DATACONTACT……Una bella Realtà…….

Cari amici di Montescaglioso.net, con molto piacere rispondo ad un commento apparso qualche giorno….Si parlava di strumentalizzazione e si parlava (anche la testata giornalistica nazionale) di una realtà che ben pochi conoscono..Ecco perchè ho sentito la necessità di spiegarvi cos’è il Call Senter ed in particolare cos’è Datacontact…

Una bella realtà per molti ragazzi, madri e padri di famiglie, laureati che nonostante i tanti anni passati a studiare non riescono ancora a trovare lavoro, forse ed è solo una mia opinione personale non condividono lo stesso colore politico..Nessuno di voi può capire cos’è DATACONTACT…bisogna lavorarci per capirlo…Mi permetto allora di farvi leggere cosa NOI operatori di nostro pugno e senza nessuno che ci puntasse il coltello in gola abbiamo sottoscritto ed inviato a tutti gli organi di stampa…..Buona Lettura…….

Matera, 8 maggio 2007
In merito ai recenti fatti che ci hanno visti coinvolti dalle Organizzazioni Sindacali, noi lavoratori di Datacontact esprimiamo la nostra posizione.
Vi ringraziamo per aver dato vita al sogno profetizzato da Andy Warhol: “quindici minuti di gloria ad ognuno di noi”…  noi, sepolti nei Sassi, pensavamo che anche quest’anno gli unici incontri sarebbero stati quelli vissuti con cavallette e Giapponesi.
Vi ringraziamo per aver intrapreso una battaglia in nome e per conto di ognuno di noi…
… peccato che la moltitudine abbia visto le Vostre facce per la prima solo in TV!!!
I maligni penserebbero che essendo (noi lavoratori Datacontact) come un vestito trendy, siamo come i saldi da Harrod’s… si fa a cazzotti per avere un capo da noi… pardon… un iscritto!!!
E in tutto questo c’è sempre chi ci dice… siamo strumentalizzati… ma da Chi?
Da chi ci dice di accettare una proposta del tipo: vivere con un netto mensile sotto la soglia della povertà… ma a tempo indeterminato, come se fosse il meglio!!!
Capita che, se noi alziamo il tono e non siamo d’accordo (pensiamo di meritare di più!) facciamo i conti con chi ci dice che è già abbastanza, troppo!
In fin dei conti, tutti sarebbero in grado di prendere il nostro posto, di svolgere le nostre mansioni… del resto come accade per tutti gli operai del Mondo!?!
Ci chiediamo, se terminata l’infatuazione del momento, sedati gli egocentrismi personali, ci riporrete nell’armadio ad ammuffire, lasciandoci ancora una volta, dati i tempi, alle sole conseguenze che l’effetto serra produrrà nei Sassi… l’afa!!!
E per rendere questo discorso meno afoso, non ci aspettiamo di certo i tickets per comprare l’acqua minerale, ma che qualcuno ci ascolti, che prenda coscienza di quelle che sono le nostre richieste.
Riteniamo opportuno che non ci siano forme di strumentalizzazione di una battaglia sostenuta senza l’appoggio di noi lavoratori, solo per fini personali.
Naturalmente siamo in tanti, abbiamo gusti diversi: se 500 di noi comprano un panino con la suina e 5 vegetariano, non è detto che qualcuno abbia la verità assoluta.
Questo per dirvi che la maggioranza vince sempre, e la nostra maggioranza è concorde con le proposte ricevute, dopo averle valutate e comparate.
Preoccuperebbe una situazione in cui la varietà è assente… in ogni democrazia le minoranze devono seguire quella che è la volontà generale.
Questo succede per tutto nella vita.
Nel futuro gradiremmo, prima di occupare le prime pagine (il che ci fa estremamente piacere per una forma di narcisismo personale) che qualcuno venisse a parlarci di sostanza, e che accettasse il concetto che si possano avere idee diverse anche rispetto a chi in questo momento, sentendosi unto dal Signore, porta con se tutto il fardello della nostra difesa!!!
Ci congediamo da questa nostra, precisando che la “questione Datacontact” per noi si intende superata e non intendiamo accettare nessuna forma di prevaricazione della nostra volontà.
Il nostro non è un dissociarsi dal sindacato, ma dal modo in cui la rappresentanza territoriale, dando prova di “estrema educazione”, ha tentato di gestire il nostro futuro.
Questa non è la Guerra di Secessione… noi non siamo gli schiavi da liberare, non lavoriamo in una piantagione di cotone, non abbiamo bisogno di persone che sposano una causa per diventare eroi per un giorno!!!

Mimmo73 Operatore DATACONTACT


Commenti da Facebook

2 Commenti

  1. Christian

    caro Mimmo73, questo tuo post non posso ritenerlo, per quanto mi riguarda, una risposta adeguata all’articolo pubblicato dal “Manifesto” nel quale si parla di fatti e di dati concreti e non solo di doppi sensi come quelli scritti da te…quindi se proprio vuoi dimostrare questa “bella realtà” ti prego di parlarci di qualcosa di concreto che smentisca tutto, o parte, di quello scritto dal “Manifesto”.

    grazie

    1. Phoenix78

      Passando a dati concreti, in TIM i 5 euro lordi/h non diventano netti 3 (molto di più); il mensile non è certo 500€/mese, ma sicuramente di più (e i pagamenti sono PUNTUALI, come in ogni lavoro serio), e ci sono meccanismi incentivanti che premiano qualità e produttività, come dovrebbe essere in ogni azienda. Infine mai nessuno ha vietato di “sindacalizzarsi” (che brutto termine), qualunque sia la sigla a cui ci si affida.

       

      Per il resto, probabilmente l’accordo siglato non è il migliore in assoluto, ma pone le basi per lavorare in maniera più “dignitosa” rispetto ad un contratto atipico, nell’ottica di un futuro continuo miglioramento.

      PACE.

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi