Bando del comune di Montescaglioso per la vendita di immobile

Complesso immobiliare sede dell’ex mattatoio e dell’autoparco comunale

Montescaglioso Il Sindaco facente funzioni geom. Vincenzo Zito ed il responsabile del Settore Lavori Pubblici, ing. Pier Paolo Nobile, rendono noto che, in esecuzione del vigente Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari approvato con deliberazione di Giunta Municipale n° 48 del 15.04.2010, Delibera di Consiglio Comunale n. 22 del 30 luglio 2010 e della propria determinazione n° 22/LL. PP. del 01 febbraio 2011, è stata indetta un’asta pubblica con il metodo della gara al rialzo, per la vendita del complesso immobiliare sede dell’ex mattatoio e dell’autoparco comunale in Viale Aldo Moro (Fg. 19, p.lle 165 e 166 catasto terreni e Foglio 19 p.lla 165 catasto fabbricati), immobile di proprietà del Comune di Montescaglioso. Il complesso immobiliare è costituitoda un’area della superficie complessiva di mq 4.386,ubicata nella zona S1 del vigente Programma di Fabbricazione destinata a zona per attrezzature, servizi ed impianti di carattere generale. La normativa è quella della zona in cui ricade (zona D1), che ha la prescrizione urbanistica di Zona per insediamenti produttivi. Sono ammesse solo costruzioni per attività artigianali e di piccole industrie manifatturiere non nocive, mentre non è consentita l’edificazione a scopo residenziale, salvo i locali di abitazione per custodi e simili. Le norme di zona sono: superficie coperta massimo 1/3 della superficie complessiva; altezza massima metri 9,00; distanza dai fili stradali pari all’altezza; distanza dai confini pari ad un mezzo dell’altezza; indice di fabbricazione 3,00 mc/mq. All’interno della stessa area insistono gli edifici: ex mattatoio comunale della superficie coperta di mq 693,5; autoparco comunale della superficie di mq 450. L’ex mattatoio comunale ha una struttura portante mista in muratura, costituita da tufo calcarenitico e calcestruzzo cementizio armato; l’autoparco comunale è, invece, costituito da un capannone industriale in struttura portante di calcestruzzo cementizio armato prefabbricato. Si precisa che è in corso di accatastamento il capannone industriale. Tale accatastamento dovrà essere ultimato a cura del Comune prima del trasferimento dell’immobile stesso. L’area su cui insiste il complesso immobiliare è sottoposta a vincolo idrogeologico ai sensi del R.D. 3267 del 30.12.1923.
Il prezzo a base d’asta è di € 473.490,00 (euro quattrocentosettantatremila-quattrocentonovanta/00); la disponibilità dell’immobile è immediata. Per partecipare alla gara, i concorrenti dovranno far pervenire all’Ufficio Protocollo del Comune di Montescaglioso, a mezzo raccomandata del servizio postale, ovvero mediante agenzia di recapito autorizzata o per consegna a mano, non più tardi delle ore 12 del giorno 30 aprile 2011 (giorno precedente a quello fissato per la gara), pena l’esclusione, un plico chiuso sigillato con ceralacca e controfirmato sui lembi di chiusura recante i dati del mittente (nome, cognome, indirizzo) e la seguente dicitura: “Asta pubblica per la vendita del complesso immobiliare sede dell’ex mattatoio e dell’autoparco comunale (Fg. 19, p.lle 165 e 166 catasto terreni e Fg. 19 p.lla 165 catasto fabbricati).
Il plico deve contenere al suo interno 2 buste, a loro volta sigillate con ceralacca e controfirmate sui lembi di chiusura, recanti l’intestazione del mittente e la dicitura, rispettivamente, “A – Documentazione” e “B – Offerta economica”. Nella busta “A” devono essere contenuti, a pena di esclusione, la domanda di partecipazione alla gara redatta in carta semplice, con firma non autenticata, in conformità al modello “Allegato 1”, con fotocopia di un valido documento di riconoscimento del soggetto firmatario; la ricevuta del versamento della Cauzione di € 9.469,80 (euro Novemilaquattrocentosessantanove/80), pari al 2% del prezzo a base d’asta, effettuato presso l’economo comunale; la cauzione sarà restituita ad avvenuto espletamento della gara ai partecipanti non aggiudicatari.Nella busta B” devono essere contenuti, a pena di esclusione, i documenti relativi all’Offerta Economica, di importo superiore al prezzo a base d’asta, redatta, in competente bollo e debitamente sottoscritta, in conformità al modello “Allegato 2”.
L’asta pubblica si terrà nella sala giunta del municipio di Montescaglioso sita in Montescaglioso in Via Cosimo Venezia n. 1 alle ore 10 dilunedì 02 maggio 2011 con il metodo dell’offerta segreta, in aumento con esclusione delle offerte in diminuzione o pari al prezzo base indicato nel presente Avviso d’asta. La vendita avverrà a corpo e non a misura nella consistenza e stato di fatto attuale dell’immobile, che l’Amministrazione si impegna a conservare sino alla data dell’atto di vendita all’acquirente. Contestualmente all’atto di vendita dell’immobile, saranno trasferiti all’acquirente i diritti di possesso, di godimento e di ogni altro onere, ivi compreso quelle di servitù attive e passive, eventualmente gravanti sul bene. Per quanto non espressamente previsto dal presente Avviso, si fa riferimento alle Leggi in materia. Per ogni ulteriore informazione relativa alle vendita dell’immobile, per la visione degli atti esistenti e la effettuazione di eventuali sopralluoghi, gli interessati potranno contattare il Dott. Ing. Pier Paolo Nobile, Capo Settore Lavori Pubblici e Responsabile del procedimento, durante l’orario d’ufficio.


Commenti da Facebook

7 Commenti

  1. ant

    Raramente avevo visto un’Amministrazione Comunale  “disfarsi” (considerato il prezzo che andrà sicuramente al ribasso) di un bene così importante per l’intera comunità a qualche settimana dalle elezioni comunali nonchè, cosa ancora più grave, in una situazione di rappresentatività limitata dovuta al fatto che non vi è un sindaco eletto ma un facente funzioni che per prassi istituzionale dovrebbe limitarsi agli atti di ordinaria amministrazione. Personlmente lo ritengo molto scorretto, per non dire gravissimo. Fatta questa premessa, se fossi amministratore agirei al contrario. Quella dell’ex mattatoio comunale è struttura che non produce certamente costi ma può diventare una risorsa economica, culturale e sociale fondamentale per Montescaglioso. Il senso di responsabilità avrebbe imposto quanto meno l’apertura di un dibattito costruttivo e propositivo con la cittadinanza e, soprattutto con i giovani, al fine di vagliare soluzioni alternative ed innovative per quella struttura. L’appello forte che si può lanciare anche dal sito è quello di sospendere l’Avviso, mi sembra il minimo per adesso.

  2. DomenicoSantarcangelo

    Cari amici di Montenet e cari cittadini, stiamo assistendo ai colpi di coda e…… di testa di un amministrazione che negli  ultimi dieci anni ha prodotto molti disastri e pochissimi benefici per la nostra comunità.

    Vendere pezzi di patrimoni comunali, non è certo motivo d’orgoglio per un amministrazione, farlo poi a 15 giorni delle prossime elezioni amministrative direi che è quasi diabolico e senza dubbio da irresponsabili soprattutto, se chi mette in vendita l’immobile, non è colui che è stato legittimamente eletto dai cittadini ma un facente funzioni cioè colui che in modo responsabile, dovrebbe guidare l’amministrazione fino alle prossime elezioni occupandosi di ordinaria amministrazione.

    Ritengo che a seguito di questo modo di amministrare arrogante, prepotente e da irresponsabili si tradisce la fiducia data dai cittadini.

    Non sarebbe interessante visto il gran risalto dato al Carnevale Montese destinare quella struttura che si presta benissimo ad un laboratorio per cartapestai montesi?

    Non basta solo un cartello all’ingresso del paese ( Montescaglioso Città del Carnevale) per sviluppare un attività che potrebbe diventare un sbocco occupazionale per alcuni nostri ragazzi.

    In alternativa si potrebbe  dotare finalmente il nostro comune di un piccolo mercato coperto destinato ai commercianti locali……sentiamo spesso dire che il commercio montese sta morendo….proviamo a salvarlo.

    Come cittadino Montese invito gli amministratori a fare un’attenta riflessione su questa iniziativa e pensare di fare un passo indietro….. a beneficiarne sarà tutta Montescaglioso.

    Un grazie a chi vorrà dire la sua sull’argomento

    Domenico Santarcangelo

    1. giuse

      Vedete che un legge dice che  se un bene pubblico non viene usato come il nostro mattatoio deve essere venduto. A Monte infatti non viene usato e quindi vendendolo si puo costruire la piscina comunale che sarebbe molto utile per la comunità.

  3. DomenicoSantarcangelo

    Noi parliamo senza sapere????

    Forse noi parliamo perchè qualcosa la sappiamo. La fretta spudorata con la quale si sta tentando di vendere una struttura così importante è dattata da un solo motivo…….INTERESSI.

    Se malauguratamente l’operazione dovesse andare in porto, al posto del mattatoio ci ritroveremo un gran bel SUPERMERCATO alla faccia di tutti quei commercianti montesi che da anni sacrificano la loro vita e danno lavoro ai montesi.

    Noi sappiamo benissimo che qualche imprenditore della grande distribuzione della vicina Puglia è morbosamente interessato alla struttura non certo per farci una piscina o un centro polivalente per ragazzi, non certo per farci un laboratorio per cartapestai, non certo per farci strutture che guardano verso quelle politiche sociali oramai cancellate non certo per fare tutto questo, ma per farci semplicemente una macchina da soldi che in breve tempo darà una bella accellerata alla chiusura di qualche altra attività presente da anni a Montescaglioso.

    Noi non parliamo senza sapere voi piuttosto per quanto tempo ancora vi farete buttare fumo negli occhi??????

    Cool

    Buona Pasqua a tutti

  4. webmaster

    Il Sindaco facente funzioni Vincenzo Zito ha reso noto che in data 2 maggio 2011 si è proceduto all’aggiudicazione dell’asta relativa alla vendita del complesso immobiliare sede dell’ex mattatoio comunale: hanno partecipato tre ditte, una delle quali è poi stata esclusa. La ditta Scialpi Lucia (Montescaglioso) si è aggiudicata l’asta: la vendita avverrà al prezzo di Euro 527.325,81, con la somma di Euro 53.835,81 superiore al prezzo d’asta, che era stato fissato nella somma di Euro 473.490,00.    

    02.05.2011                                     Ufficio Comunicazione Comune di Montescaglioso 

    1. Wiseman

      non entrerò nel merito della opportunità di vendere o meno l’ormai ex mattatoio.

      Personalmente, devo dire che mi ha fatto piacere che a partecipare siano stati 3 imprenditori locali, dei quali, uno è stato escluso, sembra per incompletezza di documentazione.Le due aziende, che hanno partecipato all’asta, sanissime anche se di diverso settore, erano entrambe meritevoli dell’aggiudicazione…..è andata così! voglio complimentarmi con tutta la famiglia della sig.ra Lucia, imprenditori molto stimati e grandi lavoratori. AUGURI

Rispondi a

Info sull'Autore

io sono quello che faccio

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi