Italia si, Italia no! la terra dei cachi….

apro questo simpatico post con un altrettanto simpatica canzone, quella di elio e le storie Tese. Oramai son passati un bel po di anni da quando è stata presentata a SanRemo, ma la situazione del Bel Paese non è cambiata più di tanto o meglio è peggiorata.

Siamo il paese dei contrasti certo ma quello che ci sta accadendo è qualcosa di incredibile, e la cosa peggiore è che nessuno ma proprio nessuno si degna di far venire fuori, intendo in TV e nei GIORNALI, questa INDEGNA situazione.

Solo un uomo si sta facendo un MAZZO COSì e si chiama BEPPE GRILLO, un uomo che non smetterò mai di ringraziare per tutto quello che fa emergere, per tutto quello che sta SPARANDO IN FACCIA ai nostri DIPENDENTI che ci hanno trascinato in un pozzo senza fondo ma con un nome ben preciso: LA LEGGE BIAGI.

Bene questa legge è nata per favorire i lavoratori, per favorire la loro mobilità e per renderci tutti noi un po più DINAMICI e pronti ai cambiamenti che il LAVORO MODERNO ci porta ad avere. Tutte BELLE PAROLE, tutte cose positive, tutte cose che ci servirebbero a noi italiani, popolo statico e poco propenso alla DINAMICITà.

Il problema è che questa MALEDETTA LEGGE sta portando solo problemi a noi ragazzi che ci affacciamo per la prima volta nel mondo del lavoro, perchè ci mette di fronte a problematiche che un ragazzo di 20/25 anni non dovrebbe porsi, e che non gli dovrebbero passare nemmeno per l’anticamera del cervello.

Noi giovani siamo solo MERCE DI SCAMBIO di “datori di lavoro” che somigliano sempre di più a DRAGONI SPUTA FUOCO che a gente normale che dovrebbe dirigere un’azienda o un ufficio, siamo insomma NUMERI alla stregua degli ebrei nei campi di concentramento (anzi forse loro stavano meglio). Un giovane ragazzo italiano non ha un futuro, anzi a 20 anni è già vecchio per tutti i grattacapi che si pone su cosa farà un domani, se riuscirà a campare o perlomeno uscire da casa propria entro un’età accettabile.

Però i politici, scusate I NOSTRI DIPENDENTI, sono in grado di fare di tutto in televisione, di parlare di tante belle cose e soprattutto di DIFENDERE LA FAMIGLIA ed i suoi SACRI VALORI, sono in grado di DIVENTARE DIFENSORI DELLA CHIESA (ma noi siamo uno stato laico!) e soprattutto di fare la morale a milioni e milioni di ragazzi.

Se hanno tanto a cuore la FAMIGLIA perchè non cominciano ad abolire questa LEGGE SFRUTTAMENTO che fa arrivare gente DIPLOMATA e/o LAUREATA in un call-center a proporre ADSL, videotelefoni, cazzatelle varie? A cosa serve la nostra scuola se la preparazione che ci dà è un gran numero di volte inferiore alle altre scuole europee? A cosa serve formarsi all’università, se poi ci si ritrova gentaglia che affitta una stanzetta a 400euro al mese? Come può un ragazzo italiano pensare di mettere su famiglia se non ha i soldi per mangiare e vestirsi? Come si può continuare in questa maniera? domande a cui non posso dare risposte.

come ho già detto nel precedente post, io NON MI MERAVIGLIO PIù PERCHè SO DI ESSERE IN ITALIA…e come dice VASCO…

“qui non arrivano “gli ordini”…
a insegnarti la strada buona…
E da qui….e da qui….
QUI NON ARRIVANO GLI ANGELI!!”

oramai solo quelli possono salvarci…per chi ci crede.

per saperne di più, http://www.beppegrillo.it/2006/02/gli_schiavi_mod.html


Commenti da Facebook

8 Commenti

  1. ciffo

    Mi immagino la reazione dei meno giovani o di qualche politico leggendo questo tuo post…. credo che molti direbbero… “il solito qualunquista”, storcerebbero il muso e click… avanti il prossimo. “Ma com’è possibile affermare che tutti i politici sono uguali? Possibile che si va dietro a quel pagliaccio di Grillo?”

    Io la penso come te… i nostri politici hanno altro a cui pensare… davvero la condizione dei giovani e il precariato è l’ultimo dei loro problemi. Il primo invece in campagna elettorale. Del resto stiamo diventando una società sempre più egoista… pensiamo a tutte le polemiche di questi giorni per scaloni e innalzamento età pensionabile…. tutti a dire… impossibile costringere un lavoratore a farsi altri 3 anni… nessuno che pensa ai giovani che non solo si faranno quei 3 anni in più e forse altro… ma che, ad oggi, ancora sono senza un lavoro stabile e con contributi.

    Non so se la legge Biagi è la causa delle pessime condizioni dei giovani… probabilmente andrebbe modificata. Credo però che… fatta la legge trovato l’inganno. E’ un problema di mentalità.

    Intanto i nostri parlamentari cosa fanno?

    La leggina che non cancella i portaborse in nero

    Ristoranti e portaborse

    tutti bravi a parlare di lavoro e precarietà, di giovani e nero… quando però i soldi devono scucirli loro…. tutti uguali!!!! da Giordano/Bertinotti/Pecoraro/D’Alema a Fini/Berlusconi/Casini ecc…

    e poi noi giovani siamo qualunquisti… e se ti permetti di dire che Grillo dice cose sacrosante… ma chi? quel pagliaccio! Magari qualche nostro “onorevole” rappresentante imparasse l’arte dei clown!!!!

  2. bud_rose

    Sono un meno giovane che lavora e guarda preoccupato al proprio futuro.

    Come genitore ed amico di molti giovani sono ancora piu preoccupato per il futuro dei giovani, però parlando di politici e giullari che trattano il problema devo dire due cose:

    1) Grillo tra le tante cavolate che dice per guadagnare soldi (non ha altro motivo per farlo), di tanto in tanto dice qualcosa di vero. Ma è pur vero che per essere popolari bisogna toccare il cuore del pubblico.

    2) I politici fanno la stessa cosa con l’elettorato quando devono raccogliere consensi.

    In pratica sono entrambi giullari qualunquisti. 

    Quindi a mio avviso, avete parzialmente ragione entrambi.

    Il vero problema è la mentalità clientelare dell’elettorato che si mette al servizio dei politici per ottenere favori, “posti” di lavoro, o qualcuno il solo lavoro.

    Cambiando mentalità, smettendola con i servilismi e le adulazioni, facendola finita con il piangere sulle tasse versate e smettendola di evadere il fisco, qualcosa potrebbe cambiare.

    Per smontare un sistema, bisogna togliergli l’alimentazione, altrimenti si rischia la scossa….

    Dovremmo ricordarcene alla prossima tornata elettorale, cercando di cogliere il senso dei programmi piuttosto che la quantità di promesse sottobanco.

     

    1. tm

      ragazzi siamo seri, veramente pensiamo che il problema del precariato sia tale che susciti l’interesse solo di beppe grillo? lui lo fa solo perchè ha scoperto che parlare di certe problematiche è un modo come un’altro per vendere spettacoli e fare soldi, quindi se proprio vogliamo starci lui è uno di quelli che sfrutta la situazione per i propri interessi. la verità è che gli interessi dei lavoratori precari oggi sono davvero pochi quelli che li fanno, e questo perchè mantenere i giovani in una situazione di precariato fa comodo a tanti. Fa comodo agli industriali che possono gestire a loro piacimento i ritmi di lavoro e la flessibilità di turnazione, avendo la possibilità di lasciare a casa quando e come vogliono i lavoratori precari: fa comodo ai sindacati che in questo modo si trovano meno pressione sociale addosso: fa comodo a determinati politici che possono parlare di numeri dicendo di aver ridotto la disoccupazione, e quello che fa più rabbia fa comodo alle cosiddette cooperative rosse che ormai hanno appalti dappertutto e possono usufruire della legge biagi per assumere e licenziare e riassumere e rilicenziare a loro piacimento con metodi ricattatori nei confronti dei lavoratori e delle lavoratrici per poter esercitare un potere contrattuale sempre più pesante e penalizzante verso chi lavora. basterebbe fare un giro negli ospedali d’italia per rendersi conto dello schifo e dello schiavismo a cui vengono sottoposte le lavoratrici dei servizi, continuamente ricattate,impossibilitate ad andare al bagno, costrette a firmare buste paga più alte e continuamente minacciate di non essere più riassunte alla fine dei tre mesi. Oggi tutti danno la colpa alla legge biagi, che è una vera legge capestro per i lavoratori, va comunque ricordato che fu il governo D’Alema ad aprire la strada a questo modo di fare con i co co co e via dicendo. su queste problematiche cadde il primo governo Prodi, perchè rifondazione tolse la fiducia al governo. Oggi esiste un governo nelle cui linee programmatiche c’è l’impegno alla abolizione della legge Biagi e di tutte quelle normative che difatti ledono i diritti dei lavoratori e calpestano lo statuto dei diritti dei lavoratori duramente conquistato con anni di dure battaglie e litri di sangue versati sulle strade. occorre che la maggioranza rispetti gli impegni presi in fase di programma e da subito dia un segnale che vada verso la risoluzione del problema, e questo non perchè lo vuole beppe grillo, ma perchè lo chiedono milioni di precari che hanno il diritto di pensare ad un futuro.

      Se questo non sarà fatto, allora non vedo perchè noi di rifondazione dovremmo continuare a mantenere un governo che dice di voler risanare i debiti ma non si accorge che la gente si indebita sempre di più

      ciao tm

      1. HOUSES OF THE HOLY

        Bisogna organizzarsi come stà facendo Beppe, perchè da soli non si può lottare contro questo robusto sistema di potere.

        Se le persone sono sole e prive di difese finiscono con il convincersi di dover “pensare soltanto a se stesse” e ciò crea una vera e propria privatizzazione degli interessi, che a sua volta contribuisce alla loro oppressione. Se invece ci si organizza insieme agli altri, si sviluppa un senso di solidarietà e di partecipazione che aiuta a spezzare l’oppressione. Dove sono finiti i movimenti operai ?

        Gli imprenditori stanno ricorrendo a un sacco di trucchi per annientare i sindacati.

        Ti dicono, se non ti iscrivi al sindacato, ti aumento la paga, altrimenti te la decurto.

        Ti dicono che la quota di iscrizione al sindacato che ti viene trattenuta direttamente in busta paga, serve per finanziare quei quattro fannulloni di sindacalisti.

        Non ti dicono che il sindacato funziona per lo più grazie al lavoro volontario, perchè non c’è denaro per pagare i salari.

        Queste sono le cose che stanno avvenendo negli ultimi anni, e non è finita.

        Ci sono molte tecniche con cui il potere può annientare le organizzazioni popolari, e in assenza di una pressione popolare forte e organizzata per contrastare questi tentativi, loro continueranno a fare quello che vogliono con leggi ab Personam e ad erigere barriere per ostacolarci.

        Questi ostacoli dobbiamo superarli con una forte organizzazione POPOLARE.

         

  3. Willianpoe

    E’ dannatamente giusto avere delle perplessità sulla legge 30. Sacrosanto. E’ schifosamente lecito scorgere dei dubbi nel volto dei lavoratori “figli della Globalizzazione”, ma non facciamoci abbagliare dal proclami. Chiunque sia ad esporli. La legge Biagi ha dei risvolti positivi: chiedetelo a chi dopo un paio di anni di gavetta ha ottenuto un contratto a tempo determinato e successivamente, a tempo indeterminato. E’ indubbio che abbia le sue falle, ma mi sembra ardito paragonarlo ad un pozzo nero. Non è corretto paragonare gli imprenditori a dei mostri sputafuoco insensibili alle distorsioni createsi negli anni, nel paludoso(visto il paragone) mondo del lavoro.

    Due frasi non mi sono piaciute del tuo post Vale641mito, e sono:

    siamo insomma NUMERI alla stregua degli ebrei nei campi di concentramento (anzi forse loro stavano meglio) Paragone.. infelice non credi?? Fuori luogo. Forse un pò populista. Spero tu sappia che l’affermazione scritta nella parentesi sia- storicamente parlando- errata.

    noi italiani, popolo statico e poco propenso alla DINAMICITà

    Non ho mai creduto che un popolo possa essere piu dinamico o meno dinamico rispetto ad un altro. Ammesso che sia cosi, non posso credere che noi italiani siamo poco dinamici, al contrario ritengo(sempre ammettendo la teoria che esistano dei popoli geneticamente e culturalmente maggiormente dinamici rispetto ad altri) che noi italiani siamo molto dinamici.

    ufff scusate sono stato prolisso.

     

    1. vale461mito

      caro willianpoe, hai ragione sono due frasi “toste” quelle che ho scritto ed ovviamente l’ho fatto per attirare l’attenzione, so bene cosa sono stati i campi di concentramento perchè la storia la studio, fino a prova contraria ;D .

      quello che mi preme però è sottolineare come si stia speculando sulla legge biagi e come molti datori di lavoro prendano gente solo per sfruttarla perchè a loro conviene cosi, la cosa brutta è che alla lunga questo “gioco” potrà trasformarsi in un circolo vizioso che danneggerà tutti noi, con pochi soldi c’è troppa incertezza e quindi si spende meno, anche perchè non si può!

      infine vorrei spendere due o tre parole per beppe grillo, non c’è dubbio che i suoi spettacoli sono imponenti e seguitissimi ma almeno lui è uno che le verità le dice ad alta voce senza problemi, cosa che dovrebbero fare i politici che al contrario sono poco trasparenti…se tanto mi da tanto seguo il buon beppe e accantono quei parassiti, almeno capisco come va l’italia. ;D

  4. ciffo

    Sono un pò fuori tema ma penso che si tratti della stessa roba:

    Gustavo Selva ritira le dimissioni

    Ma come fa uno di 80 e passa anni a non provare un minimo di vergogna?

    Ma una volta AN non si vantava di fondarsi su valori come Patria e Onore? Spero che anche tra i lettori di montescaglioso.net ci siano alcuni dei cittadini che hanno “pregato” Selva di rimanere… magari ci spiega perchè… bei tempi quelli in cui avevamo cicciolina in parlamento!

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi