La saracinesca del Montescaglioso

Eccellenza l’esperto estremo difensore è il capitano della squadra oltre a rivelarsi un leader in campo e nello spogliatoio

Il portiere Alessandro Cifarelli è uno specialista nel parere i rigiri: ben 10 su 14 nelle ultime due stagioni.

Dieci rigori parati,su 14,nelle ultime due stagioni , e prestazioni sempre all’ altezza della situazione. Alessandro Cifarelli non è solo il capitano del Montescaglioso, ma molto di più. Il portiere Biancazzurro,infatti, è leader in campo e nello spogliatoio. È un calciatore dal Valore aggiunto,capace da solo e quando non ci riescono i suoi compagni si squadra,di fermare gli avversari. Cifarelli ha parato 6 rigori su sette nella scorsa stagione e 4 su 7 quest’anno: se non è un record,poco ci manca. Meriterebbe palcoscenici ben diversi questo portierone fatto in casa ,che in carriera ha difeso anche i pali di Pomarico e Corleto in Eccellenza Lucana. Cresciuto nelle giovanili del Deportivo Montescaglioso e poi del Matera , è stato anche secondo nella squadra della città dei Sassi in serie C ed ha giocato pure a Ginosa . Alessandro è cresciuto in una famiglia di calciatori , visto che i suoi fratelli sono ugualmente impegnati in questo sport l’attaccante Stefano e l’altro portiere Simone giocano con lui nel Montescaglioso di Eccellenza , mentre Giovanni ,anche lui portiere e fratello maggiore milita nella Libertas di Prima categoria. Insomma ,una famiglia di atleti che onorano la propria città vestendo le maglie delle due squadre di Montescaglioso. Con prestazioni quasi sempre di ottimo livello e, nel caso di Alessandro,con l’aggiunta di quella particolare abilità nel respingere le massime punizioni. La domanda se parare un rigore dipenda di più dalla bravura di noi portieri o dalla fortuna è destinate a rimanere senza risposta – ha spiegato Cifarelli -. Probabilmente una predisposizione è necessaria, ma ci vogliono anche altri elementi . La fortuna ,ma anche l’eventuale errore di chi tira. Insomma se parare un rigore non è un caso , è anche vero che i fattori possono anche essere molteplici. Nel mio caso mi limito a dire che sono soddisfatto di questo score ,ma ribadisco che la priorità è sempre la squadra.


Commenti da Facebook

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi