Padre Pio

Segnalo ai frequentatori del sito uno studio straordinario di Sergio Luzzatto intitolato “Padre Pio. Miracoli e politica nell’Italia del Novecento” (Einaudi, 24 euro).
Si legge come un romanzo ed è documentato più e meglio di un’inchiesta giudiziaria anche se lascia al lettore tutta la responsabilità di giudicare sul personaggio. Il suo scopo non è infatti quello di consegnare all’opinione pubblica giudizi di colpevolezza o di santità sul frate di Pietrelcina.
Sul risvolto di copertina dell’opera si legge:
“Un’icona del Novecento. Il Santo più venerato dagli italiani. Il simbolo di un paese sospeso tra arcaismo e modernità.

Credevamo di sapere già tutto su padre Pio, onnipresente nella realtà come nell’immaginario dell’Italia contemporanea. E invece, a ben guardare, non sapevamo quasi niente.Prima della ricerca di Sergio Luzzatto, la figura del cappuccino con le stigmate era vincolata soltanto alla fede degli uni, all’incredulità degli altri. Un santo vivo, addirittura un “altro Cristo” per gli innumerevoli suoi devoti. Un uomo ambiguo, addirittura un personaggio losco per gli altrettanto numerosi suoi detrattori.
Adesso, grazie al monumentale lavoro di scavo archivistico su cui si fonda questo libro, padre Pio viene finalmente consegnato alla storia del ventesimo secolo. Un’avventurosa storia di frati e soldati, pontefici e gerarchi, beghine e spie. Soprattutto una storia istruttiva. Perchè fra crismi e carismi, miracoli e politica, quella che Luzzatto racconta con mestiere e con brio è una parabola sull’Italia novecentesca.”


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi