venerdì 26 Febbraio 2021

Il CSM…. come il cabaret

Sono state depositate le motivazioni della sentenza con cui il CSM ha condannato De Magistris.

Invito gli utenti a non perdersi la lucida e tristissima analisi del documento fatta da Marco Travaglio:

Condannato per mancanza di prove

 


Commenti da Facebook

2 Commenti

  1. vince_ditaranto

    Signori, siamo all’epilogo…

    tutto è andato come doveva andare,

    tutto è andato liscio come l’olio per la solita “banda degli onesti”,

    purtroppo sta volta non si parla dell’allegra brigata di DeCurtis ma dell’inestricabile matassa di grumi di potere che si difendono l’un l’altro…e quando qualcosa va storto e qualcuno si ribella al sistema allora c’è una sorta di animale senza testa che come una belva in gabbia reagisce con forza e schiaccia “l’imprevisto” con forza e senza possibilità di errore.

    Siamo al farzesco, tutto è una barzelletta…niente sembra avere più un senso preciso. 

    In che paese viviamo se un pm può essere condannato così velocemente in situazioni macroscopicamente sospette???

    In che paese viviamo se i carnefici vanno in TV a professarsi vittime come hanno prontamente fatto i conuigi Mastella???

    In che paese viviamo se ogni componente del potere ha sempre una plausibile capacità di smentita????

     

    In un altro post ho già manifestato le mie forti perplessità sulla composizione del CSM….non solo degli attuali membri ma in generale sulle norme che ne regolano la composizione. Un organo così importante, perchè di controllo, totalmente invaso dai partiti, pieno zeppo degli “amici degli amici”.

    Quando qualcuno parla di “conflitto di interessi” attaccando il Berlusca a me sinceramente viene da sorridere, perchè non è solo lui il problema……lui è l’emblema e ne è il paradigma più evidente…..ma l’Italia è tutto un conflitto di interessi da un capo all’altro…in ogni campo della vita pubblica e privata, più o meno evidente. Ecco perchè nessuno lo risolverà mai, perchè ci vanno tutti di mezzo. Si è approfittato del principio del bilanciamento dei poteri dello stato, di ispirazione post fascista, per poter impossessarsi di cariche e funzioni di controllo.

    Sono avvilito.

    Good night and good luck

  2. drago

    Le motivazioni si conoscevano da tempo. 

    Voglio comunque analizzare l’aspetto positivo dell’intera vicenda. E’ stato un percorso sicuramente formativo.

     Il sig. Michele Santoro, intervistato da Daria Bignardi dopo la trasmissione sul caso De Magistris, disse una frase chiave nell’intera vicenda. Affermò infatti che ci sono delle zone d’Italia in cui non esiste maggioranza e opposizione, ma governano delle Lobby trasversali a tutti gli schieramenti.

    Alla luce di quanto visto, mi sento di dire che Santoro ha perfettamente ragione. Nel nostro territorio qual è il confine fra maggioranza e opposizione? C’è un clima di serenità tra le istituzioni. Questo è dovuto alla correttezza istituzionale o a interessi profondi a non cambiare la situazione presente?

    A mio avviso è necessario capire ,da parte di noi cittadini, che dobbiamo lasciar stare le divisioni tra il nostro essere di destra o sinistra, perchè in realtà nel nostro territorio non esistono queste contrapposizioni tra chi ci rappresenta. Dobbiamo guardare invece ad una distinzione per chi è con la Lobby e chi è contro.  La possiamo chiamare lobby, sistema, grumo di potere, poteri forti, ma la sostanza non cambia.  Si sono inseriti dappertutto: politica , magistratura , potere economico ormai da decenni come è successo in altre zone d’Italia. Perchè questo non dovrebbe essere accaduto anche nel nostro territorio? 

    Purtroppo la colpa è anche nostra, che siamo stati troppo passivi.

    Mario  

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi