“Concorso esterno in associazione mafiosa” per l’assessore alle Infrastrutture e vice Presidente della Regione Basilicata

L’ipotesi di reato è fra le più agghiaccianti a mio parere.

Se fosse riscontrato, ma io non ci credo perchè ho fiducia nell’acume politico di De Filippo, sarebbe estremamente grave 

proprio perchè sarebbe l’ennesima dimostrazione di quanto sia “inadeguata” la selezione della classe dirigente nella nostra amata Lucania.

Riporto l’articolo dal sito di Basilicata24:

La decisione dopo un articolo apparso su Il Quotidiano della Basilicata di oggi, venerdì 9 novembreL’assessore alle Infrastrutture e vice presidente della Regione Basilicata, Agatino Mancusi, ha rimesso il mandato nelle mani del Presidente De Filippo. “Con sorpresa, stupore e profonda amarezza – ha dichiarato Mancusi – apprendo dalla stampa di essere indagato dalla Procura della Repubblica di Potenza con l’ipotesi di “concorso esterno”, sulla base delle dichiarazioni di un pentito che non rispecchiano, per quel che mi riguarda, il mio agire politico ed umano, passato e presente, e la realtà dei fatti, evidentemente distorta. Ho sempre, difatti, operato nella più totale moralità, nel rispetto della legge e per il bene della mia comunità, evitando fermamente ogni contatto con realtà criminali, ambigue e discutibili. Ho piena fiducia nella giustizia perché, pur profondamente addolorato, sono certo che la verità trionferà riportando luce, equilibrio e serenità sui fatti di cui si parla. In questo momento – ha aggiunto Mancusi – ho il conforto e la forza del fatto che le notizie che lasciano me incredulo lasciano ancor più stupite le tante persone che nel corso degli anni mi hanno conosciuto e testimoniano quanto lontano dal mio sentire e dal mio agire quotidiano sia uno scenario quale quello che viene delineato da talune ipotesi. Professionalmente, umanamente e politicamente tutti conoscono la mia onestà e la mia serietà e ne sono testimoni. Ho sempre inteso l’impegno politico come spirito di servizio, e servizio alla comunità significa essere pronto a dare il proprio contributo, quando serve, come a fare un passo indietro quando questo può essere utile. Coerentemente con questa visione – ha concluso Mancusi – rimetto pertanto il mio mandato nelle mani del Presidente della Regione con senso di responsabilità e rispetto delle istituzioni, assicurando al tempo stesso che non farò mai mancare il mio impegno in rappresentanza di quanti mi hanno dato e, in queste ore, mi rinnovano la propria fiducia, e in favore della Basilicata e del Paese”.

L’articolo a cui fa riferimento Mancusi è apparso oggi, venerdì 9 novembre, su Il Quotidiano della Basilicata. Secondo quanto riportato nell’articolo l’assessore sarebbe indagato per concorso esterno in associazione mafiosa. Mancusi avrebbe avuto legami con il clan dei Basilischi. 

Ven, 09/11/2012 – 13:12

Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi