martedì 24 aprile 2018

Vulture Altobradano

Tema itinerario: Santuari, habitat rupestre e monasteri lucani.

Tempi: mattino e primo pomeriggio eventuale prolungamento di un pernottamento per visita a Matera. Trasporto: mezzo proprio o autobus.

Pernottamento: strutture ricettive di Montescaglioso e Matera. Pranzo: a sacco o locali tipici di Monticchio o Lagopesole. Cena: presso locali tipici di Montescaglioso o di Matera.

Guida ed assistenza: operatori CEA Montescaglioso ceamonte@katamail.com ( tel. 334.8360098, fax 0835.201016).

Monticchio: il convento di S. Michele  Monticchio: i due laghi nel cratere del vulcano  Monticchio: il santuario rupestre di S. Michele

Con partenza da Montescaglioso o da Matera una suggestiva escursione sul Vulture e nell’alto Bradano. Ad Oppido Lucano, il Santuario rupestre di S. Antuono Abate, databile al secolo XIII. A Pietragalla i “ Palmenti “, strutture scavate nella roccia per produrre il vino. Lungo la strada, una visita all’imponente castello di Federico II a Lagopesole ed infine lo spettacolare cratere del Vulture con i due laghi di Monticchio con la visita ai ruderi dell’abbazia di S. Ippolito e al Santuario rupestre di S. Michele. L’abbazia di S. Ippolito è già attestata nel sec. X. Officia il santuario rupestre di S. Michele che attira pellegrini e donazioni. La comunità benedettina è soppressa nel secolo XVI e sostituita dai Francescani. L’abbazia è unita al santuario da un percorso rituale che termina nella grotta dell’Arcangelo ove si conserva il sacello medievale con affreschi del sec. XI.

Percorso:

– Partenza da Montescaglioso o Matera.

– Oppido Lucano: santuario rupestre di S. Antuono abate. Affreschi di secolo XIII di scuola provenzale con storie del Vangelo.

– Pietragalla: i ” Palmenti ” dedicati alla lavorazione delle uve.

– Castello di Lagopesole: la roccaforte di Federico II, restaurata dagli Angioini con allestimenti dedicati all’Imperatore svevo.

– Monticchio: ruderi dell’abbazia benedettina di S. Ippolito, il santuario rupestre di S. Michele Arcangelo; i due laghi nel cratere del vulcano.

Varianti: e’ possibile non fermarsi ad Oppido e raggiungere, dopo Monticchio, Melfi per la visita al castello, alla Cattedrale ed alla chiesa rupestre di S. Margherita.


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi