Ass_Quarato

Sono particolarmente soddisfatto della buona accoglienza della mia iniziativa di introdurre a Montescaglioso la gestione integrata di raccolta degli Rifiuti Solidi Urbani attraverso il sistema “Porta a Porta” spinta.

Confido molto nei suggerimenti e indicazioni che mi faranno pervenire le associazioni coinvolte e tutti coloro che sono sensibili al problema.

La bozza di regolamento è già disponibile, come annunciato, presso l’Ufficio Tecnico – Settore Lavori Pubblici (responsabile del progetto Ing. Pier Paolo Nobile).

Sono graditi suggerimenti e indicazioni entro Giovedì 27 Settembre 2007.

Colgo l’occasione per invitare tutta la cittadinanza alla presentazione ufficiale del Regolamento per disciplina del servizio di smaltimento dei rifiuti urbani con il nuovo sistema “Porta a Porta”, Venerdì 28 settembre alle ore 19,00.

Certo di una Vs. massiccia partecipazione Vi saluto cordialmente.

Assessore all’Ambiente Dott. Antonio Quarato


Commenti da Facebook

11 Commenti

  1. ZODD
    è possibile avere via Monte net la copia del regolamento ?
    a quanto Sig. Assesore sara possibile accedere via web alle delibere e bandi che il comune emette? sarebbe un modo veloce x far parte alle istituzioni , specie al comune, volendo possiamo aprire una sezione addetta dove ogni assesore o addetto inserisce il documento , in modo che la cittadinanza sia piu partecipe e attiva, che ne pensate?
    cmq riconfermo l’ottima idea del porta a porta.
    i miei sinceri complimenti
  2. Cinzia

    Avendo già espresso in precedenza il mio apprezzamento per il progetto proposto, vorrei darle il benvenuto sul nostro sito e ringraziarla per un intervento che confido possa essere letto come un segnale di apertura da parte dell’Amministrazione comunale verso una comunità che ha da tempo perso la propria connotazione esclusivamente virtuale.
    Segnale di apertura che mi auguro sia accolto con maturità anche da parte di noi utenti, che abbiamo sempre cercato un dialogo con chi ci amministra, ma spesso non abbiamo ottenuto risposta.
    Pertanto, con la speranza che il suo esempio sia seguito anche da altri assessori, le auguro un sereno proseguimento dei lavori.
    Cinzia

  3. LomFra

    Voglio innanzitutto ringraziare l’assessore Quarato non solo per la qualità dell’iniziativa promossa, degna di una città che guarda avanti, ma anche per la sua decisione di intervenire su di un mezzo ad ampia portata com’è quello di montescaglioso.net !

    sulla scia di cinzia non posso fare altro che augurarti un buon proseguimento di lavori ed esortarti a continuare ad intervenire sul sito, spero seguito a ruota da altri tuoi colleghi assessori e consiglieri!

    Francesco Lomonaco

    ramingo errante

    1. patty

      …mi associo volentieri a Cinzia e LomFra, ringrazio l’assessore per la partecipazione ai nostri forum..e l’ottima iniziativa intrapresa..Montescaglioso sta rinascendo a nuova vita olè..

       Buon Lavoro  🙂

      1. vince

        Complimenti all’Amministrazione Comunale per l’iniziativa relativa alla raccolta differenziata porta a porta.

        Potrei sapere da chi verrà fornito il servizio di raccolta? La gara è stata già fatta oppure il bando non è stato ancora pubblicato?

        Inizialmente tutto il paese sarà coinvolto nel progetto?

         

  4. admin

    Intanto benvenuto all’assessore Quarato da parte mia e a nome di tutta la web community! Mi associo agli altri nell’augurio che questo sia solo il primo di tanti interventi suoi e dell’amministrazione comunale tutta per coinvolgere i cittadini e raccogliere opinioni su temi di interesse comune.
    Apro io le danze con una domanda….
    …ho letto velocemente la bozza regolamento sulla raccolta rifiuti; si parla di modalità di raccolta, di eventuali sanzioni ma, almeno mi sembra, non si dice nulla su tariffe ed eventuali metodi per premiare famiglie riciclone virtuose.
    Insomma… secondo me la raccolta differenziata ha davvero ottime chances di riuscita se si convince il cittadino in maniera netta che “differenziare” è non solo utile ma anche economicamente conveniente. Sarebbe quindi auspicabile che vengano apportate modifiche anche al calcolo della tassa sui rifiuti che potrebbe essere composta da una parte fissa dipendente dal numero di persone e dimensioni dell’appartamento e da una parte variabile tanto più grande quanto meno virtuosa è la famiglia nella raccolta differenziata.
    Per capirci.. un esempio di raccolta differenziata secondo il criterio “più ricicli meno paghi”:
    http://www.gesema.uniplan.it

    1. Cinzia

      In effetti, “premiare” i cittadini che praticano la raccolta differenziata sarebbe un incentivo efficace per ottenere la massima collaborazione da parte della comunità.
      Così come stabilire delle sanzioni per chi non la pratica servirebbe a dissuadere i poco convinti.
      Sono d’accordo con Ciffo.
      La comunità va responsabilizzata e meriti e demeriti vanno riconosciuti o penalizzati.
      Cosa ne pensa, assessore?

      1. erredi

        Probabilmente il titolo del mio intervento potrà apparire polemico, ma non lo è affatto. Rispondo a qualcuno (gbraddi e Cinzia in particolare) che ne hanno fatto una solita questione nord-sud.Non credo che vada vista in questi termini, non c’entra affatto la posizione geografica anche perchè in un post da me scritto tempo fa in merito a questa questione, avevo citato un paese campano  che è il più riciclone d’Italia se non addirittura d’Europa. Io credo invece che l’esigenza di riclare deve nascere intanto tra i cittadini ed accolta successivamente da chi amministra; non mi sembra che in tutti questi anni in cui abbiamo affrontato l’argomento con i citati gbraddi,ciffo ecc..abbiamo avuto riscontro di questa esigenza popolare. Lo dimostrano i cassonetti (anche se pochini devo dire) preposti allo scopo, sempre troppo pieni e rotti o pieni di tutto il resto tranne che del materiale per cui erano concepiti. Pertanto Benvenga una lodevole iniziativa da parte dell’amministrazione, ma non basta ripeto, deve cambiare il nostro modo di concepire lo scopo del differenziato, non una semplice perdita di tempo come fino ad ora trattato. Riguardo all’incentivo per spingere  al differenziato i cittadini, credo sia una cosa difficile da attuare perchè non capisco come potrebbe essere calcolato lo sforzo di ciascuna famiglia; oppure se si decide di attuare una sorta di sconto forfettario su ciascuna famiglia, come al solito per ogni famiglia che si impegnerà ce ne saranno altre due che non lo faranno affatto…e che usufruiranno dello sconto. Se può servire da esempio, qui a Ferrara non esiste uno sconto particolare per chi pratica la raccolta differenziata, però, sono previsti sconti effettivi direttamente in bolletta per chi con propri mezzi trasporta direttamente presso delle “aree ecologiche” così chiamate (c’è un’area per ogni quartiere) qualsiasi tipo di materiale da differenziare. Viene scontato direttamente in bolletta 0,04 cent/kg di differenziato e per materiale elettrico (lavatrici, televisori,computer,ecc…) sconti ben più alti. Per chi non può con mezzi propri, è possibile telefonare a un numero verde e passano direttamente loro a ritirare gratuitamente il materiale elettrico; invece per tutto il resto sono previsti i normali cassonetti  distribuiti in maniera capillare in tutta la città. E’ ovvio stiamo parlando di una realtà che oramai ha nel DNA il differenziato; certo per noi che solo adesso ci avviciniamo a questa problematica, se non si studia un incentivo, non credo che avrà molto successo…detta in maniera franca…e senza peli sulla lingua;perchè ancora una volta sarà vista solo come una perdita di tempo, oppure qualcuno si giustificherà dicendo che non ha spazio per poter differenziare…e per concludere … la mia solita frase… e si tirerà a campà!

  5. gianni

    Sottoscrivo le parole di Cinzia e LomFra,

    approfitto di questa sua partecipazione al sito per fare una proposta in merito alla pulizia delle strade.Mi rendo conto di affrontare una questione leggermente diversa dal problema dei rifuti, ma credo che la cosa sia attinente al suo incarico pubblico. 

     In molte realtà del nord ho notato una certa periodicità nella pulizia delle strade comprese quelle secondarie.In particolare vi è una periodicità settimanale che viene indicata da appositi cartelli stradali che vietano la sosta per un giorno settimanale e per una determinata fascia oraria proprio per facilitare la pulizia. Tra l’altro la polizia municipale è piuttosto severa  per chi  non rispetta questi divieti di sosta ( per esperienza personale mi hano fatto pagare una multa di 30€).  

    Sarà possibile anche a Montescaglioso seguire la stessa strada? Comunque ancora complimenti per l’iniziativa della raccolta differenziata

  6. patty

    Assessore , le vorrei fare una domanda che però esula dal contesto, ma avendo a disposizione questo mezzo diretto ne approfitto.

    Questione: RANDAGISMO.

    Ieri sera avrò visto in un arco di tempo minimo,in vari punti di Montescaglioso, una decina di cani, forse più, affollare le strade.Può essere che non si possa rimediare  tale situazione? Perchè non si cerca di creare una struttura adatta a risolvere questo tipo di problema, dove operatori e soprattutto volontari si diano da fare per aiutare questi animali abbandonati e malandati. Avete pensato a quello che succederà con i sacchetti della raccolta differenziata fuori dai portoni? E’  evidente a tutti quello che succede ai cassonetti quando vengono assaliti dai cani, che per sfamarsi purtroppo , creano situazioni poco piacevoli alla vista e all’olfatto di noi concittadini.

    Spero che non sottovalutiate questo problema, che ne prendiate atto e soprattutto qualunque decisione venga presa  sia assolutamente  nell’interesse dei cittadini  e nel rispetto dei cani.

    Lei che ne pensa in merito? E’ ora di agire anche su questo fronte?

    Patrizia

     

  7. ZODD
    All’atenzione del ass Quarato , spero che la raccolta porta a porta sia attuata nn solo ai cittadini montesi intesdi come famiglie ma anche dalle attività , ke sn la maggior kausa del cassonetto pieno e il maggior riskio x il paese.
    mi spiego meglio caro assesore questa notte sn andati a fuoco 3 nuovi cassonetti di plastica di rione marco polo dannegiando la facciata del palazzo e la cabina dell’enele posta dietro i cassonetti, avendo sostenuto ripetutamente dallo spazzino semplie e salendo di grado fino a giungere agli assesori vari o sindaco di persona chiesi piu volte che venissero spostasti sia x tutelare diciamo la facciata della mio palazzo da eventuali incendi ( in tutto 3) ma anche x dar la viabilita di quel marciapiede usato da tutti sopratutto anziani e bambini che recandosi al supermercato o alla scuola erano costratti ad andare x strada schivando auto. intendiamoci stiamo parlando di tanti problemi di RIONE MARCO POLO.
    risultato finale i bidoni sn sempre stati li ma stanotte se ne so andati in fumo.
    concludo un supermecato all’incirca produce 1 quintale di cartoni al giorno , alcuni di questi cartoni sn di categoria duri (molto spessi) che compromettono i pistoni dei vostri camion ( molto spesso in riparazione anche x sto problema) cassettine di platika ecc ecc. tenendo presente l’ubicazione di questi supermercati o attivita che produkono molto piu spazzatura come vogliamo risolvere la questione?
    che ne dite di un bel pistone premi cartoni? vedi supermercati sisa.
    grazie della vostra attenzione , attendo quando prima la rimozione dei bidoni da rione marco polo portandoli inun altro sito del quartiere anche 20mt piu giu va benissimo 🙂

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi