Guerra tra giudici

Negli ultimi giorni il nome del pm di Potenza Woodcock è salito alla ribalta. Ormai l’anglo-napoletano è più famoso di vallette da lui sentite come testimoni. Tutta questa notorietà sta alzando polveroni contro di lui. Pare che anche il CSM abbia avviato un’indagine a Potenza e che Woodcock, insieme a tanti altri, rischi di essere trasferito d’ufficio. Rimane il fatto che, di tutti i coinvolti nella vicenda, Woodcock è l’unico che non si espone mai in prima persona con interviste o parole fuori luogo. Mi sembra che fare il suo lavoro in silenzio sia proprio il suo più grande problema. Ci sono magistrati lucani che pare abbiano fatto cose dell’altro mondo…. e le ispezioni le mandano a Woodcock!

Un pò di articoli sulla vicenda:

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/200703articoli/19603girata.asp
http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=165574
http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=165818

E poi il giudizio dell’ottimo Travaglio. Pochi minuti di video:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"


Commenti da Facebook

4 Commenti

  1. gianni

    La cosa paradossale è che il pm Woodcock viene accusato di voler sembrare una star a livello nazionale, e questo solo perchè applica la legge che altri non fanno.

    In Basilicata ci sono intrecci tra politica ed affari, ci sono villaggi turistici che sono costruiti in riva al mare con il consenso di quelli che dicono che non bisogna costruire vicino al mare. Ci sono magistrati( vedi presidente del tribunale di matera) che ottengono mutui da 600.000 euro a fronte di un appartamento che ne vale al massimo 200.000 di euro ( da parte della BPMAT per un’appartamento a Marinagri ). 

    In Basilicata abbiamo il direttore dell’ospedale S. Carlo di Potenza, il dott. Michele Cannizzaro, che assume un certo Luigi Grimaldi come responsabile dell’economato all’ ospedale di Potenza. Fin qui nulla di strano se non fosse per il fatto che il sign Grimaldi era stato capo della squadra mobile che aveva condotto le indagini sulla scomparsa di Elisa Claps, vicenda in cui il sign Michele Cannizzaro è stato coinvolto.

    Quindi il problema in Basilicata è il sign Woodcock e bisogna assolutamente trasferirlo. Ma come si permette questo inglese di infangare la magistratura e la politica locale che si dedicano intensamente allo sviluppo della regione attraverso  nomine di dirigenti sanitari di alta onestà come Cannizzaro.

    Mi vien proprio da dire ” Basilicata che bello”

       

    1. Wiseman

      Marco Travaglio.

      L’altra sera, su una rete privata,con G.Funari, il nostro parlava di un suo libro: LA SCOMPARSA DEI FATTI,in cui racconta alla maniera sua tutta l’evoluzione di tangentopoli e del sistema di finanziamento pubblico ai partiti,(quando era ufficiale). Siccome la trasmissione era già iniziata, non ho capito se trattavasi di roba vecchia oppure dell’ennesimo capitolo scomodo, per cui non lo si reclamizza più di tanto, qualcuno ne sa di più? grazie 

  2. Willianpoe

    Il libro è stato pubblicato a Novembre. Parla di un certo modo di fare giornalismo in Italia, accusando una considerevole parte dei mezzi di informazione come telenotiziari e giornali. Nello specifico, l’allievo “Montanelliano” analizza alcuni casi di notizie bufala,di notizie scomparse, di mezze verità,di notizie rese servili dall’ editore di turno, dei politici considerati prima corrotti(era tangentopoli) dalla stampa nazionale, e successivamente scagionati con il processo inverso: accusare DI Pietro e Borrelli  e bollarli come dei faziosi. Libro interessantissimo, che analizza i fatti in maniera razionale e coerente.

    “Se in America il giornalismo è il cane da guardia del potere, in Italia è il cane da compagnia”

    se cerchi ulteriori informazioni pui andare su siti:

    http://www.lascomparsadeifatti.com/home_lascomparsadeifatti.php?l=it

    http://www.marcotravaglio.it/index.html

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi