Attenta a te Lucania, riguardati!!!

Attenta a te Lucania, riguardati!!

 

Chi ti darà ristoro e laverà le ferite

dolce mia terra dilaniata,

deturpata e da metastasi aggredita.

La cancrena ti avvolge, l’alezzo ammorba,

dal tuo denudato suolo s’alza l’acre nebbia

delle acide piogge intrise dell’olio di pietra.

Le limpide acque d’un tempo

saporano di lercio.

Nulla è cambiato,  tutto è cambiato,

gli sciacalli son  gli stessi d’allora,

 non riconosco il tuo volto,

da velenosi denti di serpenti trafitto.

Chi allevierà le tue sofferenze

o culla di dolce poesia?

chi con coraggio la fionda di Davide

oserà mostrare a Golia

e scagliare la pietra

della tua liberazione?

Con mendaci spoglie

da te verranno spacciandosi Davide

 con inganno e sirenea melodia

a carpirti la fede

e pasteggiare da vermi i resti lasciati

da iene e sciacalli.

Attenta a te Lucania, riguardati,

tu terra di lupi

di lupi ne conoscesti già tanti.

Chi veste il vello d’agnello

non cuore ma bramosia nasconde

e la candida benda che la sua mano ti porge

del tuo ultimo sospiro il cappio ti tende.


Commenti da Facebook

3 Commenti

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi