DOLCI NATALIZI

Salve a tutti,

scrivo per sapere se qualcuno conosce la ricetta delle CARTELLATE che tradizionalmente facciamo a Montescaglioso.

Purtroppo non ricondo la ricetta che faceva mia madre e pur facendo tante ricerche, non riesco a ritrovare la stessa.

Se qualcuno di voi le prepara come da tradizione o può farsi avere la ricetta da qualche familiare, ve ne sarei tanto grata.

Montescaglioso mi manca anche per questo!

Un saluto e Auguri di Buone feste.

Lucia


Commenti da Facebook

5 Commenti

  1. Montescaglioso

    Riceviamo e comunichiamo :

    Silvana Guglielminotti

    Ingredienti (dosi per 6-8 persone)
    1 kg farina
    40 g lievito di birra sciolto in acqua
    200 ml olio d’oliva
    2 bicchieri vino bianco

    sale q.b.
    olio d’oliva per friggere
    vincotto oppure miele
    cannella in polvere q.b.
    zucchero a velo q.b.
    Preparazione
    Impastate la farina con il lievito, l’olio d’oliva ed il vino bianco, fino ad ottenere un impasto elastico simile a quello della pizza (eventualmente aggiungete un poco d’acqua tiepida o altro vino).
    Lasciate lievitare per un paio d’ore al coperto, poi reimpastate e dividete in pagnottine che poi stenderete in dischi sottili. Con un tagliapasta a rotella smerlata, ricavate delle striscioline di 4 cm circa di larghezza e 20-30 cm di lunghezza. Piegate le strisce in due per tutta la lunghezza facendo combaciare i due lati più lunghi. Schiacciare la pasta con il polpastrello a distanza di 3 o 4 centimetri e arrotolare a spirale ogni striscia, in modo da ottenere delle specie di rosa.
    In una capiente padella, friggete le cartellate in olio bollente, fino a doratura. Scolatele e mettetele a sgocciolare sulla carta assorbente.
    In un tegame fate bollire il vincotto o il miele, trasferitevi un po’ per volta le cartellate, giratele delicatamentefacendo in modo che si impregnino bene. Quando tornano a galla, scolatele e disponetele su un largo piatto da portata, a strati. Spolverizzate ciascun strato con cannella e zucchero a velo. Servitele calde o fredde.

    1. luciaparadiso

      Grazie mille Sig.ra Silvana!

      Proverò la sua ricetta e saprò dire se sono come quelle che faceva mia madre. 

      Rinnovo i miei auguri per le festività e ringrazio anche il sito di montescaglioso.net che rende un servizio a noi Montesi sparsi in Italia e nel mondo.

  2. matala

    “cartagghjiat” montesi

    – 1 kg di farina tipo 00
    – 8/9 uova o aggiungerne ancora uno se necessario
    – cannela q.b.
    – 70 gr. di strutto
    – miele (o vin cotto, a seconda dei gusti)
    – olio per friggere

    setacciare la farina ed aggiungere le uova, la cannella e lo strutto precedentemente sciolto e lasciato intiepidire, impastare e tirare una sfoglia bella soda dello spessore di qualche millimetro.
    Quando la sfoglia è pronta tagliarla a listarelle con la rotellina dentellata, arrotolarle a spirale e pizzicarle in vari punti affinchè restino attaccate e non si disfino. Friggere in abbondante olio bollente e farle scolare in capiente vassoio. Quando si saranno raffreddate, versarci sopra a filo, il miele liquefatto a bagnomaria…… Nella versione pugliese, al posto del miele si usa il vin cotto.
    Per me non c’è panettone che regga il confronto!!!!!!

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi