Film Commission Basilicata: quando la politica ascolta la gente

Si è riunito oggi 16 novembre, il Forum della creatività presso la sala Inguscio della Regione Basilicata per discutere e confrontarsi sul documento tecnico aperto elaborato dal Team di consultazione nominato e coordinato da Angelo Raffaele Rivelli nel mese di Agosto in seguito ai dibattiti sviluppatisi sul Social Network Facebook.

La vicenda della Film Commission Lucana è storia di quasi 12 anni, ma è solo grazie alla spinta degli operatori lucani, prima su internet e poi tramite una serie di incontri tra Matera, Roma e Pisticci, che si è riusciti a dare una svolta al dibattito. Il coordinatore Rivelli, capo di Gabinetto della presidenza della Regione, ha ammesso fin da subito la sua ignoranza in materia e ha così nominato un team di consultazione formato da esperti (Alberto Versace, direttore generale del Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione del Ministero per lo Sviluppo Economico, Enzo Sisti, produttore cinematografico esecutivo, Manuela Gieri, docente di storia del cinema all’Università di Basilicata, e Silvio Maselli, direttore generale dell’Apulia Film Commission, e il Direttore Generale dell’Apt Giampiero Perri).

Presenti alla riunione di oggi eravamo in circa 40 operatori dei 108 che sul web hanno firmato il documento di proposte presentate al Team, a rappresentare Montescaglioso c’era l’Ass.ne Treenet Studios. Il Governatore Vito De Filippo, che ha presieduto l’incontro, dopo aver ringraziato il forum della Rete per il Cinema in Basilicata ha sottolineato l’importanza di mandare un chiaro messaggio di speranza e operatività in un periodo difficile come questo ed in seguito ha passato la parola agli esperti e ai nostri numerosi interventi. La Film Commission dovrà diventare punto di riferimento per coloro che scelgono il territorio regionale quale set per realizzare prodotti audiovisivi, sostenendo la produzione di film, fiction, tv, spot, documentari ecc.. dovrà inoltre fornire le maestranze locali, formare gli operatori, fornire i servizi in un ottica partecipata. Dopo aver analizzato i diversi modelli organizzativi e le forme di intervento economico a sostegno della domanda della industria cinematografica, si è ipotizzata la possibilità di dare una impronta fortemente innovativa e partecipata ad un organismo, la cui forma scelta sarà quella della Fondazione e la cui probabile data di costituzione ricadrà nel mese di Gennaio 2012.

Lo sviluppo di un industria cinematografica con tutte le sue ricadute e gli eventi per il grande pubblico non è solo sviluppo economico, ma anche sociale della popolazione ed il fatto che sia stato seguito e partecipato fin dai suoi primi passi da una rete di cittadini/operatori non può che essere una notizia positiva, da emulare in tutti i campi. 

Sperando che non si disperdano le preziose esperienze di questi mesi, non ci resta che aspettare il primo ciak. 

Per chi ne volesse sapere di più può seguire il forum sul social network

 http://www.facebook.com/groups/basilicatafilmcommission/

 

Francesco Lomonaco


Commenti da Facebook

2 Commenti

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi