LA NUOVA FINANZIARIA—IL RITORNO DI ROBIN HOOD DI MEL BROOKS

Il testo della nuova finanziaria mi ha fatto ricordare
un film di quel buon Tempone di Mel Brooks… Robin Hood “un uomo in calzamaglia”
Perchè questo somiglianza…
C’è una scena nel film, in cui Robin Hood entra in una casa di poveri e lascia un sacchetto di monete e dice…io sono Robin Hood… Prendo ai ricchi per dare ai Poveri… Il padre di famiglia dice… Siamo RICCHI…allora Robin entra Nuovamente nella casa è ripete la battuta di prima, sottraendo ciò che aveva dato…
Cambiando l’ordine degli addendi il risultato non cambia…
Vi lascio libera interpretazione…
e ampio margine di discussione
Cosa nè pensate???
Piccole spigolature presenti del nuovo documento
1) Aumento dell’alcisa sul diesel:
è stato calcolato che per ogni 1000 Litri vi sarà un aumento di circa € 420,00;
2) Aumento della tassa di circolazione auto in media
del 10,50%, da questo provvedimento sono escluse le auto euro 4 anzi 2 anni di bollo gratis.
3)Aumento degli indici catastali (con relativo aumento ICI)
4)Tagli a gli enti locali..
Quindi i comuni saranno autorizzati ad aumentare ICI e Tassa RSU ed altre imposte dirette ed indirette
-Quindi servizzi mensa per le scuole, trasporti ed asili nido…
5) Sanità Introduzione del Tiket al pronto soccorso…
etc…
Che non mi vengano a dire che con il gioco delle deduzioni sulla dichiarazione dei redditi, vanno a coprire le uscite…
SECONDO ME cosa si profilerà:
Aumento dei costi alla produzione, aumentando il costo della nafta aumenterà il costo del trasporto e di produzione di un bene o di un servizio, che ne pagherà le conseguenze il consumatore finale…
Altro che sviluppo…. si profila una nuova stagione di stagnazione economica…
Non entro nel merito della discussione del cuneo fiscale inquanto favorisce solo le grandi imprese…
la mia è una semplice riflessione di un consumatore…


Commenti da Facebook

3 Commenti

  1. RoKKo77

    Disse Berlusconi quando apprese della sua sconfitta, “mi rimpiangerete” e cosi è!poveri noi poveri noi, quante tasse!è grave la situazione, piu grave di come sembra!altro che robin hood, si toglie ai ricchi comuni per regalare a montezemolo e ai capricci dei sindacati solo per tenerli zittiti ma intanto a pagare saremo tutti indistintamente!cosa vuoi che importi che tolgono alle auto di NUOVA immatricolazione il bollo per cinque anni?per comprare un auto ci vogliono I SOLDI!il poveretto che ha speso 500 euro per comprarsi la fiat uno scassata dovrà aspettarsi un aumento di bollo!a questo chi ci pensa?nessuno?altro che finanziaria per dare ai poveri!

  2. Francy Lomonaco

    Da sempre ci hanno indotto a pensare che l’altalena dei prezzi e la necessità delle “tasse” fosse causata dallo scontro quotidiano tra “Padroni” e “operai”. Tra imprenditori del privato e i loro dipendenti.

    Non è così.

    Io ho imparato a conoscere e interpretare un’altro punto di vista.

    Esiste una rivoluzione che dobbiamo imparare ad affrontare è la Rivolta dei Produttori del privato contro la classe burocratica e i suoi padroni/padrini: i parassiti statalisti.

    A nessuno politico conviene ragionare seriamente su questo punto. Perchè il Palazzo e la annessa servitù contribuiscono alla conservazione del Potere.

    Ma prima o poi a tutti sarà chiaro che la vera classe parassitaria e sfruttatrice è la classe “burocratica” (che assorbe e depreda 2/3 del nostro reddito).

    Provate a rispondere:
    dell’Intera “Finanziaria” che percentuale destinereste all”apparato” dello Stato?

    Vi fornisco tre opzioni:
    1. 20%
    2. 50%
    3. 80%
    La soluzione è semplice.

  3. LomFra

    Grazie Franco x l’apporto della tua considerazione sull’impiego delle fonti del Governo… grazie soprattutto a titus ke con forza tira fuori l’argomento! Abbiamo però dimenticato altri ‘piccole’ cose: (Premetto ke non ho fatto nessuna distinzione tra bene e male, ritenendo ke siamo tutti capaci di comprendere le linee generali) 1- Tagli alla scuola, (in netto contrasto con un altro punto del famoso “programmino” giallo di campagna elettorale) 2- Modifiche negli studi di settore, che porteranno attività economiche dello stesso tipo, ma con differenti Utili a pagare in egual misura! 3- Trasferimento del Tfr all’Inps, (un altra forma di controllo statale sulle imprese e sui dipendenti che in materia di Tfr erano Molto relativamente Autonomi, e potevano richiedere una parte del Tfr anticipatamente in alcuni casi di investimenti prima casa, o spese urgenti) 4- Agevolata energia Eolica (con incentivi per l’uso di tali fonti) 5- Aumento Iva sulla benzia per (FATE ATTENZIONE) ISTITUIRE INFRASTRUTTURE ENERGETICHE PER RIDURRE IL COSTO DELL’ENERGIA PER LE FASCE PIU DEBOLI ( e che vuol dire??? qualkuno è capace di istituire infrastrutture energetiche a basso costo da fornire solo alle fasce deboli?… parole parole parole). Per me di concreto c’è solo l’aumento IVA, però cè la parola FASCE PIU’ DEBOLI che fà presa sull’opinione pubblica… 6- 4,4 mld di euro stanziati per rinnovo contratti pubblico impiego (e vai ke l’apparato burocratico s’ingrossa, e vai che fame di tasse, e vai con il clientelismo) 7- Irpef prevede cinque aliquote 23% fino a 15mila € – 27% oltre 15 / 28 mila € – 38€ dai 28 / 55 mila € – 41% per i 55 / 75 mila – 43% oltre 75 mila € (valutate voi) 8- Tassa sul turista… (per favorire uno dei settori trainanti del paese, ma bravi, complimenti… che non si sappia all’estero però) 9- Pacchetto anti-evasione (si tratta di misure di controllo che colpisco chi acquista autoveicoli dall’estero, cede prestazioni lavorativo o beni strumentali… e? ma? non mancano i redditi alle caiman, le finanziarie, le controllate?… tutte quelle manovrine di qualke Migliaia Di MILIARDI DI euro?… e si i veri evasori sono quelli che comprano le auto all’estero – e qui vorrei IASTMA’) 10- Scuola, Libri a noleggio fino a 16 anni e fondi l’innovazione tecnologica (acquisto pc)! A fronte dei tagli del punto 1. 11- Fondo competitività, cuneo fiscale, di cui usufruiranno soprattutto le aziende con più di 15 dipendenti. 12- Stop Alcolici ai minorenni e sugli autogrill

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi