò che una persona possa desiderare, ma non era così. Stessa cosa per la descrizione della città di Roma “ROMA CAPUT MUNDI”, “CITTA’ ETERNA”.
            Sappiamo benissimo come, in quel periodo, soprattutto in Europa, le città si fossero contratte tanto che Roma e non solo, aveva toccato il minimo storico e come dimensione effettiva dell’urbe e come numero di abitanti.
            Ma non la voglio menare molto lunga….
            Quello che voglio dire, in questo mio intervento e che comunque molte verità e molte falsità (un macello!) giravano in quel periodo.
            Credo che per un epoca cosi enigmatica sia molto difficile trovare delle verità (filo d’Arianna dove sei?), di conseguenza credo che sia molto difficile smentire o affermare con certezza un’affermazione.
            Non a caso la chiesa ha dovuto istituire dei DOGMI e dei CANONI.
            CIAO CIAO

          4. vince_ditaranto

            Ciao amicacandy,
            complimenti per l’esposizione…..sono daccordo con te su Baudolino, e sono daccordo che queste discussioni sono molto interessanti, bisognerebbe farle più spesso!!!
            Ho letto tutti i libri di Eco, e nonostante l’ultimo non sia niente male, sono legato al Pendolo e al Nome della Rosa che sono a dir poco straordinari. Inoltre nel caso del Nome della Rosa penso di poter affermare che sia uno dei pochi libri la cui versione cinematografica è davvero degna del libro.
            Noto con piacere che il buon Titus è una autorità nel settore "romanzi e saggi storici" (medioevali soprattutto), ed è stato molto piacevole disquisire con lui. Vorrei dire ad entrambi se ci possiamo scambiare opinioni e consigli su libri in materia….non sarebbe male come sezione del sito…che ne dite????? Si può organizzare qualcosa di carino. Se siete daccordo aspetto un vostro riscontro e vostre idee a proposito.
            Intanto vi lascio consigliandovi (se mi posso permettere) un’ altro bel romanzo storico medioevale,…..si chiama "Q"….non so lo avete già letto, è forte!!!

            A presto 

          5. titus

            caro corvo
            Il Libro “Q” già letto e riletto Gli Anabattisti, La nuova sion, etc..
            accolgo con estremo gaudio l’offerta…
            Corvo sapevi che la chiesa Dell’Annunziata era un vecchio “ospitale” tenuto dagli ospitaletti e che molti crociati di ritorno dalla terrasanta restavano in quarantena in quel luogo..
            Aprimo una sezione con argomenti di lettura e saggistica et ali..
            che ne pensate

          6. Cinzia

            Ragazzi, scusate l’intromissione nella vostra coltissima discussione (complimenti sinceri a tutti!).
            La vostra proposta di creare una sezione dedicata alle "disquisizioni" letterarie è davvero interessante!
            Nel sito, nella sezione Comunicando, esiste già una sottosezione dedicata ai Libri (Recensione Libri e Letteratura). Potremmo usare quella sezione, che ne dite? Dateci un’occhiata e fateci sapere. Questo consentirebbe di evitare la creazione di una nuova sezione e potenziare una già esistente.
            Grazie e buona lettura…

          7. anycamy

            anycamy
            va bene amico corvo.
            sono contenta di questa tua proposta!
            Comunque a proposito della chiesa dell’Annunziata e degli ordine degli Ospitalia, che ricordo essere un ordine istituito più o meno nello stesso periodo dei Templari( forse prima), solo che a differenza di questi non avevano il compito di difendere i pellegrini in Terra Santa ma di “OSPITARLI” (GIOCO DI PAROLE!) cioè davano il primo soccorso ai pellegrini che dopo lungo camminare (a pet!)raggiungevano le varie città.I luoghi in cui trovare i monaci dell’ordine degli ospitalia erano di conseguenza alle porte delle città sulla via principale (tipo a vienove di monte) in seguito i pellegrini incominciarono ad aumentare sempre più e la loro provenienza varia (provenivano da tutta Europa, che molte malattie cominciarono a fare capolino in quelli di Terra Santa e quindi questi siti divennero dei veri e propi ospedali dove come diceva il nostro amico Titus venivano tenuti in quarantena i casi sospetti ed essendo i pellegrini un ordine monastico questi ospitalia divennero automaticamente chiese e conventi.

          8. titus

            Per ANYCAMY
            Ciò che dici corrisponde a verità.
            Ma gli ospitaletti o ospitalieri, oltre a fornire un’adeguata assistanza sanitaria erano anch’essi monaci “Guerrieri” detti impropriamente i porta spada (ache se questa definizione + propriamente si presta ad un’altro ordine monastico).
            Essi parteciparono attivamente alla presa di gerusalemme, e delle altre città sotto dominio islamico situate in terra santa.
            Poi dopo la Battaglia di LEpanto e la difesa di Malta
            Dismisero L’armatura e si dedicarono esclusimente ad azioni Filantropiche.
            se ti può interressare c’è un libro che parla di ciò di Arrigo Petacco, tit. La battaglia di Lepanto… Quando la cristianità fermò L’islam.

          9. anycamy

            anycamy
            è un libro che mi era stato già consigliato.
            E a questo punto devo prendere in seria considerazione l’idea di leggerlo.
            Si prospetta una estate all’insegna della lettura! UAU!

            Ma la domanda nasce spontanea.
            Quando la cristianità ha fermato l’islam?
            ormai il caldo avanza e la capa gira!
            Aspetto in silenzio stampa una risposta

          10. titus

            IL titolo del libro è La croce e La mezza Luna… Di Arrigo Petacco, quando la cristianità ferò L’islam….
            La Battaglia di Lepanto….
            E’ L’eroica difesa dei cavaglieri di Malta (sulla Propria isola Malta) Seicento Cavaglieri + Circa 4.000 Fanti- contro più di 40.000 islamici (arabi, siriani, turchi, etc.)
            Non è un Romanzo e Una cronaca storica di ciò che accadde…
            ed in più il lettore puo farsi un idea di cosa sarebbe accaduto se le sorti dello scontro fossero state avverse ai cristiani….
            Non ti dico + nulla altrimeti se ai intenzione di leggerlo perdi il gusto…
            Tito Livio Andronico

          11. vince_ditaranto

            Devo farti i miei complimenti caro Titus…..sei davvero una autorità nel settore!!! Mi compiaccio! Devo riconoscere che anche se partiamo con la stessa passione per l’argomento, tu hai dato sicuramente più di me seguito a tale passione con un bagaglio di conoscenze non indifferente!!!!
            Sull’argomento Cristianità e Islam è interessante l’opera di uno storico, non fra i più famosi ma sicuramente fra i più talentuosi, un certo Henry Pirenne.
            Egli pone in stretta relazione la caduta dell’impero romano con l’espansione araba nel mediterraneo……si, tale espansione è avvenuta molto dopo, e i due eventi sembrerebbero non centrare molto, ma il buon Pirenne argomenta delle ottime riflessioni a riguardo!
            Io le lessi quando andavo al liceo……ma riprendendo in mano ora quei testi mi suonano davvero di profezia!!!!!!!!!!

            Alla prossima amici medioevali!!!!

          12. titus

            di Henry Pirenne ho letto alcuni libri, tra cui “storia economica e sociale del medioevo e Le citta nel Medio evo”
            interessante scrittore molto serio nelle sue analisi e come dici tu giustamente profeta lungimirante sulle analisi storico e socio economiche ad avenire.
            corvo come te la cavi con la mitologia celtica???
            il ciclo di avalon, re artù et. ali
            fammi sapere se t’interessa ho delle dritte da darti su alcuni libri che sfatano l’idea stereotipata ed Hollivudiana
            dei cavalieri della tavola rotonda….

          13. vince_ditaranto

            Caro Titus,
            purtroppo ho così tanti libri arretrati da leggere che tu non hai idea!!!! Attualmente ne ho iniziato tre (si, io ne leggo più di uno in contemporanea altrimenti mi annoio)ma vanno troppo a rilento…..purtroppo il tempo libero scarseggia….e quando ce n’è, scusa la superficialità, a volye preferisco andare a fare un giro invece di restare a a casa a leggere!!!
            Cmq voglio trarre qualcosa da questa avvincente conversazione con te e amicacandy…..voglio già decidere i prossimi libri da leggere, e visto che è un po che non mi dò a letture di tipo medioevale e/o “ciclo della tavola rotonda”….voglio che tu mi dia 2 consigli secchi.
            Voglio il nome di soli due libri, quelli che ti hanno colpito di più, uno sul medioevo e uno del “ciclo della tavola rotonda”…..e saranno questi i miei prossimi!
            Mi fido di te!!
            Attendo risposta, non voglio una serie di titoli, solo 2 e al più resto mi precipito in libreria!!!!!
            A presto!!!!

        3. titus

          Cosa ne pensi del Libro????
          E della Figura del cardinale Carafa????
          Ho avuto modo di poter leggere anche un libro Pubblicato Da un docente di storia Medioevale dell’università di Siena…
          Era un saggio storico su quelli che sono stati i movimenti appartenenti alla contro riforma luterana.
          In questo saggio ripercorreva le rivolte dei contadini e dei minatori in germania (proprio nel periodo storico in questione)
          Si parlava del Magister Thomass,il cardinale Carafa (figura realente esistita) e della guerra tra principi, dell’assedio di Munster(non so se si scrive così)ed altre circostanze verosimili con fondamenti storici circostanziati.
          Per il resto il libro è gradevole senza pretese, scritto a più mani Il nome dell’autore è un certo Blizet (nome di un giocatore del Milan degli anni 80′) usato dagli autori per restare nell’anonimato… daltronde come fu il giocatore che fece una comparsata in quel periodo.

          1. anycamy

            anycamy
            non ho ancora letto “Q” ma se me lo consigliate vedrò di provi rimedio.
            Spero di poter intervenire a tale discussione solo dopo la lettura.
            ASPETTATEMI!!!
            Anzi consigliatemi altri testi.
            Io personalmente vi consiglio di approfondire tale periodo con JACQUES LE GOFF ora non ricordo a memoria i titoli dei suoi testi ma sono molto interessanti. Premetto che non sono dei romanzi ma dei saggi.

            Jacques Le Goff è per me, e per molti, uno dei massimi medievalisti del Novecento
            ed è propio l’università di Parma (città in cui attualmente vivo) a conferirgli, nell’ottobre 2000,la laurea honoris causa in Lettere e Filosofia.
            …..ora ricordo alcuni titoli:
            1) La civiltà dell’Occidente medievale
            2) L’immaginario medievale

            quest’ultimo lo consiglio vivamente
            ciao caio
            Ho la pancia vuota! FASCE FAME!
            PAUSA PRANZO!

  2. margot
    caro titus,
    concordo con quanto dici riguardo alle regole di meracato e concordo anche sul fatto che a lungo andare potrebbe scocciare!
    Ma se mi permetti, non credo che il problema in questione sia la pubblicità…quando in questi giorni mi è stato ripetutamente chiesto di leggere le missions del sito, l ho fatto! D accordo, non c’è alcun riferimento alla possibilità di farsi pubblicità (e mi sembra giusto!)ma non mi sembra che sia vietato parlare di un progetto (perchè tutt’ora lo è, nonostante esista un disco) che riguardi un utente, in primis, ma anche tutta Montescaglioso in quanto culla del progetto stesso. E’ stato questo lo spirito con cui è nato tutto! Credimi! Certo, se poi da tutto ciò sono nate attenzioni positive di alcune persone (come anycamy) non può che far piacere….ma io non la chiamerei pubblicità questa!
    D’altro canto se questa fosse stata l impressione di qualcuno/a, bastava semplicemente farlo notare.
    Non sto giustificando i toni duri che a volte anche io ho usato, ma sfido chiunque a non controbattere quando ci si sente attaccati.
    Per il resto, anche io credo che le discussioni su questo argomento debbano finire qui…argomento chiuso.
    Ah dimenticavo solo una cosa (questa non riferita a te caro titus): io sono Margot, Pietro Scaramuzzo è Pietro Scaramuzzo…per fortuna i nostri genitori ci hanno dotato di due testoline separate!
    a presto titus e un saluto a tutti
    margot
    1. anycamy

      anycamy
      ciao cara Margot! credo che la vostra sia stata una sana divulgazione dell’opera esguita. Credo che non c’è nessun problema al riguardo,anzi guai a non divulgare sarebbe la morte di ogni creatività.
      Ogniuno di noi ha una sana propensione alla notorietà e non credo che questo sia motivo di scandalo anzi la conoscenza è il motore primo per degli animali sociali come noi umani.
      Prendi me! Io personalmente ero allo scuro di tale “progetto” e sono molto contenta che qualcuno me l’ abbia fatto conoscere:
      Perchè no!
      Avanti così che siete GANZI (di sicuro non aspettate nessuno che vi scodelli la pappa fatta da altri)
      Anzi vi prometto che sarò una accanita fans dei BREVISTORIE
      e nel mio piccolo cercherò di pubblicizzare il CD

      1. Post Scriptum

        mi ero riproposto di nonscrivere più su questo sito, ma leggere le parole di anycamy è un piacere, non tanto perchè aoppoggia il nostro lavoro, ma perchè ha capito lo spirito con il quale stiamo affrontando questo progetto.
        grazie di cuore anycamy….

        ah, dimenticavo….alcuni fans si sono già iscritti alla mailing list…lo puoi fare anche tu attraverso il sito…mi farebbe molto piacere.
        a presto
        PIetro Scaramuzzo

  3. anycamy

    anycamy
    …ma si che è possibile andare a vedere il film. Mi complimento con te! per la conoscenza approfondita sull’argomento: è stupefacente!
    Ma vedi tutto dipende con lo spirito con cui si decide di vedere un film. Sai lo spettacolo è finzione. Se non sbaglio al cinema non si va solo per vedere la verità, anzi!
    Guai a credere che basti vedere un Film per sapere la verità, ma su questo punto credo che tu sia daccordo con me, come io sono perfettamente daccordo su quello che dici tu caro titus. Ma forse è bene sdrammatizzare un pò!
    Comunque il Film non è stato un gran spettacolo!

  4. yuri

    Ciao…
    Ho letto Q e l’ho trovato interessante e molto ben fatto;i fatti storici sono realmente accaduti:Carafa sarà il futuro Papa Paolo IV e farà ripristinare la santa inquisizione;ma la bellezza del libro,per me,è data dal comportamento dei personaggi,che agiscono come era lecito a quei tempi:la cosa più difficile non è narrare episodi storici,ma i comportamenti delle persone,all’interno della storia,senza gusti retrò(es.vedo un film su giovanna d’arco:capelli pettinati,belle forme….stile anni ’60;la verità sarebbe quella di rappresentare la protagonista nelle sue vere sembianze,essendo una contadina del ‘300:capelli lunghi e arruffati,bassa e sporca,senza denti o non tutti ecc…ecco perchè era facile scambiarla per un maschio!!!).
    Ritornando a Q:lo pseudonimo nasconde non uno,ma alcuni studenti universitari,non ricordo di quale città.
    Posso consigliare,agli appassionati medievisti,la lettura di J.Huizinga,storico:scrive saggi e trattati su tutto ciò che riguarda non i fatti,ma il “come” degli avvenimenti!!!
    ciao…

    1. anycamy

      anycamy
      vi posso consigliare un sito in cui scaricare gratuitamente libri on-line?
      il sito è http://www.liberliber.it
      si tratta di una biblioteca molto fornita di testi messi on line gratuitamente e sotto autorizzazione delle case editoriali.
      Ho potuto scaricare il libro “Q” che è stato consigliato da corvo, i formati sono vari quindi chiunque può visualizzarli.
      So benissimo che i libri vanno comperati ma…..
      e come andarli a prendere in biblioteca!
      ciao ciao

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi