Anno Giudiziario – (Inaugurazione con scoppola)

All’inaugurazione dell’Anno Giudiziario in Basilicata ,

oggi i partecipanti , giudici, avvocati, politici, giornalisti saranno presente solo fisicamente.

Con la testa tra le nuvole , andranno invece alle parole che Il Procuratore aggiunto antimafia , Nicola Gratteri, ha pronunciato in una intervista televisiva, smantellando in venti secondi venti l’immagine dell’Isola felice , un’immagine che resiste anche al fatto che le persone felici saranno una decina e che tutto il resto se la passa male.

Anche per colpa, come dice Gratteri, della presenza di gruppi mafiosi e soprattutto per il connubio che la malavita con la Pubblica Amministrazione e , testuale, “alcuni poteri forti”.

La descrizione di una situazione così pesante lascia il grosso della comunità regionale interdetta.

Per due motivi.

1) che non ha trovato sinora riscontri nella cronaca investigativa , se non per il melfese e per il Metapontino

2) che, se un Magistrato di Reggio Calabria,che ha scritto di ndrangheta, parla di”poteri forti”, o parla da scrittore,o parla da uno che le carte le ha lette.

 

Quale che sia la fonte, scritta o narrata dell’esternazione, è evidente che essa non può avere come risposta il silenzio.

Ci sono Istituzioni che sono direttamente e chiaramente chiamate in causa e che hanno l’obbligo di rispondere in un senso o nell’altro : o invitando il Magistrato Gratteri a dare una mano per cose che sa, oppure affrontando con il bisturi i tumori che nel frattempo, anche metaforicamente, sono cresciuti in alcune aree, per colpa soprattutto di una lucrosa e sciagurata aggressione ambientale che parte dal petrolio e riempie tutta la gamma dei rifiuti, da quelli domestici a quelli pericolosi.

Se da una parte c’è chi muore per i danni dell’inquinamento ambientale e contemporaneamente chi ci guadagna per gli stessi motivi, tirare ancora la corda è una operazione a perdere.

Non ci si dimentichi che Nicola Gratteri non è solo uno che buca gli schermi , ma è uno che è arrivato alla coscienza degli italiani, perché ha scelto la strada della” verità che fa paura” e che costringe una intera famiglia a vivere scortata.

Come dire che il livello della discussione su Basilicata isola( in ) felice si è alzato di parecchio.

————————–

by Rocco Rosa

GRATTERI SUONA LA CARICA

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi