Apologia del fascismo

Visto che l’anonimo e sincero democratico che scrive sul guestbook non è il primo che mi chiede di rimuovere immagini come quella di rocco75 scrivo due righe sull’argomento. In realtà la questione dell’apologia di fascismo è parecchio discussa su internet dove esistono molti forum in cui si parla e spesso si inneggia al fascismo. Vi spiego il mio punto di vista e perchè non ho mai eseguito censure.
Intanto riporto l’articolo di legge:

LEGGE 20 GIUGNO 1952, n. 645 (GU n. 143 del 23/06/1952)
NORME DI ATTUAZIONE DELLA XII DISPOSIZIONE TRANSITORIA E FINALE (COMMA PRIMO) DELLA COSTITUZIONE. (PUBBLICATA NELLA GAZZETTA UFFICIALE N.143 DEL 23 GIUGNO 1952)

    ART. 1. (RIORGANIZZAZIONE DEL DISCIOLTO PARTITO FASCISTA).

      AI FINI DELLA XII DISPOSIZIONE TRANSITORIA E FINALE (COMMA PRIMO) DELLA COSTITUZIONE, SI HA RIORGANIZZAZIONE DEL DISCIOLTO PARTITO FASCISTA QUANDO UNA ASSOCIAZIONE O UN MOVIMENTO PERSEGUE FINALITÀ ANTIDEMOCRATICHE PROPRIE DEL PARTITO FASCISTA, ESALTANDO, MINACCIANDO O USANDO LA VIOLENZA QUALE METODO DI LOTTA POLITICO O PROPUGNANDO LA SOPPRESSIONE DELLE LIBERTÀ GARANTITE DALLA COSTITUZIONE O DENIGRANDO LA DEMOCRAZIA, LE SUE ISTITUZIONI E I VALORI DELLA RESISTENZA O SVOLGENDO PROPAGANDA RAZZISTA, OVVERO RIVOLGE LA SUA ATTIVITÀ ALLA ESALTAZIONE DI ESPONENTI, PRINCIPII, FATTI E METODI PROPRI DEL PREDETTO PARTITO O COMPIE MANIFESTAZIONI ESTERIORI DI CARATTERE FASCISTA
….
….
….
 
    ART. 4. (APOLOGIA DEL FASCISMO).

      CHIUNQUE, FUORI DEL CASO PREVEDUTO DALL’ART. 1, PUBBLICAMENTE ESALTA ESPONENTI, PRINCIPII, FATTI O METODI DEL FASCISMO OPPURE LE FINALITÀ ANTIDEMOCRATICHE PROPRIE DEL PARTITO FASCISTA È PUNITO CON LA RECLUSIONE FINO A DUE ANNI E CON LA MULTA FINO A LIRE 500.000.
      LA PENA È AUMENTATA SE IL FATTO È COMMESSO COL MEZZO DELLA STAMPA O CON ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE O DI PROPAGANDA.
      LA CONDANNA IMPORTA LA PRIVAZIONE DEI DIRITTI INDICATI NELL’ART. 28, COMMA SECONDO, N. 1, DEL CODICE PENALE PER UN PERIODO DI CINQUE ANNI.

Insomma l’articolo 4 vieta di esaltare pubblicamente esponenti, principi, ecc del fascismo.
La semplice esposizione di un’immagine o di un nome è esaltazione?
Il punto penso sia questo. Me lo sono chiesto e mi sono informato.
Nel passato alcuni movimenti hanno avanzato richieste di incostituzionalità per questa legge che, secondo alcuni, contrasterebbe l’articolo 21 della costituzione che riporto:

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.
La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.
Si può procedere a sequestro soltanto per atto motivato dell’autorità giudiziaria nel caso di delitti, per i quali la legge sulla stampa espressamente lo autorizzi, o nel caso di violazione delle norme che la legge stessa prescriva per l’indicazione dei responsabili.
In tali casi, quando vi sia assoluta urgenza e non sia possibile il tempestivo intervento dell’autorità giudiziaria, il sequestro della stampa periodica può essere eseguito da ufficiali di polizia giudiziaria, che devono immediatamente, e non mai oltre ventiquattro ore, fare denunzia all’autorità giudiziaria. Se questa non lo convalida nelle ventiquattro ore successive, il sequestro s’intende revocato e privo di ogni effetto.
La legge può stabilire, con norme di carattere generale, che siano resi noti i mezzi di finanziamento della stampa periodica.
Sono vietate le pubblicazioni a stampa, gli spettacoli e tutte le altre manifestazioni contrarie al buon costume. La legge stabilisce provvedimenti adeguati a prevenire e a reprimere le violazioni.

In seguito a queste richieste la Consulta, presieduta da Enrico De Nicola, si riunì e stabilì che la legge non era incostituzionale in quanto il reato di apologia del fascismo si configura allorquando l’apologia non consista in una mera “difesa elogiativa”, bensì in una “esaltazione tale da potere condurre alla riorganizzazione del partito fascista”, cioè in una “istigazione indiretta a commettere un fatto rivolto alla detta riorganizzazione e a tal fine idoneo ed efficiente”.

Da qui ho dedotto che l’esposizione di immagini non è reato. Tant’è vero che esiste un partito “Movimento Fascismo e Libertà” che addirittura porta la parola fascismo nel suo simbolo e, nonostante decine di denunce per apologia del fascismo, è stato sempre assolto.

Sicuramente le leggi sono sempre di difficile interpretazione. Personalmente però, nel dubbio, preferisco non censurare. Da lunedì la patata bollente passa a Cinzia 😉


Commenti da Facebook

4 Commenti

  1. ADMIN

    Diverse volte mi sono chiesta se avatar come quello usato da Rocco75 fossero “opportuni”.
    Leggendo le informazioni raccolte da Ciffo, e – soprattutto – considerando che l’utente rocco75 non ha mai usato quell’immagine a scopo di propaganda nè in maniera offensiva verso la community, credo che la censura in questo caso sarebbe del tutto inappropriata, per quanto ciascun utente sia libero di non condividere la scelta di rocco75.

    1. Capobanda

      Con tutti i problemi che affligono l’italia ancora dietro a queste cose ci perdiamo?? alla faccia della liberta di pensiero tutelata dalla costituzione rossa di cui si vantano tanto questi signori!

      che tristezza per la nostra bella nazione

       

       

       

       

       

      In Tempi Di Menzogna Universale Dire La Verità Diventa Un Atto Rivoluzionario

      1. tm

         

        nonostante i problemi che affliggono l’italia i valori dell’antifascismo e di quella costituzione che tu tanto volgarmente definisci “rossa” sono e restano inalienabili.

        Forse hai veramente ragione, effettivamente è rossa la nostra costituzione, ma non perchè di politica rossa, ma rossa del sangue di migliaia di cittadini, partigliani, ebrei, avversari politici, soldati alleati, donne, anziani e bambini che il criminale fascista mussolini e il suo famigerato partito fascista trucidarono barbaramente durante il ventennio più buio della storia italiana.

        Francamente mi interessa poco se qualcuno usa l’immagine del duce sul proprio profilo, tanto ognuno viene associato a ciò che rappresenta, e anche la decisione dell’admin di non rimuovere tale immagine mi lascia pressocchè indifferente, padronissima di fare le proprie scelte, ma permettere che si infanghi la costituzione questo è davvero inammissibile, visto che grazie a quella costituzione

        e agli uomini che hanno combattuto per scriverla oggi qualcuno può liberamente scrivere su queste pagine.

        Caro capobanda, almeno tu oggi puoi anche lamentarti della mancanza di libertà di pensiero, e questa tua lamentela dimostra proprio il fatto che tale libertà esiste ed è uguale per tutti, una volta il solo lamentarsi veniva trattato a litri di olio di ricino, e a montescaglioso ci sono ancora tanti anziani che posso no testimoniarlo e insegnare a tutti noi cosa è stato il fascismo.

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi