ONORE A VOI PICCOLI ANGELI SALITI IN CIELO X AMORE MENTRE RINCORREVATE QUEL PALLONE

Scrivo con questo nick anche se sono Ravilo per gioia e dolore di molti..Da sfegatato juventino mi sento in dovere di fare un piccolo omaggio a loro i nuovi angeli bianconeri…Come avrete appreso, la partita Juventus-Cesena è stata rinviata per un grave lutto.Due giovani calciatori della beretti(juniores)della Juventus, sono deceduti annegando nel piccolo laghetto di Vinovo, centro sportivo di allenamento della signora, per prendere un pallone, avevano solo 17 anni. Morire di per se èbrutto farlo a 17 anni è qualcosa che va oltre ogni paura di un ragazzo.Sono morti cosi per amore di quella palla sferica, che ogni fine settimana ci tiene li’ incollati alla nostra passione, senza spiegarci il come e perchè spinti da un passione e un fede senza uguali.E’ stato proprio per amore di quella palla sferica che Alessio ferramosca e Riccardo Neri hanno perso la loro giovene vita.Hanno solo tentato di prendere un pallone caduto in acqua, quel pallone che era la loro vita, li a Vinovo(mondo juve), sogno proibito di chissa quanti giovani e tifosi bianconeri.Quel pallone ha trasformato il loro sogno in incubo, quell’acqua piovana, che veniva raccolta in quella vasca, profonda 4-5 metri, li ha portati a volare su nel cielo e a giocare sul verde prato del paradiso.Come spettatori in quello stadio nuovo del paradiso tutti noi, il popolo bianconero ancora incredulo per quanto accaduto e che non sa spiegarsi il tutto.Desolazione, sconforto, incredulità di fronte ad una vicenda che per poco chiude le vicissitudini sportive e le rivalità e ci porta a pensare che siamo tutti appesi ad un filo.Quei due ragazzi, non potranno più indossare la gloriosa maglia bianconera, non potranno diventare dei campioni, non portanno più calciare quel pallone, quel sogno quella passione, quel loro sogno che li ha portati alla loro fine risucchiati da dell’acqua senza che quel pallone li abbia potuti salvare..Il pensiero va alle famiglie straziate dal dolore e se quei ragazzini non potranno divenire campioni su quel prato verde che ci fa gioire e soffrire, lo sono già diventati nel nostro cuore bianconero, dove le loro lettere sono state già incise ad un carattere indelebile BIANCO E NERO.


Commenti da Facebook

1 Commmento

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi