mercoledì 11 20 Dicembre19

Assaggio di primavera ma torneranno le piogge

Dopo il passaggio di una moderata perturbazione, capace di riportare dopo tanti giorni una buona quantità di precipitazioni sull’ Italia, il tipo è tornato ad essere manovrato dal potente anticiclone che riesce sempre e comunque a dominare la scena di gran parte dell’ Europa. L’alta pressione, infatti, non perde mai occasione di impossessarsi di vasti territori a scapito delle depressioni provenienti dall’ atlantico che fanno sempre più fatica ad interessare il vecchio continente. Il risultato è che l’inizio dell’ nuovo anno le perturbazioni si contano sulle dite di una mano quasi de fossimo in regime estivo. Per fortuna la Basilicata ha beneficiato di piogge e nevicate nei mesi addietro e questo ci fa ben sperare di affrontare il semestre caldo con buone risorse idriche. Nel corso del week – end l’anticiclone toccherà i suoi massimo per poi cominciare a perdere terreno all’ inizio della settimana ad iniziare dalle regioni settentrionali per l’arrivo di aria più fredda proveniente da nord-ovest. La traiettoria delle correnti settentrionali sembra però essere lungo lungo i meridiani e questo dovrebbe permettere all’aria fredda di interessare maggiormente la Spagna e l’ Africa nord-ovest occidentale e, marginalmente , il nord e la Sardegna; il sud dovrebbe rimanere fuori e solo in un secondo tempo le temperature potrebbero abbassarsi.

Previsioni per oggi: la situazione rimarrà più o meno stazionaria con nel tempo ovunque e temperature massime in ulteriore aumento con valori prossimoi ai 20 gradi in molte zone del materano. I venti saranno in attenuazione con Maria quasi calmi o poco mossi.

Tendenza successiva: lunedì persisteranno condizioni di bel tempo. Da martedì la pressione andrà diminuendo favorendo maggiore nuvolosità e la possibilità di qualche isolata precipitazione. I fenomeni dovrebbero essere più probabili tra mercoledì e Giovedì quando torneranno a scendere le temperature.


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi