lunedì 28 Settembre 2020

In Vino Veritas 2016

locandina invino veritas-p1Giovedì 25 agosto alle ore 21.00 ritorna l’importante rassegna “In Vino Veritas”.

La manifestazione si svolge tra l’Abbazia Benedettina di San Michele
Arcangelo e l’antistante Piazza Cavalieri di Vittorio Veneto.

Oltre alla degustazione di importanti vini sarà possibile assaggiare genuini
prodotti gastronomici locali. Ad allietare la serata il talentuoso Mario Rosini, Gianfranco
Menzella, Paolo Romano e Nino Petruzzelli.

 

 

Ufficio Staff del Sindaco


Commenti da Facebook

1 Commmento

  1. Montescaglioso

    Comunicato stampa In Vino Veritas
    L’identità, la storia del luogo ed il carattere dei vini per un racconto enogastronomico a tutto tondo. Nell’ambito degli eventi del cartellone estivo della Città di Montescaglioso “Sere d’estate a Monte 2016” , giovedì 25 agosto, l’Abbazia Benedettina di San Michele Arcangelo e Piazza Cavalieri di Vittorio Veneto ospiterà l’annuale edizione di
    “In Vino Veritas”. L’importante iniziativa, organizzata dall’Amministrazione Comunale di Montescaglioso e curata dall’assessore alla Cultura ed Integrazione Circuito Matera 2019, dott.ssa Maria Scaramuzzo in collaborazione con il Parco della Murgia Materana e il Consorzio di Tutela vini Matera Doc, si arricchisce quest’anno di un percorso degustativo dei prodotti tipici della Basilicata, accompagnato dai migliori vini lucani, pugliesi e calabresi. L’evento era stato programmato per l’11 agosto ma a causa della pioggia era stato rinviato a giovedì 25. La serata che inizierà alle 21:00 sarà animata dalla musica del noto cantante e musicista Mario Rosini voce e piano, da Gianfranco Menzella al sax, da Paolo Romano al basso elettrico e da Marco Paterno alla batteria.
    Oltre alle degustazioni, a cui si potrà accedere acquistando un ticket, sarà possibile visitare la millenaria abbazia Benedettina ed i “Depositi della Celleraria”, uno spazio aperto al pubblico da qualche mese. Importante è tutto il patrimonio delle cantine dell’abitato e particolarmente suggestivi sono la “Cantina rupestre dell’Abbazia” e gli ipogei di Porta Sant’Angelo utilizzati ancora oggi per la produzione e conservazione del vino, grazie anche alle loro profondità e peculiarità. Strutture con cortili, pergolati, vasche di fermentazione e grandi porte di legno con finestrelle per l’aerazione.
    L’evento, ormai consolidato e che fa registrare una buona presenza di pubblico proveniente anche da fuori regione, è stato sostenuto dalla Regione Basilicata e dai Fondi per lo Sviluppo e la Coesione (FSC).

    UFFICIO STAFF DEL SINDACO

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi