ScaglioSound Festival

Dove: Villa du’ Gran Jarden C.da Costa del Fico (nei pressi del LIDL) Montescaglioso (MT)

Alla sua prima edizione, lo SCAGLIOSOUND Festival nasce per affermarsi sin da subito come uno degli eventi musicali di riferimento in Basilicata e nel Sud Italia!

Con due serate, una interamente dedicata al Reggae e la seconda Folk-Rock, il 12 e 13 Agosto vedrà alternarsi sul palco dello SCAGLIOSOUND numerose band italiane ed artisti internazionali, quali:

– i nostrani KRIKKA REGGAE con “Liberati”, il nuovo album appena pubblicato..

– i salentini BOOM BOOM VIBRATION, reduci dall’incisione del loro ultimo album “Vibra Unica” (pubblicato il 31/05/2011) presso gli studi jamaicani di Alborosie, che ne ha curato la produzione artistica.

– Ospite internazionale d’eccezione, al fianco dei suddetti B.B.V., sarà il cantante reggae californiano JAH SUN (USA)!

– i senesi MARLA SINGER tingeranno di Rock il Festival sulla scia del successo dell’album “Tempi di Crisi”, da cui è estratta la bellissima cover dei Beatles “Eleanor Rigby” prima nella classifica di Virgin Radio!

– l’irresistibile banda dei FOLKABBESTIA, in tour per presentare e diffondere il loro ultimo album “Girano le pale”.

E inoltre…

Live:
Melting Pot – Reazione Cinica – Ethn’n’Roll – GialloOdio

DJ Set:
Gianpy & Sista Vanessa with Ras G – Saldone Crew – Boomblaster Sound – Roots’n’Stones – Natural Sound – Kianka Town – Fluchanka Selecta – Ale Dj – Gigi Cavallo.

Area Campeggio… 3 Aree Parcheggio… Drink & Food Areas… Spazi Espositivi… Buskers… Installazioni d’Arte… e tantissimo altro!!!

E le sorprese non finiscono qui… per cui restate sintonizzati e cominciate sin da subito a spargere la voce: il 12 e il 13 Agosto 2011 tutti a Montescaglioso per il grandissimo evento dell’estate!!!
Siete i benvenuti allo SCAGLIOSOUND 2011! 



Commenti da Facebook

11 Commenti

  1. Contro2o

    13 agosto @


    E’ confermata la presenza al Festival dei Marla Singer… the rock side of ScaglioSound!

     

    I MARLA SINGER nascono a Siena nel 2002, vincono Sanremo Rock nel 2003, pubblicano il loro primo album omonimo nel 2004 (Artenativa/Homework/Venus) e lo promuovono con un tour di 30 date organizzato da Barley Arts. Il loro primo singolo ‘Senza Luce e Colore’, entra nelle playlist di tutte le radio indipendenti, mentre il videoclip del brano va in rotazione su MTV, ALLMUSIC,ROCK TV. Durante il tour i MARLA SINGER aprono per THE CURE ed ALTER BRIDGE, entrando poi a far parte del cast del FLIPPAUT FESTIVAL 2005 con AUDIOSLAVE, PRODIGY, SLIPKNOT, CHEMICAL BROTHERS, MOBY.

    Nel 2007, interrotto il rapporto discografico e manageriale con Artenativa/BarleyArts, i MARLA SINGER entrano in studio per la produzione del secondo album, guidati dall’amico, collaboratore e produttore (già dal primo album) LUCA PERNICI (Ligabue, Il Nucleo, Rio, Ah Wildness!, Fragment Orchestra, Madreblu, Maffia sound System).

    Nel corso della frammentata produzione dell’album, i “MARLA” vivono importanti esperienze professionali parallele: il chitarrista COSIMO “ZANNA” ZANNELLI suona con PIERO PELU’ per la promozione dell’album ed il relativo ‘Fenomeni’ tour 2008-2009 (elettrico nelle piazze e nelle arene, acustico nei teatri). Cosimo affiancherà Piero anche nell’Acquasantissima Tour 2009, che vedrà la partecipazione degli ACQUARAGIA DROM.

    ALESSANDRO GUASCONI (bassista e co-produttore dei Marla) produce invece il cantautore rock, terzo classificato del primo X-FACTOR, EMANUELE DABBONO, suonando il basso nei TERRAROSSA, la band che lo accompagna in studio e dal vivo.

    TEMPI DI CRISI, secondo album dei MARLA SINGER, è uscito il 23 Aprile 2010 su etichetta HorusMusic/Homework, distribuito da Audioglobe in formato fisico, da Believe Digital in formato digitale. Un album rock in italiano (2 episodi in inglese) classicamente moderno che indaga i motivi sociali e psicologici di questa fantomatica odierna ‘crisi’, auspicando la riscoperta del gusto per la semplicità tipico della vita ‘provinciale’ come possibile via d’uscita.

    Ha collaborato alla realizzazione di alcuni brani dell’album ANDREA ZANICHELLI (Il Nucleo). L’uscita dell’album è stata anticipata dal brano AMPLIFICAMI (nato proprio dalla collaborazione con Andrea Zanichelli), regalato a tutti gli iscritti all’appena nato Web Street Team.. La band ha infatti deciso di coinvolgere il più possibile i fans nel nuovo corso.. Gli street teamers più attivi hanno ricevuto in regalo TEMPI DI CRISI direttamente dalla band… La rete ed i social network in particolare sono diventati il terreno attraverso cui i Marla comunicano con chi li segue.. Ed il ‘popolo della rete’ risponde ogni giorno in maniera sempre più convinta e numerosa. La comunicazione è diretta e colloquiale, ogni piccolo passo viene condiviso…

    Promosso nei canali ufficiali da LUNATIK, il primo singolo ufficiale estratto da Tempi di crisi, dal titolo È TEMPO, ha visto il relativo videoclip realizzato da FRANCESCO GUASCONI, filmaker ma soprattutto cantante della band. Il brano ha ottenuto un notevole riscontro nelle playlist delle radio indipendenti ed il video è andato in rotazione su ROCK TV e MATCHMUSIC TV; parallelamente la band ha organizzato un mini tour promozionale fra club e radio. In tale frangente il tastierista EMILIO “MILLO” SAPIA ha deciso di non accompagnare più dal vivo la band.

    Lo spirito di ‘autogestione’ dei “MARLA” e la qualità della loro musica cominciano ad attirare sempre più le simpatie degli addetti ai lavori. La cover di ELEANOR RIGBY dei BEATLES, estratta da Tempi di Crisi viene inserita nella playlist di VIRGIN RADIO. Utilizzato anche nei jingle della radio, dopo oltre 4 mesi di presenza e 11 settimane nella classifica dei TOP 20, l’11 Settembre 2010 il brano raggiunge il n.1 della VIRGIN CHART, ponendo definitivamente il rock  ‘mainstream’ ma assolutamente ‘artigianale’ dei MARLA SINGER alla ribalta nazionale. La settimana successiva Eleanor Rigby rivisitata dai MARLA SINGER si conferma al n.1 della VIRGIN ROCK CHART.

    A Dicembre 2010 è uscito il nuovo singolo estratto da TEMPI DI CRISI, un vero e proprio 45 giri digitale con i brani BRUCERÒ ed ESPLODO DI VITALITÀ, in vendita su ITunes e tutte le piattaforme digitaliIl videoclip di ESPLODO DI VITALITÀ, con la regia del giovane emergente ADRIANO GIOTTI, viene messo online il 2 Febbraio 2011 e va in rotazione su ROCK TV e molte WEB TV. Nel frattempo la band lancia una nuova iniziativa indipendente per il rilancio della musica inedita dal vivo con il WEB LIVE NETWORK (info sulla omonima pagina su http://www.marlasinger.net).

    La cover di Eleanor Rigby viene inoltre messa in vendita nelle compilation ‘Top of the Charts 2010’ con i migliori artisti dstribiti dai Believe Digital e Virgin Style Rock Vol.4,distribuita da Sony Music e contenente il ‘best of” in rotazione su Virgin Radio nel 2010.

    Discografia

    ALBUM UFFICIALI:

    – (Carisma) Demo (2001)

     

    – Marla Singer (2004)


     

     

    – Tempi di Crisi (2010)

     

    COMPILATION:

    – Top of the Charts 2010 – by Believe Digital (2010)

    – Virgin Style Rock Vol.4 – by Virgin Radio e Sony Music (2011)

     

    http://www.marlasinger.net

  2. Contro2o

    Krikka Reggae

    12 agosto @

    Puoi ascoltare in streaming 4 brani del nuovo album “Liberati” cliccando qui.
    Ecco il link al nuovo videoclip della KRIKKA REGGAE uscito in anteprima sul sito di XL di Repubblica.
    BREVE NOTA BIOGRAFICA
    La band nasce nell’estate 2001 in occasione di feste e dance hall, in Basilicata, sulle spiagge della costa jonica.
    L’uso del dialetto e la rielaborazione della musica giamaicana sono elementi che generano un impulso creativo spontaneo nei ragazzi della KRIKKA REGGAE che, in pochissimo tempo, riescono a comporre un consistente repertorio di brani originali da suonare dal vivo.
    Nei primi anni di attività il gruppo matura notevolmente e i risultati sono tangibili.
    Nel 2004, la KRIKKA REGGAE si aggiudica l’Italian Reggae Contest – promosso dal Rototom Sunsplash – come migliore gruppo emergente italiano. Nel corso dell’estate suona in diversi festival precedendo i concerti di importanti artisti nazionali ed internazionali (Buju Banton, Sud Sound System, Bandabardò, Africa Unite, Junior Delgado,..) .Nello stesso anno, tra le band selezionate in ogni regione di Italia, vince il premio Fondazione Arezzo Wave Italia consistente nella coproduzione e nella distribuzione di un disco.
    Il primo album della KRIKKA REGGAE esce a maggio 2005 (Ondanomala Record/Arezzo Wave distr.Edel). Il titolo è una chiara dichiarazione d’intenti “DA MO’ S’AVAL”, che in dialetto bernaldese vuol dire “adesso si fa sul serio”.
    Il tour 2005/2006 registra consensi ovunque, offre l’opportunità al gruppo di avere visibilità sui media nazionali e di esibirsi davanti a grandi platee (Arezzo Wave, Rototom Sunsplash, Salento Summer festival, Pollino Music festival, l’Acqua in testa, Istria in Reggae, …) .
    A novembre 2006, la KRIKKA REGGAE dà inizio alla collaborazione con l’etichetta Etnagigante di Roy Paci che cura la supervisione artistica del secondo disco, “NA’ SOLUZION” (Etnagigante/V2 distr. Edel). “NA’ SOLUZION”, pubblicato a giugno 2007, vede la partecipazione dello stesso Roy Paci alla tromba e all’arrangiamento della sezione fiati dell’intera produzione e, nel brano “Strategia della Paura”, di Don Rico e Terron Fabio, voci dei Sud Sound System.
    Il disco è recensito positivamente su varie testate nazionali ed è in rotazione radio in tutta la penisola; il videoclip del singolo -“Na Storia”- è trasmesso su All Music e gode di un’ampia diffusione sul web; in estate la band è ospite in diretta tv su Rai 2.
    Il tour di presentazione dell’album caratterizza la seconda parte del 2007 e tutto il 2008.
    La KRIKKA REGGAE, in occasione di festival di interesse nazionale ed internazionale, si esibisce nello stesso contesto di artisti come Joe Zawinul, Skatalize, Bad Manners, Roy Paci & Aretuska, Elio e le storie tese, Caparezza, Morgan Heritage, Capleton, ,…
    A settembre 2008, la band suona a Brasov in Romania, in diretta televisiva sulla principale rete nazionale, in qualità di ospite del Golden Stag Festival (Cerbul de Aur) .
    Dall’inizio del 2009 la KRIKKA REGGAE è stata impegnata sia in tour che nella produzione del terzo album “LIBERATI” in uscita a marzo 2011 (Etnagigante Ingegni- distr. Goodfellas).
    “LIBERATI” annovera la partecipazione di Roy Paci, Bunna (degli Africa Unite), Nando Popu (dei Sud Sound System), Mama Marjas, Macro Marco, Franziska. Rankin’ Lele & Papa Leu, Hubu, Tonico 70“…. Nelle 15 tracce di LIBERATI la band lucana si mantiene coerente alle sue radici ma espande i propri limiti espressivi con composizioni più mature rispetto al passato e con arrangiamenti più incisivi ed elaborati.
    Krikka Reggae è una roots reggae band nel senso ampio del termine: roots significa radici e le loro radici affondano nella genuinità del loro dialetto che diventa nella loro voce un testimone del nostro tempo, una denuncia delle ingiustizie, della violenza, delle guerre, una lancia contro la mediocrità e la superficialità generale che ci circonda….. ”
    FORMAZIONE:
    Manuel Tataranno _ voce
    Simone Cammisa _ voce
    Dino Dibiase _ chitarra
    Enzo Rubino _basso
    Gianpaolo Ninno _ tastiere
    Franco Magliocca _ batteria
    Ivano Greco _ tastiere

     

    KRIKKA REGGAE DISCOGRAFIA

    ALBUM:
    Giugno 2005
    DA MO’ S’AVAL (Arezzo Wave/Ondanomala records – distr. Edel)
    Accedi per rispondere
  3. Contro2o

    iFOLKABBESTIA!

    13 agosto @ Scagliosound

     


    Presentazione Folkabbestia

     I Folkabbestia sono una vera festa itinerante, un viaggio su una sedia a dondolo tra territori balcanici, paesaggi irlandesi e calore pugliese. Ogni loro concerto è un’immersione nella tradizione italiana, stropicciata con fantasia, ironia e mutazioni stilistiche che spaziano dal folk al rock, dalla canzone d’autore a quella popolare, dallo ska al punk. Le loro spruzzate di colore strumentale in spregiudicata intensità melodica fanno sobbalzare di allegria tra danze sfrenate e baldoria di piazza. Da oltre dieci anni suonano per la gente, regalando attimi di gioia con la loro schiamazzante urgenza espressiva. Sono entrati nel “Guinness dei primati” come detentori del record per l’esibizione musicale più lunga del mondo, suonando la stessa canzone per 30 ore di seguito. Se volete lasciar scorrere energia e passione, fatevi travolgere dai Folkabbestia!

     

    Alcune note biografiche

    Sono parecchie le curiosità da ricordare quando si parla dei Folkabbestia, dalla ormai famosa “30 ore”, esibizione ininterrotta della stessa canzone per entrare nel Guinness dei primati, tenuta presso l’Auditorium Demetrio Stratos a Milano e trasmessa in diretta da Radio Popolare, alla partecipazione di prestigio come la diretta del settembre 2003 per la BBC da Milano durante l’incontro per le qualificazioni mondiali di calcio Italia – Galles, alla colorita performance al Mantova Musica Festival del 2004 dove i “nostri” si presentano vestiti da carte napoletane, al concerto a sostegno dei lavoratori della Fiat Sata di Melfi (PZ), alla marcia per la pace Perugia-Assisi, al concerto per il Social Forum Europeo tenutosi a Firenze nel 2002, al Festival Interceltico di Lorient (Francia), al Mostar Intercultural Festival (Bosnia), ad Arezzo Wave,  a Santarcangelo dei Teatri, al Raduno di Caterpillar fino ad un tour “tedesco” con tappe in Germania, Svizzera, Austria che culminano in uno strepitoso concerto al Zapata Cafè di Berlino. Nel settembre 2005 vengono anche invitati da Luciano Ligabue a suonare al mega concerto del campo volo di Reggio Emilia e con l’uscita di ”25-60-38” i Folkabbestia raggiungono l’apice delle collaborazioni prestigiose duettando con Franco Battiato nel rifacimento de “L’avvelenata” di Francesco Guccini, e con  Caparezza ed Erriquez (Bandabardò) in “3 Briganti e 3 somari”. Nel 2006 vincono il “Premio Carosone” e nel 2008 il premio “Matteo Salvatore”. Nel 2008 esce il loro ultimo album “Il segreto della felicità”. Le canzoni “Il segreto della felicità” e “Potere alla poesia” vanno in rotazione in numerose radio ed entrano nella classifica dei dieci brani di artisti indipendenti più trasmessi dalle radio italiane. La canzone “Il sogno di Mhedy” è candidata al Premio Amnesty Italia 2009. I folkabbestia stanno preparano il loro nuovo album che sarà pubblicato nel corso del 2010.

     

    Discografia

    2010 “Girano le paleSunny Cola / Universal 


    2008 “Il segreto della felicità” – UPR/EDEL

     

    2006 “25 60 38 Breve saggio sulla canzone italiana” – UPR/EDEL

     

    2005 “’Perche, 44 date in fila per tre col resto di due” – UPR/EDEL

     

    2003 “Non è mai troppo tardi per avere un’infanzia felice” – UPR/EDEL

     

    2000 ”Se la rosa non si chiamerebbe Rosa, Rita sarebbe il suo nome”- UPR/VENUS

     

    1998 “Breve saggio filosofico sul senso della vita”- AUTOPRODOTTO

     

    I Folkabbestia sono:

    Lorenzo Mannarini: Voce e Chitarra

    Francesco Fiore: Basso Elettrico

    Nicola De Liso: Batteria

    Piero Santoro: Fisarmonica e Cori

    Simone Martorana: Chitarra e Cori

    Giorgio Distante: Tromba

     

    http://www.folkabbestia.com

  4. Contro2o
    BooM BooM Vibration feat Jah Sun (USA)
    12 agosto @ Scagliosound
     

    BOOM BOOM VIBRATION “Vibra Unica”Il nuovo album prodotto da Alborosie

    1) Intro by Alborosie
    2) Vibra Unica
    3) Dem Know
    4) Io che ti ho detto no
    5) Real love feat Après la Classe
    6) I’ll be there feat Sandy Smith
    7) Police and Thieves with Junior Murvin
    8) Non e’ colpa mia
    9) Save my soul
    10) Al di là dell’apparenza
    11) La puoi amare
    12) I like feat Cecile
    13) Salentown
    14) Dub Rumors feat Alborosie


    Non e’ mai capitato che Alborosie facesse da padrino e producesse un gruppo reggae italiano. Questo oggi e’ accaduto alla Boom Boom Vibration:

    “I boom boom Vibration mi hanno colpito per la loro semplicita’ ed umilta’, assomigliano al reggae umile, semplice e profondo allo stesso Tempo.
    Con loro non ho dovuto spendere parole inutili, tutto e avvenuto naturalmente attraverso quel mistico feeling che ci unisce sotto lo stesso suono.
    Lavorare con loro mi ha ricordato da dove vengo e dove sto’ andando…
    GraZie boomboom”  

    Alborosie

    Il disco e’ un concentrato di NewRoots allo stato puro, il basso ed il calore della Jamaica oltrepassa le casse dell’hi-fi e arriva direttamente al cuore.
    Un disco suonato e mixato negli studi di Kingston a casa di Alborosie, un disco che parla del Salento, che parla della nostra attualita’, ma che anche ci fa evadere e ci permette un viaggio verso terre incontaminate e spiagge caraibiche.

    I brani sono nati tra le spiagge di Portmore e di Port Antonio e nella casa di Kingston a Paddington Terrace, ispirati dal  profumo della Jamaica, dalle persone incontrate e dai suggestivi luoghi visitati.
    Amore per la musica e vita vissuta   si mescolano con l’attualità denunciando un sistema che mostra sempre più contraddizioni e che può essere colpito al cuore con il messaggio positivo del reggae. L’esperienza in Jamaica ha marcato le liriche e le tematiche in modo indelebile spaziando tra i sentimenti più puri della I-tal flow, caratteristica essenziale per poter comprendere a fondo una cultura dalle antichissime radici. La Jamaica e i jamaicani hanno anche portato la band a prendere un ulteriore decisivo e fondamentale passo: il cambio del nome in Boom Boom Vibration.

    Compagni di viaggio sono gli Après la classe, Sandy Smith, Cecile, Alborosie e la leggenda del reggae mondiale Junior Murvin, che con la sua cover di “Police & Thieves”, ricantata nel 2011, da un tocco di immortalita’ a tutto il lavoro.

    Ecco alcune nuove date del tour estivo:

    2 giugno – piazza, nicosia (en)
    4 giugno – parco gondar, gallipoli (le)
    11 giugno – piazza, piombino
    18 giugno – upper park reggae festival, bologna
    22 giugno – arena estiva, grugliasco (to)
    1 luglio – venice sunsplash, chioggia (ve)
    2 luglio – piazza, varese

     

    DISCOGRAFIA:

     

    Complice
       2005EP

     

     

    Scimmie Metropolitane

    Lunatik / Venus Dischi / Arci Sana Records

    2009

    [continua]

     

     

    Artista: Boom Boom Vibration
    Album: Vibra Unica
    Etichetta: Get Up Music
    Distribuzione: Self
    Promozione: Smc Italia
    Release Date: 31 Maggio 2011

     

    http://www.myspace.com/booboovibration

    http://www.boomboomvibration.it

  5. Contro2o

    12 agosto @ Scagliosound



    Direttamente dagli USA il cantante Californiano Jah Sun approderà il 12 Agosto 2011 sul palco dello ScaglioSound Festival in qualità di Special Guest dei BooM BooM Vibration!

    Uno dei maggiori rappresentanti del raggae americano degli ultimi anni, dopo essere stato nominato per gli LA Musica Awards di Los Angeles, più volte ospite degli eventi live di MTV USA, le collaborazioni con Queen Omega e il nostro connazionale Alborosie, Jah Sun sarà l’ospite internazionale d’eccezione del grandioso evento montese!

     

    Jah Sun Bio

    Jah Sun’s debut album, “Height of Light” (More Love Productions & Moodswing Records, 2006), features some of reggae’s top recording artists such as Luciano, Junior Reid, Lutan Fyah and Grammy Award winner, Yami Bolo. Jah Sun brings his message of love and unity with a variety of vocal styles. From fierce hip-hop explosions like “Nuff a Dem” and melodic ballads paying respect to generations of family in “Circles and Cycles”, to rootsy anthems like ‘More Love’ and sensual, dancehall licks in ‘Fyah Dance’ Jah Sun brings something for everyone. Regardless of style, the common theme throughout all of his music maintains the messages of positivity, love and respect, and kindness to all. In the words of Chuck Foster in The Beat Magazine, “Jah Sun shines brightly on the “Height of Light”…the message remains positive and focused throughout…and offers some solution to the social problems addressed.” (Vol. 26, 2007).

    Jah Sun has gained great recognition recently, not just within the reggae industry but in more mainstream markets as well. After being nominated for LA Music Awards’ “Hip-Hop Single of the Year for 2006”, Jah Sun’s song ‘Fyah Dance’ was also featured on the fall 2006 season premiere of MTV’s hit show, “Laguna Beach”. Another track off “The Height of Light”, ‘Nuff a Dem’ was included in FUEL TV’s “2007 Vans Downtown Showdown”. In March of  2010 Jah Sun’s collaboration with Queen Omega “Meditation” entered the top 20 in Hype TV’s countdown in Jamaica. In the beginning of 2011 Jah Sun’s collaboration with  Alborosie “Ganjah Don” reached the top 10 on the Reggae Nation Charts.

    Jah Sun has quickly emerged as the pre-eminent California Dancehall artist in the 21st Century. With huge international ganja anthems and a commitment to conscious living, Jah Sun’s music and message has spread the world over. Having appeared at many major 
US Reggae festivals to date, a huge international tour scheduled for summer 
and a new album coming shortly, 2011 looks to be a breakout year for Jah Sun.

    Discografia:

     

    2010

    Stronger

    Jah Sun

     


    2006

     

  6. Contro2o

    Ethn’n’Roll

    13 agosto @ Scagliosound

    Siamo nell’era dei suonatori di ukulele e flauti, del surrealismo onirico.
    Un viaggio che va dalle rive dei suoni mediterranei fino alle rocce del rock passando per la tradizione etnica e ritmiche in bilico tra ritmi mediterranei, tribali, balcanici e folk.

    Con gli Ethn’n’roll si approda ad un libero poetare che da il verso a un nuovo modo di intendere la musica: un “viaggio esistenziale” che la band rappresenta e fa rivivere nella testa e nel cuore degli spettatori.

    Un percorso attraverso suoni etno rock, smania di festa e di rivolta, attraverso tutto ciò che ha dato dimora a questi musicisti durante il loro peregrinare nei caffè letterari d’Europa.

    Il loro live e’ uno spettacolo affascinante e coinvolgente che incanta lo spettatore a ritmi e sonorita’ etniche, tribali, pop, dolci e ammalianti melodie popolari, sprazzi di progressive e sperimentazione, contaminazioni balcaniche e latine che si intrecciano con un rock d’autore e attitudine punk alla loro personale tensione poetica.

    Suoni e parole danzanti che vengono dal cuore, suoni e parole che vibrano e profumano di rivolta!

     

     

    L’ukulele lucano
    la nuova tendenza conquista il globo

    di Antonio Massaro

    POTENZA – Danilo Vignola e il «suo» ukulele conquista il mondo. Si tratta di un chitarrino con quattro corde in nylon e poco più di dodici tasti piccolissimi, grande più o meno quanto un violino a 3/4. «L’ho preferito alla chitarra – dice il giovane musicista di Genzano – era comodo portarlo con me viste le ridottissime dimensioni, durante i miei giri per l’ Europa. Lo utilizzavo principalmente per accompagnare i miei versi nei reading poetici nei vari caffè letterari, che sempre chiedevano una mia esibizione: sia per sentire qualcosa in lingua italiana, sia per ascoltare il suono del mio ukulele». E’ così che nasce un forte legame fra Danilo e questo fragile strumento, tant’è che al suo ritorno in Basilicata, relega a semplice ornamento appeso al muro la sua laurea in lingue e fonda nel 2009 gli «Ethn’n’roll», sotto il nome d’arte «Keith», insieme ai fratelli Massimo (batteria) e Gabriele Russillo (voce, basso) con l’aggiunta di Giovanni Didonna (percussioni e batteria), una band dove lo strumento principale è un ukulele elettrico che accompagna i versi scritti da Danilo. 

    La formazione è unica al mondo. Introduce la Basilicata a questo strumento e ad un nuovo genere musicale : l’Ethn’n’roll, che fonde sonorità etniche con quelle rock più estreme, il tutto suonato da strumenti nuovi, non convenzionali, che trascendono le regole melodiche ed armoniche per dare più libertà alla poesia dei versi cantati. Un reeding musicale fondato sui ritmi tribali, sciamanici ed incalzanti, che porta il pubblico a danzare sulla poesia (abbattendo quel rapporto statico fra lettore – uditore dei caffè letterari).

    Poi la Eleuke, ditta statunitense maggior produttrice al mondo di ukulele elettrico, indice un contest mondiale, Danilo gira un video: un assolo di ukulele elettrico di quasi 5 minuti, e si iscrive anche lui. Dopo cinque mesi di iscrizioni provenienti da tutto il mondo, la Eleuke decreta nel novembre 2010 Vignola migliore al mondo nella categoria «fingers of fury» (migliore tecnica), sbaragliando concorrenti statunitensi, tedeschi, francesi, inglesi e giapponesi . Un premio che, oltre al prestigio, prevede anche una soddisfacente somma in dollari. 

    Da qui la rapida ascesa degli Ethn’n’roll. Tanti contest musicali vinti, contrattini discografici, apparizioni su televisioni locali e nazionali. Il tutto in appena un anno. Ora, in attesa del lancio del primo singolo degli Ethn’n’roll, «Bacco» , la band sta concludendo un accordo per una mini tournè estiva in alcune capitali europee (Londra, Amburgo, Zurigo e Barcellona) per poi prendere parte a Settembre al Roma Ukulele Festival 2011, la più grande manifestazione dell’ukulele (in Italia) che vedrà esibirsi artisti nazionali ed internazionali di primissimo livello. «Quando ci siamo incontrati per la prima volta, io e l’ukulele, in un negozio sulle Ramblas di Barcellona, l’ho preferito agli altri strumenti, con la promessa che non gli avrei fatto fare brutte figure!». Così Danilo , in arte Keith, che è il padre, insieme ai suoi «Ethn’n’roll», di una nuova tendenza musicale. Una musica, che rompe con i miti del passato in una originalità che non si lascia spersonalizzare dalle imitazioni.

    fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno 05/06/2011

  7. Contro2o

    GIALLOODIO

    13 agosto @ Scagliosound


     

    IL LOCULISTA.OGNI UOMO DOVREBBE IMPARARE AD USARE, UNA PALA NELLA VITA PERCHè NON SI PUO MAI SAPERE, CI DOVESSE ESSERE BISOGNO DI SCAVARE UNA COMUNE FOSSA, O SE FRANA LA COLLINA MENTRE DENTRO CASA ASCOLTI LUNA ROSSA…. La band Gialloodio si forma nel 2010 da problemi di disoccupazione del cantante e del batterista e l’incontro con due giovani e schizopatici chitarristi meridioneli….con la voglia di plasmare un Rock italiano vitale e viscerale, aperto comunque a contaminazioni e sonorità diverse.Il gruppo ha da subito lavorato sulla ricerca di un proprio sound caratterizzato da chitarre sperimentali e da un groove alternativo.Le canzoni riscuotono subito un buon riscontro da parte di pubblico dato che e’ proprio il palco la vera casa dei pugliesi che esprimono tutto il loro potenziale nelle esibizioni live mettendo in risalto tutta la loro energia.

     

     

    Damiano Rotunno @ Chitarra  SOLISTA

    Ezio Piccolo @ Chitarra RITMICA

    Francesco Bozza @ BATTERIA

    Anello Giandomenico @ VOCE E BASSO

  8. Contro2o

     12 agosto @ Scagliosound

    La melting pot è una reggae band di Bernalda che suona dal 2009 in giro per i locali della Basilicata con qualche data anche in Puglia e in Calabria. Il repertorio della band è un mix variegato tra pezzi storici del genere a tinte giallo-nero-verdi e inediti della band in dialetto lucano e in lingua italiana con qualche ritornello in inglese.
    La formazione è composta da Walter Ravera alla voce (il fondatore), Davide Sica alle tastiere, Aris Volpe alla batteria, Enzo Russo al basso e Nunzio Moro alla chitarra. La musica della Melting pot band (di Bernalda) nasce all’interno di una Basilicata che oltre alla bellezza del suo territorio e la genuinità della propria terra affianca preoccupanti situazioni di crisi economica e sociale, con problemi di varia natura che vanno dallo spopolamento giovanile all’emergenza ambientale, per terminare in una cronica carenza infrastrutturale che la politica non vuole e non riesce a risolvere.
    Come raccontare allora l’insoddisfazione giovanile meridionale se non proprio attraverso quel mezzo ormai familiare in tutte le regioni italiane quale appunto la musica reggae, storicamente incline a narrare temi di rivendicazione sociale e ribellione contro i poteri forti (la cosiddetta Babylonia)?
    La possibilità di portare oltre i confini regionali il proprio slang dialettale, e con esso le proprie tradizioni ed abitudini attraverso le sonorità in levare della musica di origine jamaicana, sono una delle principali vocazioni di una band che si sta facendo le ossa da 3 anni a questa parte con molti live nei locali di mezza Basilicata, seguendo l’esempio di altre reggae band italiane che hanno fatto dell’uso del dialetto il loro trampolino di lancio verso l’Olimpo della musica rastafariana. Su youtube sono presenti i primi due demo della band registrati a Bernalda dal nome, in dialetto, “Vid com” e “T l dic prim”. Altri inediti della band vengono eseguiti esclusivamente durante i live nei locali ai quali si accompagnano cover storiche del genere rastafariano.

Rispondi a

Info sull'Autore

io sono quello che faccio

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi