SCORIE A SCANZANO….IL GOVERNATORE DELLA REGIONE SAPEVA TUTTO…

(PRIMAPRESS) MATERA – in un’incontro con i cronisti del quotidiano materano IL RESTO, il Sen. Carlo Giovanardi, all’epoca Ministro del Governo Berlusconi, ha dichiarato ieri a Matera (per il tour elettorale del centrodestra) che l’allora Governatore della Regione Basilicata Filippo Bubbico e tutta la sua squadra erano a conoscenza e d’accordo sulla decisione del Governo di istituire a Scanzano Jonico il sito unico per le scorie nucleari. Il Governatore aveva sempre smentito tutto ed elevato minacce di querele a destra e manca nei giorni successivi al congelamento del decreto. Bubbico in seguito querelò Giovanardi, però le accuse sono state archiviate per le prove documentali esibite ai giudici dall’ex-ministro. Come si ricorderà l’imponente rivolta popolare lucana che seguì alla decisione, culminata con la marcia dei Centomila di Scanzano, fece fare marcia indietro al Governo, malgrado la questione scorie nel sito di Scanzano torni spesso alla ribalta. Qualche settimana fa infatti a Scanzano vi è stato anche un blitz notturno di Greenpeace che ha allestito sulla cava di salgemma destinata al sito unico delle scorie un parco giochi per bambini. In riferimento alla vicenda alcune associazioni ambientaliste lucane, a proposito di Filippo Bubbico, sono rimaste semplicemente allibite. Seguendo la filosofia greca, brillantemente ripensata da De Crescenzo, ci si chiede se, nella teatralità generale tutta italiana, possa essere sufficiente una semplice maschera per trasformarsi da “eroi a traditori”.(PRIMAPRESS)…TRATTO DA PRIMAPRESS…SARA’ VERO???


Commenti da Facebook

4 Commenti

  1. password

    Se esistesse una classifica per identificare l’uomo più bugiardo,ipocrita,incoerente, voltagabbana, sicuramente il posto d’onore sarebbe occupato da Giovanardi. Ma Sig. RAVILO…. ma come si fa….

    Sinceramante il dubbio mi viene per quanto riguarda l’uomo più bugiardo……forse Giovanardi sarebbe secondo. Il primo resta sempre di papi.

    Buona serata

  2. vince_ditaranto

    Buongiorno,
    non credo che servano le dichiarazioni di Giovanardi per far si che qualcuno si chieda i retroscena della brutta storia delle scorie a Scanzano.
    Sicuramente non si hanno elementi per dire se l’onorevole Bubbico e/o altri sapessero di quello che stava succedendo, ne ci si può basare sulle dichiarazioni fatte in campagna elettorale, momento in cui si sa la gente tende a sragionare.
    Tuttavia con il buon senso si possono sicuramente tracciare degli scenari politici, anche senza conoscere bene i retroscena. Perchè?
    Perchè quando accadono episodi così gravi per una comunità penso che la classe dirigente sia colpevole a prescindere.
    Colpevole 2 volte nel caso in cui sapeva e ha taciuto.
    Colpevole sicuramente anche se non sapeva perchè è inaudito che un’amministrazione regionale non sappia cosa sta per accadere a casa sua. Significa che non sei in grado di garantire il benessere della tua gente.
    Ma questo discorso deve essere allargato a tutta la classe politica lucana che amministrava la Basilicata…opposizione inclusa.

    Buona giornata

  3. falco

    Ecco, ci siamo. La campagna elettorale è finalmente entrata nel vivo. Come faccio ad affermare questo? Semplice, è iniziata la campagna delle calunnie e delle denigrazioni nei confronti del Senatore Filippo Bubbico.

    Non mi meraviglia più di tanto. Anzi credo siamo solo agli inizi, visto che ancora non abbiamo ricevuto la visita della consueta e immancabile lettera aperta di un tale di Tricarico. L’ho imparata a memoria.

    Non mi meraviglia neanche che la notizia sia apparsa sull’ex settimanale ormai quotidiano IL RESTO, (in questo periodo di crisi gli altri quotidiani chiudono, questi si ristrutturano, chissà da dove prendono i soldi), da sempre, guarda caso, scopritore di notizie sensazionali che riguardano solo, naturalmente, il Senatore Filippo Bubbico.

    Ci vuole poco a mettere insieme tutte queste PICCOLE casualità per trarne l’unica conclusione, la più logica: bugie.

    Perchè il governo, queste rivelazioni non le ha fatte e contestate quando ha avuto l’opportunità di rivolgerle direttamente al Presidente della Regione Basilicata che guidava la ribellione dell’intero Popolo Lucano?

    Io ricordo che il Presidente Bubbico, oltre ad essere alla testa della contestazione ha partecipato più volte ad audizioni di commissioni parlamentari per indurre alla ragione chi voleva veramente che la nostra regione diventasse la pattumiera nucleare d’Italia.

    Perchè solo adesso?    

    1. vince_ditaranto

      Falco,
      è ovvio che la tempistica è legata alla campagna elettorale.
      Non penso serva la zingara per indovinarlo.
      Secondo me il problema è invece un altro, e va al di la delle voci\calunnie sul senatore Bubbico o su altri.
      Poniamo una questione: perchè ci si indigna che in campagna elettorale si tirano fuori “gli scheletri nell’armadio” dell’avversario???? Non sto dicendo che dobbiamo diventare come gli USA dove vanno a tirar fuori anche se ti sei fatto uno spinello alle medie, ma a mio avviso bisogna in qualche modo ricordare delle cose. Perchè purtroppo si fa affidamento sul fatto che la gente ha la memoria corta.
      Ripeto, in questo caso non sto parlando del caso specifico ma ho preso spunto dalla tua domanda….”perchè adesso”!!!.
      I politici amano dire che non è corretto che giornali tirino fuori delle cose in campagna elettorale perchè la gente è confusa e non giudica i programmi ma viene distratta su altri temi. Credo che questa affermazione l’abbiamo sentita molte volte.
      Ci sarebbero almeno due cose da dire contro questa teoria che hanno messo in testa alla gente.
      La prima è che i programmi non si rispettano mai, tantomeno le promesse, quindi è più utile per l’elettore basarsi sul passato del politico e non su aleatorie promesse.
      La seconda è che dipende da cosa si dice. Perchè se qualcuno ricorda a tutti che un politico X è stato indagato, ha procedimenti in corso, ricopre mille cariche ben remunerate, ha cambiato bandiera 10 volte……beh…penso che la campagna elettorale è il momento ideale, per noi elettori intendo, per tirare fuori un po di passato. Lo so che ai politici sta storia non piace, perchè ci rimettono un po tutti, chi più chi meno.
      Ma io elettore voglio che mi si rinfreschi la memoria. Poi devo documentarmi e capire quanto è vero e quanto no.
      Caso classico è successo l’altro giorno, quando Mastella è stato accolto trionfalmente. Capisco i politicanti che non potevano dargli addosso perchè (ahimè) glielo hanno messo (dall’alto) nello stesso schieramento. Ma elogiarlo in quella maniera mi sembra un po esagerato.
      Bisogna ricordare chi è Mastella e che tipo di politico è. Perchè non sono proprio tutti uguali.
      Bisogna ricordare per non far si che la gente sia abbindolata dai meccanismi delle campagne elettorali.
      Sono convinto che ci fosse stata Alleanza Nazionale di qualche anno fa, sarebbero stati i primi a tirare sti benedetti pomodori. Perchè storicamente la destra non ha mai tollerato indagati e voltagabbana, ma si sa che ormai le ideologie hanno fatto largo al cinismo.

Rispondi a

Info sull'Autore

Post Correlati

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi