domenica 29 Novembre 2020

RUBRICA / Osservatorio Ambientale

In attesa di un vero e proprio spazio istituzionale dedicato alle attività che vengono svolte dall’OSSERVATORIO AMBIENTALE del Comune di Montescaglioso, ringraziamo lo staff di Monte.Net per l’ospitalità.

Questa rubrica raccoglierà le istanze che i cittadini vorranno inviare all’attenzione dell’OSSERVATORIO.

Questa rubrica cercherà di informare i Cittadini sull’andamento delle attività di monitoraggio ambientale e (di concerto con Amministratori di maggioranza e di minoranza) dare tempestivamente spazio ad eventuali Avvisi di emergenza. (Speriamo mai).

 

PER FARE IL PUNTO

REPORT LAVORO OSSERVATORIO: giugno/settembre 2015

È datata 21/05/2015 la delibera comunale che ha suggellato la costituzione dell’Osservatorio Ambientale a Montescaglioso, dopo mesi di incontri, proposte, confronti con l’Amministrazione Comunale. Risale invece al 05/06/2015 l’elezione del rappresentante dei cittadini che fa parte del direttivo dell’Osservatorio, insieme a esponenti politici istituzionali comunali. Tale rappresentante è Donato Ditaranto, scelto all’unanimità tra le fila del Comitato Monte No Triv, che sostiene e coordina, secondo le modalità di democrazia partecipata previste dalla sua Carta, le iniziative che Donato propone all’interno dell’Osservatorio.

Il primo incontro dell’Osservatorio si è tenuto l’08/07/2015. Le prime tematiche affrontate hanno riguardato la sua struttura organizzativa: si è riflettuto sull’urgenza di darsi delle regole condivise di funzionamento, sulla necessità di istituire al Comune un’apposita Segreteria in grado di organizzare il lavoro e sull’importanza di individuare una sede fisica dell’Osservatorio, con relativa casella postale dedicata, dove i cittadini possano presentare le proprie richieste e/o segnalazioni.

Si è poi proceduto con l’analisi delle tematiche ritenute prioritarie da affrontare:

• Richiesta di accesso all’archivio storico delle analisi delle acque e ad altre informazioni ambientali, per creare il “Punto Zero” da cui far partire l’attività dell’Osservatorio.

• Richiesta delle ordinanze sul divieto di uso dell’acqua potabile e approfondimento della questione.

• Informazioni circa lo stato delle fontane: pulizia e controllo dell’acqua potabile.

• Monitoraggio dell’inquinamento elettromagnetico.

• Controllo delle vecchie discariche.

• Informazioni riguardanti i lavori che avvengono nei fiumi limitrofi al territorio del Comune di Montescaglioso.

• Informazioni sulle modalità di disinfestazione: come avviene, quali prodotti la ditta Avvenire utilizza, l’esistenza o meno di un adeguato preavviso alla cittadinanza.

• Leggi a tutela dei beni culturali.

Infine, sono state elencate le prime segnalazioni pervenute dai cittadini.
In questi primi mesi, anche in virtù di questo primo incontro, sono state presentate al Comune le seguenti richieste:

1) 29/06/2015: revoca immediata dell’incarico legale affidato all’Avv. Violetto (ricorso riguardante il pirogassificatore di Bernalda), in virtù dell’eccessivo impegno di spesa comunale disposto in suo favore (5.500 €), e richiesta di affidamento dell’incarico all’Avv. Calzone, che aveva già presentato ricorso per conto del WWF Matera sulla medesima questione, con un risparmio per le casse comunali di quasi l’80%. Risposta non pervenuta.

2) 06/07/2015: richiesta di incontro congiunto con i rappresentanti del Consorzio CONAI e con le Associazioni dei cittadini interessate, per illustrare le possibilità di incremento dell’utile fino al 100% del premio CONAI e di nuove assunzioni di personale per lo smistamento dei rifiuti da riciclare. Richiesta accolta: incontro svolto.

3) 05/08/2015: richiesta di intervento immediato del Sig. Sindaco per effettuare controlli su acqua ritenuta non idonea, su segnalazione dei cittadini, per usi potabili e domestici nei pressi della Difesa San Biagio. Risposta non pervenuta.

4) 13/08/2015: richiesta di esprimere attraverso atto ufficiale indirizzato al Presidente Pittella la posizione di indisponibilità del Comune di Montescaglioso a candidare il proprio territorio come sede di deposito delle scorie nucleari. Richiesta accolta e ufficializzata con deliberazione n. 101 del 02/09/2015.

5) 26/08/2015: richiesta della documentazione riguardante l’ubicazione e i tipi di materiali conferiti di tutte le discariche, pubbliche e private, presenti sul territorio del Comune di Montescaglioso. Richiesta accolta e risposta pervenuta in data 16/09/2015.

6) 31/08/2015: richiesta della documentazione relativa ai depuratori presenti sul territorio comunale e la planimetria del percorso dell’acqua potabile utilizzata dal Comune di Montescaglioso. Richiesta accolta.

7) 31/08/2015: richiesta convocazione del Consiglio Comunale in seduta monotematica, per discutere e deliberare a favore del referendum abrogativo dell’art. 35 del “Decreto Sviluppo”, riguardante le trivellazioni entro le 12 miglia marine, sollecitando con atto ufficiale la Regione Basilicata ad approvare tale referendum entro e non oltre il 30 settembre 2015. Richiesta accolta e iniziativa promossa in Giunta con deliberazione n. 102 del 02/09/2015, senza convocazione del Consiglio Comunale.

In questi mesi, sono stati altresì acquisiti ed esaminati documenti riguardanti:

 
a) L’inquinamento elettromagnetico.

b) Lo stato delle acque, dopo le due ordinanze comunali di dicembre e di aprile scorsi di stop all’erogazione dell’acqua per presunta contaminazione, con analisi effettuate dall’Arpab in allegato.

c) I dati ambientali registrati a Montescaglioso circa i livelli di concentrazione delle polveri nell’aria, in virtù del sospetto inquinamento causato dagli stabilimenti Ilva e Italcementi.

Negli ultimi giorni, si sta invece operando per intraprendere un’importante iniziativa: effettuare per la prima volta a Montescaglioso valutazioni comparative di monitoraggio ambientale, analizzando acqua, aria, discariche, depuratori e livelli di inquinamento elettromagnetico causato da antenne. A breve ci saranno novità in merito.
Questa è stata l’attività dell’Osservatorio Ambientale nei suoi primi tre mesi di vita.

Montescaglioso, 23/09/2015
Donato Ditaranto (Rappresentante dei Cittadini dell’Osservatorio Ambientale)
Comitato Monte No Triv


Commenti da Facebook

8 Commenti

  1. Francesco Lomonaco FL

    é stato indetto un Consiglio Comunale. Un punto all’ordine del giorno tratta un argomento che riguarda TUTTI. Una questione delicata che andrà a modificare la DESTINAZIONE D’USO di un’AREA AGRICOLA.

    In Consiglio se ne parlerà. Bene.

    Ma il comportamento dell’Amministrazione Comunale nei confronti del GRUPPO OSSERVATORIO è DESOLANTE.

    Nel Consiglio Comunale precedente era stato  approvato all’UNANIMITA’ il riconoscimento dell’OSSERVATORIO AMBIENTALE. Era stata approvata una PRASSI che obbliga l’Amministrazione Comunale e gli UFFICI competenti ad INFORMARE il Gruppo Osservatorio di ogni “notizia” o atto amministrativo che avesse come oggetto “modifiche di impatto ambientale”….

    Sono desolato. Questa Amministrazione detta le REGOLE ma è la prima a non rispettarle.

    Convocazione seduta ordinaria Consiglio Comunale – giovedì 08 ottobre 2015

    on 05 Ottobre 2015.

    Il Consiglio Comunale di Montescaglioso è stato convocato dal proprio Presidente Emanuele Andrisani in seduta ordinaria e in prima convocazione, per le ore 17 di giovedì 08 ottobre 2015. L’assemblea si svolgerà presso la Sala Consiliare “Sandro Pertini”.

    All’ordine del giorno i seguenti argomenti:

    1) Lettura e approvazione verbali della seduta precedente;

    2) Promozione di un Referendum abrogativo dell’art. 35, comma 1, del D.L. 83/2012 (Decreto Sviluppo), convertito in Legge 07.08.2012 n° 134;

    3) Variazione al Bilancio di previsione finanziario 2015. Ratifica della deliberazione di Giunta comunale n° 94 del 17.08.2015 adottata ai sensi dell’art. 175, comma 4, del D.Lgs. n° 267/2000;

    4) Legge regionale n° 23/99. Variante al P.D.F. Cambio di destinazione d’uso di area agricola ad area per l’insediamento di un “Centro di recupero rifiuti non pericolosi” in Contrada Sterpina.

    In caso di adunanza deserta la seconda convocazione è fissata per le ore 17 di venerdì 09 ottobre 2015, per discutere le stesse materie.

    Ufficio Stampa

    Comune di Montescaglioso (Matera)

  2. Francesco Lomonaco FL

    Ecco l’elenco completo di tutti i rifiuti che potrebbero arrivare a MONTESCAGLIOSO – presso l’attuale DISCARICA INERTI

    (Pagina 1 di 11)

    01 RIFIUTI DERIVANTI DA PROSPEZIONE, ESTRAZIONE DA MINIERA O CAVA, NONCHÉ

    DAL TRATTAMENTO FISICO O CHIMICO DI MINERALI

    01 01 rifiuti prodotti dall’estrazione di minerali

    01 01 01 rifiuti da estrazione di minerali metalliferi

    01 01 02 rifiuti da estrazione di minerali non metalliferi

    01 03 rifiuti prodotti da trattamenti chimici e fisici di minerali metalliferi

    01 03 06 sterili diversi da quelli di cui alle voci 01 03 04 e 01 03 05

    01 03 08 polveri e residui affini diversi da quelli di cui alla voce 01 03 07

    01 03 09 fanghi rossi derivanti dalla produzione di allumina, diversi da quelli di cui alla voce 01 03 07

    01 03 99 rifiuti non specificati altrimenti

    01 04 rifiuti prodotti da trattamenti chimici e fisici di minerali non metalliferi

    01 04 08 scarti di ghiaia e pietrisco, diversi da quelli di cui alla voce 01 04 07

    01 04 09 scarti di sabbia e argilla

    01 04 10 polveri e residui affini, diversi da quelli di cui alla voce 01 04 07

    01 04 11 rifiuti della lavorazione di potassa e salgemma, diversi da quelli di cui alla voce 01 04 07

    01 04 12 sterili ed altri residui del lavaggio e della pulitura di minerali, diversi da quelli di cui alle voci 01

    04 07 e 01 04 11

    01 04 13 rifiuti prodotti dalla lavorazione della pietra, diversi da quelli di cui alla voce 01 04 07

    01 04 99 rifiuti non specificati altrimenti

    01 05 fanghi di perforazione ed altri rifiuti di perforazione

    01 05 04 fanghi e rifiuti di perforazione di pozzi per acque dolci

    01 05 07 fanghi e rifiuti di perforazione contenenti barite, diversi da quelli delle voci 01 05 05 e 01 05 06

    01 05 08 fanghi e rifiuti di perforazione contenenti cloruri, diversi da quelli delle voci 01 05 05 e 01 05 06

    01 05 99 rifiuti non specificati altrimenti

    02 RIFIUTI PRODOTTI DA AGRICOLTURA, ORTICOLTURA, ACQUACOLTURA,

    SELVICOLTURA, CACCIA E PESCA, TRATTAMENTO E PREPARAZIONE DI ALIMENTI

    02 01 rifiuti prodotti da agricoltura, orticoltura, acquacoltura, selvicoltura, caccia e pesca

    02 01 01 fanghi da operazioni di lavaggio e pulizia

    02 01 02 scarti di tessuti animali

    02 01 03 scarti di tessuti vegetali

    02 01 04 rifiuti plastici (ad esclusione degli imballaggi)

    02 01 06 feci animali, urine e letame (comprese le lettiere usate), effluenti, raccolti separatamente e

    trattati fuori sito

    02 01 07 rifiuti della silvicoltura

    02 01 09 rifiuti agrochimici diversi da quelli della voce 02 01 08

    02 01 10 rifiuti metallici

    02 01 99 rifiuti non specificati altrimenti

    02 02 rifiuti della preparazione e del trattamento di carne, pesce ed altri alimenti di origine

    animale

    02 02 01 fanghi da operazioni di lavaggio e pulizia

    02 02 02 scarti di tessuti animali

    02 02 03 scarti inutilizzabili per il consumo o la trasformazione

    02 02 04 fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti

    02 02 99 rifiuti non specificati altrimenti

    02 03 rifiuti della preparazione e del trattamento di frutta, verdura, cereali, oli alimentari, cacao,

    caffè, tè e tabacco; della produzione di conserve alimentari; della produzione di lievito ed

    estratto di lievito; della preparazione e fermentazione di melassa

    02 03 01 fanghi prodotti da operazioni di lavaggio, pulizia, sbucciatura, centrifugazione e separazione di

    componenti

    02 03 02 rifiuti legati all’impiego di conservanti

    02 03 03 rifiuti prodotti dall’estrazione tramite solvente

    02 03 04 scarti inutilizzabili per il consumo o la trasformazione

    02 03 05 fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti

    02 03 99 rifiuti non specificati altrimenti

    02 04 rifiuti prodotti dalla raffinazione dello zucchero

    02 04 01 terriccio residuo delle operazioni di pulizia e lavaggio delle barbabietole

    02 04 02 carbonato di calcio fuori specifica

    02 04 03 fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti

    02 04 99 rifiuti non specificati altrimenti

    CODICI CER NON PERICOLOSI

    Pagina 2 di 11

    02 05 rifiuti dell’industria lattiero-casearia

    02 05 01 scarti inutilizzabili per il consumo o la trasformazione

    02 05 02 fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti

    02 05 99 rifiuti non specificati altrimenti

    02 06 rifiuti dell’industria dolciaria e della panificazione

    02 06 01 scarti inutilizzabili per il consumo o la trasformazione

    02 06 02 rifiuti legati all’impiego di conservanti

    02 06 03 fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti

    02 06 99 rifiuti non specificati altrimenti

    02 07 rifiuti della produzione di bevande alcoliche ed analcoliche (tranne caffè, tè e cacao)

    02 07 01 rifiuti prodotti dalle operazioni di lavaggio, pulizia e macinazione della materia prima

    02 07 02 rifiuti prodotti dalla distillazione di bevande alcoliche

    02 07 03 rifiuti prodotti dai trattamenti chimici

    02 07 04 scarti inutilizzabili per il consumo o la trasformazione

    02 07 05 fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti

    02 07 99 rifiuti non specificati altrimenti

    03 RIFIUTI DELLA LAVORAZIONE DEL LEGNO E DELLA PRODUZIONE DI PANNELLI,

    MOBILI, POLPA, CARTA E CARTONE

    03 01 rifiuti della lavorazione del legno e della produzione di pannelli e mobili

    03 01 01 scarti di corteccia e sughero

    03 01 05 segatura, trucioli, residui di taglio, legno, pannelli di truciolare e piallacci diversi da quelli di cui

    alla voce 03 01 04

    03 01 99 rifiuti non specificati altrimenti

    03 02 rifiuti dei trattamenti conservativi del legno

    03 02 99 prodotti per i trattamenti conservativi del legno non specificati altrimenti

    03 03 rifiuti della produzione e della lavorazione di polpa, carta e cartone

    03 03 01 scarti di corteccia e legno

    03 03 02 fanghi di recupero dei bagni di macerazione (green liquor)

    03 03 05 fanghi prodotti dai processi di disinchiostrazione nel riciclaggio della carta

    03 03 07 scarti della separazione meccanica nella produzione di polpa da rifiuti di carta e cartone

    03 03 08 scarti della selezione di carta e cartone destinati ad essere riciclati

    03 03 09 fanghi di scarto contenenti carbonato di calcio

    03 03 10 scarti di fibre e fanghi contenenti fibre, riempitivi e prodotti di rivestimento generati dai processi

    di separazione meccanica

    03 03 11 fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti, diversi da quelli di cui alla voce 03 03 10

    03 03 99 rifiuti non specificati altrimenti

    04 RIFIUTI DELLA LAVORAZIONE DI PELLI E PELLICCE, NONCHÉ DELL’INDUSTRIA

    TESSILE

    04 01 rifiuti della lavorazione di pelli e pellicce

    04 01 01 carniccio e frammenti di calce

    04 01 02 rifiuti di calcinazione

    04 01 04 liquido di concia contenente cromo

    04 01 05 liquido di concia non contenente cromo

    04 01 06 fanghi, prodotti in particolare dal trattamento in loco degli effluenti, contenenti cromo

    04 01 07 fanghi, prodotti in particolare dal trattamento in loco degli effluenti, non contenenti cromo

    04 01 08 cuoio conciato (scarti, cascami, ritagli, polveri di lucidatura) contenenti cromo

    04 01 09 rifiuti delle operazioni di confezionamento e finitura

    04 01 99 rifiuti non specificati altrimenti

    04 02 rifiuti dell’industria tessile

    04 02 09 rifiuti da materiali compositi (fibre impregnate, elastomeri, plastomeri)

    04 02 10 materiale organico proveniente da prodotti naturali (ad es. grasso, cera)

    04 02 15 rifiuti da operazioni di finitura, diversi da quelli di cui alla voce 04 02 14

    04 02 17 tinture e pigmenti, diversi da quelli di cui alla voce 04 02 16

    04 02 20 fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti, diversi da quelli di cui alla voce 04 02 19

    04 02 21 rifiuti da fibre tessili grezze

    04 02 22 rifiuti da fibre tessili lavorate

    04 02 99 rifiuti non specificati altrimenti

    Pagina 3 di 11

    05 RIFIUTI DELLA RAFFINAZIONE DEL PETROLIO, PURIFICAZIONE DEL GAS NATURALE E

    TRATTAMENTO PIROLITICO DEL CARBONE

    05 01 rifiuti della raffinazione del petrolio

    05 01 10 fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti, diversi da quelli di cui alla voce 05 01 09

    05 01 13 fanghi residui dell’acqua di alimentazione delle caldaie

    05 01 14 rifiuti prodotti dalle torri di raffreddamento

    05 01 16 rifiuti contenenti zolfo prodotti dalla desolforizzazione del petrolio

    05 01 17 bitumi

    05 01 99 rifiuti non specificati altrimenti

    05 06 rifiuti prodotti dal trattamento pirolitico del carbone

    05 06 04 rifiuti prodotti dalle torri di raffreddamento

    05 06 99 rifiuti non specificati altrimenti

    05 07 rifiuti prodotti dalla purificazione e dal trasporto di gas naturale

    05 07 02 rifiuti contenenti zolfo

    05 07 99 rifiuti non specificati altrimenti

    06 RIFIUTI DEI PROCESSI CHIMICI INORGANICI

    06 01 rifiuti della produzione, formulazione, fornitura ed uso di acidi

    06 01 99 rifiuti non specificati altrimenti

    06 02 rifiuti della produzione, formulazione, fornitura ed uso di basi

    06 02 99 rifiuti non specificati altrimenti

    06 03 rifiuti della produzione, formulazione, fornitura ed uso di sali, loro soluzioni e ossidi

    metallici

    06 03 14 sali e loro soluzioni, diversi da quelli di cui alle voci 06 03 11 e 06 03 13

    06 03 16 ossidi metallici, diversi da quelli di cui alla voce 06 03 15

    06 03 99 rifiuti non specificati altrimenti

    06 04 rifiuti contenenti metalli, diversi da quelli di cui alla voce 06 03

    06 04 99 rifiuti non specificati altrimenti

    06 05 fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti

    06 05 03 fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti, diversi da quelli di cui alla voce 06 05 02

    06 06 rifiuti della produzione, formulazione, fornitura ed uso di prodotti chimici contenenti

    zolfo, dei processi chimici dello zolfo e dei processi di desolforazione

    06 06 03 rifiuti contenenti solfuri, diversi da quelli di cui alla voce 06 06 02

    06 06 99 rifiuti non specificati altrimenti

    06 07 rifiuti della produzione, formulazione, fornitura ed uso di prodotti alogeni e dei processi

    chimici degli alogeni

    06 07 99 rifiuti non specificati altrimenti

    06 08 rifiuti della produzione, formulazione, fornitura ed uso del silicio e dei suoi derivati

    06 08 99 rifiuti non specificati altrimenti

    06 09 rifiuti della produzione, formulazione, fornitura ed uso di prodotti fosforosi e dei processi

    chimici del fosforo

    06 09 02 scorie fosforose

    06 09 04 rifiuti prodotti da reazioni a base di calcio, diversi da quelli di cui alla voce 06 09 03

    06 09 99 rifiuti non specificati altrimenti

    06 10 rifiuti della produzione, formulazione, fornitura ed uso di prodotti chimici contenenti

    azoto, dei processi chimici dell’azoto e della produzione di fertilizzanti

    06 10 99 rifiuti non specificati altrimenti

    06 11 rifiuti dalla produzione di pigmenti inorganici ed opacificanti

    06 11 01 rifiuti prodotti da reazioni a base di calcio nella produzione di diossido di titanio

    06 11 99 rifiuti non specificati altrimenti

    06 13 rifiuti di processi chimici inorganici non specificati altrimenti

    06 13 03 nerofumo

    06 13 99 rifiuti non specificati altrimenti

    07 RIFIUTI DEI PROCESSI CHIMICI ORGANICI

    07 01 rifiuti della produzione, formulazione, fornitura ed uso di prodotti chimici organici di base

    07 01 12 fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti, diversi da quelli di cui alla voce 07 01 11

    07 01 99 rifiuti non specificati altrimenti

    07 02 rifiuti della produzione, formulazione, fornitura ed uso (PFFU) di plastiche, gomme

    sintetiche e fibre artificiali

    07 02 12 fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti, diversi da quelli di cui alla voce 07 02 11

    07 02 13 rifiuti plastici

    07 02 15 rifiuti prodotti da additivi, diversi da quelli di cui alla voce 07 02 14

    07 02 17 rifiuti contenenti silicone diversi da quelli di cui alla voce 07 02 16

    07 02 99 rifiuti non specificati altrimenti

    Pagina 4 di 11

    07 03 rifiuti della produzione, formulazione, fornitura ed uso di coloranti e pigmenti organici

    (tranne 06 11)

    07 03 12 fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti, diversi da quelli di cui alla voce 07 03 11

    07 03 99 rifiuti non specificati altrimenti

    07 04 rifiuti della produzione, formulazione, fornitura ed uso di prodotti fitosanitari (tranne 02

    01 08 e 02 01 09), agenti conservativi del legno (tranne 03 02) ed altri biocidi organici

    07 04 12 fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti, diversi da quelli di cui alla voce 07 04 11

    07 04 99 rifiuti non specificati altrimenti

    07 05 rifiuti della produzione, formulazione, fornitura ed uso di prodotti farmaceutici

    07 05 12 fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti, diversi da quelli di cui alla voce 07 05 11

    07 05 14 rifiuti solidi, diversi da quelli di cui alla voce 07 05 13

    07 05 99 rifiuti non specificati altrimenti

    07 06 rifiuti della produzione, formulazione, fornitura ed uso di grassi, lubrificanti, saponi,

    detergenti, disinfettanti e cosmetici

    07 06 12 fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti, diversi da quelli di cui alla voce 07 06 11

    07 06 99 rifiuti non specificati altrimenti

    07 07 rifiuti della produzione, formulazione, fornitura ed uso di prodotti della chimica fine e di

    prodotti chimici non specificati altrimenti

    07 07 12 fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti, diversi da quelli di cui alla voce 07 07 11

    07 07 99 rifiuti non specificati altrimenti

    08 RIFIUTI DELLA PRODUZIONE, FORMULAZIONE, FORNITURA ED USO DI RIVESTIMENTI

    (PITTURE, VERNICI E SMALTI VETRATI), ADESIVI, SIGILLANTI E INCHIOSTRI PER

    STAMPA

    08 01 rifiuti della produzione, formulazione, fornitura ed uso e della rimozione di pitture e

    vernici

    08 01 12 pitture e vernici di scarto, diverse da quelle di cui alla voce 08 01 11

    08 01 14 fanghi prodotti da pitture e vernici, diversi da quelli di cui alla voce 08 01 13

    08 01 16 fanghi acquosi contenenti pitture e vernici, diversi da quelli di cui alla voce 08 01 15

    08 01 18 fanghi prodotti dalla rimozione di pitture e vernici, diversi da quelli di cui alla voce 08 01 17

    08 01 20 sospensioni acquose contenenti pitture e vernici, diverse da quelle di cui alla voce 08 01 19

    08 01 99 rifiuti non specificati altrimenti

    08 02 rifiuti della produzione, formulazione, fornitura ed uso di altri rivestimenti (inclusi

    materiali ceramici)

    08 02 01 polveri di scarto di rivestimenti

    08 02 02 fanghi acquosi contenenti materiali ceramici

    08 02 03 sospensioni acquose contenenti materiali ceramici

    08 02 99 rifiuti non specificati altrimenti

    08 03 rifiuti della produzione, formulazione, fornitura ed uso di inchiostri per stampa

    08 03 07 fanghi acquosi contenenti inchiostro

    08 03 08 rifiuti liquidi acquosi contenenti inchiostro

    08 03 13 scarti di inchiostro, diversi da quelli di cui alla voce 08 03 12

    08 03 15 fanghi di inchiostro, diversi da quelli di cui alla voce 08 03 14

    08 03 18 toner per stampa esauriti, diversi da quelli di cui alla voce 08 03 17

    08 03 99 rifiuti non specificati altrimenti

    08 04 rifiuti della produzione, formulazione, fornitura ed uso di adesivi e sigillanti (inclusi i

    prodotti impermeabilizzanti)

    08 04 10 adesivi e sigillanti di scarto, diversi da quelli di cui alla voce 08 04 09

    08 04 12 fanghi di adesivi e sigillanti, diversi da quelli di cui alla voce 08 04 11

    08 04 14 fanghi acquosi contenenti adesivi e sigillanti, diversi da quelli di cui alla voce 08 04 13

    08 04 16 rifiuti liquidi acquosi contenenti adesivi e sigillanti, diversi da quelli di cui alla voce 08 04 15

    08 04 99 rifiuti non specificati altrimenti

    08 05 rifiuti non specificati altrimenti alla voce 08

    09 RIFIUTI DELL’INDUSTRIA FOTOGRAFICA

    09 01 rifiuti dell’industria fotografica

    09 01 07 carta e pellicole per fotografia, contenenti argento o composti dell’argento

    09 01 08 carta e pellicole per fotografia, non contenenti argento o composti dell’argento

    09 01 10 macchine fotografiche monouso senza batterie

    09 01 12 macchine fotografiche monouso diverse da quelle di cui alla voce 09 01 11

    09 01 99 rifiuti non specificati altrimenti

    Pagina 5 di 11

    10 RIFIUTI PRODOTTI DA PROCESSI TERMICI

    10 01 rifiuti prodotti da centrali termiche ed altri impianti termici (tranne 19)

    10 01 01 ceneri pesanti, scorie e polveri di caldaia (tranne le polveri di caldaia di cui alla voce 10 01 04)

    10 01 02 ceneri leggere di carbone

    10 01 03 ceneri leggere di torba e di legno non trattato

    10 01 05 rifiuti solidi prodotti da reazioni a base di calcio nei processi di desolforazione dei fumi

    10 01 07 rifiuti fangosi prodotti da reazioni a base di calcio nei processi di desolforazione dei fumi

    10 01 15 ceneri pesanti, scorie e polveri di caldaia prodotte dal coincenerimento, diverse da quelli di cui

    alla voce 10 01 14

    10 01 17 ceneri leggere prodotte dal coincenerimento, diverse da quelle di cui alla voce 10 01 16

    10 01 19 rifiuti prodotti dalla depurazione dei fumi, diversi da quelli di cui alle voci 10 01 05, 10 01 07 e 10

    01 18

    10 01 21 fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti, diversi da quelli di cui alla voce 10 01 20

    10 01 23 fanghi acquosi da operazioni di pulizia caldaie, diversi da quelli di cui alla voce 10 01 22

    10 01 24 sabbie dei reattori a letto fluidizzato

    10 01 25 rifiuti dell’immagazzinamento e della preparazione del combustibile delle centrali termoelettriche

    a carbone

    10 01 26 rifiuti prodotti dal trattamento delle acque di raffreddamento

    10 01 99 rifiuti non specificati altrimenti

    10 02 rifiuti dell’industria del ferro e dell’acciaio

    10 02 01 rifiuti del trattamento delle scorie

    10 02 02 scorie non trattate

    10 02 08 rifiuti prodotti dal trattamento dei fumi, diversi da quelli di cui alla voce 10 02 07

    10 02 10 scaglie di laminazione

    10 02 12 rifiuti prodotti dal trattamento delle acque di raffreddamento, diversi da quelli di cui alla voce 10

    02 11

    10 02 14 fanghi e residui di filtrazione prodotti dal trattamento dei fumi, diversi da quelli di cui alla voce 10

    02 13

    10 02 15 altri fanghi e residui di filtrazione

    10 02 99 rifiuti non specificati altrimenti

    10 03 rifiuti della metallurgia termica dell’alluminio

    10 03 02 frammenti di anodi

    10 03 05 rifiuti di allumina

    10 03 16 schiumature diverse da quelle di cui alla voce 10 03 15

    10 03 18 rifiuti contenenti carbone della produzione degli anodi, diversi da quelli di cui alla voce 10 03 17

    10 03 20 polveri dei gas di combustione, diverse da quelle di cui alla voce 10 03 19

    10 03 22 altre polveri e particolati (comprese quelle prodotte da mulini a palle), diverse da quelle di cui

    alla voce 10 03 21

    10 03 24 rifiuti prodotti dal trattamento dei fumi, diversi da quelli di cui alla voce 10 03 23

    10 03 26 fanghi e residui di filtrazione prodotti dal trattamento dei fumi, diversi da quelli di cui alla voce 10

    03 25

    10 03 28 rifiuti prodotti dal trattamento delle acque di raffreddamento, diversi da quelli di cui alla voce 10

    03 27

    10 03 30 rifiuti prodotti dal trattamento di scorie saline e scorie nere, diversi da quelli di cui alla voce 10

    03 29

    10 03 99 rifiuti non specificati altrimenti

    10 04 rifiuti della metallurgia termica del piombo

    10 04 10 rifiuti prodotti dal trattamento delle acque di raffreddamento, diversi da quelli di cui alla voce 10

    04 09

    10 04 99 rifiuti non specificati altrimenti

    10 05 rifiuti della metallurgia termica dello zinco

    10 05 01 scorie della produzione primaria e secondaria

    10 05 04 altre polveri e particolato

    10 05 09 rifiuti prodotti dal trattamento delle acque di raffreddamento, diversi da quelli di cui alla voce 10

    05 08

    10 05 11 scorie e schiumature diverse da quelle di cui alla voce 10 05 10

    10 05 99 rifiuti non specificati altrimenti

    Pagina 6 di 11

    10 06 rifiuti della metallurgia termica del rame

    10 06 01 scorie della produzione primaria e secondaria

    10 06 02 impurità e schiumature della produzione primaria e secondaria

    10 06 04 altre polveri e particolato

    10 06 10 rifiuti prodotti dal trattamento delle acque di raffreddamento, diversi da quelli di cui alla voce 10

    06 09

    10 06 99 rifiuti non specificati altrimenti

    10 07 rifiuti della metallurgia termica di argento, oro e platino

    10 07 01 scorie della produzione primaria e secondaria

    10 07 02 impurità e schiumature della produzione primaria e secondaria

    10 07 03 rifiuti solidi prodotti dal trattamento dei fumi

    10 07 04 altre polveri e particolato

    10 07 05 fanghi e residui di filtrazione prodotti dal trattamento dei fumi

    10 07 08 rifiuti prodotti dal trattamento delle acque di raffreddamento, diversi da quelli di cui alla voce 10

    07 07

    10 07 99 rifiuti non specificati altrimenti

    10 08 rifiuti della metallurgia termica di altri minerali non ferrosi

    10 08 04 polveri e particolato

    10 08 09 altre scorie

    10 08 11 impurità e schiumature diverse da quelle di cui alla voce 10 08 10

    10 08 13 rifiuti contenenti carbone della produzione degli anodi, diversi da quelli di cui alla voce 10 08 12

    10 08 14 frammenti di anodi

    10 08 16 polveri dei gas di combustione, diverse da quelle di cui alla voce 10 08 15

    10 08 18 fanghi e residui di filtrazione prodotti dal trattamento dei fumi, diversi da quelli di cui alla voce 10

    08 17

    10 08 20 rifiuti prodotti dal trattamento delle acque di raffreddamento, diversi da quelli di cui alla voce 10

    08 19

    10 08 99 rifiuti non specificati altrimenti

    10 09 rifiuti della fusione di materiali ferrosi

    10 09 03 scorie di fusione

    10 09 06 forme e anime da fonderia non utilizzate, diverse da quelle di cui alla voce 10 09 05

    10 09 08 forme e anime da fonderia utilizzate, diverse da quelle di cui alla voce 10 09 07

    10 09 10 polveri dei gas di combustione diverse da quelle di cui alla voce 10 09 09

    10 09 12 altri particolati diversi da quelli di cui alla voce 10 09 11

    10 09 14 scarti di leganti diversi da quelli di cui alla voce

    10 09 16 scarti di prodotti rilevatori di crepe, diversi da quelli di cui alla voce 10 09 15

    10 09 99 rifiuti non specificati altrimenti

    10 10 rifiuti della fusione di materiali non ferrosi

    10 10 03 scorie di fusione

    10 10 06 forme e anime da fonderia non utilizzate, diverse da quelle di cui alla voce 10 10 05

    10 10 08 forme e anime da fonderia utilizzate, diverse da quelle di cui alla voce 10 10 07

    10 10 10 polveri dei gas di combustione, diverse da quelle di cui alla voce 10 10 09

    10 10 12 altri particolati diversi da quelli di cui alla voce 10 10 11

    10 10 14 scarti di leganti diversi da quelli di cui alla voce

    10 10 16 scarti di prodotti rilevatori di crepe, diversi da quelli di cui alla voce 10 10 15

    10 10 99 rifiuti non specificati altrimenti

    10 11 rifiuti della fabbricazione del vetro e di prodotti di vetro

    10 11 03 scarti di materiali in fibra a base di vetro

    10 11 05 polveri e particolato

    10 11 10 scarti di mescole non sottoposte a trattamento termico, diverse da quelle di cui alla voce 10 11

    09

    10 11 12 rifiuti di vetro diversi da quelli di cui alla voce 10 11 11

    10 11 14 lucidature di vetro e fanghi di macinazione, diversi da quelli di cui alla voce 10 11 13

    10 11 16 rifiuti prodotti dal trattamento dei fumi, diversi da quelli di cui alla voce 10 11 15

    10 11 18 fanghi e residui di filtrazione prodotti dal trattamento dei fumi, diversi da quelli di cui alla voce 10

    11 17

    10 11 20 rifiuti solidi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti, diversi da quelli di cui alla voce 10 11

    19

    10 11 99 rifiuti non specificati altrimenti

    Pagina 7 di 11

    10 12 rifiuti della fabbricazione di prodotti di ceramica, mattoni, mattonelle e materiali da

    costruzione

    10 12 01 scarti di mescole non sottoposte a trattamento termico

    10 12 03 polveri e particolato

    10 12 05 fanghi e residui di filtrazione prodotti dal trattamento dei fumi

    10 12 06 stampi di scarto

    10 12 08 scarti di ceramica, mattoni, mattonelle e materiali da costruzione (sottoposti a trattamento

    termico)

    10 12 10 rifiuti solidi prodotti dal trattamento dei fumi, diversi da quelli di cui alla voce 10 12 09

    10 12 12 rifiuti delle operazioni di smaltatura diversi da quelli di cui alla voce 10 12 11

    10 12 13 fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti

    10 12 99 rifiuti non specificati altrimenti

    10 13 rifiuti della fabbricazione di cemento, calce e gesso e manufatti di tali materiali

    10 13 01 scarti di mescole non sottoposte a trattamento termico

    10 13 04 rifiuti di calcinazione e di idratazione della calce

    10 13 06 polveri e particolato (eccetto quelli delle voci 10 13 12 e 10 13 13)

    10 13 07 fanghi e residui di filtrazione prodotti dal trattamento dei fumi

    10 13 10 rifiuti della fabbricazione di amianto cemento, diversi da quelli di cui alla voce 10 13 09

    10 13 11 rifiuti della produzione di materiali compositi a base di cemento, diversi da quelli di cui alle voci

    10 13 09 e 10 13 10

    10 13 13 rifiuti solidi prodotti dal trattamento dei fumi, diversi da quelli di cui alla voce 10 13 12

    10 13 14 rifiuti e fanghi di cemento

    10 13 99 rifiuti non specificati altrimenti

    11 RIFIUTI PRODOTTI DAL TRATTAMENTO CHIMICO SUPERFICIALE E DAL RIVESTIMENTO

    DI METALLI ED ALTRI MATERIALI; IDROMETALLURGIA NON FERROSA

    11 01 rifiuti prodotti dal trattamento e ricopertura di metalli (ad esempio, processi galvanici,

    zincatura, decapaggio, pulitura elettrolitica, fosfatazione, sgrassaggio con alcali,

    anodizzazione)

    11 01 10 fanghi e residui di filtrazione, diversi da quelli di cui alla voce 11 01 09

    11 01 12 soluzioni acquose di lavaggio, diverse da quelle di cui alla voce 10 01 11

    11 01 14 rifiuti di sgrassaggio diversi da quelli di cui alla voce 11 01 13

    11 01 99 rifiuti non specificati altrimenti

    11 02 rifiuti prodotti dalla lavorazione idrometallurgica di metalli non ferrosi

    11 02 03 rifiuti della produzione di anodi per processi elettrolitici acquosi

    11 02 06 rifiuti della lavorazione idrometallurgica del rame, diversi da quelli della voce 11 02 05

    11 02 99 rifiuti non specificati altrimenti

    11 05 rifiuti prodotti da processi di galvanizzazione a caldo

    11 05 01 zinco solido

    11 05 02 ceneri di zinco

    11 05 99 rifiuti non specificati altrimenti

    12 RIFIUTI PRODOTTI DALLA LAVORAZIONE E DAL TRATTAMENTO FISICO E MECCANICO

    SUPERFICIALE DI METALLI E PLASTICA

    12 01 rifiuti prodotti dalla lavorazione e dal trattamento fisico e meccanico superficiale di

    metalli e plastiche

    12 01 01 limatura e trucioli di materiali ferrosi

    12 01 02 polveri e particolato di materiali ferrosi

    12 01 03 limatura e trucioli di materiali non ferrosi

    12 01 04 polveri e particolato di materiali non ferrosi

    12 01 05 limatura e trucioli di materiali plastici

    12 01 13 rifiuti di saldatura

    12 01 15 fanghi di lavorazione, diversi da quelli di cui alla voce 12 01 14

    12 01 17 materiale abrasivo di scarto, diverso da quello di cui alla voce 12 01 16

    12 01 21 corpi d’utensile e materiali di rettifica esauriti, diversi da quelli di cui alla voce 12 01 20

    12 01 99 rifiuti non specificati altrimenti

    Pagina 8 di 11

    15 RIFIUTI DI IMBALLAGGIO, ASSORBENTI, STRACCI, MATERIALI FILTRANTI E INDUMENTI

    PROTETTIVI (NON SPECIFICATI ALTRIMENTI)

    15 01 imballaggi (compresi i rifiuti urbani di imballaggio oggetto di raccolta differenziata)

    15 01 01 imballaggi in carta e cartone

    15 01 02 imballaggi in plastica

    15 01 03 imballaggi in legno

    15 01 04 imballaggi metallici

    15 01 05 imballaggi in materiali compositi

    15 01 06 imballaggi in materiali misti

    15 01 07 imballaggi in vetro

    15 01 09 imballaggi in materia tessile

    15 02 assorbenti, materiali filtranti, stracci e indumenti protettivi

    15 02 03 assorbenti, materiali filtranti, stracci e indumenti protettivi, diversi da quelli di cui alla voce 15 02

    02

    16 RIFIUTI NON SPECIFICATI ALTRIMENTI NELL’ELENCO

    16 01 veicoli fuori uso appartenenti a diversi modi di trasporto (comprese le macchine mobili

    non stradali) e rifiuti prodotti dallo smantellamento di veicoli fuori uso e dalla

    manutenzione di veicoli (tranne 13, 14, 16 06 e 16 08)

    16 01 03 pneumatici fuori uso

    16 01 06 veicoli fuori uso, non contenenti liquidi né altre componenti pericolose

    16 01 12 pastiglie per freni, diverse da quelle di cui alla voce 16 01 11

    16 01 15 liquidi antigelo diversi da quelli di cui alla voce 16 01 14

    16 01 16 serbatoi per gas liquido

    16 01 17 metalli ferrosi

    16 01 18 metalli non ferrosi

    16 01 19 plastica

    16 01 20 vetro

    16 01 22 componenti non specificati altrimenti

    16 01 99 rifiuti non specificati altrimenti

    16 02 scarti provenienti da apparecchiature elettriche ed elettroniche

    16 02 14 apparecchiature fuori uso, diverse da quelle di cui alle voci da 16 02 09 a 16 02 13

    16 02 16 componenti rimossi da apparecchiature fuori uso, diversi da quelli di cui alla voce 16 02 15

    16 03 prodotti fuori specifica e prodotti inutilizzati

    16 03 04 rifiuti inorganici, diversi da quelli di cui alla voce 16 03 03

    16 03 06 rifiuti organici, diversi da quelli di cui alla voce

    16 05 gas in contenitori a pressione e prodotti chimici di scarto

    16 05 05 gas in contenitori a pressione, diversi da quelli di cui alla voce 16 05 04

    16 05 09 sostanze chimiche di scarto diverse da quelle di cui alle voci 16 05 06, 16 05 07 e 16 05 08

    16 06 batterie ed accumulatori

    16 06 04 batterie alcaline (tranne 16 06 03)

    16 06 05 altre batterie ed accumulatori

    16 07 rifiuti della pulizia di serbatoi per trasporto e stoccaggio e di fusti (tranne 05 e 13)

    16 07 99 rifiuti non specificati altrimenti

    16 08 catalizzatori esauriti

    16 08 01 catalizzatori esauriti contenenti oro, argento, renio, rodio, palladio, iridio o platino (tranne 16 08

    07)

    16 08 03 catalizzatori esauriti contenenti metalli di transizione o composti di metalli di transizione, non

    specificati altrimenti

    16 08 04 catalizzatori esauriti da cracking catalitico fluido (tranne 16 08 07)

    16 10 rifiuti liquidi acquosi destinati ad essere trattati fuori sito

    16 10 02 soluzioni acquose di scarto, diverse da quelle di cui alla voce 16 10 01

    16 10 04 concentrati acquosi, diversi da quelli di cui alla voce 16 10 03

    16 11 scarti di rivestimenti e materiali refrattari

    16 11 02 rivestimenti e materiali refrattari a base di carbone provenienti dalle lavorazioni metallurgiche,

    diversi da quelli di cui alla voce 16 11 01

    16 11 04 altri rivestimenti e materiali refrattari provenienti dalle lavorazioni metallurgiche, diversi da quelli di

    cui alla voce 16 11 03

    16 11 06 rivestimenti e materiali refrattari provenienti da lavorazioni non metallurgiche, diversi da quelli di

    cui alla voce 16 11 05

    Pagina 9 di 11

    17 RIFIUTI DELLE OPERAZIONI DI COSTRUZIONE E DEMOLIZIONE (COMPRESO IL

    TERRENO PROVENIENTE DA SITI CONTAMINATI)

    17 01 cemento, mattoni, mattonelle e ceramiche

    17 01 01 cemento

    17 01 02 mattoni

    17 01 03 mattonelle e ceramiche

    17 01 07 miscugli o scorie di cemento, mattoni, mattonelle e ceramiche, diverse da quelle di cui alla voce

    17 01 06

    17 02 legno, vetro e plastica

    17 02 01 legno

    17 02 02 vetro

    17 02 03 plastica

    17 03 miscele bituminose, catrame di carbone e prodotti contenenti catrame

    17 03 02 miscele bituminose diverse da quelle di cui alla voce 17 03 01

    17 04 metalli (incluse le loro leghe)

    17 04 01 rame, bronzo, ottone

    17 04 02 alluminio

    17 04 03 piombo

    17 04 04 zinco

    17 04 05 ferro e acciaio

    17 04 06 stagno

    17 04 07 metalli misti

    17 04 11 cavi, diversi da quelli di cui alla voce 17 04 10

    17 05 terra (compreso il terreno proveniente da siti contaminati), rocce e fanghi di dragaggio

    17 05 04 terra e rocce, diverse da quelle di cui alla voce 17 05 03

    17 05 06 fanghi di dragaggio, diversa da quella di cui alla voce 17 05 05

    17 05 08 pietrisco per massicciate ferroviarie, diverso da quello di cui alla voce 17 05 07

    17 06 materiali isolanti e materiali da costruzione contenenti amianto

    17 06 04 materiali isolanti diversi da quelli di cui alle voci 17 06 01 e 17 06 03

    17 08 materiali da costruzione a base di gesso

    17 08 02 materiali da costruzione a base di gesso diversi da quelli di cui alla voce 17 08 01

    17 09 altri rifiuti dell’attività di costruzione e demolizione

    17 09 04 rifiuti misti dell’attività di costruzione e demolizione, diversi da quelli di cui alle voci 17 09 01, 17

    09 02 e 17 09 03

    18 RIFIUTI PRODOTTI DAL SETTORE SANITARIO E VETERINARIO O DA ATTIVITÀ DI

    RICERCA COLLEGATE (tranne i rifiuti di cucina e di ristorazione non direttamente

    provenienti da trattamento terapeutico)

    18 01 rifiuti dei reparti di maternità e rifiuti legati a diagnosi, trattamento e prevenzione delle

    malattie negli esseri umani

    18 01 01 oggetti da taglio (eccetto 18 01 03)

    18 01 02 parti anatomiche ed organi incluse le sacche per il plasma e le riserve di sangue (tranne 18 01

    03)

    18 01 04 rifiuti che non devono essere raccolti e smaltiti applicando precauzioni particolari per evitare

    infezioni (es. bende, ingessature, lenzuola, indumenti monouso, assorbenti igienici)

    18 01 07 sostanze chimiche diverse da quelle di cui alla voce 18 01 06

    18 01 09 medicinali diversi da quelli di cui alla voce 18 01 08

    18 02 rifiuti legati alle attività di ricerca e diagnosi, trattamento e prevenzione delle malattie negli

    animali

    18 02 01 oggetti da taglio (eccetto 18 02 02)

    18 02 03 rifiuti che non devono essere raccolti e smaltiti applicando precauzioni particolari per evitare

    infezioni

    18 02 06 sostanze chimiche diverse da quelle di cui alla voce 18 02 05

    18 02 08 medicinali diversi da quelli di cui alla voce 18 02 07

    Pagina 10 di 11

    19 RIFIUTI PRODOTTI DA IMPIANTI DI TRATTAMENTO DEI RIFIUTI, IMPIANTI DI

    TRATTAMENTO DELLE ACQUE REFLUE FUORI SITO, NONCHÉ DALLA

    POTABILIZZAZIONE DELL’ACQUA E DALLA SUA PREPARAZIONE PER USO

    INDUSTRIALE

    19 01 rifiuti da incenerimento o pirolisi di rifiuti

    19 01 02 materiali ferrosi estratti da ceneri pesanti

    19 01 12 ceneri pesanti e scorie, diverse da quelle di cui alla voce 19 01 11

    19 01 14 ceneri leggere, diverse da quelle di cui alla voce

    19 01 16 polveri di caldaia, diverse da quelle di cui alla voce 19 01 15

    19 01 18 rifiuti della pirolisi, diversi da quelli di cui alla voce 19 01 17

    19 01 19 sabbie dei reattori a letto fluidizzato

    19 01 99 rifiuti non specificati altrimenti

    19 02 rifiuti prodotti da specifici trattamenti chimico-fisici di rifiuti industriali (comprese

    decromatazione, decianizzazione, neutralizzazione)

    19 02 03 miscugli di rifiuti composti esclusivamente da rifiuti non pericolosi

    19 02 06 fanghi prodotti da trattamenti chimico-fisici, diversi da quelli di cui alla voce 19 02 05

    19 02 10 rifiuti combustibili, diversi da quelli di cui alle voci 19 02 08 e 19 02 09

    19 02 99 rifiuti non specificati altrimenti

    19 03 rifiuti stabilizzati/solidificati (4)

    19 03 05 rifiuti stabilizzati diversi da quelli di cui alla voce

    19 03 07 rifiuti solidificati diversi da quelli di cui alla voce

    (4) I processi di stabilizzazione modificano la pericolosità delle sostanze contenute nei rifiuti e trasformano i

    rifiuti pericolosi in rifiuti non pericolosi. I processi di solidificazione influiscono esclusivamente sullo stato fisico

    dei rifiuti (dallo stato liquido a quello solido, ad esempio) per mezzo di appositi additivi senza modificare le

    proprietà chimiche dei rifiuti stessi.

    19 04 rifiuti vetrificati e rifiuti di vetrificazione

    19 04 01 rifiuti vetrificati

    19 04 04 rifiuti liquidi acquosi prodotti dalla tempra di rifiuti vetrificati

    19 05 rifiuti prodotti dal trattamento aerobico di rifiuti solidi

    19 05 01 parte di rifiuti urbani e simili non compostata

    19 05 02 parte di rifiuti animali e vegetali non compostata

    19 05 03 compost fuori specifica

    19 05 99 rifiuti non specificati altrimenti

    19 06 rifiuti prodotti dal trattamento anaerobico dei rifiuti

    19 06 03 liquidi prodotti dal trattamento anaerobico di rifiuti urbani

    19 06 04 digestato prodotto dal trattamento anaerobico di rifiuti urbani

    19 06 05 liquidi prodotti dal trattamento anaerobico di rifiuti di origine animale o vegetale

    19 06 06 digestato prodotto dal trattamento anaerobico di rifiuti di origine animale o vegetale

    19 06 99 rifiuti non specificati altrimenti

    19 07 percolato di discarica

    19 07 03 percolato di discarica, diverso da quello di cui alla voce 19 07 02

    19 08 rifiuti prodotti dagli impianti per il trattamento delle acque reflue, non specificati altrimenti

    19 08 01 vaglio

    19 08 02 rifiuti dell’eliminazione della sabbia

    19 08 05 fanghi prodotti dal trattamento delle acque reflue urbane

    19 08 09 miscele di oli e grassi prodotte dalla separazione olio/acqua, contenenti esclusivamente oli e

    grassi commestibili

    19 08 12 fanghi prodotti dal trattamento biologico delle acque reflue industriali, diversi da quelli di cui alla

    voce 19 08 11

    19 08 14 fanghi prodotti da altri trattamenti delle acque reflue industriali, diversi da quelli di cui alla voce 19

    08 13

    19 08 99 rifiuti non specificati altrimenti

    19 09 rifiuti prodotti dalla potabilizzazione dell’acqua o dalla sua preparazione per uso

    industriale

    19 09 01 rifiuti solidi prodotti dai processi di filtrazione e vaglio primari

    19 09 02 fanghi prodotti dai processi di chiarificazione dell’acqua

    19 09 03 fanghi prodotti dai processi di decarbonatazione

    19 09 04 carbone attivo esaurito

    19 09 05 resine a scambio ionico saturate o esaurite

    19 09 06 soluzioni e fanghi di rigenerazione delle resine a scambio ionico

    19 09 99 rifiuti non specificati altrimenti

    Pagina 11 di 11

    19 10 rifiuti prodotti da operazioni di frantumazione di rifiuti contenenti metallo

    19 10 01 rifiuti di ferro e acciaio

    19 10 02 rifiuti di metalli non ferrosi

    19 10 04 fluff – frazione leggera e polveri, diversi da quelli di cui alla voce 19 10 03

    19 10 06 altre frazioni, diverse da quelle di cui alla voce 19 10 05

    19 11 rifiuti prodotti dalla rigenerazione dell’olio

    19 11 06 fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti, diversi da quelli di cui alla voce 19 11 05

    19 11 99 rifiuti non specificati altrimenti

    19 12 rifiuti prodotti dal trattamento meccanico dei rifiuti (ad esempio selezione, triturazione,

    compattazione, riduzione in pellet) non specificati altrimenti

    19 12 01 carta e cartone

    19 12 02 metalli ferrosi

    19 12 03 metalli non ferrosi

    19 12 04 plastica e gomma

    19 12 05 vetro

    19 12 07 legno diverso da quello di cui alla voce 19 12 06

    19 12 08 prodotti tessili

    19 12 09 minerali (ad esempio sabbia, rocce)

    19 12 10 rifiuti combustibili (CDR: combustibile derivato da rifiuti)

    19 12 12 altri rifiuti (compresi materiali misti) prodotti dal trattamento meccanico dei rifiuti, diversi da quelli

    di cui alla voce 19 12 11

    19 13 rifiuti prodotti dalle operazioni di bonifica di terreni e risanamento delle acque di falda

    19 13 02 rifiuti solidi prodotti dalle operazioni di bonifica dei terreni, diversi da quelli di cui alla voce 19 13

    01

    19 13 04 fanghi prodotti dalle operazioni di bonifica dei terreni, diversi da quelli di cui alla voce 19 13 03

    19 13 06 fanghi prodotti dalle operazioni di risanamento delle acque di falda, diversi da quelli di cui alla

    voce 19 13 05

    19 13 08 rifiuti liquidi acquosi e concentrati acquosi prodotti dalle operazioni di risanamento delle acque di

    falda, diversi da quelli di cui alla voce 19 13 07

    20 RIFIUTI URBANI (RIFIUTI DOMESTICI E ASSIMILABILI PRODOTTI DA ATTIVITÀ

    COMMERCIALI E INDUSTRIALI NONCHÉ DALLE ISTITUZIONI) INCLUSI I RIFIUTI DELLA

    RACCOLTA DIFFERENZIATA

    20 01 frazioni oggetto di raccolta differenziata (tranne 15 01)

    20 01 01 carta e cartone

    20 01 02 vetro

    20 01 08 rifiuti biodegradabili di cucine e mense

    20 01 10 abbigliamento

    20 01 11 prodotti tessili

    20 01 25 oli e grassi commestibili

    20 01 28 vernici, inchiostri, adesivi e resine diversi da quelli di cui alla voce 20 01 27

    20 01 30 detergenti diversi da quelli di cui alla voce 20 01 29

    20 01 32 medicinali diversi da quelli di cui alla voce 20 01 31

    20 01 34 batterie e accumulatori diversi da quelli di cui alla voce 20 01 33

    20 01 36 apparecchiature elettriche ed elettroniche fuori uso, diverse da quelle di cui alle voci 20 01 21, 20

    01 23 e 20 01 35

    20 01 38 legno, diverso da quello di cui alla voce 20 01 37

    20 01 39 plastica

    20 01 40 metallo

    20 01 41 rifiuti prodotti dalla pulizia di camini e ciminiere

    20 01 99 altre frazioni non specificate altrimenti

    20 02 rifiuti prodotti da giardini e parchi (inclusi i rifiuti provenienti da cimiteri)

    20 02 01 rifiuti biodegradabili

    20 02 02 terra e roccia

    20 02 03 altri rifiuti non biodegradabili

    20 03 altri rifiuti urbani

    20 03 01 rifiuti urbani non differenziati

    20 03 02 rifiuti dei mercati

    20 03 03 residui della pulizia stradale

    20 03 04 fanghi delle fosse settiche

    20 03 06 rifiuti della pulizia delle fognature

    20 03 07 rifiuti ingombranti

    20 03 99 rifiuti urbani non specificati altrimenti»

  3. Francesco Lomonaco FL

    Un Consiglio Comunale con questo punto all’ordine del giorno:

    – 4) Legge regionale n° 23/99. Variante al P.D.F. Cambio di destinazione d’uso di area agricola ad area per l’insediamento di un “Centro di recupero rifiuti non pericolosi” in Contrada Sterpina.

    Il Sindaco, l’assessore all’Ambiente e il responsabile del Dipartimento Attività Produttive spiegano che è un atto dovuto per sanare l’attività di impresa della attuale struttura che raccoglie già INERTI.

    Quindi, in sostanza non cambia nulla, viene solo regolarizzata (con un atto amministrativo di semplice VARIANTE al PIANO REGOLATORE) una situazione che oggi è ABUSIVA.


    Alla domanda:

    “Perchè allora si parla di un “Centro di recupero rifiuti non pericolosi”?!

    La Risposta:

    In maniera evasiva è stato detto “C’è un errore di trascrizione.”


    (intanto il Consiglio Comunale, nonostante le minoranze abbiano chiesto lo spostamento del punto all’ordine del giorno, lo approva così come è redatto, lasciando l’errore di trascrizione.

    Ci prendono per idioti.

  4. Francesco Lomonaco FL

    E’ giunta una proposta all’Osservatorio a firma di alcuni Cittadini volenterosi.

    Usare la mappa del territorio di Montescaglioso ( GoogleMaps) segnalando le coordinate delle aree degradate, discariche abusive, rifiuti abbandonati, … etc.

    https://www.google.it/maps/@40.5486544,16.6474531,14z/data=!3m1!1e3?hl=it

    Segnalazioni supportate da immagini fotografiche e video. La mappatura del “degrado” dovrebbe consentire azioni di bonifica in  “tempo reale” alla futura Azienda che si candiderà a gestire la RACCOLTA DIFFERENZIATA.

    L’Appello è rivolto ai nativi digitali e a tutti coloro che CREDONO nel CAMBIAMENTO reale.

    1. Gabbiano

      Ciao, òa proposta è interessante  e può essere raccolta e realizzata anche in maniera più ‘partocolare’ di quanto non si pensi.

      Gia qualche anno fà. avevo scoperto l’esistenza di strumenti informatici fatti ad hoc per situazioni del genere. Sto parlando di piatteforme OPENSOURCE e gratutie utilizzabili per progetti di questo genere. 

      Nel 2008 in Kenya, durante le violenze avvenute nel dopo elezioni fu sviluppato un progetto chiamato USHAIDI che in lingua Swahili significa testimonianza. Serviva a mappare le violenze riportando le informazioni della gente che aveva visto, il cosiddetto meccanismo di crowdsourcing. questo puo essere uno strumento valido per far sentire la propria voce.

      Ci vorrebbe un gruppetto di persone che ci lavori alla sua implementazione,appassionati di informatica, un po nerd e con spirito di iniziativa positiva per i l proprio paese e per se stessil

      1. Francesco Lomonaco FL

        Grazie Gabbiano, ogni energia propositiva va raccolta e incanalata. Il nostro paese ha bisogno di gente spassionata e appassionata, disInteressata ma Interessatissima alla creazione di un Futuro semplice, pulito, sostenibile… che impari ad usare quello che già “possiede” …. senza inventare progetti che ci allontanano dalle nostre radici.

        Ti invito a seguire l’attività dell’OSSERVATORIO

        https://www.facebook.com/Osservatorio-Ambientale-Comunale-di-Montescaglioso-MT-1652508791628421/timeline/

        L’invito vale per tutti i ragazzi che  vorrebbero per Montescaglioso un Futuro “differente”.

         

        Grazie ancora

  5. Francesco Lomonaco FL

    Mi scrivono dicendo che la Basilicata se volesse contrastare con serietà l’AMBIENTE potrebbe utilizzare i SERVIZI del Centro di Geodesia Spaziale per monitorare l’abbandono dei RIFIUTI e la RILEVAZIONE in TEMPO REALE delle piccole discariche abusive.

    L’amico, he lavora nella struttura di Matera, aggiunge: per l’OSSERVATORIO AMBIENTALE sarebbe un SERVIZIO dovuto. (non ho ben capito ma raccolgo le informazioni)

    Ecco la nota:

    “Il Centro spaziale di e-GEOS gestisce l’acquisizione, l’elaborazione e l’archiviazione dei dati telerilevati dai principali satelliti di osservazione della Terra, la produzione e distribuzione di immagini e prodotti, lo sviluppo di applicazioni e servizi per il monitoraggio ambientale. Il Centro riceve i dati del segmento civile del sistema satellitare italiano COSMO-SkyMed ed è una delle stazioni del Core Ground Segment di Copernicus, il programma di osservazione della Terra europeo, di cui riceverà i dati radar e ottici dei satelliti Sentinel 1A e 2A.”

  6. Francesco Lomonaco FL

    L’Osservatorio deve diventare luogo del confronto e delle buone IDEE per migliorare la qalità del VERDE di TUTTI.

    Crediamo che la qualità dell’Ambiente non lo si ottiene con la LEGGE ma con l’assunzione di responsabilità da parte di OGNUNO.

    All’INCONTRO chiederemo AZIONI CONCRETE per dare ai CITTADINI VOLONTARI la certezza che i LAVORI eseguiti e quelli da fare siano progettati per dare RISULTATI duraturi e siano da ESEMPIO di buona Prassi per tutti.

    ____________________________

    Gli assessori comunali alla Cultura e all’Ambiente, rispettivamente Maddalena Ditaranto e Angelo Eletto, hanno convocato le associazioni ambientaliste, culturali e sociali presenti sul territorio di Montescaglioso, sensibili alle tematiche ambientali, oltre al Rappresentante cittadino dell’Osservatorio Ambientale Donato Ditaranto, per una riunione organizzativa nella quale discutere le azioni da porre in essere per la salvaguardia del verde urbano e dei luoghi pubblici presenti all’interno della Città di Montescaglioso.

     

    L’incontro si terrà presso la Sala Giunta della Casa Comunale alle ore 16 di martedì 13 ottobre 2015.

    Ufficio Stampa

    Comune di Montescaglioso (Matera)

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi