domenica 29 Novembre 2020

Oggi 1 Luglio ricorrenza della FRANA a Montescaglioso

Montescaglioso, Sala del Bar Chat Caffè 
Viale Kennedy – Campo Sportivo

 

Transizione Montescaglioso ospita l’incontro preparatorio per una giornata di Studio sulla Frana del Dicembre 2013.

All’interno delle iniziative previste per la Carovana in Difesa dei Fiumi e delle TerreJoniche il Comitato TerreJoniche si riunisce a Montescaglioso invitando i cittadini e le Associazioni di Montescaglioso per decidere insieme una iniziativa di mobilitazione e sensibilizzazione sui ritardi e le insufficienze delle risposte all’alluvione del 1° Dicembre 2013 che ha provocato danni ingenti alla comunità di Montescaglioso ed alle altre comunità lucane e pugliesi dell’area delle TerreJoniche.

Programma:

– ore 17: Conferenza Stampa per illustrare le proposte e le iniziative sull’alluvione e divulgare la lettera aperta del Comitato TerreJoniche al Presidente Marcello Pittella in cui si sollecitano le risposte alle proposte avanzate

– ore 18,30: Incontro con i cittadini e le Associazioni di Montescaglioso per discutere lo stato della vertenza e decidere sulla proposta di indire una mobilitazione a Montescaglioso.


Commenti da Facebook

3 Commenti

  1. Francesco Lomonaco FL

    Di cosa si è parlato?! Di tante, forse troppe cose.

    Ma andando via ci siamo detti:

    – ” … siamo nella nebbia politica più totale… ma se la paura di esporsi è così tanta,,, non ci resta che indire un incontro pubblico alla luce del Sole, nella PUBBLICA PIAZZA.

    Un incontro in cui mettiamo intorno al tavolo chi amministra il territorio e chi lo vive…

  2. Francesco Lomonaco FL

    Ieri sera il Coordinamento del Comitato TerreJoniche si è incontrato a Montescaglioso, ospitato dal Gruppo di Cittadini di “Transizione Montescaglioso” per un doppio appuntamento: alle ore 17 ha tenuto un incontro con la stampa per fare il punto della vertenza e annunciare le iniziative decise ieri mattina durante l’incontro ed alle 18,30 ha incontrato le associazioni e i cittadini di Montescaglioso per discutere le proposte di rilanciare la vertenza generale sulla messa in sicurezza idrogeologica dell’area e per il riconoscimento del diritto ai risarcimenti.

    La data di ieri, peraltro, è una data fortemente simbolica ed è l’occasione per fare una prima valutazione: – il Primo Luglio è la ricorrenza della frana che ha stravolto sette mesi fa Montescaglioso e dell’alluvione che il Primo dicembre scorso ha colpito circa 60 comuni della Basilicata. “Oggi, però, sono anche 9 mesi dall’alluvione di ottobre 2013 e 46 mesi da quella del febbraio/marzo 2011” ha ricordato il Comitato durante la Conferenza stampa ed ancora stiamo attendendo le risposte minime che consideriamo assolutamente indispensabili per il territorio, le famiglie e le comunità colpite. I danni accertati fra Puglia e Basilicata superano abbondantemente i 500 milioni di euro di cui per la sola Basilicata almeno 40 milioni di danni per i privati cittadini e le aziende del territorio.

    Anche se ad oggi in Basilicata sono arrivati circa 30 milioni di Euro per gli interventi “urgenti” di messa in sicurezza, questa cifra è assolutamente risibile rispetto ai bisogni e rispetto alla capacità di incidere effettivamente sul territorio con interventi adeguati. Soprattutto ad oggi praticamente nulla è arrivato ai cittadini ed alle aziende private che hanno subito danni, mentre ancora non si intravede alcuna iniziativa concreta per la prevenzione del rischio alluvioni che, certamente, vedrà nel prossimo periodo nuovamente creare problemi alle nostre comunità. Nelle settimane scorse il Comitato TerreJoniche aveva inviato alla Regione Basilicata una serie di proposte contenute in una piattaforma (vedi il file allegato) con la richiesta al Presidente Pittella di dare segnali precisi di assunzione di responsabilità.

    Quattro le richieste:

    – IL PATTO. un accordo sui risarcimenti ai privati per tutte e tre le alluvioni dal 2011 ad oggi sulla base del principio che, fatoi pari a 100 i danni sopportati ed accertati, un terzo siano a carico degli stessi privati, un terzo a carico della contabilità ordinaria della Regione ed un terzo a carico del bilancio dello stato

    – UNA CABINA DI REGIA. la costituzione di un coordinamento delle diverse iniziative per i risarcimenti, la messa in sicurezza e la prevenzione sotto la diretta responsabilità della Presidenza della Regione Basilicata

    – GLI STATI GENERALI. la convocazione entro ottobre di una conferenza regionale che riunisca gli Stati Generali sulla Salute dei fiumi con l’obiettivo di discutere ed adottare piani organici di governo delle aree a rischio attuando un “Contratto delle Foci” ovvero uno strumento partecipato e concordato per il governo ed il riordino delle aree a rischio

    – SOLDI: QUANTI, DOVE , COME. la costituzione di un fondo per la messa in sicurezza idrogeologica e la bonifica ambientale delle aree di fondovalle .

    “Questa piattaforma è stata confrontata con i livelli tecnici e dirigenziali della Regione Basilicata per cui si è persino discusso di soluzioni operative attuabili nel breve periodo ma, ora, è arrivato il tempo delle scelte politiche conseguenti alle disponibilità più volte annunciate dal Presidente Pittella negli scorsi mesi” ha aggiunto Gianni Fabbris annunciando una lettera che sarà inviata nella giornata di domani (mercoledi) e che sarà divulgata per diventare una lettera aperta allo stesso Presidente Pittella. “Abbiamo preso atto” aggiunge il Comitato TerreJoniche “della volontà espressa dal Presidente Pittella di voler riformare e cambiare il quadro della politica regionale, ora è arrivato il momento di verificare quanto questa intenzione si trasformi in concrete ed utili risposte per le comunità del Metapontino colpite dalle alluvioni di questi anni ed a rischio se non si interviene per il futuro”. Il comitato si rivolge direttamente al Presidente per chiedergli di superare qualsiasi timore di “pestare i piedi a qualche rendita di posizione” “Ora è il tempo di dare risposte, la gente e le aziende colpite non hanno più tempo di aspettare i tempi della politica ne la pazienza di sopportare veti o liturgie che tutelano sigle o piccoli interessi piuttosto che guardare all’urgenza delle risposte da dare. I tavoli o la concertazione fra le sigle non ci interessano se non servono a risolvere i problemi. La nostra apertura di credito e la nostra disponibilità è stata data a fronte delle tue dichiarazioni di voler cambiare e, per noi, il primo cambiamento è quello che sa dare risposte”. Questi alcuni dei passaggi contenuti nel documento inviato al Presidente Pittella che sarà divulgato domani che si conclude con l’invito rivolto direttamente a lui di partecipare al forum che si terrà a Bernalda fra il 25 e il 27 Luglio e che sarà preceduto da una serie di iniziative territoriali nel calendario della Carovana per i Fiumi e le Terre Joniche. Sarà per il Comitato, questa, la data in cui tirerà le somme del rapporto con la Giunta Regionale di Basilicata presieduta dal Presidente Pittella, nella speranza che in quella occasione i cittadini che parteciperanno al Forum potranno incassare le risposte che attendono da anni e di poter prendere atto che la parola del Presidente della Regione sarà stata mantenuta. Nella giornata di domani sarà divulgato il testo della lettera aperta su cui, fra l’altro, verranno raccolte firme dei cittadini dell’area alluvionata insieme al calendario delle iniziative fino al 27 Luglio.

    CONCLUSIONI. L’assemblea, al termine dell’incontro, ha preso atto della necessità di convocare un incontro pubblico, o, richiedere un Consiglio Comunale APERTO, in cui si cercherà di fare il punto della situazione in un confronto fra i cittadini danneggiati (l’intera comunità), soggetti attivi sul territorio e l’Amministrazione Comunale. L’augurio è che l’incontro apra una stagione di dialogo proficuo per dare risposte e mettere fine alla insostenibile pesantezza dell’attesa.

    ——————-

    Il Comitato Terre Joniche / Transizione Montescaglioso

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi