martedì 17 Settembre 2019

Emilio Colombo a Montescaglioso

E’ con grande rammarico che ieri ho dovuto constatare la mancata presenza presso la sala consiliare di Montescaglioso dei frequentatori usuali di montescaglioso.net.

Una serata veramente speciale, dove molti argomenti dei forum tradizionali che compaiono su questo sito, sono stati sviscerati e analizzati con l’ottica di chi di politica nazionale e “lucana” ne sa “Qualcosa”, il senatore a vita Emilio COLOMBO.  Una opportunità che non andava persa, e che a me ha affascinato molto perche’ si sono anche scoperti dei “retroscena” politici avvenuti nel corso degli anni abbastanza controversi e per questo segreti che non si trovano sicuramente sui libri di storia ne smanettando on line. 

E’ stato un seminario apolitico, che avrebbe interessato qualunque persona a prescindere dalla simpatia politica, e ve lo dice uno che alla D.C ha guardato sempre con occhio critico. E’ per questo che non riesco spiegarmi la mancata presenza dei frequentatori abituali di Montescaglioso.net e dell’amministrazione comunale di Montescaglioso, entrambi debitamente informati ed invitati.

il post non vuole essere polemico nei confronti di nessuno, anche perche’ chi scrive non ama farlo.

 


Commenti da Facebook

11 Commenti

  1. ciffo

    Io ho letto dell’incontro sul giornale un’ora prima che iniziasse. Non ho visto manifesti in giro né annnunci sul sito. Mi sarebbe piaciuto sentire Colombo analizzare la storia lucana degli ultimi decenni.
    Era possibile fare domande?
    Io gli avrei chiesto quanto si sentisse responsabile dello stato di clientelismo e servilismo diffuso in Basilicata.
    Maurucc perché non ci fai un riassunto di quel che si è detto?

    1. maurucc

      Ciffo, ti dico subito che in un seminario di 2 ore non è facile, e lo capisco benissimo, sintetizzare sessant’anni delle vicende storico-politiche di una regione, infatti Colombo stesso ha esordito dicendo, in modo scherzoso, che per fare un discorso attinente ci avrebbe mandato nel corso del dibattito a cena, e poi a stomaco pieno continuato per tutta la notte e magari per giorni e giorni..

      Praticamente sono stati ripercorsi a partire dal 46 (data in cui Colombo è stato per la prima volta a Montescaglioso per le votazioni della Costituente) dei punti fondamentali che hanno costruito e caratterizzato il processo storico-politico fino ai giorni nostri, curando nei particolari il ruolo che in tutto questo hanno avuto i partiti politici di impatto nazionale e locale. Quello a cui accennavo nel post precedente, è che non è stata una lezione storica , o un dibattito televisivo formale a mò di “porta a porta” in quanto il tutto esposto da un “addetto ai lavori” da uno che bene o male la storia l’ha fatta, partecipando in prima persona a tutti gli eventi fondamentali del periodo (votazione costituente, predisposizione della costituzione, riforma agraria, processi di unificazione, caso Moro, leggi locali ecc…).

      La cosa veramente affascinante è che noi sappiamo ben poco delle vicende, conosciamo solo cio’ che ci vogliono far conoscere…ma la realta’ è diversa…e il Senatore Colombo ha svelato un paio di chicche che hanno reso la serata interessante agli appassionati della materia.

       

      Per quanto riguarda le domande chiunque le poteva fare, è stato infatti divertente quando un vissuto signore ha strepitato dei ricordi del passato, poi  invitato a parlare al microfono per tutti.

       

      Mi dispiace, in quanto con una presenza maggiore di giovani ne potava nascere una bella discussione, comunque gli annunci nel paese c’erano, non mi chiedete dove, ma so per certo che l’organizzatore ne ha fatti stampare un bel po’.. anche sul sito non sapendo io personalmente come fare l’inserzione, avendo ritenuto dal principio che fosse un seminario stimolante per i frequentatori del portale,  chiesi la pubblicazione dell’evento ad un membro dello staff consegnandogli un foglio A4. Poi, purtroppo, non ho più seguito la vicenda e probabilmente qualcosa ha impedito la divulgazione sul sito del seminario.

       

      Alla prossima.

       
       
       

        

       

      1. Cristoforo Magistro

        Sarebbe piaciuto moltissimo anche a me sentire l’ex ministro e presidente del consiglio Colombo.

        E’ almeno possibile sapere in quale contesto c’è stato il suo intervento, chi l’ha organizzato, quale è stata la partecipazione, come è stato sentito l’evento?

      2. ciffo

        Grazie maurucc per il riassunto della serata. Mi spiace che l’annuncio non sia stato pubblicato, non so a chi tu abbia consegnato l’invito ma ti invito in futuro a pubblicare tu stesso sul sito tutto quello che ritieni opportuno attraverso la funzione “crea un contenuto – > evento”.
        Alla fine non esiste un vero staff ma solo utenti più attivi… e anche ai più attivi capita di essere troppo indaffarati o di dimenticare qualcosa.
         
        Qui l’articolo di Michele Marchitelli sulla serata:
        http://www.regione.basilicata.it/ufficiostampa/FPArticoliPDF/177999.pdf
         
        Qualcuno ha più notizie su questa “rete sociale” che ha organizzato l’evento? Non ne avevo mai sentito parlare a Monte.

    2. atreo

      Se vuoi informazioni sulle responsabilità dell’On. Emilio Colombo sul sistema “CIENTELE BASILICATA” chiedi a tm se ricorda di un comizio tenuto dall’On. Colombo a Montescaglioso nella campagna elettorale per le elezioni Politiche del 1972.

      Se non ricordo male (c’era anche tm), le tasche dell’onorevole erano piene di lettere di richieste (leggitime) di raccomandazioni per un posto di lavoro, alla faccia delle competenze e capacità di montesi che invece di piegarsi a questo sistema preferivano conservare la propria dignità emigrando in terre lontane.

      PS Volevo cambiare il mondo ma, forse, il sistema raccomandazioni è stato più forte e ha travolto inesorabilmente anche i più combattivi.

      Peccato.

      Riusciranno le future generazioni… ?

       

       

      1. ciffo

        “volevi cambiare il mondo”…. mi incuriosisce la tua storia. Sembra che a turno, anno dopo anno, gruppi di giovani tentano invano di combattere qualcosa più grande di loro.
        E ogni gruppo che ci prova ha la minima conoscenza dei tentativi e degli errori fatti in precedenza? Perché non ci racconti la tua storia?

        1. atreo

          La mia è una storia insignificante rispetto alla storia del movimento che negli anni 70 si era illuso (e io insieme a molti altri) che i tempi erano ormai maturi per sconfiggere l’assistenzialismo, il pietismo, il pauperismo, il clientelismo, ecc… ecc… ecc..

          Sono sicuro che il prof. Magistro, con grande onestà intellettuale, con lucidità, distacco e competenza (caratteristiche proprie di una persona molto preparata, seria e colta e modesta al tempo stesso) troverà un pò di tempo da dedicare all’argomento e tutti gli saremo grati perchè TUTTI abbiamo ancora bisogno di capire perchè “SI CAMBIA SEMPRE TUTTO MA, TUTTO RIMANE COME PRIMA”.

          Il buon Leonardo da Vinci rispondeva a chi gli domandava delle sue intuizioni:

          “Intendi la ragione e non ti bisognerà l’esperienza”

      2. tm

         

        hai perfettamente ragione atreo, c’ero anchio quella sera del 72 quando l’on Colombo arrivò a monte in elicottero proveniente da grasano, grottole, ferrandina e tanti altri comuni dell’entroterra materano che aveva visitato, elargito promesse, poste prime pietre e soprattutto raccolto lettere di poveri cristi che si rivolgevano a lui per chiedere un posto di lavoro, e lui a tutti, con fare cardinalesco, garantiva l’interessamento personale per la soluzione del problema, salvo però prendere le centinaua di lettere di richiesta di raccomandazione che raccoglieva nelle sue fugaci visite e cestinarle, e qualche volta capitava anche di perderle per strada, e quella volta il caso volle che fossi proprio io a raccogliere la lettera di un cittadino di grottole. A ripercorrere certi ricordi mi verrebbe da dire che se Alessandro Volta è stato l’inventore della pila, Emilio Colombo è stato colui che ha inventato il clientelismo e sopra al quale ha costruito le sue fortune di ministro della repubblica nonchè presidente del consiglio e infine senatore a vita.

        Sono belli questi incontri organizzati per ripercorrere la storia di un uomo politico, peccato solo che non si invitano mai i protagonisti del suo periodo. Chissà se all’incontro fosse stato invitato anche Ciro Candido, magari Colombo avrebbe ricordato l’episodio di Candido sindaco di Montescaglioso che chiede udienza al Ministro Colombo per risolvere il problema della strada di via s, Francesco da costruire, e Colombo lo mette alla porta perchè comunista.

        La storia va si ricordata, ma non lo si può fare a senso unico.

        ciao a tutti tonino

  2. michela

    E chi lo sapeva?
    non avevo la più pallida idea che ci sarebbe stato questo incontro e nemmeno mi sembra di aver visto una qualche pubblicità sul sito o per strada… sicuramente è stata una mia svista, non ho aperto nemmeno i giornali in questi giorni… però si sarebbe comunque saputo in giro.
    cmq, peccato davvero!
    topobiche_81

    1. electra_

      Che dire..io lo sapevo e mi sarebbe tanto piaciuto esserci..

      A parer mio la notizia era stata divulgata abbastanza bene…Io personalmente ho appreso dell’evento per strada..c’erano parecchi volantini in giro!!

      Certo è stato un peccato che non si sia almeno accennato dell’incontro su un sito  come questo che sembra attivo e attento a queste particolari iniziative!

      Comunque posso assicurarvi che l’evento era stato pubblicizzato in modo da garantire una cospicua presenza di persone..Volevo congratularmi con coloro che si sono occupati dell’organizzazione e nell’ambito del sito un applauso va solo a maurucc che oltre a dimostrarsi interessato all’iniziativa a dato modo a chi come me non poteva essere presente di venire a conoscenza dei contenuti dell’incontro..GRAZIE! 

  3. For Peace

    Ciao a tutti,

    con grande piacere ho partecipato all’incontro organizzato da rete sociale di Montescaglioso. Sono rimasto molto colpito dell’elevata competenza espressiva del personaggio che, con un filo logico e tanta passione ha raccontato 60 anni di storia Italiana e Lucana. Di grande esempio il suo consiglio a fare la politica uscendo da casa, rinunciando agli interessi di partito. Davvero un incontro che va nella giusta direzione del passaggio generazionale del tutto assente in politica e che fa ben sperare nell’offrire un’alternativa al modo di fare attuale delle formazioni politiche di entrambe gli schieramenti. Insomma caro Rocco Petrizza complimenti.

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi