Randy Bracker e Ada Rovatti: SEMINARIO DI IMPROVVISAZIONE E MUSICA D’INSIEME

Montescaglioso


Commenti da Facebook

1 Commmento

  1. Amne20

    RANDY BRECKER_ BIOGRAFIA Essenziale

    Randy Brecker, hi-tech virtuoso , come è stato definito, ha creato la forma e il suono del jazz, del rhythm’n’blues e del funk rock da oltre tre decadi. Le sue performance alla tromba e al flicorno hanno deliziato centinaia di registrazioni di una vasta e musicalmente varia schiera di artisti,da James Taylor, Bruce Springsteen, Chaka Khan, George Benson a David Sanborn, Horace Silver, Jaco Pastorius, sino a Frank Sinatra, Steely Dan, Joe Henderson, Ron Carter, Al Foster, Bob Berg, Frank Zappa, Eric Clapton, Billy Cobham.

    Nato a Philadefia, fratello maggiore dell’altro virtuoso, il sassofonista Michael, inizia a suonare R&B e funk in piccole bands, ma è subito pronto per l’hard bop, affascinato da Sonny Rollins, Lee Morgan, i quintetti di Miles, Art Blakey con il quale suona nei Jazz Messengers.

    Alla fine degli anni 70 Randy registra l’ultimo disco di Charles Mingus, Me Myself and Eye, successivamente collaborando negli anni, dopo la morte di Mingus, con le varie formazioni della Mingus Dynasty. Successivamente fonda i Brecker Bros con il fratello Michael e impone al mondo un sound che sintetizza influenze e tecniche divenendo un punto di riferimento per tutto il mondo musicale. Il loro primo acclamato disco ottenne le nominations per ben quattro Grammys.

    I Brecker Brothers tra il 1975 e il 1981 registrano sei dischi, ottenendo sette nominations per il Grammy. Ancora oggi Brecker ha una enorme influenza, e costituisce un punto seminale della nascita della contaminazione tra generi, con il suo virtuosismo e il senso della composizione, che hanno resistito indelebili allo scorrere del tempo. Un ruolo, quello di Brecker nel jazz funk, paragonabile a quello di Bird nel bebop o di Miles nell’improvvisazione modale, col suo magnetico magma di energia e freschezza.

    Vincitore di due Grammy Award : nel 1998 come solista per la categoria “Best Contemporary Jazz Performance” e nel 2007 con il suo ultimo lavoro “Some Skunk Funk” nella categoria “Best Large Jazz Ensamble” .

    ADA ROVATTI_ BIOGRAFIA Essenziale

    Sassofonista compositrice e arrangiatrice,dopo aver studiato in Italia e aver vinto una borsa di studio ad Umbria Jazz per la Berklee College of Music, si trasferisce negli Stati Uniti a Boston dove frequenta il prestigioso Berklee College. Dopo Boston si trasferisce per quasi un anno a Parigi, lavorando con diverse band in tour per L’Europa e suonando in Africa. Il suo lavoro in Italia ha spaziato dal pop al Jazz collaborando anche con Mina nel disco ” Canarino Mannaro”, con Romano Mussolini, Bruno De Filippi, Franco Cerri.

    Nel 1997 si sposta a New York dove ha l’opportunita’ di suonare e registrare con diversi artisti quali: Les Paul,Randy Brecker, Bob Mintzer, Joanne Brackeen, Anne Ducros, Eddie Henderson, Mike Stern, Don Alias, Joey Calderazzo, Miroslav Vitous, Victor Bailey, Rodney Holmes,John McLaughlin, Diva Big Band, Phil Markowitz, Howard Williams Big Band, Antonia Bennett e molti altri.

    E’ leader di due band: la prima è un quartetto/quintetto jazz (straight ahead) con il quale suona principalmente composizioni originali e l’altra è un organico di 9 elementi chiamato “Elephunk” che la vede impegnata come direttrice, arrangiatrice e compositrice. In aggiunta alle apparizioni musicali e’ apparsa nel film di Julia Roberts “MONALISA SMILE” (2004) ambientato negli anni ‘50 facendo parte di una band di sole donne.

    Ha a nome suo 3 Cd (“UNDER THE HAT” vincitori come top 10 CDs dell’anno 2003 per la rivista giapponese “STEREO”) e ‘FOR RENT”(con la Elephunk Band)

    Compare come solista nel CD del bandleader Randy Brecker che e’ ha vinto il nel 2004 il”Grammy Award ” nella categoria “Migliore Album di Jazz Contemporaneo”e sempre nel 2004 si e’ aggiudicata il primo posto nella classifica Braziliana della rivista “tribuna de imprensa” come rivelazione 2003 nel jazz.

    Evento in collaborazione con l’Hotel San Domenico al Piano

    Prevendita Concerto e Iscrizioni Workshop:

    -Discoland (Via Lucana, 10, Matera)

    -Shibuya (Vico Purgatorio Vecchio, 12, Matera)

    -Hotel San Domenico (Via Roma 15, Matera)

    -Heminguay Restaurant ( Via Ridola, Matera)

    JAZZING ringrazia

    Sofaland s.r.l

    ADECOM Matera

    Presidenza del Consiglio Regionale della Basilicata

    Comune di Matera

    Villa Schiuma

    Associazione Jazzistica Materana (onlus) | http://www.jazzing.it | Via Passarelli,26 Matera | tel.+39 339 6746687 |

    Per info e prenotazioni: info @ jazzing.it | mifajazz @ jazzing.it

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi