venerdì 03 Dicembre 2021

VASCONVOLGIMENTO generale, vai COMANDANTE!

 

Erano anni che attendevo questo momento. Erano anni che volevo entrare in un luogo dove la lingua ufficiale è quella del BLASCO.

Finalmente, dopo tanti giorni di attesa sono riuscito a coronare quel sogno, a farlo mio, a godermelo dal primo all’ultimo minuto.

Poco importa se ci sono arrivato con tanto ritardo, forse ho assaporato di più la bellezza di questo concerto cosi atteso.

La fortuna stavolta è stata dalla mia parte, visto che mi sono ritrovato nella cosidetta “gabbia” a pochi passi dal palco, a pochi passi dal mito, a pochi passi dalla realizzazione di quel sogno.

Vasco è stato grande, immenso, stupendo. Le sue canzoni, l’atmosfera, il calore della COMBRICCOLA hanno fatto il resto.

C’erano quattordici gradi all’esterno della massa di gente che spingeva, cantava si divertiva a tempo di rock and roll. Faceva caldo si stava a maniche corte, si sudava alla grande perché li dentro il freddo non lo senti, senti solo la musica, le note di Stef, i cori della Moroni, la forza d’urto di Solieri, la dolcezza delle tastiere del Lupo Maremmano e poi Cucchia, Nemola e il Gallo… Non senti il freddo, senti il calore di un popolo che urla, si muove e non la smette più di cantare.

Questo è il concerto di VASCO, questo per me è il COMANDANTE. Tutto il resto sono parole inutili, servono a poco.

Questo è il mito, chi vuole salti nella COMBRICCOLA.


Commenti da Facebook

1 Commmento

  1. gianni

    A quanto pare anche per te vale è stato un concerto indimnticabile. Ti ringrazio pubblicamente per le due telefonate che ho ricevuto durante il concerto. Con quelle due canzoni mi hai fatto tornare indietro di una settimana, io non ero in “gabbia” ma molto vicino ed è stato ugualmente emozionante. Come sempre Vasco è un animale da polcoscenico e ha saputo attirare ben 800.000 spettatori con 18 concerti, neanche lui riesce a spiegare i motivi di questo suo successo otenuto senza l’aiuto della televisione.

    Bisogna ammettere che ha anche una band fantastica e personalmente mi è piaciuto l’assolo di Burns…da brividi (quello è in grado di far cantare la chitarra), il finale di c’è chi dice no e il mondo che vorrei (incredibile!!!) per non parlare di albachiara.

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi