COTTAM Noi ci teniamo al nostro territorio

COTTAM Noi ci teniamo al nostro territorio

Dissesto idrogeologico: Priorità per il nostro territorio.Seminario tecnico informativo organizzato dal comitato COTTAM di Montescaglioso il 24 aprile 2015 alle ore 18:00 nei locali del teatro della Parrocchia di Santa Lucia.


Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"



Commenti da Facebook

10 Commenti

  1. vince_ditaranto

    Devo fare i complimenti per questo video di “pubblicità progresso”! Davvero ben pensato e ben fatto.

    Sarà interessante ascoltare (finalmente) un seminario tecnico sull’argomento, credo ce ne sia davvero bisogno.

    Onestamente, e senza polemica, bisogna riconoscere che l’amministrazione ha mostrato davvero delle falle incredibili nella comunicazione. Praticamente non si sa più nulla, nonostante era stato promesso un report continuo alla cittadinanza. 

    Inoltre non si conoscono le conclusioni del tavolo tecnico (bohh…!!) e nei consigli comunali le parole d’ordine sono “rassicurare” “minimizzare” “ridimensionare” “evitare trasparenza”. 

    Detto questo, si può avere dettagli in più su COTTAM? E’ solo un gruppo su facebook o c’è una composizione concreta vera e propria?

    Come è strutturato il seminario? Chi sono i relatori?

    Staremo a vedere.

    1. Cottam

      certamente! noi siamo un comitato legalmente costituito,

      le famiglie coinvolte dalla frana si sono costituite in un comitato denominato “ Comitato di tutela del territorio e ambiente, frana 3 Dicembre 2013 Montescaglioso” (Co.t.t.Am) con l’ obbiettivo di contribuire, aiutati della popolazione Montese, nel trovare soluzioni ai danni che l’evento franoso ha arrecato e continua ad arrecare alle attività produttive e alle famiglie di Montescaglioso. Inoltre Co.t.t.Am Montescaglioso nasce per aiutare le istituzioni affinché la drammatica vicenda che ha colpito il nostro paese possa diventare un monito per la salvaguardia dell’ territorio e dell’ambiente.

      nella serata del 24 cercheremo di dare qualche risposta ai molti quesiti che tutti i montesi si pongono. ci auguriamo che tu partecipando alla serata decida di darci una mano.

       

      a breve ulteriori info in merito all’organizzazione della serata

  2. Francesco Lomonaco FL

    Mi sarebbe piaciuto poter iscrivermi per un intervento “programmato”. 

    Mi dispiace non esserci. Ma a pensarci bene, mi rendo conto leggendo il programma, che sarei fuori tema.

    In realtà il Seminario, ricalca fedelmente lo spirito associativo che vede i propri componenti impegnati  “… nel trovare soluzioni ai danni che l’evento franoso ha arrecato e continua ad arrecare alle attività produttive e alle famiglie di Montescaglioso. Inoltre Co.t.t.Am Montescaglioso nasce per aiutare le istituzioni affinché la drammatica vicenda che ha colpito il nostro paese possa diventare un monito per la salvaguardia dell’ territorio e dell’ambiente….”

    Io, da cittadino semplice, avrei impostato il mio intervento sulla richiesta di GIUSTIZIA. Avrei impostato la mia Domanda affinche qualcuno potesse dare una risposta sulle cause tecniche, mi sarebbe piaciuto che qualcuno dicesse se ci sono delle indagini in corso …

    Insomma una qualche RISPOSTA sulle regole non RISPETTATE per il CONSUMO del SUOLO e della tutela del territorio.

    Forse sarà il tema di un’altro Seminario.

    Bravi e complimenti  per l’impegno civile nella ricostruzione.

  3. Montescaglioso

    Tra i 20 e i 50 anni. Questa la forchetta che, secondo il Prof. Ruggero Ermini dell’Università di Basilicata, ci dice tra quanto tempo ipoteticamente si potrebbe verificare, un nuovo movimento franoso a Montescaglioso se non si intraprendono le dovute azioni e se si verificano gli stessi eventi pluviometrici del 2013.
    E’ questa una delle verità che è emersa nel seminario tecnico organizzato dal COTTAM ( Comitato Tutela Territorio Ambiente Montescaglioso), tenutosi venerdì scorso nel teatro parrocchiale a Montescaglioso.


    Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

  4. Francesco Lomonaco FL

    Nulla hanno potuto fare i Senatori lucani.

    La MANOVRA del Governo RENZI parla chiaro: 

    “…. ai territori dichiarati in stato di emergenza a seguito di eventi calamitosi, stabilisce che al fine di dare avvio alle misure per fare fronte ai danni occorsi al patrimonio privato ed alle attività economiche e produttive e relativamente alle ricognizioni dei fabbisogni completate dai Commissari delegati si provvede, mediante concessione, da parte delle Amministrazioni pubbliche indicate nelle deliberazioni del Consiglio dei Ministri, di contributi a favore di soggetti privati e attività economiche e produttive, con le modalità del finanziamento agevolato.”

    Provo a tradurre: “nessun RISTORO. Siete stati danneggiati? avete perso la casa? il Lavoro?

    No Problem. L’Italia sta CRESCENDO. L’OCSE benedice il Job ACTS, Cresce l’Industria (ex Fiat)… Quindi potete tranquillamente tornare a fare DEBITI. (Agevolati) Lo STATO farà da GARANTE.

    ———————–

    Per chi ha tempo e vuole entrare nei dettagli: Art. 26 Emergenza… etc.

    http://www.montescaglioso.eu/manovra2015.pdf

  5. Francesco Lomonaco FL

    impariamo a denunciare. 

    si stanno consumando RISORSE destinate alla TUTELA e alla SALVAGUARDIA del  TERRITORIO in modo del tutto sbagliato e senza il minimo consenso dei CITTADINI.

    La PROTEZIONE CIVILE (che ha destinato le RISORSE è informata?

    ________________________

    Questo ultimo disastro si poteva evitare.

    _________________________

    DISASTRO ANNUNCIATO 

    Tra la chiesa del Crocifisso e via Salnetro. Una voragine si è aperta lungo la dorsale che gira intorno al Centro Storico.

    Il tratto di strada è stato isolato. L’Allarme che da tempo veniva ripetutamente segnalato dai cittadini era rimasto inascoltato.

    Fino a ieri, mezzi ultra_pesanti al servizio di un Cantiere che il Comune aveva appaltato di recente, transitavano sul tratto di strada dichiarato percorribile solo da autovetture e motocarri.

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi