Commercianti di tutto il mon…te UNITEVI

A tutti i commercianti di Montescaglioso

Oggetto: Convegno/dibattito

Gentile commerciante,
un gruppo di tuoi colleghi sta promuovendo la costituzione di un’associazione che raggruppi tutti i commercianti e gli artigiani del nostro paese; tale associazione avrà lo scopo di promuovere e valorizzare le attività produttive nella nostra cittadina nonché creare un fronte comune verso quegli interlocutori che quotidianamente interagiscono con le nostre aziende (consumatori in primis ma anche istituzioni pubbliche, banche, etc.).
A tal proposito è stato organizzato un incontro informativo il giorno 03 ottobre 2008 alle 16,30 presso la Sala Consiliare “Sandro Pertini”. A questo incontro saranno presenti il Presidente della Confesercenti di Matera, Gianni Schiuma ed il Direttore, Pasquale Dipede, il Presidente dell’Associazione di strada “Le antiche vie del commercio”, Antonella Griesi, che illustreranno gli obbiettivi e le finalità raggiunte, anche con esempi concreti, nonché i vantaggi derivanti da una tale forma di associazionismo; una partecipazione massiccia inoltre, farà in modo che venga avviato un dibattito a più voci sulle problematiche del commercio e dell’impresa a Montescaglioso.
Sappiamo che è una data molto vicina e che è difficile organizzarsi ma solo oggi abbiamo avuto tutte le conferme per poter organizzare la cosa, ciò nonostante data l’importanza dell’incontro confidiamo nella tua graditissima presenza.

Montescaglioso, 01 ottobre 2008

I colleghi commercianti


Commenti da Facebook

11 Commenti

  1. ADMIN

    Credo che la costituzione di un’associazione di commercianti non possa che rivelarsi un’iniziativa vincente per l’economia montese.
    Mi auguro che si riesca a raggiungere l’obiettivo attraverso la partecipazione compatta e massiccia da parte di tutti gli artigiani ed i commercianti montesi.
    In bocca al lupo!

  2. nemesi

    l’idea è ottima!lo slogan l’unione fa la forza mi sembra che sia stato sempre vincente; se poi questa forza è diretta verso uno scopo quale il miglioramento dell’economia montese, ancora meglio!

    sperando che in questo momento siate in tanti nella Sala Consigliare, aspettiamo un dettagliato resoconto dell’incontro!

  3. ASPIDE 65

    Dopo l’incontro tra commercianti tenutosi nella sala consigliare del comune ,è giusto fare un resoconto di come sono andate le cose:

    partiamo dal fatto che l’idea e partita da un gruppo di circa 7-8 commercianti montesi che casualmente si sono incontrati e parlando dei problemi che ci sono in questo periodo per l’economia locale e delle problematiche che il commercio sta affrontando hanno pensato di costituire un associazione che raggruppi tutti i commercianti e anche se ne sentissero il bisogno gli artigiani, lo scopo dell’associazione dovrebbe essere  quello di creare un dialogo in primis tra gli stessi commercianti che spesso e volentieri hanno lo stesso problema comune ma che singolarmente è difficile da risolvere, altro scopo può essere quello di interagire uniti con le istituzioni locali e publiche e infine cercare di promuovere il commercio montese e le attività locali con iniziative che possano favorire le propie imprese e  sopratutto il consumatore finale che di questi tempi anche lui sta attraversando un periodo difficile.

    Questo è quello che il gruppo costituente di questa associazione si era prefissato di illustrare in assemblea ai loro colleghi sottolineando che questa associazione doveva essere  APOLITICA e non appartenente a nessuna sigla SINDACALE,ma che doveva essere governata dagli stessi commercianti ormai stanchi di essere presi in giro da sindacalisti che vanno a braccetto con i politici e che tutto fanno all’infuori di risolvere i problemi dei loro iscritti.

    Però purtroppo forse per la poca esperienza che abbiamo in questo campo abbiamo commesso degli errori di valutazione che hanno fatto si che i nostri colleghi abbiano interpretato male il messaggio da noi lanciato, infatti il nostro errore è stato quello di invitare a parlare di ASSOCIAZIONISMO LIBERO  due diregienti della COMFCOMMERCIO,che hanno preso la palla al balzo per portare acqua al propio mulino parlando un politichese che la gente e ormai stanca di sentire, cosi la situazione ci è  sfuggita un pò di mano e noi non siamo riusciti a bloccare quello che non era in nostro pensiero di associanismo ,inducendo i colleghi a pensare che quell’ incontro era stato organizzato  da noi per favorire il tesseramento di quel sindacato ,cosa assolutamente non vera anche perchè appena ci siamo resi conto che quello di cui parlavano questi signori non erano le nostre idee abbiamo chiarito il tutto spiegando bene  alle persone quale  era il nostro progetto ottenendo anche un buon risultato di consensi da parte loro alla nostra iniziativia e fissando altri incontri per la costituzione legale di questa associazione.

    A questo punto non mi resta che chiedere scusa ai nostri colleghi a nome mio e del gruppo costituente per l’errore commesso , ma vi possiamo assicurare che è stato fatto in buona fede e senza secondi fini, detto questo chiunque voglia unirsi al nostro progetto a breve ci saranno degli sviluppi che porteranno alla concretizzazione  legale dell’ associazione.

    buona giornata a tutti

    Rocco Lomonaco

     

    1. ant

      Caro Rocco, mi dispiace veramente tanto che si abbia un’idea talmente negativa dell’incontro da chiedere addirittura scusa per l’ERRORE commesso. Io credo che tu abbia descritto, legittimamente, il tuo pensiero ma non lo condivido neanche di una virgola. Forse non hai afferrato che i due dirigenti non sono venuti a parlarci di come funziona la Confesercenti, ma sono venuti a parlarci delle Associazioni Libere che già sono da qualche anno presenti su Matera e che tra gli associati annoverano commercianti iscritti alla Confesercenti, alla Confcommercio e commercianti non iscritti a nessuna associazione di categoria. Addirittura il Presidente Schiuma ti aveva messo a disposizione lo Statuto di queste associazioni spiegando, tra l’altro il loro funzionamento, le iniziative che si potrebbero perseguire e, soprattutto, i vantaggi che i commercianti, associandosi, potrebbero avere  nel confronto con le istituzioni pubbliche. Dire che è stato un incontro politico e che i signori sono venuti a portare acqua al loro mulino mi sembra anacronistico. Io credo convintamene che quel passaggio sia stato assolutamente giusto e che non si sia trattato di un errore in quanto prima di costituire un’ associazione bisogna avere ben chiara l’idea di cosa significhi associarsi e di quello che fa un’associazione. Personalmente mi sono impegnato a contattare proprio la Confesercenti perché, ripeto, è stata promotrice della costituzione di associazioni libere su Matera e credevo che lo stesso discorso si poteva abbinare alla nostra realtà. Sai benissimo caro Rocco, che avevate un’idea di associazione non molto nitida che si avvicinava più a quella di consorzio tra commercianti. Decideste quindi, su mio suggerimento, di organizzare questo incontro verso il quale si nutriva tanto entusiasmo e condivisione. Non c’è stato nessuno tra di voi che abbia detto di non  organizzare più niente. Anzi sono stato più volte, da voi sollecitato per organizzare al più presto l’incontro. Mi sono quindi prodigato mettendo a disposizione tempo e denaro portando a termine quello che mi avevate chiesto. Io credo che quando si faccia qualcosa si deve avere il coraggio di sostenerla e difenderla con forza fino in fondo e non di cambiare opinione cedendo a strumentalizzazioni e dissensi che, nel caso in cui non te ne fossi accorto, vanno palesemente contro la realizzazione del vostro progetto. Comunque personalmente spero che i commercianti sappiano capire il vero significato della costituzione di un’associazione e spero che lo si faccia il più presto possibile. Per questo continuerò a sostenere il vostro progetto.

      1. ASPIDE 65

        Antonio ti chiedo scusa se con il mio resoconto ho urtato il tuo modo di pensare, e prima di tutto ti voglio ringraziare per l’impegno che hai messo nell ‘ aiutarci a portare avanti questa idea,  però io ho riportato nel resoconto che era doveroso fare la mia impressione sull’incontro ma sopratutto portare quello che hanno recepito gli altri commercianti, e che piaccia o non ci piaccia non è stato un buon esordio, forse il discorso dei signori  è stato frainteso o forse siamo stati noi che non abbiamo saputo spiegare le cose, resta il fatto che la gente ha pensato male e infatti parecchia gente è andata via.

        per quanto riguarda il fatto di  cambiare idea  o di essere strumentalizzati, Antonio forse è perchè non ci conosciamo ancora abbastanza bene ,  infatti io ho scritto esattamente quello che penso sapendo benissimo che magari avrei urtato il tuo modo di pensare e anche quello degli altri ho chiesto scusa hai miei colleghi perchè sarebbero state le scuse che avrei voluto io  se invitato a una riunione per commercianti mi trovassi difronte dei sindacalisti che parlano del costo della tessera  dell’ loro sindacato o dei servizi che offrono. Mi dispiace Antonio tenendo presente che sono stato d’accordo anchio sul far venire queste persone  ad illustrare  l’ associazzionismo libero devo ammettere che qualcosa non ha funzionato, detto questo potrei pure sbagliarmi ma nessuno potra mai far cambiare il mio modo di pensare.

        ti chiedo di nuovo scusa, 

        e ti saluto, Rocco Lomonaco

        1. ant

          Caro Aspide sai benissimo che quell’incontro era stato organizzato non affinché qualcuno vi dicesse qualcosa ma affinché i signori rispondessero a tutte le vostre domande e chiarissero i vostri dubbi sull’associazionismo. Si doveva trattare di un incontro operativo giunto al termine di vostri numerosi incontri preliminari. Non ho ancora ben capito di cosa volessi che si parlasse ma più volte io ho vi ho detto di preparare bene il tutto, di approntare delle domande e quant’altro. Non mi sembra che questo sia stato fatto né prima, né durante l’incontro. In alcuni momenti ho avuto addirittura l’impressione che i promotori dell’iniziativa si fossero trasformati in semplici spettatori. Solitamente chi organizza l’incontro partecipa diversamente al dibattito e, soprattutto, non critica il lavoro che egli stesso ha fatto o contribuito a fare. Io mi aspettavo che parlaste soprattutto voi e non loro. A questo punto, visto che non c’era niente da chiarire, mi chiedo perché avete deciso di farlo comunque. Io, invece, voglio ringraziare il Presidente e il direttore della Confesercenti che, nonostante i numerosi impegni, si sono messi a vostra disposizione dimostrando una cordialità ed una disponibilità che anche tu riconoscerai. Inoltre, se ci sono commercianti che non hanno gradito, ti informo che ce ne sono molti altri che hanno enormemente apprezzato; tutti hanno esordito con una parola: Finalmente! Una parola che racchiude significati facilmente immaginabili. Considerato che l’incontro doveva essere un’occasione per rendere pubblica la volontà di costituire un’associazione di commercianti io credo che le critiche sono state fatte più che alle parole degli oratori, all’idea stessa di associazione. Non ho mai visto nessuna persona che interessata ad un progetto si limita a criticare il progettista senza prima essersi informato su ciò che è contenuto all’interno del documento. Quindi ti suggerisco, caro aspide, in questa fase delicata della costituzione, di seguire più le persone che sono veramente interessate all’iniziativa e non quelle che si limitano a criticare, magari spinti da una invidia celata. Purtroppo qui a Monte è difficile fare qualcosa senza essere criticati; è quasi naturale che questo avvenga. Ma se si è decisi bisogna anche avere il coraggio e la forza di non fermarsi al primo ostacolo. Anche per sconfiggere questi stereotipi spero che i commercianti montesi sappiano dare prova del loro coraggio e della loro voglia di fare.

    2. sweet77

      Purtroppo non ho potuto partecipare all’incontro,ho perso la persona piu’ forte della mia vita.

      Non credo comunque Rocco sia il caso di chiedere scusa,ho appena guardato il filmato e cio’ che traspare e’ l’esperienza di persone che hanno messo a disposizione per poter cominciare da qualche parte,non sono stati pagati ne’ hanno detto che avrebbero parlato solo se facessimo la tessera,quindi sono da ringraziare per il tempo che ci hanno dedicato.Concordo sul fatto che noi siamo di montescaglioso quindi sappiamo meglio i problemi,che al contrario di quello che puo’ pensare qualcuno ci accomunano tutti.Nettamente bisogna incontrarci di nuovo,magari di domenica,per una presenza piu’ massiccia, trovare una sede e cominciare, perche’ e’ dalle piccole cose che cominciano i cambiamenti piu’ grandi.

      UNA DELLE COSE CHE HO IMPARATO DA MIA NONNA E’ CHE BISOGNA LOTTARE SEMPRE FINO ALL’ULTIMO,IL PAESE LO FACCIAMO NOI E QUINDI LO POSSIAMO ANCHE CAMBIARE!

    1. Wiseman

      scusate il ritardo!

      come ben sapete,la fretta non è mai stata una buona consigliera! purtroppo i tempi erano davvero molto ristretti per organizzarsi al meglio, c’erano infatti da conciliare i tempi degli ospiti con la disponibiltà della sala consiliare, da distribuire gli inviti, da stilare una scaletta di interventi….purtroppo è andata come è andata e così Patty è rimasta col suo bravo discorsetto in borsetta!

      Personalmente devo dire che mi ha sorpreso la presenza di tante persone, anche se qualcuno è andato via appena ha sentito parlare di associarsi alla Confesercenti e di relative quote associative, e quindi ha giustamente pensato che fosse la solita zolfa, tanto più che nella nostra imprevidenza avevamo distribuito lettere anonimeEmbarassed, tutto ciò si è verificato al secondo intervento, perchè il primo signore che ha parlato è stato davvero illuminante, ha spiegato le varie forme di associazionismo e la volontà di collaborare, senza alcun obbligo di adesione all’associazione che presiede. Sono convinto che Antonio, a cui plaudo per la disponibiltà e neutralità, non avesse neanche lui l’idea dei termini del secondo intervento e comunque, alla fine abbiamo chiarito tutto con i colleghi artigiani e commercianti.

      Ho parlato con diversi colleghi assenti e sono convinto che ne verrà fuori  qualcosa di positivo, parecchi si sono mostrati disponibili…..

      intanto alla prossima, vicina riunione, provvederemo a nominare un direttivo pro-tempore e si comincerà a passare al concreto.

      Vi aggiorneremo

      Aspide, vedi che il bar è aperto tutta la settimana Laughing ti aspetto

    2. ZODD
      la testimonianze video parlano kiaro , i post degli organizzatori anche, ci è stato solo un piccolo errore di comunicazione , dovuto anche come ribadisce wiseman alla fretta.
      ma risolti gli eviquoci , andiamo avanti , cke ve nhe è di strada da fare. in bocca a lupo ai valorosi che decidono di perseguire la propria scelta .
       
      1. patty

        Quello che voleva dire Rocco a mio parere con il suo post era mettere in luce l’impatto iniziale che abbiamo avuto appena finita la riunione. Con il senno di poi abbiamo tiraro le dovute considerazioni. Avevamo delle aspettative ma purtroppo per ” colpa ” della nostra inesperienza, non abbiamo tenuto conto di molte situazioni che si sono verificate, non abbiamo organizzato come avremmo voluto dati i tempi ristretti e ci siamo rimasti un pò male, tutto qua. Ma W gli errori e gli sbagli grazie ai quali si può sempre migliorare…Ringrazio Antonio per il suo interessamento, aiuto,consulenza.. e chi più ne ha più ne metta…  

        alla prossima

        Patty

        P.S.

        il discorsetto lo porto ancora in borsa… non si sà mai  😀

Rispondi a

Info sull'Autore

io sono quello che faccio

Post Correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi