GIORNATA ECOLOGICA 2015 2^ edizione.

Comunicato STAMPA

  11 maggio 2015

Mercoledì 13 maggio 2015, alle ore 17, presso la Sala Giunta del Comune di Montescaglioso, in Via Cosimo Venezia n° 1, su iniziativa dell’Assessorato comunale all’Ambiente guidato dal dott. Angelo Eletto, si svolgerà un incontro con le associazioni locali per l’organizzazione e realizzazione della GIORNATA ECOLOGICA 2015 – 2^ edizione. 

Ufficio Stampa

Comune di Montescaglioso (MT)

0835 209245


Commenti da Facebook

6 Commenti

  1. Francesco Lomonaco FL

    Una bella iniziativa. L’assessore all’Ambiente propone una “seconda Edizione”. L’Incontro pubblico è un buon inizio per confrontarsi sui temi del BENE COMUNE.

    Porto il mio contributo con questa idea. Innanzitutto cerchiamo un sottotitolo che dica qualcosa di più concreto.

    GIORNATA ECOLOGICA 2015  sa di cerimonia. Potremmo aggiungere  “…e i prossimi 364 giorni a venire”

    Poi potremmo fare un po di sana_informazione e produrre materiali informativi (a costo zero) sulle piccole azioni quotidiane che tutti possiamo fare.

    GreenPeace ha scritto questo:

    “Ogni nostro gesto quotidiano, dalla più piccola abitudine alla vera necessità, ha un impatto sul pianeta. Ovviamente ogni governo nazionale deve impegnarsi ad attuare politiche ambientali ed industriali che rispettino l’ecosistema, ma anche ognuno di noi può agire in maniera più ecologica. Greenpeace, una delle organizzazioni ambientaliste più celebri del mondo, fornisce un elenco di 10 regole grazie alle quali potremmo ridurre il consumo energetico e, in molti casi, risparmiare dei soldi salvaguardando la Terra.

     

    Le 10 regole sono:

     

    1. Fai la spesa usando le guide al consumo critico: risparmierai soldi e darai un contributo concreto in favore dell’ambiente.

    2. Preferisci i mezzi pubblici alla macchina, e la bicicletta ai mezzi: ridurrai le emissioni di CO2 e darai il tuo contributo alla lotta contro l’effetto serra.

    3. Prendi meno voli e più treni: il treno è il mezzo di trasporto più ecologico, dopo la bici e i piedi.

    4. Usa borse della spesa in cotone, canapa, o carta riciclata.

    5. Usa la borraccia al posto delle bottiglie di plastica: produrre una bottiglia di plastica comporta emissioni di CO2 e spreco di energia.

    6. Compra detersivi, legumi, cereali alla spina: ridurrai la produzione di rifiuti e i costi di smaltimento.

    7. Sostituisci il tonno con lo sgombro: il tonno è una delle specie animali maggiormente a rischio di estinzione.

    8. Compra solo frutta e verdura di stagione da un coltivatore diretto: consumerai cibo più sicuro, aiuterai l’economia della tua terra, ridurrai le emissioni di gas serra.

    9. Stendi al sole, evita l’asciugatrice: l’asciugatrice è uno degli elettrodomestici più energivori in assoluto.

    10. Usa pannolini lavabili: eviterai la produzione di una grande quantità di rifiuti non biodegradabili.


    Fare il primo passo è importante, farne dieci nella giusta direzione è sicuramente molto più significativo.


     


  2. Francesco Lomonaco FL

    si è svolto un incontro con alcune associazioni locali per l’organizzazione e realizzazione dellaGIORNATA ECOLOGICA 2015 – 2^ edizione. 

    – Tutti hanno convenuto sull’importanza che la “giornata” non sia solo “volontariato” fine a se stesso. 

    – Tutti hanno ribadito il valore dell’informazione capillare in un opera di sensibilizzazione sul tema del rispetto dell’Ambiente.

    – Tutti hanno chiesto che non sia una giornata inutile ma che diventi una giornata SIMBOLO.

    L’Assessore ha detto:

    ” Vi assicuro che il Nuovo Bando per la RACCOLTA DIFFERENZIATA risolverà tutti i nostri dubbi e problemi. Fidatevi di me. Fidatevi di un medico. Fidatevi di uno che è “prestato alla Politica”.

    Allora io ho detto:

    “In tema di partecipazione attiva dei cittadini alla soluzione “condivisa” dei problemi, propongo (giornate preparatorie) una serie di incontri di studio sul NUOVO BANDO, in modo tale da scatenare la curiosità e la passione civica in tutti quei cittadini che hanno a cuore il decoro urbano e l’Ambiente”.

    L’Assessore ha detto:

    ” No, non è possibile”.

     

    Ci dobbiamo fidare?!

    1. Francesco Lomonaco FL

      Con immensa gioia e sorpresa apprendo che ….

      alle ore 16.00 (nella Sala Giunta del Municipio) l’Ass. all’Ambiente ha indetto un incontro rivolto alle associazioni “sensibili” alle tematiche ambientali sul tema:

      PRESENTAZIONE DEL (nuovo) BANDO per il Servizio della futura Raccolta differenziata

      e comunicazioni sull’organizzazione delle GIORNATE ECOLOGICHE 2015

      Io parteciperò. Invito tutti i CITTADINI a partecipare. E’ una buona occasione per comprendere quale strada dobbiamo INTRAPRENDERE per “risparmiare” e “ottimizzare” la raccolta differenziata.

      Il BANDO spero e credo non sia un pacchetto “chiuso”…. e quindi possiamo migliorarlo con il “contributo” in idee e critiche costruttive…

      Sarebbe il caso di partecipare

  3. Francesco Lomonaco FL

    Sono state presentate le linee guida del FUTURO  BANDO sulla Raccolta Differenziata che si intende avviare a Montescaglioso.

    Il BANDO è bello, ricco di buone intenzioni. Anche il precedente era buono e ricco di buone intenzioni…

    Forse (prima di rendere pubblico il nuovo BANDO) è il caso di avviare una riflessione PUBBLICA chiedendoci PERCHE’ non ha funzionato.

    Ecco alcune riflessioni, l’autore è un esperto. (costo zero)

    http://www.montescaglioso.eu/SistemaModernoGestioneRifiutieInnovazione.pdf

    1. Francesco Lomonaco FL

      … il nostro sistema Educativo.

      Perchè non ha funzionato il sistema Porta a Porta?!

      Eppure il Bando era stato presentato come il “migliore” possibile e prevedeva anche il passaggio al metodo “Puntuale” (cioè pagare a peso… in relazione all’indifferenziata prodotta). 

      All’incontro con l’Assessore è venuto fuori che l’unica soluzione possibile sia l’istallazione di Telecamere e un ferreo Regolamento che preveda MULTE. (Multe, sanzioni e Ordini di Servizio anche per chi non fa rispettare il Regolamento). 

      Io credo che il problema meriti un differente approccio. I risultati si ottengono con la Informazione e la Formazione.

      Un ragazzo che oggi ha 18 anni nel 2008 (anno dell’inizio del Porta a Porta) frequentava la classe primaria, poi è passato alla Secondaria di Primo Grado (le medie).  

      In tutti questi anni una Agenzia Educativa capace di lavorare in armonia con il progetto Porta a Porta … avrebbe dovuto formare giovani cittadini responsabili.  Forse così (in parte) è andata. Forse No. 

      Allora forse è il caso di immaginare altro…

      Forse va ripensato il metodo educativo. Vi propongo la visione di questo video

       

      Contenuto non disponibile
      Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi