Silvaggi a Roma per abolizione IMU terreni

Sindaco Silvaggi in data 18 febbraio 2015 a Roma in Senato con altri Sindaci per chiedere abolizione dell’IMU sui terreni agricoli. 

 

Il Sindaco della Città di Montescaglioso, Giuseppe Silvaggi, insieme ad altri Sindaci, mercoledì 18 febbraio 2015 si recherà a Roma, presso la sede del Senato della Repubblica, per chiedere l’abolizione della tassa IMU sui terreni agricoli.

L’Amministrazione Comunale montese ha già aderito e partecipato agli incontri tenutisi nei giorni scorsi presso la Regione Basilicata, la Provincia di Matera ed i Comuni di Ferrandina, Montalbano Ionico e Grassano, durante i quali, insieme alle altre Amministrazioni Comunali, ha avuto modo di esprimere in maniera ferma la richiesta di abolizione della tassa.

Il Sindaco Silvaggi ha, inoltre, incontrato una delegazione di rappresentanti del mondo agricolo di Montescaglioso che ha lamentato le tante difficoltà da fronteggiare.

La Giunta Comunale di Montescaglioso, nei giorni scorsi, ha  deliberato la proroga della scadenza del pagamento IMU sui terreni agricoli al 25 marzo 2015, data nella quale si dovrà procedere alla conversione in legge del D.L. n° 4 del 24. 01. 2015.

 

 Ufficio Stampa

Comune di Montescaglioso (MT)


Commenti da Facebook

2 Commenti

  1. cittadinoattivo

    Ma il Sindaco Silvaggi prima di andare a Roma si è recato in c.so Gramsci a Montescaglioso?

    Sbaglio o qui puntualmente qualcuno dimentica, o vuol far dimenticare, che abbiamo una eminente figura istituzionale nel più volte criticato governo Renzi?
    Il Silvaggi incappa come sempre nella solita barzelletta cui ci ha sempre abituati. 

  2. Francesco Lomonaco FL

    A ROMA per chiedere di risparmiare la nostra TERRA. (No ad una tassa iniqua).

    Ma poi l’AGRICOLTURA chi la difenderà dal Petrolio e dall’Inceneritore?

    L’Ingegnere (già Perito Agrario) conosce bene la STORIA di Montescaglioso?!

    Leggo sul sito Comunale….

    “… 

    Le grandi opere pubbliche del ventennio, contribuiscono a ridurre il dramma della disoccupazione ma lasciano inalterato il problema di fondo ovvero i rapporti nelle campagne tra contadini e grandi proprietari.

    Alla fine della seconda guerra mondiale, la Riforma Agraria, determinata dalla pressione contadina, ridisegna finalmente l’assetto della proprietà agraria, favorendo la nascita e lo sviluppo di una piccola e media proprietà contadina che costituisce la base per lo sviluppo degli anni successivi. Montescaglioso, così come altri comuni in cui la lotta per la terra ha raggiunto momenti di esasperazione, ha pagato con il sangue, con la morte del bracciante Giuseppe Novello.

    Oggi Montescaglioso è una città di circa 10.000 abitanti, con una economia basata principalmente sull’agricoltura.”

    A cura di Angelo Lospinuso del CEA di Montescaglioso

    (Renzi dirà: – “Cenere sei e dalla polvere ritornerai”)

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi