Lettera a favore dei ragazzi esclusi dal Carnevale. “Vengano riammessi”.

                                                                                                                     Alle Autorità della Città di Montescaglioso.

 

Desidero fare una riflessione su quanto sta succedendo per il nostro amato Carnevale, da sempre una delle feste più seguite da noi montesi.

Ho appreso solo da pochi giorni che questa edizione è accompagnata da diverse polemiche e, così, ho deciso di guardare le discussioni fatte nelle scorse settimane sul nostro blog. Ho, quindi, appreso che ci sono state delle divergenze tra un gruppo di ragazzi, il comitato del Carnevale e il Comune, circa la possibilità di accedere alla sfilata dei carri allegorici.

Ho letto che c’è stato un bando per regolare l’accesso alla manifestazione( redatto dal comitato), a cui ,purtroppo, il già citato gruppo di ragazzi non ha partecipato, nonostante stesse preparando, come ogni anno, un carro allegorico. Naturalmente questi ragazzi hanno chiesto di poter partecipare ugualmente alla sfilata, fuori concorso. A tale richiesta il Comitato si è opposto, e l’amministrazione ha confermato tale esclusione. Il Sindaco e gli assessori intervistati da una emittente televisiva hanno affermato che loro si attengono a quanto detto dal Comitato, anche perchè non esiste tra le parti (il gruppo di ragazzi esclusi e il comitato) un accordo. Secondo altri l’ amministrazione ha ribadito l’esclusione anche per ragioni di ordine pubblico, poiché vi sono già 5 carri che partecipano alla sfilata e non ce ne possono essere altri.

Di sicuro mi saranno sfuggiti molti particolari di questa complessa vicenda, però voglio comunque dare una mia opinione, strettamente personale.

Io sono dalla parte dei ragazzi esclusi, perché non si può non sostenere quanto di buono viene fatto per il Carnevale e perché questa festa è una delle poche realtà positive della nostra terra. Non possiamo dare un messaggio negativo a chi si impegna per una festa così bella. Cerchiamo di analizzare le possibili soluzioni dei due problemi evidenziati:

1- I ragazzi esclusi non hanno risposto al bando. Chi può intervenire?

2-La questione ordine pubblico.

Di fronte al primo problema, penso che la burocrazia, ovvero un articolo di un regolamento, comunque rispettabile, non può prevalere. Mi permetto di dire che questo articolo può ammettere una deroga per premiare i ragazzi, magari sotto la spinta della politica, comunque l’organo di governo principale del paese, chiamato tra i suoi tanti compiti anche a mediare in queste controversie.

Il sindaco ha detto che non se la sente di intervenire perché non c’è accordo tra le parti, i tempi sono stretti e bisognava fare tutto questo con largo anticipo. Spero che ci possa ripensare, perché in questi casi una soluzione va trovata. Non ci si può arrendere così ai problemi, bisogna dare un messaggio forte ai ragazzi che quando si combatte per delle ragioni giuste anche una dimenticanza può essere superata. Da tutte le parti funziona così, questi ragazzi non hanno fatto nulla di male, possono essere accusati solo di disattenzione. Ma cos’è una disattenzione di fronte alla volontà di contribuire ad una festa così importante per una realtà difficile come la nostra? Il buonsenso deve prevalere. Il sindaco si faccia firmare un intesa in cui i ragazzi esclusi si impegnano a stare più attenti nelle prossime edizioni. In poche parole l’Amministrazione intervenga facendo pressione sul Comitato, prendendo così le parti di chi è più debole. Da quanto ho visto nel video realizzato dalla televisione materana il sindaco pareva intenzionato ad intervenire solo se c’era accordo tra le parti in causa. Ma questo ostacolo non può fermarlo.

Per la questione dell’ordine pubblico penso che anche qui si possa trovare un compromesso ragionevole. Il problema da risolvere è quello di un carro in più per le strade. Non penso che sia un problema insormontabile, si chieda a qualche esperto di trovare una soluzione. Da persona poco competente posso pensare ad un percorso della sfilata diverso, anche più breve. Si dia, ad esempio, l’autorizzazione per fare sfilare questo carro solo per un tratto o si accorci la sfilata di tutti i sei carri, dando la possibilità di arrivare in Piazza solo ad alcuni. Oppure si cambi orario alla sfilata oppure si chiedano più forze dell’ordine .

Penso che sia in gioco più di quanto si possa credere. Perché noi giovani non possiamo essere mortificati continuamente E’ incredibile come le prove di forza debbano essere sempre sulle nostre spalle. E’ il gioco della doppia morale applicata a livello nazionale. Per i Giovani valgono delle regole che li penalizzano (basti ricordare gli insulti fatti dai ministri ultimamente), per gli adulti valgono altre regole.

 

Mario Dimichino

 

 


Commenti da Facebook

3 Commenti

  1. lomfra

    Caro Mario, come ben dici si tratta di molto di più che un altro carro  per le strade!

    Si parla di coesione, anche per quanto riguarda il Carnevalone, ma poi nei fatti si agisce ben diversamente. Io come te credo che il carro andrebbe riammesso, se non altro per il fatto di dare un minimo segnale che i giovani, quei pochi ormai rimasti, vadano aiutati a credere, in un futuro. Purtroppo la dimensione del distacco generazionale e culturale è davvero abissale, di questo non se ne accorge nessuno, o magari finge di non accorgersene nessuno. Parlando con i ragazzi tra 15 e 20 anni, è facile percepire come ci sia la voglia di andarse da questa terra, e non è solo un discorso che riguarda la carenza di lavoro, ma in modo molto più ampio è qualcosa che riguarda la mancanza della speranza, nessuno crede che qui si possa creare qualcosa di buono, è questo il dramma più grande!  Aimè sono molto pessimista riguardo il nostro paese, tempo fa c’era chi parlava di una volontà di spopolare la Basilicata per permettere allo Stato/poteri forti di farne la pattumiera d’ Italia, io mi rifiuto di credere a questa teoria del complotto, credo piuttosto che lo spopolamento ce lo stiamo creando da noi. I valori cristiani di carità, comprensione, compassione mi sembrano ormai della parole vuote, certo siamo bravi a fare beneficenza a favore di un terremoto o di una catastrofe, ma per quanto riguarda il nostro vicino? siamo disposti ad ascoltarlo e ad aiutarlo? Un tossico, un alcolizzato, uno di una diversa parte politica, di una diversa condizione economica, chi è disposto a frequentarlo, a capirlo? 

    Domenica, ho visto alcuni di quei ragazzi che avrebbero dovuto sfilare con il carro non ammesso, ballare insieme agli altri, ma nelle loro facce leggevo un senso di sconforto, di tristezza per non essere dove avrebbero voluto essere.

     Alla fine, caro mario, rimane un gesto non fatto, negato, che sommato ad un altro, e poi ad un altro ancora crea la disillusione, lo sconforto, l’isolamento e per capirlo basta guardare in faccia un giovane, e farlo con le lenti degli occhiali pulite.

  2. il brigatiere

    scusate ma lo devo dire che non si tratta solo di quei ragazzi il problema e la regola che va rispettata , se si puo accettare i carri senza concorso e come se si libera a tutti di fare i carri , e quanti carri ci sarebbero ve lo siete chiesto ? ecco perche ci sono le restrizioni. se escono i ragazzi allora esco pure io e da 6 carri arriviamo a 7 e poi chissa esce qualche altro e altri ancora e una cosa normale secondo voi mo facciamo piu carri che persone. questo e il motivo della ristrezione 5 carri piu il carro sponsor. e cmq i carri senza concorso si possono fare pero non si deve superare il numero massino di 5 carri in totale, purtroppo i ragazzi anno fatto richiesta 20 giorni prima quando i posti dei carri erano gia impegnati tutti e 5 e quindi non ce posto penso che e facile da capire come funziona. e fino a prova contraria il numero di 5 carri e un numero giusto al massimo si puo chiedere di portare a 6 per il prossimo anno ma liberalizzare la manifestazione significa creare scompiglio sia blocco del paese intero . e per girare a piazza roma? purtroppo chi non e nel carnevale o carrista certe cose non le sa che diventa impossibile girare con piu di 5 o 6 carri ,concludo e dico hai ragazzi fate i bravi che nessuno vi ha fatto fuori per il prossimo anno organizzatevi come hanno fatto gli altri senza fare stupide proteste che servono solo a far ridere la gente, perche vi private di una passione.

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi