FINALE PLAY-OFF:GARA 2:NOCERA-MONTESCAGLIOSO

PAGANI

CAMPIONATO DI BASKET MASCHILE SERIE “C2” REGIONALE

FINALE PLAY OFF PROMOZIONE SERIE “C1” NAZIONALE

GARA 2: NUOVA FOLGORE NOCERA-LUCOS BASKET MONTESCAGLIOSO

DOMENICA 19 MAGGIO 2013 ORE: 18:30 PALAZZURRO PAGANI


Commenti da Facebook

6 Commenti

  1. rafa85

    BASKET Serie “C”:Finale Play-Off:gara 2:Nocera-Montescaglioso 84-81 D.T.S

    Pagani (SA) – Una gara dura e combattuta che ha rischiato di degenerare per l’atteggiamento da “rambo” di Attianese che ha distribuito gomitate e colpi bassi per l’intera durata della gara.

    Dello Iacono ha portato i suoi caricatissimi alla gara e la maggiore fisicità si è fatta sentire. All’inizio dell’incontro le squadre si studiano, e dopo 5’ il risultato è in perfetta parità (8-8). La fanno da protagonisti gli arbitri che nei primi 4’ di gioco fischiano ben 9 falli, molti dei quali lontano da canestro. Gli ospiti abbassano la guardia in difesa per paura di gravarsi di ulteriori falli ed i locali, squadra esperta, ne approfittano penetrando nella difesa ospite come il coltello nel burro mettendo in essere un poderoso break che chiude la prima frazione di gioco sul 24-10.

    Nei primi minuti del secondo quarto la musica in campo cambia: gli arbitri fischiano di meno ed i locali non consentono penetrazioni nel pitturato ricorrendo a difese al limite del consentito. L’esempio più evidente nell’occasione in cui Castoro supera Izzo che per fermarlo lo “abbranca per la gola”. Ma il lavoro sporco lo fanno Auriemma poderoso con la sua mole fisica ed Attianese che a partire dal secondo quarto e fino al termine della gara distribuisce colpi agli avversari spesso lontano dalla palla. E’ Radovic a tenere i lucani a galla e con delle giocate magistrali risulta essere incontenibile, tanto che Dello IAcono sacrifica Cozzolino in panchina per mettergli Boccia “faccia a faccia”. I lucani si riducono lo svantaggio andando al riposo lungo comunque sotto di 10 lunghezze (41-31).

    Al rientro in campo le due squadre hanno due passi diversi : la SAPA, nonostante priva di Larocca (in panchina con 4 falli), continua a dare pressione sia in attacco che in difesa, mentre la Nuova Folgore cerca di ragionare su ogni pallone. La rimonta continua, nonostante Attianese cerca di incuotere timore con il suo atteggiamento da “boss”. Castoro si sveglia dal letargo e piazza una serie consecutive di realizzazioni dalle media e lunga distanza riaprendo la partita e portando i suoi sotto di sei lunghezze all’ultimo riposo (53-47). La rimonta della SAPA si concreticca a 5’ 30’’ dall’ultima sirena quando con una tripla di Peppe Resta (57-57), poi il sorpasso con una tripla di Castoro ed una giocata di Vignola. I locali sono praticamente con il morale sotto le scarpe. Ma Dello Iacono riesce a motivare la squadra che ha una eccellente reazione che riporta i padroni di casa in vantaggio. A questo punto Attianese compromette tutto: con la sua squadra in possesso di palla colpisce a gioco fermo a Castoro, questa volta sotto gli occhi dell’arbitro che prontamente fischia l’antisportivo, tiri liberi ed azione successiva realizzati: punteggio in perfetta parità 61-61.

    Nell’over time succede di tutto: prima conducono i locali, poi prendono un vantaggio di 5 lunghezze gli ospiti che non riescono a gestire il vantaggio con conclusioni affrettate. L’unica giustificazione potrebbe essere quella di aver perso per 5 falli Vignola, G. Resta e Larocca, mentre Castoro a meno di un minuto dal termine è costretto ad uscire per un colpo subito dal solito Attianese. La gara termina sul 84-81 e tutto è rinviato a gara tre sabato prossimo a Montescaglioso con inizio alle ore 19.30.

    Rammarico tra le fila ospiti per aver mancato l’impresa, come asserisce il dirigente Pietro Oliva:” E’ stata una gara dura e fisica, i nostri ragazzi sembravano intimoriti. Più volte Vignola , lontano dalla palla è stato colpito al polso oggetto di precedente grave infortunio. Tutto serve per fare esperienza. Speriamo che gara tre sia una patita più tecnica”. Radovic esce stupito dal campo di gioco:”A fine partita, ho chiesto ad Attianese il perché di questo atteggiamento, dato che senza motivo mi ha colpito con una gomitata sulla fronte. Lui mi ha risposto che viene pagato per dare colpi. Sono sconcertato, io la pallacanestro la intendo in un altro modo”.

    Ma a buttare acqua sul fuoco ed a compensare all’atteggiamento di Attianese ci hanno pensato saggiamente i dirigenti locali che hanno offerto, al termine della gara, alcune guantiere di dolci tipici locali ai loro ospiti: questo è il risvolto positivo dello sport.

    Questi i tabellini di gara:

    NUOVA FOLGORE NOCERA – SAPA PIELLE LUCOS MONTESCAGLIOSO 84 – 81 (dts)

    NUOVA FOLGORE NOCERA: Cozzolino 17, Torre n.e., Di Lorenzo n.e., Boccia 2, Izzo 11, Attianese 16, Santucci 6, Fontanella 10, Auriemma 22, Ambrosano, Calabrese n.e. All. Dello Iacono.

    SAPA PIELLE LUCOS: Di Marzio n.e., Ambrosecchia 3, Castoro 29, Resta D. 11, Resta G. 7, Vignola 7, Paparcone ne, Paternoster, Pasarelli., Marchitelli ne, Larocca 7, Radovic 17. All. Losito.

    Arbitri: Vastarella di Napoli e Leggiero di Caserta. Parziali: 24-10; 17-21 (41-31); 12-16 (53-47); 13-19 (66-66); 18-15 (84-81).

    Note: Spettatori circa 300.

    Raffaele Capobianco Ufficio stampa Pielle Lucos

    Gara 3:prevista per Sabato 25 Maggio 2013 ore 19:00 Palasport “Karol Wojtyla” dobbiamo riempire il palazzetto,puo valere una promozione storica per tutto lo sport montese,faccio un invito a tutti gli sportivi montesi e agli ultras warriors ad essere presenti ed aiutarci in questa impresa forza monte

    1. rafa85

      La Folgore replica al comunicato della Lucos Pielle In riferimento al comunicato stampa a firma di Raffaele Capobianco dell’ufficio stampa Pielle Lucos, teniamo a precisare e smentire alcune affermazioni che ledono gravemente l’immagine della Polisportiva Folgore e dei suoi tesserati.

      Premettiamo che il nostro sodalizio si è sempre distinto per la sua sportività e accoglienza degli ospiti nell’ambito non solo del panorama cestistico, ma anche di altre discipline come l’atletica leggera. La Polisportiva Folgore si è meritata in passato la Stella d’Argento al merito sportivo per i risultati conseguiti e per l’atteggiamento tenuto soprattutto nei confronti degli avversari.

      Venendo alla partita di ieri sera disputatasi a Pagani tra la nostra Folgore e la Lucos Pielle , valevole per la finale play-off del campionato regionale Serie C, non possiamo non cominciare il nostro commento dalla fine del match: il famoso terzo tempo, di cui tanto si parla da più parti, per noi e anche per il Montescaglioso, è realtà consolidata, a dimostrazione anche degli ottimi rapporti esistenti tra le due società. Abbiamo offerto i tipici dolci del territorio ai tesserati lucani che hanno ricambiato portando il famoso pane della città di Matera. Esatto esempio dello spirito che anima le due dirigenze.

      La partita di ieri è stata caratterizzata da un gioco molto fisico, con la tensione palpabile vista la posta in palio. La fisicità e il carattere indomito sono le caratteristiche della nostra squadra, cosa che non diciamo solo noi ma gli addetti ai lavori che ci seguono. Il Montescaglioso è invece formazione più tecnica, tra le migliori del campionato. E’ stato scritto del comportamento di Attianese e di qualche altro nostro cestista, rispondo asserendo che in campo c’erano due arbitri di categoria superiore e un commissario che hanno valutato tutte le situazioni legate allo svolgimento del match. Tutti gli scontri irregolari o comportamenti antisportivi sono stati sanzionati e, anzi, qualche situazione sfavorevole ha riguardato proprio la nostra squadra visto che, in vantaggio di quattro punti a trenta secondi dalla fine e con possesso palla, è stato sanzionato un fallo antisportivo, peraltro giusto, nei confronti di Vignola (l’arbitro qui sbaglia e fa tirare Castoro, mah… però può capitare… e a tal proposito c’è un filmato), fase che ha poi portato alla rimonta del Matera e al supplementare. Credo che parlare di cattiveria da parte di qualche “folgorino” sia assolutamente ingiusto e ingiustificato: stavamo giocando una gara dei play-off, la carica agonistica è raddoppiata, la voglia di vincere è tanta e qualche giocatore mette in campo la sua grinta in modo esplicito. Le definizioni “rambo o boss” utilizzate nei confronti di Attianese sono a dir poco fuori luogo. La Polisportiva Folgore ci tiene altresì a smentire frasi riportate nel comunicato della Lucos Pielle in cui Attianese avrebbe parlato a Radovic di “vengo pagato per colpire…”.

      Siamo davvero sconcertati, riteniamo che le notizie fornite dalla Lucos Pielle possano creare un clima poco idilliaco in vista della sfida di sabato prossimo. La nostra speranza è che le cose scritte siano dettate dalla rabbia, sportiva si intende, di una sconfitta per Montescaglioso arrivata ai supplementari e con uno scarto risicato e che la partita finale di sabato possa disputarsi in un clima sereno, così come già avvenuto nelle altreoccasioni in cui Nocera e Montescaglioso si sono affrontate.

      Ufficio Stampa

      1. rafa85

        PLAY-OFF: NOCERA E STABIA NON MOLLANO E ARRIVANO A GARA-TRE.

        PLAY-OUT: CERCOLA, BUONA LA PRIMA. VOLLA, LA SALVEZZA SI ALLONTANA. PLAY-OFF.

        Tutti a gara-tre. La Folgore Nocera e la Nuova Pol. Stabia hanno sfruttato il fattore campo, hanno vinto gara-due della finale e vanno a giocarsi in esterna l’ultima e decisiva gara-tre. L’agonismo, la grinta e l’importanza della posta in palio hanno fatto da padrone la sfida del PalAzzurro di Pagani (Na), dove è servito un tempo supplementare per sancire la vittoria dei locali 84-81. La decisiva “bella” è in programma per sabato alle ore 19:30, in terra lucana. I molossi sono stati avanti per quasi tutto l’arco della gara, per farsi poi raggiungere nel finale. Poi nell’over time sono riusciti a spuntarla. Cozzolino (17), Izzo (11), Attianese (16), Fontanella (10) e Auriemma (22) sono stati gli autentici mattatori dell’incontro. Il successo dei ragazzi di coach Dello Iacono ha però lasciato strascichi polemici. Nel comunicato stampa, la società lucana e il playmaker Radovic hanno preso di mira l’ala Attianese, accusato di aver giocato in maniera fin troppo dura, ai limiti del consentito, non risparmiando colpi bassi. Ferma e dura la reazione dell’atleta nocerino: «E’ stata sicuramente una partita maschia e nervosa, ma non sono stati usati colpi proibiti – ha sbottato – tant’è che nessuno è rimasto infortunato o finito in ospedale ed ho commesso un solo fallo in tutta la gara. Sono deluso dalle dichiarazioni di Radovic, ma per me finisce qui, perché ora devo solo allenarmi bene, in vista della sfida decisiva». Vittoria da incorniciare anche quella della Nuova Pol. Stabia in gara-due contro Al Delfino Mugnano, superato 67-63, dopo un tempo supplementare. Prima parte di gara ad appannaggio degli ospiti, poi i locali, trascinati da Del Prete (24), Marino (12) e Orlando (13) sono riusciti a rialzare la testa e a chiudere in parità i tempi regolamentari, prima di schiacciare l’avversario nel periodo suppletivo. «E’ stata una gara dura – ha spiegato coach Festinese – nella quale il fattore emozionale ha giocato un ruolo decisivo. Nel primo tempo siamo stati sempre sotto, anche per merito degli avversari, dotati di un ottimo organico. Poi abbiamo avuto la giusta reazione e determinazione per ribaltare le sorti del match. Sono soddisfatto della prova dei miei ragazzi, che non sono però appagati. Andremo a Mugnano con la massima tranquillità – ha chiosato – e con la consapevolezza di non aver nulla da perdere». PLAY-OUT. Vittoria facile dell’A. P. Cercola sull’Itra Group Matera, superato 74-67 in gara uno dello spareggio retrocessione. Sempre avanti nel punteggio, i ragazzi di coach Di Lorenzo, con Suriano (28), Ronca (14) e Scola (11) sugli scudi, sono riusciti agevolmente ad avere la meglio. L’intento dei vesuviani è chiaramente quello di chiudere subito la serie, già a partire da gara-due. Nell’altro spareggio, un derelitto Basket Volla si è fatto superare 58-45 dal V. B. F. Casavatore e si avvia mestamente verso la retrocessione in serie D, dopo un solo anno di permanenza nella massima competizione regionale.

        1. rafa85

          E’ sfida decisiva Sabato per la promozione tra Lucos Pielle e Nuova Folgore Nocera

          Mancano pochi giorni all’atto conclusivo della finale per l’ingresso in Serie C1 Nazionale, fra La Lucos Pielle Montescaglioso e la Nuova Folgore Nocera. L’attesa si è snodata nell’arco della settimana nelle due città, non solo a livello tecnico, ma anche nelle rispettive tifoserie, che sicuramente daranno spettacolo per incitare i propri giocatori. Da Nocera è previsto l’arrivo di parecchi sostenitori gialloblu, per spingere calorosamente i ragazzi di coach Dello Iacono, i quali hanno centrato l’obiettivo di arrivare a gara 3, dopo aver pareggiato la serie Domenica scorsa in casa, battendo la Lucos Piellle per 84-81.Dopo un tempo supplementare. La settimana per il gruppo montese sta passando attraverso intensi allenamenti, nel provare gli schemi ed i meccanismi giusti per cercare di sconfiggere i rivali, che dal canto loro cercheranno di sfruttare tutte le armi a disposizione. Il computo dei precedenti, fra regular season e playoff, vede avanti La Lucos Pielle: tre vittorie contro una dei campani. Per quanto riguarda le formazioni, a meno di cambiamenti, non dovrebbero esserci sorprese. La Lucos Pielle in campo con: Davide Resta,Radovic,Larocca,Castoro e Vignola; la Nuova Folgore Nocera .Cozzolino,Izzo,Attianese,Fontanella,Auriemma. Infine, l’augurio che facciamo da questo gruppo è che prevalga la massima correttezza da entrambe le parti; dopo i fatti di una settimane fa, assolutamente disdicevoli ai danni della formazione Lucana, giocatori e tifosi delle due squadre devono dare esempio sia in campo che fuori, rispettando l’avversario qualunque sia il risultato finale. Facciamo nostro questo appello, affinché si possa parlare solo ed esclusivamente dell’aspetto tecnico e non d’altro.

          1. rafa85

            cresce l’attesa per la finale playoff Finalmente ci siamo.

            Mancano ormai davvero poche ore alla finale che decreterà la squadra vincitrice del’campionato di serie C2. A contendersi gara3, sabato 25 Maggio alle 19,30 al Palasport “Karol Wojtyla”, le due formazioni che hanno senza dubbio meritato di calcare questo palcoscenico: Lucos Pielle Montescaglioso e Nuova Folgore Nocera. Se per la Lucos Pielle sarà una prima volta storica (al terzo anno nella massima serie Regionale) Da due anni nelle otto migliori squadre Regionali,La Lucos Pielle arriva alla finale nel campionato dopo una stagione incredibile, fatta di 25 vittorie in 30 incontri.Un roster che parla da solo, un mix ben rodato che rende la squadra montese una macchina davvero micidiale. In regia il play montenegrino Radovic e il Castellanetano Davide Resta dirigono le danze, non lesinando assist e canestri a volontà; fra gli esterni l’esperienza di giocatori del calibro di Ambrosecchia e Vignola rendono la vita difficile a qualsiasi difesa, mentre il talentuoso Castoro(miglior marcatore del campionato) è sempre un pericolo costante. Vicino ai canestri la forza e l’energia di giocatori unici come il centro Castellanetano Larocca , uno dei migliori rimbalzisti del campionato, e Giuseppe Resta, minuti e punti di grande qualità. A chiudere il roster Passarelli,Paternoster,Marchitelli,Di Marzio e D’Agostino . Una sfida sicuramente spettacolare fra due squadre che si conoscono e che daranno il tutto per tutto per dimostrare il proprio, immenso valore. La Lucos Pielle ha l’opportunità,, di sfruttare il fattore campo e per questo serve tutto l’apporto possibile del pubblico e degli immancabili ed incredibili tifosi montesi, l’arma in più per cercare il grande salto nella categoria superiore.Per coach Losito sarà una bellissima serie: “Per noi è un grande traguardo e per molti sarà la prima volta in una finale. Un’atleta lavora tutto l’anno e spesso anche tutta la vita per arrivare a giocarsi la promozione e noi dobbiamo a questo punto esser bravi ad incanalare le emozioni e le motivazioni nella giusta direzione. Possiamo dire che abbiamo vinto il campionato delle squadre normali e abbiamo fatto un percorso netto nei playoff, che ci ha consentito di prepararci al meglio sia a livello tattico che emotivo. Cercheremo di sfruttare l’occasione, ma ovviamente dall’altra parte c’è una squadra che verrà qua con grande concentrazione e determinazione per non fallire”. Giochiamo in casa e serve tutto l’apporto del fantastico pubblico montese: “In tutti questi anni – conclude coach Losito – la città ha conosciuto una squadra in grado di migliorarsi e ha vissuto ogni promozione come un traguardo storico. Adesso posso dire che è veramente un momento storico per noi e per tutta Montescaglioso. Nel futuro sarà sempre più difficile ripetersi, quindi vorrei che sabato il Pala wojtyla fosse davvero gremito come mai prima, perchè sarà una finale indimenticabile ed un evento bellissimo per tutti”.

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi