mercoledì 19 Gennaio 2022

pozzanghera nera

Adesso penso che tocchi anche a me dire qualcosa anche perché sono stata muta per lungo tempo per problemi logistici. Nonostante la mia permanenza nell’illuminata bologna ho incontrato difficoltà logistiche nel mantenere costanti i rapporti con il mio paese.
Prima di tutto vorrei complimentarmi con la passione di Cinzia, Felice e Piero in primis nell’affrontare uno dei momenti più delicati e meschini, purtroppo, della vita di un piccolo paese. Di aver avuto il coraggio della denuncia in un momento, la campagna elettorale, in cui di solito, nonostante si sia continuamente bersagliati da rivelazioni scomode si finge di non sentire e di non vedere. Si chiudono le orecchie si tappano le bocche in attesa del responso finale. Voi avete denunciato ed io sono solidale con voi. Avete dimostrato che si può fare politica in maniera alternativa a discapito di quanto si era, ingenuamente, professato all’inizio. Perché non si può pensare di aprire una finestra virtuale sul proprio paese e non fare politica. Questo avrebbe significato tapparsi le orecchie e chiudersi la bocca. La politica entra comunque anche se le sbatti la porta in faccia perché è vita reale.
Quello che avete realizzato in questi mesi forse non ha eguali nella storia montese in quanto le discussioni aperte sul sito hanno ispirato i comizi di alcuni candidati. Gli argomenti del sito hanno impregnato e occupato i pensieri di molte persone. E di questo non si può non essere orgogliosi.
Mi dispiace davvero non avervi potuto prenderne parte.
Sin dall’inizio della campagna elettorale sono venuta a conoscenza di fatti che mi hanno molto amareggiata ma ciò che mi rattrista di più è che nonostante la volontà di cambiamento che anima molti giovani che decidono di impegnarsi attivamente nella cosa pubblica si deve assistere alla compilazione in fretta e furia delle liste di candidati includendo nomi civetta di gente che palesemente non hai mai partecipato alla vita politica del paese. Che non si è mai espressa. Che non ha formazione politica. Come può essere credibile una lista che arruola gente che non si è mai spesa per il paese? Non accetto la giustificazione che non ci sia nessun altro. E ammesso che non ci fosse davvero come capolista mi sentirei un po’ indignato a farmi rappresentare da gente con cui fino a cinque minuti fa non avevo nulla da spartire. Perché a mio avviso ogni componente di una lista dovrebbe rappresentare una parte del candidato sindaco le sue varie potenzialità che si auspica siano messe a disposizione della comunità.
Il sito, in questo periodo, si è arrogato il compito di far emergere i malumori dei cittadini ed ha esposto, indirettamente la sua concezione di politico, ha fatto intendere qual è la tipologia di politico che al sito non piace. Ormai il dado è tratto. Si è passati dall’altra parte del fiume. Adesso si va avanti. Ed io cercherò di essere con voi.


Commenti da Facebook

3 Commenti

  1. here I am

    Ciao a tutti!

    Finalmente è finita ‘sta campagna elettorale (Patetica direi)!

    Vorrei solo dare dei consigli all’amministrazione riconfermatasi: si è abbellito il paese e magari si riuscirà a rifare finalmente la scuola media (cosa che avrebbe dovuto realizzarsi in primis, prima di madonne e piazzette che comunque non hanno fatto male ma che andrebbero riviste un attimo in termini di “viabilità”), ora spero che si passi a risolvere un problema che incombe ormai da generazioni e generazioni, la possibilità di lavorare nel proprio paese e soprattutto per il proprio paese! perchè nn è possibile che per lavorare sia necessario farsi almeno 50Km al giorno che significa stare 10 ore al giorno fuori casa per “lavorarne” solo 8! non possiamo mica aprire un negozio a testa!!; e soprattutto FATECI SUONARE! non solo una volta all’anno!!!!Ne abbiamo bisogno tutti, giovani e meno giovani!!

     

    Spero che i miei consigli vengano un attimo presi in considerazione!!!!

    Ciao, alla prossima!

    Diego

  2. lazarum

    adesso i giochi sono fatti e molti con la logica del non mi devo compromettere.com hanno preferito defilarsi e diventare diafani, una dissolvenza in nero lungo il viale della persecuzione autoindotta da voto a destra\sinistra ma meglio che non si sappia, dunque non  mettiamoci contro nessuno, il voto resta libero e segreto, meno male. Non si puo negare l’impegno di tuti i mebri strorici del sito durante la campagna elettorale, le idee buone di pubblicare i comizi, postare domande ai candidati  e molto altro ancora, ma è il momento di superare le cose che dividono e ragionare su quelle che uniscono(cfr. Giovanni P.II), il sito può essere una buona opportunità di crescita una finestra che si affaccia sullo sviluppo della comunità montese, sempre che non venga strumentalizzato, venduto o chiuso, il destino del sito è nelle mani degli utenti, poi dell’admin, se decidiamo di fare crescere monte.net bene diversamente continuiamo a fare i paesani ( per non dire i motesi) restiamo nelle seconde linee, mai nessuno si espone, ma in fondo è meglio così, c’è stato tanto di quell’inutile rumore in questi giorni che senza accendere la luce nella mia mente rischiavo di non sentire più le voci degli omini verdi. Credo che come nel rugby dopo il confronto si debba avere la capacità di riconoscere meriti e non, dei vinti e dei vincitori, ogni scontro porta all’inevitabile verdetto di chi piange e chi ride, una buona parola è “essere il sindaco di montescaglioso” cioè di tutti, per tutti. In realtà le novità non esistono, i giornali ed i telegiornali nazionali e regionali li vedono\leggono tutti e le notizie di cronaca giudiziaria ed amministrativa si diffondono rapidamente…detto ciò nessuno può discutere la validità delle persone ma ne può solo esaminare e valutare i gesti, ognuno ha tratto le conclusioni di questi anni di governo della giunta uscente ed il responso è stato “inequivocabile”, mi auguro che adesso inizi la stagione delle ricuciture, non delle toppe ma delle saldature, non certo dei politici ma della cittadinanza. Dobbiamo lavorare tutti insieme per continuare a migliorare con i nostri consigli e proposte le idee dei nostri amministratori, diventare propositivi. Bel post angelica, anche se la pensiamo in modo diverso sul colore della pozzanghera nera, è fuor di dubbio che molte delle cose che hai scritto sono reali, non opinabili ma dura realtà.

    Tutto sommato credo che le cose andranno bene, del resto gianni dice che “l’ottimismo è la chiave della vita…”

    Stamattina faceva freschetto ma dopo è uscito il sole, speriamo che non piova nel pomeriggio.

    laz ma braz salutaz

    cvs mandato chiuso passo alla base.

    un abbraccio.

  3. LomFra

    è evidente, si è assistito all’utilizzo di un mezzo che più democratico non si può.. oserei dire quasi anarchico dato l’utilizzo improprio di alcune mine vaganti, ma ciò che conta è che nelle case della gente sono entrate le opinioni di gente comune e di politici, di studenti e di lavoratori, di commercianti e di candidati.. tutte le categorie sociali hanno preso parte, con o senza le loro simpatie, questo potrebbe essere d’aiuto a chi volesse prendersi la briga di capire qualcosa su chi ci amministra e di come scegliere un voto in maniera intelligente.. qua ci sono solo i programmi, ci sono le domande e le risposte, chi saprà essere più convincente, chi con i fatti avrà agito nell’interesse comune sarà ricompensato, non è possibile fare la politica sporca, il futuro è qui… magari un giorno ci doteranno di password e si voterà on-line !!!

    ramingo errante

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »