mercoledì 16 Giugno 2021

INCENERITORI: ALLA FACCIA DELLA LIBERA INFORMAZIONE!!

MATERA
INCENERITORI:disinformazione e intimidazioni

Alla faccia della libera informazione!!!

Guardate questo video girato a Matera, io sono rimasta allibita!! Davvero preoccupante a maggior ragione per i personaggi coinvolti: è vergognoso!

quando ci libereremo di queste losche figure?

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"


Commenti da Facebook

29 Commenti

      1. tm

         

        BALLATA DELLA MODA DI LUIGI TENCO

         

        Era l’autunno e il cameriere Antonio,

        servendo a un tavolo di grandi industriali,

        sentì decidere che per l’estate prossima

        sarebbe andata di moda l’acqua blu.

        Loro dicevano che bastava fare

        una campagna di pubblicità,

        mettere in ogni bar un po’ di bottigliette

        ed il successo non poteva mancare.

        Antonio tra sé rideva…

        “Ah ah ah..ah ah ah….”

        Diceva:”Me ne infischio della moda,

        io bevo solo quello che mi va”.

        Venne l’inverno e Antonio vide al cinema

        cortometraggi con bottiglie d’acqua blu,

        fotografie sui muri e sui giornali

        di belle donne che invitavano a provarla.

        In primavera già qualcuno la beveva

        e pure lui, un giorno a casa di un amico, dovette berla

        perché quello, imbarazzato, gli disse:

        “Scusa, ma non m’è rimasto altro”.

        Antonio però rideva…

        “Ah ah ah…ah ah ah…..”

        Diceva:”Me ne infischio della moda,

        ma in mancanza d’altro bevo quel che c’è”.

        Venne l’estate ed in villeggiatura

        Antonio aveva sete e non sapeva cosa bere;

        in ogni bar dove chiedeva un dissetante,

        manco a farlo apposta, gli servivano acqua blu.

        Le prime volte lui si era opposto

        ma poi pensò “ma chi me lo fa fare?”

        e da quel giorno a poco a poco si abituò;

        un mese dopo non beveva altro.

        Antonio però rideva…

        “Ah ah ah..ah ah ah…”

        Diceva:”Me ne infischio della moda,

        ma bevo questa bibita perché mi va”.

        Ora è l’autunno, Antonio è all’ospedale,

        intossicato perché beveva troppo,

        e per servire a quel tavolo importante

        s’è fatto sostituire dall’amico Pasquale.

        Stan dicidendo per la prossima moda

        un pantalone a strisce gialle e nere;

        basterà fare una gran pubblicità,

        farlo indossare a qualche grande attore.

        Pasquale tra sé sorride…

        “Ah ah ah…ah ah ah…”

        E dice:”Me ne infischio della moda

        io porto solo quello che mi va”.

        Ma io vedo già Pasquale…

        ah ah ah…..ah ah ah…….

        chissà come starà male

        coi pantaloni a strisce gialle e nere.


  1. nocss
    è incredibile a ke punto sia arrivata quest’oggi l’arroganza dei politici,ricordandoci sempre ke loro dovrebbe rappresentare noi cittadini ed il paese.loro pensano sl ad intascare soldi lasciando da parte il vero ruolo ke loro compete ossia:far crescere il paese sia nello sviluppo economico,finanziario e sociale ke nei valori umani,ke a quanto pare si è ormai perso x starda.sn capaciti soltanto ad intimidire la gente cercando di ostacolare la pubblica informazione poikè loro sanno ke questo è l’unico cosa ke puo far venire a galla tutti i mali ke attualmente c circondano.Ormai è giusto ke questa gente s guardi un po dentro e capiscano ke il loro tempo è ormai finito ed è giusto ke al loro posto vada gente motivata cn tanta voglia d fare e ke credono veramente in degli ideali comuni a tutti.
    ANDATEVENE A CASA!!!!!!!!!!!!
    1. patty

      Sono veramente allibita…  parlano ai cittadini, come fossero talmente ignoranti, talmente imbecilli… da prendere per buone tutte le ****** che dicono.. ma per favore !! Mi disgusta così tanto vedere tanta assurdità, tanta ignoranza ( loro) che non riesco manco ad esprimermi serenamente .. evito per cui malesangue e mi fermo.

  2. LomFrAnz

    Termovalorizzatore è una parola italiana, all’estero il termine che usano è quello che li spetta, Brucia Rifiuti o Inceneritore.
     
    Lo sanno bene che questi mostri non risolvono il problema, ma trasformano i rifiuti normali in ceneri e fumi e fanghi (rifiuti tossici veri e propri). Da noi invece continuano a prenderci in giro per costruire questi costosissimi e nocivissimi camini, i cui fondi ci vengono prelevati dalle nostre bollette e che erano destinati alle fonti rinnovabili…
     
    Ed è anche falso che queste strutture sono la soluzione per far chiudere le discariche, infatti fanno sparire solo un sesto dei rifiuti generando inoltre ceneri molto tossiche, le nanopolveri killer, che accenna nel video, causa di tumori…
     
    …è una vergogna che continuiamo a far in modo che queste gente parli ancora…
     
     
    Ramingo errante

  3. LM 2500

    SONO COME UNA VIGNETTA DEL FORATTINI……………………. SONO SENZA PAROLE…… COMPLIMENTI MICHELA PER IL VIDEO.CHE VERGOGNA E MENO MALE CHE C’ERA QUALCUNO CHE NE CAPIVA QUALCOSA DI TUTTE LE BAGIANATE CHE DICEVA L’ESPERTO DEL***** UN ELOGIO AL SINDACO E CHI HA CHIAMATO LA POLIZIA.DOVEVANO CHIEDERE I DOCUMENTI A LORO E NON A QUELL’INGEGNERE CHE ERA L’UNICO CHE CAPIVA QUALCOSA……..

  4. linoliva

    Mi chiedo ma che futuro avremo noi e i nostri figli?Questa gente non si rende conto del danno che sta provocando,la mozzarella è inquinata,nel latte c’è questa maledetta diossina,a taranto a causa dell’ ILVA non si puo’ toccare piu’ niente,il vino in questi giorni si è scoperto che conteneva degli acidi pericolosi,per non parlare della mucca pazza, del grano radioattivo e di tante altre che ora non mi vengono in mente.Di questo passo dove andremo a finire?A volte penso che è meglio se vivevo nel medioevo,senza questa esasperata tecnologia e senza questi problemi,a lavoro all’alba e a letto al tramonto nè piu’ e nè meno,con 1 re che comanda e non questa falsa democrazia dove la voce della gente conta meno di niente,almeno a quei tempi rubava e si arricchiva solo una persona , oggi non si contano i politici a quanti ne sono.E’ ora di pensarci un po’ se no sara’ troppo tardi .Un’altra domanda,parlano tanto di energia pulita,protocollo di Kioto contro l’inquinamento nel mondo,bombolette spray amiche dell’ozono ecc… e poi?Allora è vero che si predica bene e si razzola male.Spero che si arrivi ad una conclusione giusta .

  5. ciffo

    Complimenti a Gianni, ingegnere con gli attributi che tutti noi dovremmo prendere come esempio!
    Visto il video mi vengono in mente alcune cose che vorrei condividere con voi:
    – quell’ignorante di Buccico molto probabilmente ce lo troveremo con qualche incarico nel prossimo governo visto che Berlusconi è dato vincente nelle imminente elezioni. (per gli elettori di destra coi paraocchi che potrebbero indignarsi per la mia definizione di ignoranza un avviso… state tranquilli… Buccico rimane sempre un principe del foro… peccato che ignori alcune regole basilari di democrazia)
    – quel “professore”, “scienziato” degno del teatro delle marionette chi lo ha pagato?
    – ma sti LIONS? E non solo loro…. sono sconcertato da questo establishment… espressioni di una “cultura” d’elite… mi fermo qui se no ADMIN mi censura. :sick:

    1. LomFrAnz

      .. hai sollevato un argomento interessante, i Lions, un Establishment espressione di una cultura d’elitè..

      la loro preghiera recita così:

      Ti ringraziamo Signore, per essere qui riuniti per diventare migliori e per poter insieme servire meglio i nostri simili.

      Dacci, Signore, l’umiltà, la conoscenza e la forza necessaria per compiere i nostri doveri con entusiasmo e tenacia.

      Dacci la bontà e la tolleranza per rispettare le opinioni degli altri ed alimentare in tutti l’aspirazione a servire l’unmanità che soffre.

      Proteggi e benedici, Signore, la nostra grande famiglia lionistica che lavora oggi, come sempre, per il culto dell’amicizia, dell’amore per il prossimo e del servizio disinteressato.

      Benedici Signore, il nostro lavoro.

       

       

      A me sembrano più una setta…

      Ma cosa centrano loro con gli inceneritori??? per quale motivo il Lions Club di matera dovrebbe informare (male informare), o propagandare, tra i cittadini la costruzione di un inceneritore?

      Qui cè puzza di … bha..

       

      se ogni giorno nella savana un leone si sveglia, la gazzella non lo fà più da un bel pò di tempo…

       

      Ramingo errante

  6. gianni

    Premetto che considero veramente vergognoso l’intervento di Buccico e considero vergognoso anche l’intervento dell’esperto che si è mostrato veramente un ingenuo a 5 stelle. Quel dibattito è l’esempio lampante di un certo modo di fare politica da veri dilettanti.

    Forse sarò anche fuori dal coro ma il problema dei rifiuti deve essere affrontato con calma senza arrivare a conclusioni affrettate. Di sicuro l’unica e la migliore soluzione del problema è la raccolta differenziata. Adesso io non sono un esperto ma se non sbaglio non tutti i rifuti possono essere riutilizzati. Parte di questi o sono destinati in discarica oppure sono destinati ad un inceneritore. A questo punto bisogna chiedersi se è meno inquinante una discarica oppure un inceneritore (necessario anche con la raccolta differenziata).

    A mio avviso il problema dei rifiuti non si affronta con una stupida conferenza piena di disinformazione e neanche con un ambietalismo di fondo. Con questo non voglio dire che la diossina non è pericolosa per l’uomo ma vorrei capire il metodo migliore per produrre meno diossina. Al Nord si fa la raccolta differenziata e ci sono anche gli inceneritori quindi, ragazzi, penso che purtroppo siano indispensabili e penso che rispetto ad una discarica stile Pianura sia il male minore per la salute dell’uomo.

    Comunque tra spettacoli indecenti e paure di confronti stiamo proprio messi bene come rappresentati politici….veri dilettanti 

    1. ciffo

      Gianni mi spiace dirlo… sei disinformato. Purtroppo una bugia ripetuta all’infinito diventa verità. Sopratutto dopo Napoli e il monnezzaio della Campania adesso tutti sono convinti che gli inceneritori sono indispensabili…. del resto se li fanno al nord….
      Invece no.
      Gli inceneritori sono solo la soluzione più facile e conveniente per alcuni.
      Qui trovi una sintesi dei motivi per evitare di costruire inceneritori:
      Alternative agli inceneritori

  7. cico

    NON CREDO CHE L’INGEGNERE ABBIA FATTO PROPIO UNA BELLA FIGURA (APPARTE QUELLA DI ACCENDERE IL MICROFONO CHE CHIUNQUE SAREBBE STATO INGRADO DI FARLO) A SEMPRE INTERROTTO ,POI QUANDO A AVUTO LA POSSIBILITA’ DI CONTROBATTERE SERIAMENTE LASCIA E SENE VA’,BOOOH.IO NON SO SE GLI INCENERITORI SERVONO O NON SERVONO VERAMENTE, SO SOLTANTO CHE CI SONO DEGLI INQUINANTI MOLTO PIU PERICOLOSI TIPO ANTENNE DI TELEFONIA O LE AUTOVETTURE CHE NON SUSCITANO TANTO SCALPORE O INDIGNAZZIONE DA PARTE DEI CITTADINI PERCHE SONO I PRIMI AD ABUSARNE. UN SINDACO DEVE TUTELARE LA SALUTE DEI SUOI CONCITTADINI,E NON CREDO CHE BUCCICO LI VORREBBE TUTTI MORTI DI CANCRO.

  8. For Peace

    Complimenti a chi ha avuto l’idea di registrare. Secondo me questa registrazione rappresenta a pieno l’ingiusto strapotere della politica, per non parlare di quello di certa simile-sicurezza. Propongo di farlo diventare uno spot. Mi fa paura che certi cosiddetti ambientalisti stiano dalla parte di chi vuole fare queste porcherie. Resto dell’idea che da soli non si andrà da nessuna parte e che soprattutto a noi Lucani serva uno scatto d’orgoglio (collettivo). Basta giocare con l’ignoranza.

     

    1. tm

      Qualunque commento al video inserito da Michela è superfluo, si commenta da solo.

      La cosa che invece mi preoccupa è il fatto che si tenta in ogni modo di risolvere il problema dei rifiuti cercando nuove tecnologie, parlando di termovalizzatori (inceneritori) discariche adeguate senza capire che il vero problema non è lo smaltimento dei rifiuti, ma la loro eccessiva produzione.

      Gli effetti di una società globalizzata e consumistica purtroppo sono anche questi e senza una effettiva inversione di tendenza il mondo intero è condannato a soccombere sotto gli effetti devastanti della sua stessa imbecillagine che lo porta giorno dopo giorno a creare nuove illusioni di benessere che di fatti riducono la nostra capacità di vivere in armonia con i processi della natura portando la terra al suo continuo ed inarrestabile degrado.

      Per farvi un esempio, ieri tutti ci radevamo la barba con il classico rasoio da barbiere utilizzato per una intera vita e magari passato poi ai nostri figli, oggi nessuno di noi può fare a meno del classico bic usa e getta; i fazzolettini di carta, i piatti usa e getta e tutta una serie di prodotti che non esito a definire superflui hanno sostituito in parte o quasi in tutto le abitudini di ognuno di noi; la pasta sfusa non esiste più da nessuna parte e solo ora alcune aziende delle catene distributrici hanno cominciato a mettere ni loro supermercati prodotti sfusi che ognuno di noi può comprare nel suo effettivo bisogno senza sprechi.

      il 70% dei prodotti che noi acquistiamo finisce inevitabilmente in spazzatura e quel che più è grave è che la maggior parte di tali rifiuti hanno una biodegradabilità quasi prossima allo zero.

      L’unica scelta a questo punto veramente innovativa che possiamo fare è quella di decidere che occorre produrre meno rifiuti e attuando una politica di incentivi per una raccolta veramente differenziata che porti al riciclaggio quasi totale di tutte le cose che si possono riutilizzare, facendo in modo di ridurre la quantità di scarto della spesa che facciamo eliminando involucri inutili ed ingombranti e educando la gente al fatto che non sempre un nuovo benessere ci faccia stare meglio, ma spesso ci crea problemi più grandi di quelli che ci ha risolto.

      tonino

  9. pacix

    Credo che come non mai in queste elezioni bisogna davvero pensare bene a chi dare il proprio voto.Il panorama politico italiano a mio parere è davvero inquietante di personaggi stile buccico o stile silvio o stile calderoli etc. etc. bravi soprattutto a fare terrorismo psicologico a demonizzare le istituzioni e a fare un tipo di propaganda stile televendita.Loro hanno gia’ governato l’ italia per sessanta mesi durante i quali non è successo nulla !!!!!!Sono solo stati attenti a non turbare gli interessi delle lobbi e delle classi sociali piu’ agiate portanto l’economia italiana a una crescita prossima allo zero e all’ aumento del debito pubblico il quale a sua volta si riversa su tutte le fascie di reddito comprese le piu’ deboli .MOlto probabilmente vinceranno di nuovo loro e rivedremo le sfilate stile mondiali con cori e slogan,io da parte mia sono per i ragazzi di matera i quali con una domanda legittima e professionale hanno mandato in crisi il castello di menzogne di quel convegno. Per me quel tipo di gente non è piu’ degna di governare il nostro bel paese!!!!!!!!  APRIT L’ OCCHIOR CA ACHIUT NON’C VOL NUDD

  10. Jacobsen

    Ho avuto la fortuna di conoscere ed apprezzare Gianni (l’ingegnere del video) all’università a Bari.
    Una persona con gli attributi. Uno che ha il coraggio delle proprie idee e non ha paura di metterci la faccia e pagarne poi talvolta le scomode conseguenze. E’ davvero un esempio.
    Lo ricordo in prima fila a Scanzano nella protesta contro le scorie o alle prese con le tante piccole ingiustizie della vita universitaria. Sempre con lo stesso spirito che ho ritrovato nel video.
    Anzi Gianni, se leggi i nostri post ti invito a partecipare di più alle nostre discussioni, sono sicuro che le arricchirai in maniera costruttiva.
    Complimenti a Michela per aver scovato questo video.

    P.S. Quel professore dove lo hanno trovato? Di quale compagnia teatrale fa parte?(il paradosso è che un napoletano ci venga ad insegnare come trattare i rifiuti!!).
    Infine complimenti al sindaco campione di democrazia.

    Vito.

    1. falco

      Ragazzi il problema della monnezza è una cosa,ormai, seria. Si stà avverando praticamente quello che prevedevamo coi nostri cartelloni quando andavo alle scuole elementari( anni 60) nella giornata dell’ecologia.Però premesso che nessuno vorrebbe un inceneritore sotto casa propria, alla luce dei fatti e poichè non sono informato, mi sapreste dire quali SONO (non petrebbero) le alternative immediate per superare questa crisi?

      Per piacere non rispondetemi con la solita tiritera che bisognerebbe studiare un sistema che non inquina o che trasformi il tutto in energia alternativa.

      Io parlo di soluzioni immediate già pronte e studiate, visto mentre ne discutiamo bisogna smaltire tonnellate e tonnellate di rifiuti non tossici, tossici, umidi e a bagnomaria.

      Insomma sapreste indicare una valida alternativa? E se questa alternativa c’è perchè l’ostinazione degli addetti ai lavori a no volerla utilizzare??

      Distinti saluti 

      1. michela

        Sì, falco, hai ragione quando dici che bisogna dare una alternativa concreta senza parlare a vanvera.
        io, purtroppo non sono un tecnico e posso, nel mio piccolo, solo indignarmi per la cattiva e veicolata informazione che ci arriva e sostenere chi, invece, cerca di controbattere o almeno di non stare ad ascoltare passivamente ciò che ci viene imboccato, credendolo verità solo perchè è la tv a dircelo o il politico di turno o, peggio ancora, un tecnico pagato per dire cose in cui neanche crede.
        Posso, invece, affermare con certezza è che è assolutamente necessario ormai avviare una seria e diffusa raccolta differenziata e nel mio quotidiano quello che posso fare è dividere la mia immondizia, utilizzare l’organico come concime(mia madre e mio padre sono diventati grandi esperti di compostiera!!) e sensibilizzare i bambini a riciclare con fantasia riformulando il concetto di gioco e di creatività.
        dove lavoro ogni giorno insegnamo ai bambini come fare la carta riciclata e come riutilizzare tutto quello che avrebbero buttato per farne giocattoli o piste per le macchinine o splendidi castelli o, meglio ancora, aquiloni!!cercando di imparare prima di tutto noi a pensare diversamente avendo rispetto di quello che ci sta intorno,di non sprecare l’acqua, di non comprare l’acqua imbottigliata(ho inserito un post qualche tempo fa sull’argomento) conoscendo il territorio, amarlo, rispettarlo e comunicarlo agli altri.
        so che può sembrare melenso e romantico il mio discorso, ma credo che questo sia il mio compito, o almeno quello che ognuno possa fare nel piccolo. le soluzioni “tecnologiche” per le quali ci vuole una laurea che io non ho le lascio scovare agli altri, e non è uno scarica barile, ma è una semplice, ma critica ammissione di impotenza al riguardo.
        topobiche_81

      2. LomFrAnz

        Per le strade delle nostre città possiamo trovare degli allegri bidoncini colorati dalle dimensioni di un cucciolo di elefante, non si tratta di allestimenti di arte contemporanea messi lì per conferire senso estetico alle nostre strade, ma sono i raccoglitori di rifiuti da separare e dividere sapientemente (non serve una laurea) in carta, plastica, vetro, organici ecc..

        quanti di noi lo fanno??

         

        Ramingo errante

      3. ciffo

        falco se cerchi in rete trovi un mare di notizie sui blog. Ti riporto un riassunto, poi magari puoi approfondire.
        Innanzitutto da come parli sembrerebbe che le alternative non esistono. Il punto è proprio questo…. la disinformazione è tale che si induce la gente a pensare che bruciare i rifiuti sia il meglio che possa esserci. In realtà bruciare i rifiuti semplifica solo le cose perché non devi avviare processi culturali che attecchiscono difficilmente tra noi incivili italiani e poi incenerire conviene alle lobbies. In Italia infatti siamo all’assurdo che il processo di incenerire i rifiuti non viene tassato come in tutti gli stati europei ma incentivato paragonando questa produzione inquinante di energia a una “fonte rinnovabile”. Bruciare quindi conviene a chi crea gli impianti. Più bruci più fatturi. E per aumentare il fatturato e quindi il materiale bruciato si disincentiva anche la raccolta differenziata. Insomma una catastrofe: paghiamo per avvelenarci.
         
        Il corretto processo di smaltimento dei rifiuti dovrebbe essere questo:
        1) riduzione dei rifiuti all’origine… punto importantissimo oggi totalmente ignorato… Impedire inutili imballaggi, tassare processi industriali che creano rifiuti non smaltibili, ecc
        2) raccolta differenziata spinta (superiore al 70%)… attualmente solo pochissime città italiane la applicano
        3) il rimanente (rifiuti non riciclabili o riutilizzabili) va trattato attraverso TRATTAMENTO MECCANICO BIOLOGICO (TMB), un processo che permette di smaltire i rifiuti senza bruciarli (si lavora max a 60°) ma agendo con batteri che “digeriscono” il tutto producendo gas pulito che serve all’alimentazione dell’impianto stesso (quindi energeticamente autosufficiente).
        4) Il TMB riduce la massa dei rifiuti al 60%. Questi rifiuti così ottenuti sono inerti. Non creano danni all’ambiente, non sono velenosi e possono essere utilizzati in processi industriali (ad esempio come materiali per costruzioni stradali essendo a impatto ambientale zero).
         
        In conclusione non bruciando hai alla fine del processo una quantità di rifiuti praticamente identica a quella che avresti con gli inceneritori con la importante differenza che questi non sono velenosi mentre i resti degli inceneritori vanno smaltiti. Inoltre gli inceneritori producono nanoparticelle che causano tumori, i TMB no… e gli impianti di TMB costano il 75% in meno degli inceneritori….
        …e purtroppo da Vespa se un ambientalista dice queste cose viene trattato come un pazzo.

  11. Frankcasa

    E’ davvero incredibile che nell’approvigionamento delle materie prime da parte delle lobbies non ci sia alcun controllo esterno… ke alcuni prodotti posti sugli scaffali dei nostri supermercati contengano nanoparticelle!(vedi elenco seconda parte video…anke gli OMOGENEIZZATI per bambini!!!) particelle infinitamente piccole di metallo, non degradabili dal nostro organismo ke causano tumori e infezioni riuscendo a penetrare il nucleo della cellula… ke si minacci l’attivita’ di ricerca empirica di alcuni scienziati solo xkè lede interessi economici essendo in secondo piano la nostra salute!!! take a look pls:

    Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

    Ad maiora!

  12. pizarrok

    Ciao ragazzi, mi chiamo Carlo e sono di Napoli, ho conosciuto questo sito tramite Michela che ho avuto il piacere di conoscere recentemente. Vedo con piacere che molti di voi conoscono già le varie alternative all’inceneritore ( e sì, ce ne sono più di una ), e sono contento che il discorso abbia riscosso tanta attenzione tra di voi date le recenti vicissitudini della Campania. Quando iniziarono la costruzione dell’inceneritore ad Acerra pochi di noi sapevano cosa fosse quel enorme mostro, poi con il tempo l’informazione s’è diffusa, e Beppe Grillo ha sicuramente contribuito alla diffusione di queste informazioni. Voi avete la fortuna di sapere, già ora, cosa vorranno costruire sulla vostra terra, a cosa serve e quali sono le alternative concrete!

    L’unica cosa che mi preme dirvi è di non lasciarvi scappare l’occasione di aver il meglio per voi stessi! La vostra terra, come la nostra dopo tutto, è stata martoriata negli anni, sfruttata per l’interesse di pochi, e so che voi potete capire cosa voglio dire!! La nostra vita è continuamente nelle mani di persone inette ( non dimentichiamo che siamo quelli che> mettono un ex-magistrato a Ministro delle infrastrutture ed un camorrista a Ministro della Giustizia!!! ), purtroppo elette da noi…è triste ma è così! Non permettiamogli di fare ancora del male alla nostra salute, ai nostri bambini, al nostro futuro! Pensano di avere a che fare con ascoltatori passivi ed ignoranti, invece sono loro ad ignorare la nostra istruzione, la nostra voglia di vivere, la nostra voglia di cambiare! 

    Diciamocelo, siamo tutti stanchi delle condizioni in cui viviamo! Paghiamo soldi sudati e profumati per far arricchire gli altri e per vedere le nostre condizioni di vita peggiorare giorno per giorno. E’ compito nostro far capire a queste persone che non ne possiamo più dei loro soprusi, che noi abbiamo aperto gli occhi, ci siamo svegliati dal letargo in cui c’hanno rilegato per tanto tempo. Come? Inseguiamoli, stiamogli dietro, facciamogli sentire il nostro fiato sul collo, continuamente, andiamo ai convegni, chiediamo, controbbattiamo; andiamo ai consigli comunali ( sono pubblici!! ), abbiano il coraggio di guardarci negli occhi mentre intascano i nostri soldi, e se necessario spodestiamoli dal potere che NOI gli abbiamo dato!

    C’è una nuova aria in giro, è aria di speranza, è aria di un nuovo vento che sta per arrivare, prepariamo il campo perchè questo modo di fare politica venga spazzato via!!

    C’è una nuova aria in giro..e non è quella dell’inceneritore!

    Con affetto, Carlo.

    P.S. Tra le informazioni aggiungo che negli USA ( visto che sono d’esempio su tutto ) non si costruisce un inceneritore da 15 anni mentre aumentano continuamente le costruzioni di TMB ( come l’Arrow-Bio ).

      1. pizarrok

        Ma certo ciffo!! Io faccio parte del meetup amici di beppe grillo di Napoli, venite pure a trovarci..potete trovare un pò di informazioni sugli inceneritori qui e discussioni sparse su tutta la piattaforma..invito tutti ad andare a trovare anche i ragazzi di Matera che stanno facendo davvero un ottimo lavoro…

        ( magari ne fate già parte e/o avete un vostro meetup…mi scuso se nn sono così informato! )

        Un saluto caloroso, Carlo!

        P.S. Da quale giornale hai preso quell’articolo?

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi