mercoledì 21 Agosto 2019

I Suoni della Murgia

Suoni dalla Murgia Materana – 9 Luglio 2011
Sabato 9 luglio
La Gravina di Matera e la Chiesa rupestre di Monteverde

ore 17 – Appuntamento per escursione alla stazione di Villa Longo, Matera (auto propria)
conduce: Michele Chita, guida del Parco

ore 18.30 – Giardini della Chiesa rupestre di Monteverde
Petit Quatuor de Saxophone
Innocenzo Oliva, sax soprano – Vittorio Tamburrano, sax contralto – Luigi Panico,
sax tenore – Roberto Laganaro, sax baritono

La performance è udibile anche dall’Info Point di Porta Pistola

Obbligatoria la prenotazione entro Sabato 9 Luglio ore 12,00.
Tel: 0835/336166
Numero massimo di persone: 60

Itineraio di Monte Verde – grado di difficoltà (E)
Seguendo la SS 7 si gira a dx e dopo aver superato le cave settecentesche si raggiunge località Murgecchia. Dopo aver parcheggiato si procede a sx superando la chiesa rupestre della Madonna degli Scordati. Da qui si osserva frontalmente lo spettacolare panorama degli antichi rioni pietrosi. Un’antica mulattiera ci permette, scendendo di circa 150 m. di raggiungere il fondo della gravina, dove tra mandorli e fichi d’India, presenti tra i vari terrazzamenti sorge la cappella della Madonna di Monteverde. Il sito originario è stato realizzato nel periodo longobardo con riferimento alla Madonna di Monteverde in provincia di Avellino.
La facciata tardomedievale costruita in conci di tufo presenta un campanile, tre finestrelle rettangolari ed un architrave sul quale è scolpito un angelo con le ali aperte.
Michele Chita, guida del Parco

Petit Quatuor de Saxophone nasce nel 2006 sotto la guida del M° Vito Soranno presso il conservatorio E.R. Duni di Matera.
Formazione che trova ampi consensi nell’ambito delle manifestazioni organizzate dall’istituto, sia al suo interno che al di fuori come musei, teatri e auditorium ; grazie alle particolari sonorità dell’insieme.
Il repertorio affrontato spazia dal barocco alle composizioni contemporanee passando attraverso il classicismo, il romanticismo, la musica descrittiva del primo novecento, lo swing e brani di carattere jazzistico al fine di soddisfare i gusti di un pubblico variegato garantendo un alto livello anche per gli spettatori più esigenti.

attrezzatura consigliata per le escursioni

Le escursioni nel Parco della Murgia non presentano grandi difficoltà se non in prossimità degli strapiombi. L’attrezzatura consigliata è quella basilare che permette di poter effettuare una passeggiata in tutta tranquillità senza il rischio di incorrere in piccoli incidenti che rovinerebbero la giornata.
In qualsiasi periodo dell’anno, comunque si affronti una escursione, è indispensabile una attrezzatura di base quale:
• Lo zaino. Sceglietene uno comodo, tale da contenere l’equipaggiamento indispensabile. E’ consigliabile uno zaino con cintura alla vita che permette di scaricare sui fianchi parte del peso e che rende lo stesso stabile aderendo più facilmente al corpo. Comodi sono gli zaini con ampie tasche laterali nelle quali sistemare gli oggetti che spesso vengono utilizzati.

Equipaggiamento all’interno dello zaino: borraccia, binocolo, attrezzatura fotografica, indumenti, sacchetto porta rifiuti, colazione, coltellino, bussola
• le scarpe. Molto spesso le escursioni sulla murgia vengono effettuate utilizzando scarpette da ginnastica, queste possono andare bene per piccoli itinerari non impegnativi ma, in tutti i casi, è consigliabile una buona scarpa da escursione che contribuisca in maniera determinante alla stabilità dell’escursionista.
Le scarpe da trekking migliori, sono in cuoio o in goretex. La scelta va fatta facendo attenzione affinchè il piede sia ben stabile all’interno; una scarpa né troppo larga né troppo stretta, utilizzando un calzettone lungo.

l’abbigliamento:
I pantaloni devono essere lunghi per evitare, graffi e morsi di vipera. Si consigliano pantaloni comodi, leggeri, in modo da non ostacolare i movimenti.

Indossa abbigliamento adeguato e porta con te l’attrezzatura necessaria. In particolare per gli appuntamento all’Alba ti suggeriamo una giacca a vento, berretto e torcia elettrica

Per motivi di sicurezza, ogni guida potrà escludere dall’escursione coloro che non sono dotati di abbigliamento idoneo.

I Consigli del Parco:

Rispetta la natura, lascia i luoghi delle performance come li hai trovati al tuo arrivo
Pianifica con attenzione la tua partecipazione alle escursioni!

Ogni percorso è caratterizzato da uno specifico grado di difficoltà:
T – sentiero turistico, comodo o su strada forestale, non molto lungo, molto evidente, che non pone problemi di orientamento
E – sentiero escursionistico, privo di difficoltà tecniche, su terreno vario anche accidentato e talora ripido; può presentare a volte singoli passaggi attrezzati
EE – sentiero per escursionisti esperti, segnalato, su terreno più infido, a quote anche elevate, con tratti esposti ricorrenti, impegnativi anche per la lunghezza e per la quota; richiedono la conoscenza e l’uso di attrezzatura adeguata (moschettoni, dissipatore, imbragatura, cordini)
EEA – sentiero per escursionisti esperti con attrezzatura. Sono i percorsi e le vie attrezzate, con tratti esposti ricorrenti, impegnativi anche per la lunghezza e per la quota; richiedono la conoscenza e l’uso dei sistemi di autoassicurazione (casco, dissipatore, cordini e moschettoni).

Testi a cura delle Guide del Parco

In collaborazione con l’Associazione Amici del Parco della Murgia Materana
www.amiciparcomurgia.it

Informazioni:
Ente Parco Murgia Materana
Via Sette Dolori, 10
75100 Matera
www.parcomurgia.it
info@parcomurgia.it
0835/336166


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi