mercoledì 12 Agosto 2020

Martedi Grasso Giornata di chiusura

DIRETTA WEB DALLE 18:00 ALLE 20:30
per coloro che vorranno seguire la sfilata dei carri allegorici.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

POTRETE INTERARGIRE ATTRAVERSO LA CHAT, LASCIANDO I VOSTRI SALUTI E COMUNICANDO CON CHI SEGUE LA MANIFESTAZIONE

 

ESIBIZIONE Eiffel 65 

DIRETTAMENTE DAL SITO DEL CARNEVALE MONTESE

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Commenti da Facebook

12 Commenti

  1. Franco Caputo

    Grande successo anche quest’anno. Con meno freddo e meno problemi sulla viabilità, probabilmente Monte avrebbe avuto più presenze. Numero carri in aumento e qualità più alta. Ormai si può parlare di una vera e propria scuola della cartapesta a Montescaglioso. Senza nulla togliere agli altri la mia personale preferenza va al gruppo del carro  “ Capo Zaccaro “. Tema locale e inedito, ben ambientato  prodotto totalmente a Monte, dal disegno alla realizzazione. Spettacolare nella mattinata la performance, chiamiamola così, del gruppo Abate e company che ha rielaborato un vecchia usanza del Carnevale di Montescaglioso, scomparsa anch’essa: una sorta di teatralizzazione dello sfottimento verso tutti e tutto, ma con molto garbo, rivolto a conoscenti, autorità etc, apostrofate con nome e cognome. Se non ricordo male, fino agli anni sessanta, c‘era un signore specializzato in questa operazione, ben presente nella memoria dei più anziani. E’quello che si può definire un processo intentato da Carnevale alle ipocrisie della comunità locale, rito ancora presente in manifestazioni come quelle di Cirigliano ed altri paesi. Questo gruppo, mi pare di capire, con altri due o tre è stato escluso dai carri ammessi a gara. Mi sembra sia una esperienza da non ripetere. Il Carnevale dovrebbe includere piuttosto che escludere. Se in questi anni il Carnevale è cresciuto è anche perché alla manifestazione si sono avvicinati molti altri soggetti. Ed allora è meglio accompagnare la crescita piuttosto che provocare contrapposizioni accentuate dalla messa a gara di premi  che lasciano sempre scontenti. Lo stesso gruppo è stato il protagonista, nella serata, di una eccezionale rivisitazione del “ funerale di Carnevalone “. Una bara con Carnevalone a tratti vivo a tratti defunto, preceduto da ghirlande, popolo ballerino e stuolo di commare e vedove. Colonna sonora con una solenne marcia funebre, lamenti e pianti e il defunto steso nella bara. Sosta e cambia, lo scenario: il defunto risorge e distribuisce fiori. Cambia la colonna sonora, la marcia funebre diventa “ tu vuò fa’ l’amerikano “ e le prefiche da vedove piangenti si trasformano in ballerine scatenate. Il tutto con i tempi scanditi dal ritmo e dalle movenze di un prete indiavolato. Insomma un riuscitissimo aggiornamento di un copione antichissimo. A mezzanotte in punto, seconda puntata del funerale, questa volta protagonista il gruppo di “ Helyos “, con le modalità già sperimentate negli anni precedenti. Al rintocco del campanone, molto azzeccata la scena del parto di Carnevalicchio , con la “ quaremma “ urlante stesa a terra davanti al rogo. Per l’anno prossimo, bisognerebbe trovare il modo di valorizzare ancora di più il “ funerale “, coordinando l’innovazione del primo, con l’antico del secondo.

    In mattinata, oltre al sontuoso e imponente gruppo, credo, della Pro Loco, una bella sorpresa è costituita dal corteo del gruppo Scout della Parrocchia S. Lucia, numeroso, ben organizzato e con tutte le figure appartenenti alla nostra tradizione. Le nuove generazioni avanzano! Helyos ha confermato la rilettura della tradizione, realizzata con maschere di nuova invenzione. Non si riesce, invece, a riprendere per bene la tradizione dei “ Matrimoni “, ( un solo gruppo) che resta purtroppo schiacciata tra Carnevalone e sfilata dei carri.

    Mi permetto di proporre e di valutare la fattibilità di alcuni cambiamenti.

    Non riproporre la gara a premi tra carristi. Sono tutti bravi, meglio evitare malumori e procedere per rimborsi.

    Spostare la sfilata dei carri dalla seconda domenica alla sera del Sabato precedente. Il giorno successivo non è giornata lavorativa e le presenze forse potrebbero essere più numerose.

    Dedicare la serata della seconda domenica alle sfilate dei “ Matrimoni “ che così risulterebbero più valorizzate, magari coinvolgendo le scuole di danza, ed evitando di schiacciare il rito con la sfilata dei carri.

    Valutare la possibilità di spostare premiazione e discorsi ad altra data per non sottrarre tempo alla musica in piazza. Evitare l’inserimento di gruppi come gli sbandieratori: non aggiungono nulla e sottraggono risorse ai carri. Azzeccata, invece, l’idea di presentare le maschere di Crispiano. Risorse permettendo è utile vedere che fanno gli altri, magari cambiando ogni anno l’evento da presentare. 

    Carnevalone morto. rnevalone risorto Officiante del funerale.

    Helyos: la quaremma partoriente. Helyos: Carnevalicchio è nato.

    1. Cinzia

      Condivido pienamente le considerazioni di Franco.

      Col passare degli anni, la manifestazione cresce ed acquista in qualità. I carri sono sempre più belli, a premiare l’ingegno dei gruppi che li realizzano. Per questo, anche io eviterei una “classifica”. Tutti i gruppi si sono distinti per creatività ed impegno. La soddisfazione più grande, credo, sia proprio quella di sfilare in un paese gremito come forse solo nei giorni di San Rocco.

      Vorrei complimentarmi con Vito Lospinuso per l’originalità del tema proposto e per aver reso omaggio ad una “istituzione” del Carnevale montese, il Capo Zaccaro, rendendo questo evento qualcosa di più “nostro”, più rappresentativo della ns identità di popolo montese. L’idea dei cinghiali (che in dialetto rende ancora meglio…) è stata la ciliegina sulla torta!

      A questo proposito, sarebbe auspicabile, come dice Franco, una maggiore visibilità nella rivisitazione delle tradizioni locali, come il corteo nuziale, la morte del Carnevale, il Carnevalone stesso, da non mischiare con la sfilata dei carri, in quanto alla fine si rischia di non godersi a pieno lo spettacolo.

      Comunque è stato bello vedere le strade del paese così affollate di gente che si divertiva, quasi un segno di speranza in questi tempi bui.

      Unica nota dolente per me è stato notare come negli anni si sia un po’ perso il gusto del travestimento. Pochissime maschere rispetto alle persone in giro in queste tre serate. Perchè, io per prima, abbiamo perso il gusto di mascherarci?

      Per concludere, bravi a tutti! Ai carristi, ai dj, agli animatori, ai gruppi mascherati, a chi si è impegnato per far sì che queste tre serate fossero un successo. W Monte!

      Se mi fosse concesso esprimere un desiderio, vorrei rivedere Annarita Didio nei panni dell’inconsolabile vedova del Carnevalone…e l’assessore Zaccaro in maschera! Spettacolo garantito! Wink

    2. thevoiceoftruth

      Carissimo Franco Caputo ero piccolo e pensavo che il Carnevale era organizzato da te…. Ma ora che la mia età è avanzata parecchie cose mi sono chiare…. Il carnevale di Montescaglioso non è stato mai valorizzato perchè in questo paese c’è gente che con una macchinetta fotografica ” Rubava” foto per farsi i soldini….. Il carnevale di Montescaglioso era diventato un modo per pulire le casse comunali e Regionali…. si e solo all’ultimo anno di assessorato si vacevano cose grandi….. Il comitato in questi ultimi 2 anni ha fatto si ke quelle persone che erano e sono e lo saranno ancora per poco dei PARASSITI saranno fuori…. Due anni di successi…..

      E per la faccenda dei carri più carri ci sono e più grosso è il Carnevale nn sono proprio d’accordo…. Di carristi cartapestai a Montescaglioso sono pochi se no rari.. li possiamo contare sulla punta delle dita… Sono solo 3…. Di assemblatori ce ne sono tanti…. Se si fa un concorso per la promozione del Carnevale MADE in Montescaglioso non posso partecipare  carri acquistati fuori….. se i carristi sono inteligenti potevano fare delle fusioni di gruppi…. Finanziare 8 carri non è mica facile….

      Una cosa nn mi è ancora chiara si fa passare quella del cuci Bocche come un evento del Carnevale…. ma se nn sbaglio la notte dei cuci bocche non è il 5 di gennaio…  Franco Caputo e se ti tolgono anchè quell evento Ke farai ?

      attendo una tua risposta 

      1. Franco Caputo

        Figurati se non ti rispondo. E‘un invito a nozze. Deduco che sei qualcuno che ha a che fare con il gruppo organizzatore delle sfilate dei carri e che intervieni infastidito dal mio post di qualche giorno fa. Non ti piacciono le mie personalissime valutazioni ? Liberissimo di condividerle o meno e liberissimo io di scrivere quello che penso. Che succede ? Siamo in presenza di lesa maestà, manco fossimo in Libia. Il mio modo di vedere deve coincidere con il tuo o con quello di qualche gruppo organizzato? Sul Carnevale c’è una verità rivelata, la tua ? Invece di rispondere sulla sostanza delle cose, tenti di spargere veleni ed insinuazioni secondo un metodo con il quale mi scontro da anni. E senza neanche avere il coraggio di spararle per intero: le cose le dici e non le dici, tanto nella memoria della gente qualcosa resterà. Se hai fegato dillo chiaramente, assumiti fino in fondo le tue responsabilità e dimostra con i fatti quello che dichiari a meza voce: scrivi con chiarezza che il sottoscritto si vende in giro le foto del Carnevale e di ogni caccola che fotografa a Montescaglioso. Visto poi il gran numero di fotografi presenti martedì, temo che i prezzi delle foto saranno al ribasso e non potrò cambiare l’auto, ma chissà forse qualche sfizio me lo posso togliere. Dal momento che scatto foto dal lontano 1974, quando mi fu regalata la mia prima macchina fotografica, a forza di vendere foto, ho campato la famiglia. Ed infatti le mie foto sono su giornali, musei etc. pagate a peso d’oro. Siamo al delirio: il Carnevale non è valorizzato perché si “ rubano le foto “. L’anno prossimo fai come Gheddafi, organizza la caccia a fotografi e videoreporter.  

        Organizzavo il Carnevale ? Te lo sei sognato. Tra il 1999 ed il 2003 con gruppi di amici e alcune associazioni mi sono solo impegnato sul Carnevalone a “ zero lire “, che allora era quasi scomparso. Ritornato alla grande, anche grazie all’inserimento nella sfilata di Monte da parte della Pro Loco dei gruppi di Cirigliano e Tricarico, ci siamo pensionati, continuando però a promuoverlo ovunque fosse possibile. In quegli anni, i nostri manifesti presentavano anche il programma della sfilata dei carri che, però, altri organizzavano.

        Il Carnevale ha ripulito le casse del Comune e della Regione. In che modo ? Hai elementi precisi o nomi e cognomi ? Se si tirali fuori e fai una denuncia, diversamente dovresti chiedere scusa alle generazioni di montesi che negli anni si sono impegnati nei carri senza i tanti soldi ora a disposizione.

        Hai la memoria molto corta. La rinascita del Carnevale è iniziata almeno dieci anni orsono, cioè negli ultimi due anni dell’amministrazione di Maria Bubbico ed ha avuto una notevole accelerazione negli ultimi 4/5, grazie soprattutto all’impegno ed alla santa pazienza dell’assessore Zaccaro nel sopportare e  gestire inutili situazioni conflittuali. Sui meriti dei due ultimi anni ognuno ha le proprie idee e valutazioni che non per forza devono coincidere con le tue. Esprimersi nei confronti di altri carristi usando il termine di “ parassiti “ chiarisce il basso e pericoloso livello a cui, in questo paese, si è giunti.

        Il Carnevale per definizione è la festa più libera tra quante ce sono in giro e se un anno vengono fuori più di cinque carri, perché limitare la partecipazione e la creatività ? Se non sei d’accordo con me, io non sono d’accordo con te. Posso o devo chiedere il permesso a qualcuno ? Finanziare otto carri certamente non è facile ed allora si può risparmiare evitando sbandieratori e bande napoletane: tentare di replicare quello che fanno a Putignano, Massafra o altrove, uccide il Carnevale di Monte che dovrebbe avere la propria specificità. E ne è riprova quello che ha scritto Cinzia: sono drasticamente diminuiti i gruppi mascherati. Ancora una volta hai memoria corta: negli anni andati il Cucibocca compariva sempre nel corteo di Carnevalone e si posizionava vicino all’asino, come per chiudere il corteo. Il Cucibocca, caso unico negli eventi tradizionali del Sud, diventa personaggio autonomo la notte del 5 Gennaio e per questo comincia pure ad essere studiato. Hai un’altra interpretazione, ipotesi etc ? Se si raccontacela. Cara “ bocca della verità “ a me nessuno mi toglie alcunché semplicemente perché decido solo io, per me stesso, se impegnarmi o meno in qualcosa. E se mi riesce quest’anno organizzo pure un bel convegno sul Cucibocca, Carnevalone e dintorni, o bisogna chiedere a qualcuno il permesso? Se si, attendo conferma così avvio la procedura.

        In ogni caso ribadisco punto per punto quello che ho già scritto e che attiene alle mie personali preferenze a prescindere dai giudizi diciamo “ ufficiali “: a “ me mi piacciono “ il carro di Lospinuso e le performances di Abate e company, sulle quali vorrei anche ritornare. Ma tutto ciò cara  “ verità “ giovane o meno giovane che tu sia, nulla toglie ai tanti che si sono impegnati nell’organizzazione, a cominciare soprattutto dal Comitato del quale nessuno si sogna di disconoscere i meriti. Ricordati, però, che quando si hanno certe responsabilità pubbliche si lavora per includere e non per escludere.

        1. ASPIDE 65

          Leggendo le vostre considerazioni sul carnevale non posso esimermi dall’intervenire,non per alimentare le vostre sterili polemiche ,ma solo  difendere il lavoro e l’impegno di tutti i ragazzi che si impegnano per il carnevale,sento di rappresentare di piu i carristi perchè ne faccio personalmente parte e vi posso dire che mai come questo anno le cose sono andate sicuramente più tranquille di altri anni.

          Rispondo a te franco sulla questione del concorso a premi per farti capire che in tt le città dei piu grossi carnevali italiani ci sono i concorsi a premi,è un ingentivo a migliorare ogni anno la qualità dei carri e la storia lo dice l’anno scorso che nn c’era concorso  i carri facevano schifo se c’è un po di sana competizione si è portati ad elevare il livello dei carri e si è visto che quest’anno ci stavano delle belle rappresentazioni.

          Rispondo alla “voce della verità” la sua verità nn quella di tutti…a proposito di squadre di cartapestai e squadre di assemblatori,caro amico …noi a monte nn abbiamo una cultura cartapestaia.si è sempre fatto il carnevale con dei pupazzi comprati ,ora tt le squadre incominciano a cimentarsi con la cartapesta,la squadra che rappresento e di età più adulta delle altre è abbiamo molta difficolta nell arte della cartapesta perche nn ci è stato insegnato,però ti posso dire che hai ragazzi piu piccoli li immettiamo in quell’arte ,però siamo bravi in altre cose e penso che i risultati si vedono (vedi movimenti colorazioni, senso di allegoria )dite che il carnevale è il massimo dell’espressività e della libertà allora lasciateci esprimere quello che sappiamo fare,sempre nelle rispeto delle regole .

          Tu Franco e altri che organizzate altri aspetti del carnevale,non dovete sindacare l’operato del comitato,che secondo me fa bene a mettere delle regole in un contesto dove fino ad adesso ognuno ha fatto quello che voleva..il resto lo ripeto sono solo sterili polemiche ….una cosa però la devo dire ,i soldi che i carristi prendono se si fa un bel carro nn bastano neanche a coprire le spese.

          Rocco Lomonaco

    3. isakimi83

      Criticare l’operato del comitato carnevale montese mi sembra davvero inopportuno, fuori luogo, dopo anni di furti da parte di gente che nn amava il carnevale, finalmente gli uomini del comitato in collaborazione con il comune di Montescaglioso hanno trovato la strada giusta per portare il nome della città di Montescaglioso ovunque. Io nn ho molta esperienza, questo è il secondo anno che partecipo attivamente all’organizzazione della festa, posso garantire che con questi paletti, vincoli, regole che quest’anno hanno messo comitato e comune, devo dire che la qualità del carnevale montese sia aumentato decisamente basta pensare allo schifo dei carri dell’anno scorso, fatti solo ed esclusivamente per far soldi, ora nn capisco una cosa, invece di apprezzare, di magari fare un applauso a chi si sacrifica, sacrifica la famiglia, magari anche il lavoro per far si che la festa del carnevale venga fatta in un certo modo, tu che fai?????? il classico montese A METT SEMB APPRIEZZ……. ora visto che cè libertà di parola, posso farti una bella domanda……come mai la sfilata del BORBONE nn si fà più, giustamente hai fatto delle proposte per migliorare la festa del carnevale, come mai da quando ci sei tu la sfilata del borbone è sparita, conosco gente che ha sputato sangue per quella festa, gente che ha messo soldi di tasca propria per far si che la festa riuscisse bene, da quando sei diventato tu PADRONE nn si fà più nulla……COME MAI????…….secondo me il tuo discorso nn ha argomenti costruttivi, son sicuro che se il prossimo anno faranno, cercheranno di invogliare gruppi mascherati a fare il cosiddetto matrimonio( mia madre l’ha sempre fatto da quando è morta la proloco nn lo fà più, ricordiamo che la proloco organizzava i gruppi mascherati, sfascio della pignata in piazza….) tu avrai sempre da ridire, perchè vuoi in qualche modo boicottare il comitato, quasi quasi mi fai pensare che vuoi impadronirti anche di questa festa???????? ……RAGAZZI, CONTINUATE COSì. TUTTI APPREZZANO IL VOSTRO OPERATO, IL CARNEVALE CON VOI è MIGLIORATO TANTISSIMO, BASTA VEDERE LE FOTO DELLA PIAZZA NELLE SERATE DEL MARTEDì GRASSO CHE ANNO DOPO ANNO SI RIEMPIE SEMPRE PIù……AUGURI E BUON LAVORO RAGAZZI……

  2. Cattolo

    Ringraziamo tutti coloro che, numerosissimi, ci hanno seguito nella diretta web nelle tre serata e far rivivere loro aria MONTESE. L’ obbiettivo principale è stato proprio quello di farvi sentire a casa, il mio sforzo è stato messo a disposizione nel miglior modo possibile anche se avrei potuto far di meglio se avessi avuto la collaborazione da parte di altri carri allegorici. Un saluto va a chi è intervuto nella chat della diretta facendo animare la tradizione carnevalsca con saluti e dediche, sono tanti coloro che vorrei salutare, tra i tanti chi è intervenuto dall’Australia-Svizzera-Germania e tanti utenti del nord Italia.

    Mi ha particolarmete commosso quando mi è stato chiesto di riferire alla popolazione montese che MONTESCAGLIOSO è ViVA IN TUTTO IL MONDO.

    P.S. Menzione speciale per l’ottimo operato di Michele Giannotta( gettonato nella chat della diretta web) e Giusy Carriero per le sue foto, ma anche L’APS.

    E naturalmente grazie ancora  a tutti voi che ci avete seguito e tenuto compagnia durante questo meraviglioso Carnevale, grazie per tutto il vostro supporto e le vostri messaggi e scusate se non ho potuto leggerli tutti ma sarebbe stato davvero impossibile..!

  3. RoKKo77

    Franco Caputo rispondo brevemente a due cose per evitare che ci si dilunghi molto su queste note di negatività che da tre giorni suonano contro alcuni aspetti organizzativi, punto primo, noi dell’associazione non rispondiamo alle provocazioni su un sito internet,quindi non insinuare che queste parole sono degli organizzatori perchè non è vero, punto secondo, mio nonno Isaia Gallipoli faceva il cucibocca e MAI ha detto che il cucibocca era una figura di carnevale bensi mi ha sempre raccontato che il Cucibocca fosse una figura natalizia, e penso che la verità di una persona piu anziana di me e te valga forse molto di piu di verità mai provate.

    Rocco D’Elicio

    1. Wiseman

      vi giro una mail che mi è appena arrivata dal New Jersey -USA-, da un famiglia di amici che risiede lì:

       

        Mi sono divertita tanto a vedere il carnevale montese, Devo dire bravi alle persone che si sono impegnati, capisco quanta bravura e quanto lavoro c’e’ voluto nel preparare una cosa del genere. Insomma fra feste e festicciole c’e’ sempre da divertirsi.
      Ti ringrazio tanto per farmi partecipare (se pur da tanto lontano) a questi eventi che si svolgono nel nostro paese. Ora voglio dirti cosa ho fatto: Il sito l’ho spedito a Giovanna e Maria, loro sono insegnanti di scuola, Giovanna e’ insegnante d’Italiano
      alle scuole medie, cosi’ ha mostrato agli studenti il carnevale montese (in quanto fa sempre parte della cultura italiana.) Lei mi ha telefonato dicendomi che e’ stata una buona idea e che gli studenti erano molto entusiasti.Quindi grazie anche da parte sua. 
      Ora non mi resta che salutarti insieme a tutta la tua famiglia, anche da parte della mia

       

Rispondi a

Info sull'Autore

io sono quello che faccio

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi