La rivolta dei trisnonni

Non ho avuto tempo di riesaminare nella loro completezza i fatti accaduti a Montescaglioso il 10 gennaio 1898, ma mi impegno a farlo quanto prima arricchendo la prima ricostruzione con gli elementi nuovi di cui sono venuto a conoscenza.

Vorrei intanto dedicare l’odierna celebrazione alla memoria di quanti per aver partecipato a quella sommossa finirono in carcere lasciando le loro famiglie nella miseria e nella disperazione più totale.

Come ognuno potrà vedere le condanne furono estremamente severe rispetto ai fatti contestati e all’accaduto.  

Il nome, l’accusa e la pena comminata a ognuno di loro è riportata nell’allegato intitolato “La causa della sommossa di Montescaglioso”.

A chi dovesse chiedersi perchè nell’elenco non compare il proprio trisnonno suggerisco di prendere in considerazione qualcuna delle seguenti – più o meno serie – ipotesi:

  • era troppo povero anche per protestare;
  • era emigrato;
  • era schierato con il partito al potere municipale;
  • era una persona prudente;
  • era benestante;
  • era uno che preferiva istigare gli altri. 

Commenti da Facebook

2 Commenti

  1. drago

    L’articolo è molto interessante. Si potrebbe fare un lavoro di ricerca in gruppo, ad esempio iniziando a chiedere ai nostri nonni o alle persone più grandi del paese se hanno sentito parlare  di quella rivolta dai loro genitori o da altri.

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi