27^ edizione di Minibasket in piazza, cerimonia inaugurale nel Parco Giovanni Paolo II di Matera:

Dopo la tradizionale sfilata nelle vie principali del centro cittadino si è svolta nel parco Giovanni Paolo II cerimonia d’apertura del Minibasket in piazza, torneo riservato alla categoria Aquilotti giunto alla 27^ edizione. Una manifestazione che si gioca quest’anno sui campi lucani Matera, Metaponto di Bernalda, Montescaglioso, e Nova Siri e quelli pugliesi di Bitonto, Cassano, Corato, Santeramo in Colle e Toritto. All’edizione 2019, l’anno di Matera capitale europea della cultura, si sono iscritte 56 squadre di cui 17 straniere provenienti da tutto il mondo.
Hanno sfilato questo pomeriggio da via Marconi al Parco Giovanni Paolo II attraversando via Annunziatella via XX Settembre e via Lucana le squadre che rappresentano 11 nazioni di tutto il mondo: Italia, Argentina, Colombia, Algeria, Nigeria, Albania, Giordania, Emirati Arabi Uniti, Bosnia Erzegovina, Montenegro e Serbia.

Con i padroni di casa della Pielle Matera partecipano al Minibasket in piazza 2019 i campioni in carica di Bees Pesaro (sesto successo nell’ultima edizione), Santeramo, Argenta, Cassano, Anagni, Anzio, Corato, Ravenna, Virtus Bologna; Bitonto, Latina, Toritto, Fossombrone, Malnate, Mesagne, Sulmona, Montegranaro Poderosa, Grottaglie, Roseto, Città di Caserta, Montescaglioso, Rignano sull’Arno, Rieti, Manfredonia, Casapulla, Caltanissetta, Cerignola, Montegranaro, Petrarca Padova, Bassano del Grappa, Monopoli, Siena, Kiokobasket Caserta, Virtus Basket Padova, Città Futura Roma, HSC Roma, Ruvo, Venezia, Gravina e le squadre straniere di New York, gemellata con Grassano per la presenza di alcuni mini-cestisti del paese che ha dato le origini al sindaco Bill De Blasio, Amman (Giordania), Riga (Lettonia), Toronto (Canada), Green Team (Nigeria), Tebessa (Algeria), Jam Academy Dubai (Emirati Arabi Uniti), Club Pinocho Buenos Aires (Argentina), Colegio Corazonista Bogotà (Colombia), KK Ilidza Sarajevo (Bosnia Erzegovina), Volcano All Star Podgorica (Montenegro), Qendra Minibasket Tirana (Albania), Playoff Lescovac (Serbia), Blue Star Basketball Club Benghazi (Libia), Academy Basketball Barcelona Algeri (Algeria), BBY Old Town Sarajevo (Bosnia Erzegovina), Impact Kiddies Basketball (Nigeria).
Alla cerimonia inaugurale hanno partecipato Giovanni Oliva per la Fondazione Matera-Basilicata, il Questore della Polizia di Stato, Luigi Liguori, il capitano della Compagnia Carabinieri di Matera, Giuseppe Ianniello il presidente regionale del Coni, Leopoldo Desiderio, il presidente regionale Fip Giovanni Lamorte, il vice sindaco di Matera, Giuseppe Tragni, il deputato Gianluca Rospi, la vice sindaco di Santeramo, Marianna Labarile, il vice sindaco di Montescaglioso, Rocco Oliva, la sindaca di Ruoti, Anna Scalise, il presidente dell’Olimpia Basket Matera, Pasquale Lorusso, il responsabile della scuola regionale dello sport, Giuseppe Grilli, Il delegato Coni per gli USA, Nico Delianova Nicastro, don Biagio Colaianni ed Eustachio Andrisani in rappresentanza dell’associazione Marinai d’Italia di Matera e l’organizzatore del torneo Sergio Galante.
La cerimonia si è conclusa con la promessa dell’atleta letta in arabo dal giordano Saif Fanous, in inglese dall’americano Trey Williams, in spagnolo dal colombiano Emiliano Royas e in italiano dalla coppia piellina formata dai materani Livia Cappiello e Giulio Nicoletti e la consegna delle chiavi della città ai bambini del Minibasket in piazza da parte del vice sindaco di Matera, Giuseppe Tragni, sul palco insieme alla vice sindaco di Santeramo, Marianna Labarile, al vice sindaco di Montescaglioso, Rocco Oliva e al questore di Matera, Luigi Liguori.
La manifestazione sportiva si concluderà sabato 22 giugno con la finale disputata a Matera sotto le luminarie della Festa della Bruna.

Michele Capolupo



Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi